Portland che colpo a San Antonio, Boston scappa!

C.J McCollum e Damian Lillard dicono 62 punti e Portland strappa il referto rosa a San Antonio, vittorie esterne pesanti anche per Dallas e Milwaukee, Miami aggancia Detroit e Boston torna da sola dietro ai Cavs.

REGULAR SEASON

Washington Wizards – Dallas Mavericks 107-112
WAS: Porter 14 (10 rimb), Beal 24, Gortat 8 (10 rimb), Wall 26 (11 ass), Bogdanovic 19
DAL: Barnes 22, Nowitzki 20, Curry 19, Barea 6 (13 ass), Noel 12, Brussino 11, Harris 10

Colpo esterno dei Dallas Mavericks che escono nel 4° periodo e battono i Washington Wizards; match deciso ad inizio ultima frazione, Beal porta sul +3 i suoi con la bomba dell’87-84, Dallas risponderà con break di 13-0 per il +10 (87-97) con 4’46” da giocare! Nel break ben 3 triple di cui 2 consecutive firmate da Nicolas Brussino.

Indiana Pacers – Charlotte Hornets 98-77
IND: George 39, Turner 6 (11 rimb), Teague 8 (11 ass), Ellis 16
CHA: Kidd-Gilchrist 10, Belinelli 11, Kaminsky 20

Italian Job: Belinelli 11 pt (2/4, 2/6, 1/2), 1 rimb, 3 ass, 2 perse, 2 rec in 26’

Paul George dice 39 punti e Indiana batte agevolmente una Charlotte che non ha avuto niente dal quintetto base (36 punti); primo tempo equilibrato (42-42) poi nel 3° scenderà in campo solo Indiana, George ne firma 15 su 33 di squadra, 61% dal campo contro il 35% degli avversari e dal pareggio si entra nel 4° sul +17 Pacers.

Boston Celtics – Minnesota Timberwolves 117-104
BOS: Horford 20, Bradley 18, Thomas 27, Smart 10, Olynyk 10
MIN: Wiggins 21, Towns 17 (14 rimb), Rubio 23, Muhammas 21

Boston non si fa pregare e approfitta del KO dei Wizards per riportarsi in solitaria all’inseguimento dei Cavaliers, sconfitti i T-Wolves nella ripresa; partita che gira a cavallo tra il 3° e 4° periodo, Minnesota è sul -6 (83-77), Boston piazza un parziale di 10-1 con tripla di Rozier a 9’39” dalla fine per il +15 (93-78)! Minnesota non riuscirà più a ricucire il distacco tanto che Boston arriverà pure sul +17. Per i Celtics 10^ vittoria nelle ultime 11 in casa.

Miami Heat – New Orleans Pelicans 120-112
MIA: Whiteside 20 (17 rimb), Waiters 14, Dragic 33, J.Johnson 10, T.Johnson 10, Ellington 19
NOP: Davis 27, Cousins 19, Holiday 11, Cunningham 11, Moore 18, Crawford 10

Miami supera New Orleans con 33 punti di Goran Dragic (5/9 da 3) e la doppia-doppia di Hassan Whiteside; match punto-a-punto fino a 5’55” dalla conclusione, sul 102-102 Miami cambia marcia con un parziale di 16-2 chiuso con bomba di Waiters a 1’07” per il 118-104! Una Miami che con questa vittoria aggancia finalmente le prime 8 ad East perché a Detroit…

Detroit Pistons – Utah Jazz 83-97
DET: Caldwell-Pope 10, Smith 16, Harris 12, Bayne 12 (12 rimb)
UTA: Hayward 25, Johnson 12, Gobert 12, Hill 17, Ingles 12

A Detroit i Pistons cadono in casa contro i Jazz e adesso sono a pari record all’8° posto con gli Heat; partita decisa da un solido primo tempo degli ospiti che al riposo lungo sono avanti 35-54 col 51% dal campo contro il34& dei padroni di casa.

Chicago Bulls – Memphis Grizzlies 91-98
CHI: Butler 14, Rondo 17, Mirotic 14, Valentine 11
MEM: Gasol 27, Allen 10, Conley 27

Marc Gasol e Mike Conley trascinano i Grizzlies al successo sui Bulls che perdono per infortunio (gomito) Dwyane Wade; finale in volata con le squadre sull’83-83 a 4’46”, sale in cattedra Gasol che spara la tripla a 1’12” per il +7 Grizzlies nel parziale di 7-0 negli ultimi 105” di partita.

Houston Rockets – Los Angeles Lakers 139-100
HOU: Ariza 20, Capela 15 (10 rimb), Harden 18 (12 rimn 13 ass), Gordon 10, Nene 10, Williams 30, Harrell 10
LAL: Ingram 18, Randle 32, Clarkson 18

James Harden firma la 17esima Tripla-Doppia stagionale nella scampagnata dei Rockets contro i Lakers; partita senza storia con i Rockets che dopo i primi 3 quarti veleggiano sul +18 (93-75) e non contenti piazzano un 4° periodo da 46-25 tirando col 65% dal campo (8/13 da 3) il tutto con Lou Williams autore di 11 dei suoi 30 punti finali.

San Antonio Spurs – Portland Trail Blazers 106-110
SAS: Leonard 34, Aldirdge 14, Mills 13, Gasol 12, Lee 12
POR: Vonleh 12, Nurkic 16, McCollum 26, Lillard 36, Crabbe 10

Colpo della notte firmato Portland Trail Blazers che grazie ai 62 punti del duo Lillard-McCollum espugnano San Antonio; grazie a 5 punti consecutivi del rientrante Aldridge San Antonio si porta sul -2 (102-104) a 53” dalla fine, sul capovolgimento di fronte Lillard sbaglia ma ecco il rimbalzo offensivo di Nurkic dal quale poi nasceranno 2 liberi per McCollum. L’esterno farà 2/2 per il +4 a 14” ma Patty Mills non ci sta, tripla del -1 (105-106) a 8” e fallo su Lillard.
Lillard è gelido e Portland torna sul +3 (105-108) con 5”da giocare, ultima chance per gli Spurs con Ginobili che subisce fallo ma sbagliando il primo vanifica le speranze di rimonta.

Phoenix Suns – Sacramento Kings 101-107
PHX: Warren 24, Chriss 17, Booker 19, Ulis 13 (13 ass), Williams 14 (11 rimb)
SAC: Afflalo 14, Koufos 13, Cauley-Stein 14 (11 rimb), Lawson 11, Labissiere 32 (11 rimb)

A Phoenix è la notte di Skal Labissiere (32+11) che trascina i Kings al successo; a 1’47” dalla fine i Suns sono in scia sul -3 (96-99), Ulis prima, Williams e poi Warren sbagliano il potenziale canestro del -1 e Sacramento non perdonerà, break di 5-0 per il +8 (96-104) a 31”

Los Angeles Clippers – Milwaukee Bucks 96-97
LAC: Griffin 18, Jordan 22 (17 rimb), Redick 16, Crawford 14
MIL: Middleton 16, Antetokounmpo 16, Brogdon 11, Monroe 12, Dellavedova 12, Teletovic 11

Gran vittoria di misura dei Milwaukee Bucks che vincono allo Staples Center di L.A contro i Clippers; Bucks che rischiano la frittata perché a 77” dalla sirena finale sono avanti 91-97, DeAndre Jordan si infiamma e piazza 5 punti in 47” per il -1 Clips (97-97), Antetokounmpo sbaglia il canestro del +3 e i Clippers hanno 5” per poterla vincere. Palla a Blake Griffin che però sbaglierà il layup della vittoria

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B