Hill batte super Harden, Miami vede i Playoffs!

Eroe della notte Solomon Hill che trascina New Orleans al successo su Houston, John Wall 20 assist e Washington torna a vincere, Boston c’è, Miami ne approfitta e si prende l’8° posto, sconfitte dolorose per Dallas e Detroit.

REGULAR SEASON

Philadelphia 76ers – Dallas Mavericks 116-74
PHI: Covington 18, Saric 10, Holmes 17, Luwawu-Cabarrot 12, Anderson 19, Okafor 10, Rodriguez 13
DAL: Nowitzki 10, Barea 11,Powell 14

Brutto KO in chiave Playpffs per i Dallas Mavericks tramortiti a Philadelphia da degli ottimi Sixers; Phila che fa sua la partita nei periodo centrali, nel 2° e 3° quarto confeziona 66 punti contro i 33 dei texani entrano nell’ultima frazione avanti di 31 (87-51)!

Washington Wizards – Chicago Bulls 112-107
WAS: Porter 14, Smith 17, Beal 24, Wall 14 (20 ass), Mahinmi 16, Bogdanovic 12
CHI: Lopez25, Butler 28, Rondo 6 (10 ass), Valentine 11, Mirotic 15

John Wall dice 14 e 20 assist (Career-High) e Washington torna a vincere battendo i Bulls; dopo aver dominato il 1° tempo (59-40) i capitolini allentano la presa sul match e Chicago torna in partita arrivando fino al -1 (108-197) con 39” da giocare. Otto Porter va in lunetta, 2/2 per il +3 e sul capovolgimento Jimmy Butler sbaglia la tripla del possibile pareggio, Wall chiuderà dalla lunetta.

Brooklyn Nets – Boston Celtics 95-98
BKN: Hollis-Jefferson 10, Lopez 23, Foye 14, Lin 10, Acy 10, Nicholson 11
BOS: Crowder 24 (12 rimb), Horford 14, Bradley 16, Smart 12, Green 11

Faticano ma alla fine i Boston Celtics riescono a battere i Nets rimanendo davanti ai Wizards e in scia dei Cavs ad East; finale in volata con Brooklyn sul -2 (97-95) a 10” dopo un layup di Foye, Bradley va in lunetta ma fa 1/2 lasciando 9” agli ospiti, ultimo tiro lo prende Brook Lopez che sbaglia da 3, ribalzo offensivo di Lin che ri-apre per Acy ma anche lui mancherà il tiro del pareggio.

Detroit Pistons – Toronto Raptors 75-87
DET: Harris 14, Drummond 8 (22 rimb), Jackson 20, Leuer 12
TOR: Carroll 12, Ibaka 17, Valanciunas 10, DeRozan 14, Powell 11

Sconfitta pesante anche per i Detroit Pistons che perdono sia la partita contro Toronto che (momentaneamente) l’8° posto ad East; il match è equilibrato nei primi 3 quarti, le squadre entrano negli ultimi 12’ sul 66-60 Pistons…i quali però abbandoneranno la partita.
Il parziale dell’ultimo quarto reciterà 27-9 Raptors con un umile 8/18 dal campo contro il disastroso 3/20 dei Pistons dominati pure a rimbalzo 19 a 7.

New Orleans Pelicans – Houston Rockets 128-112
NOP: Hill 30, Davis 24 (15 rimb), Holiday 19, Frazier 14
HOU: Harden 41 (14 rimb, 11 ass), Gordon 12, Williams 14, Hrrell 13

James Harden firma la 18esima Tripla-Doppia stagionale (41+14+11) ma non basta ia Rockets per espugnare New Orleans, vincono i Pelicans (senza Cousins) con Solomon Hill protagonista; la partita si decide nel 1° tempo per i padroni di casa, 68-50 al riposo lungo vol 51% dal campo e Hill autore di 14 dei suoi 30 punti finali contro una Houston nelle mani del solo Harden.

Miami Heat – Minnesota Timberwolves 123-105
MIA: Whitesode 23 (14 rimb), Dragic 19 (10 ass), T.Johnson 23, J.Johnson 17
MIN: Wiggins 26, Towns 31 (11 rimb), Rubio 20, Muhammad 15

Miami non si fa pregare e batte di autorità i Minnesota Timberwolves entrando momentaneamente in solitaria all’8° posto ad East; Minnesota insegue sempre ma Miami non riesce a scappare, a metà del 4° periodo ospiti in vita sul 106-100, entra in scena Hassan Whiteside! Il centro di Miami realizza 7 punti consecutivi nel break di 11-0 Heat per il +17 (117-100) a 3’27”.
Unica note stonata della notte l’infortunio alla caviglia per Dion Waiters.

Phoenix Suns – Orlando Magic 103-109
PHX: Warren 26, Chriss 13, Len 9 (10 rimb), Booker 10, Ulis 19, Williams 12
ORL: Ross 14, Gordon 17, Vucevic 18 (17 rimb), Fournier 10 (11 ass), Augustin 12

Orlando passa a Phoenix trascinata da Nikola Vucevic (18+18); decisivo il break di 7-0 Magic chiuso da una bomba di Terrence Ross a 2’06” dalla fine per il +9 (98-107).

Los Angeles Lakers – Milwaukee Bucks 103-107
LAL: Ingram 11, Randle 4 (12 rimb), Zubac 18, Young 16, Clarkson 21, Russell 14, Nance Jr. 13
MIL: Middleton 30, Antetkounmpo 26, Snell 10, Monroe 12

Milwaukee vince a casa dei Lakers con 56 punti del duo Middleton-Antetokoumpo in un match deciso in volata con tanto di rissa; Bucks che toccano anche il +18 durante la partita ma a 7” dalla fine i Lakers sono ancora vivi sul -3 (100-103) dopo un parziale di 7-0, Malcolm Brogdon va in lunetta ed è gelido per il +5 (100-105), Clarkson tiene in cita i suoi con la tripla del -2 (103-105) ma Middleton chiuderà nuovamente i giochi dalla lunetta.
Rissa, a 41” dalla fine del 3° quarto, contropiede Lakers con Brogdon che ferma in maniera fallosa (ma non sporca) Young, Nick lo spintona via e arriva Monroe che a sua volta spintona brutalmente Young per terra, non finisce qui perché arriva DAngelo Russell ce dà una spinta a Monore, risultato: espulsi Russell, Young e Monroe.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • michele

    Se non giocano Lebron, i dubs e Westbrook arriva una mattinata da zero commenti eheheh.

  • Michael Philips

    è sabato

  • low profile

    Gasp
    Dominio cousins. 3-0. Primarie che stanno diventando un pebliscito e il tempo stringe

  • mad-mel

    Visto come è tornato Middleton…l’infortunio di Jabari brucia ancora di più.
    Veramente sfortunati i bucks…soprattutto perchè erano vicinissimi a creare una squadra dal futuro radioso.

  • mad-mel

    Ma thomas cos’ha?

  • michele

    ha preso una botta al ginocchio contro minnie, riposo precauzionale e dovrebbe tornare lunedi contro washington.

  • michele

    naaaa, il venerdi sera è sempre una delle giornate piu’ ricche di partite e il giorno dopo i commenti di solito fioccano

  • Michael Philips

    Per fortuna son tutti giovani. Forse hanno solo rimandato.

  • Michael Philips

    Avevamo dei dubbi?