Harden batte i Cavaliers e Boston sogna!

James Harden firma la Tripla-Doppia n° 16 in carriera e batte in rimonta i soliti Cavaliers, Boston demolisce Chicago e adesso vede anche il 1° posto, vittoria chiave di Indiana su Miami per la corsa ai Playoffs, bene Portland e Sixers.

REGULAR SEASON

Boston Celtics – Chicago Bulls 100-80
BOS: Horford 12, Bradley 17, Thomas 22, Olynyk 11, Smart 12, Brown 11
CHI: Portis 12, Lopez 13, Valentine 13, Felicio 10

Primo match dell’NBA Sundays ed è un massacro dei Boston Celtics nei confronti dei Chicago Bulls con Isaiah Thomas autore di 22 punti in 24’; partita già finita alla prima sirena sul 22-9 Celtics con i Bulls autori di 3/22 dal campo, Boston arriverà ance a toccare il +29 nel primo tempo.

Brooklyn Nets – New York Knicks 120-112
BKN: LeVert 13, Hollis-Jefferson 14 (11 rimb), Lopez 25, Lin 13, Booker 14, Whitehead 10, Acy 12
NYK: Anthony 27, Porzingis 19 (10 rimb), Hernangomez 6 (10 rimb), Lee 15, Rose 17, Thomas 13

I Brooklyn Nets si prendono il derby della Grande Mela senza troppi problemi in un match dominato dall’inizio alla fine; pronti via e dopo 17’ di gioco i Nets sono già sul +20 (56-36) dopo un parziale di 11-2 con ben 3 bombe firmate Whitehead, Dinwiddie ed Acy, New York proverà una rimonta arrivando massimo fino al -6 (109-103) a 4’37” dalla conclusione ma una tripla di LeVert spegnerà le speranze degli uomini di Hornacek.

Indiana Pacers – Miami Heat 102-98
IND: George 28 (10 rimb), Young 13, Turner 15, Teague 12
MIA: Whiteside 26 (21 rimb), Waiters 20, J.Hohnson 14, Ellington 19

Paul George si carica sulle spalle i suoi e li trascina ad una cruciale vittoria in chiave Playoffs contro Miam, vana la super Doppia-Doppia da 26+21 di Hassan Whiteside; a 3’24” dalla fine Miami mette la testa avanti sul 95-96 con un tiro di Waiters, Indiana però risponderà con un break di 7-0 con decisivo il tap-in di Myles Turner a 58” per il 101-96 dopo che lo stessa Turner aveva sbagliato non una ma due volte nella stessa azione.

Phoenix Suns – Portland Trail Blazers 101-110
PHX: Warren 10, Booker 28, Bledsoe 19, Ulis 10, Williams 12 (10 rimb)
POR: Nurkic 12 (11 rimb), McCollum 26, Lillrd 39

Damian Lillard dice 39 e Portland vince a Phoenix; ospiti che partono bene e toccano pure il +18 ma i Suns non mollano, grazie ad un ottimo 3° quarto ricuciono il distacco ed entrano nell’ultimo periodo sotto 79-82! Partita combattuta e decisa negli ultimi 3’26”, sul -2 Suns (97-99) prima McCollum col floater e poi la tripla di Allen Crabbe spaccano il match per il +7 Portland (97-104) a 2’16”

Houston Rockets – Cleveland Cavaliers 117-112
HOU: Ariza 12, Anderson 16, Capela 8 (11 rimb), Beverley 13, Harden 38 (10 rimb, 11 ass), Gordon 13, Nene 12
CLE: James 30, Jefferson 16, Irving 28

Altra pessima confitta in un Big Match per i Cleveland Cavaliers che cadono in rimonta in quel di Houston contro James Harden alla sua 16^ Tripla-Doppia in stagione; grazie ad un super 2° periodo da 41-25 (Jefferson 12 punti) Cleveland va negli spogliatoi sul +9 (58-67) per poi non fare più ritorno in campo. Houston ribalta lo svantaggio ed entra avanti 0-86 nel quarto finale, match combattuto o meglio, è Irving contro Harden e sarà il “Barba” ad aver la meglio. Sul +2 Houston a 4’ dalla fien Harden realizza 3 punti dando vita ad un parziale di 8-1 per il +9 (116-107) a 1’53”.
Washington e Boston adesso sono solo a 2.0 gare di distacco dal 1° posto dei Cavs.

Los Angeles Lakers – Philadelphia 76ers 116-118
LAL: Ingram 12, Randle 21 (12 rimb), Zubac 10, Russell 11, Clarkson 30
PHI: Luwawu-Cabaarot 18, Saric 29, Okafor 23, Homes 10

Dario Saric e Jahlil Okafor trascinano i Sixers al successo di misura sul campo dei Lakers; finale in volata con TJ McConnell protagonista del fadeaway che vale il sorpasso Sixers a 50” sul 112-113, Henderson allunga dalla lunetta sil +3 a 19” ma non è finita, nella lotteria dei liberi Darios Saric fa 1/2 a 4” per il +2 Sixers (116-118), ultima chance per i giallo-viola con la preghiera di Randle non accolta dagli Dei del basket.

TOP 5

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Barone birra

    Ieri ci si chiedeva se lebron potesse vincere ancora l’mvp. Dopo l’ennesima sconfitta dei cavs e l’ennesima sconfitta di lebron contro un altro candidato mvp le poche speranze sono sparite. Non è che ce ne fossero mai state tante ma dopo stanotte è una corsa a due fra quelli che hanno dominato la corsa all’mvp da inizio anno cioè russ e il barba con Leonard che se gioca e porta gli spurs al primo posto terzo incomodo

  • Oggi, ore 17, vi voglio tutti qui che c’è il nostro annuale e”Evolution Bracket” sulla March-Madness!

  • brazzz

    ricordo dei phila Lakers più importanti..che tristezza

  • mad-mel

    Knicks che mi perdono contro i nets. Ottimo.
    Vediamo se kings e phila riescono a vincere un paio di partite in più

  • Gattoneoneone

    “Boston sogna”.. Washington no? 😉

  • michele

    ieri il titolo era “wizards che vittoria!”, anche se io avrei usato un “che ladrata”, visto che il canestro era irregolare eheheeh

  • Gattoneoneone

    Ahahahah eh in effetti ieri sarebbe dovuta essere una L, ma di sti tempi qualsiasi episodio favorevole ben venga. 😀
    Comunque mai capirò perché non cambiano l’utilizzo dell’instant replay: se tu arbitro ti accorgi che ha messo il piede fuori stop, rimessa Portland con tanti secondi quanti ce n’erano quando ha toccato la riga. Mah

  • Washington non ha giocato stanotte, se avesse giocato e vinto avrei scritto
    “Altro flop Cavs, Celtics e Wizards sognano”

  • michele

    sì di questi tempi vi va tutto bene ( vedi anche i nuggets affrontati senza jokic e danilo), pero’ la fortuna aiuta gli audaci, e i wizards sono davvero una bella squadra, tosta e compatta: quando vinci tante partite all’overtime o con esiguo margine non puo’ essere un caso. i maghi faranno dei grandi playoff….e pensa se ci fosse stato durant ( multipla cit di gasp).

  • Gattoneoneone

    Eheh, il buon Gasp ha ragione, anche se da un certo punto di vista sono “contento” che non sia venuto perché altrimenti Porter in primis ma anche altri giocatori non avrebbero reso allo stesso modo. Il top sarebbe riuscire a prenderlo quest’estate (praticamente impossibile che esca dal contratto) o la prossima, quando sarà free agent, magari scambiando appunto Porter per giocatori funzionali. Si sogna eh.

  • gasp

    Eh se ci fosse stato Durant… i Cavs sarebbero già secondi a Est eheheh

  • gasp

    Io sto vedendo che a Est stanno esplodendo due squadre grandi delusioni: i Bulls e i Knicks. Se per i secondi si capiva già da un mese abbondante come sarebbe finita, a Chicago la squadre sta delegittimando il coach in tutti i modi, e la cosa più misteriosa è che la dirigenza sembra non voler smuovere niente..

  • michele

    non tutti hanno avuto la lucidità dei lakers, che già a dicembre hanno deciso di staccare la spina e i loro commoventi sforzi ( epici stanotte nel perdere contro phila che era in b2b e senza mezza squadra)verranno ripagati con una pick tra le prime 3…knicks e bulls si ritroveranno nella terra di nessuno, fuori dai playoff ma fuori anche dalle piazze che contano nel draft ( poi magari chicago azzecca la sculata come al draft di rose, pescato alla #1 nonostante partissero con l’ottavo peggior record)

  • Michael Philips

    In questa stagione nel 90% delle gare Iman Shumpert e Irving si sono ritrovati a marcare i migliori avversari. Il risultato?

    Harden 41 pts
    Leonard 41 pts
    Beal 41 pts
    Wiggins 41pts
    Lillard 40 pts
    Harden 38 pts
    Kemba 37 pts
    Hardaway Jr 36 pts
    Holiday 33 pts
    Derozan 32 pts
    Young 32 pts
    Derozan 31 pts
    I. Thomas 31, 31 e 30pts
    Westbrook 29 pts
    Waiters 29 pts
    Schroeder 28 pts
    Wall 28 pts

    Shumpert che in teoria era lo specialista difensivo, in questa stagione è stato imbarazzante. Demolito da tutti gli avversai. E poi c’è Irving, ma lui si sa, è un telepass.

  • ILTG6

    Harden gioca un p’n’r devastante, nella notte i Cavs non sono riusciti a capire come arginarlo nel corso dell’intera gara, come gia’ detto il barba e’, da solo, un sistema offensvivo come forse solo James lo e’, MVP.

    Nei Cavs, malissimo in difesa, continua ad essere sottovalutata l’assenza di Love, a rimbalzo offensivo i Rockets gli hanno demoliti

  • Michael Philips

    mancano i suoi 11 rimbalzi, mancano i suoi 20 punti ecc… uno da 20+11 lascia un vuoto duro da colmare.

  • misterwolf

    i cavs mi hanno fatto una profonda tristezza…..
    ad harden ad un certo punto ho pensato al metodo bynum-barrea

    per ora il roster dei cavs è fortissimo solo sulla carta , sembravano tutti piu lenti e meno lucidi dei rockets direi stanchi!, se questi alla parola p.o. diventano delle belve secondo me sara un fenomeno di schizzofrenia collettiva…

  • gasp

    Tutto per colpa di dirigenze incompetenti

  • gasp

    Ed era il giocatore da scambiare

  • ILTG6

    Love è in una situazione strana perché per ora è stato quasi inutile vs i Warriors che sono la finalista più quotata.
    Contro le altre squadre è un giocatore importantissimo per i Cavs