Super-Lillard (49), James+Love+Irving 101!!!

Damian Lillard si carica sulle spalle i suoi (49 punti) e li trascina a Miami, a Los Angeles il trio dei Cavs dice 101 punti nella vittoria in rimonta sui Lakers, Boston cade a Philadelphia, buone vittorie per Toronto e Detroit.

REGULAR-SEASON

Brooklyn Nets – Dallas Mavericks 104-111
BKN: Lopez 27, Foye 11, Acy 11, Whitehead 10, Dinwiddie 18
DAL: Matthews 15, Barnes 19, Nowitzki 23, Barea 20, Harris 11

Dallas deve vincerla due volte contro Brooklyn grazie al contributo dalla panchina del solito J.J Barea; Mavs padroni del campo che arrivano pure sul +18 ma alzano troppo presto le mani dal manubrio, Brooklyn ci crede e arriva sul -2 (101-103) a 80” dalla fine! A togliere le castagne dal fuoco ai texani ci pensa Harrison Barnes, 4 punti consecutivi nel break di 6-0 Mavs per il +8 (101-108) 17”.

Philadelphia 76ers – Boston Celtics 105-99
PHI: Covington 16, Saric 23, Luwawu-Cabarrot 13
BOS: Crowdr 15, Horford 27, Brasley 13

I Boston Celtics (privi di Isaiah Thomas) non approfittano del regalo dei Cavs e cadono in volata Philadelphia contro i Sixers di Dario Saric; partita combattuta decisa solo negli ultimi 76”, Phila avanti 98-95 dopo un layup di TJ McConnell, Bradley sbaglia la tripla del possibile pareggio e sul capovolgimento di fronte Saric non perdona col layup del +5 (100-95) a 59”, Boston accorcia con 2 veloci ma McConnell ammazzerà la partita con la bomba del 103-97 a 38”

Detroit Pistons – Phoenix Suns 112-95
DET: Morris 16, Drummond 18 818 rimb), Caldwell-Pope 23, Jackson 14, Leuer 10, Baynes 13 (17 rimb)
PHX: Warren 15, Chriss 16, Len 11, Ullis 17 (11 ass), William 11 (12 rimb)

I Detroit Pistons escono nell’ultimo periodo e battono i Suns con Andre Drummond da 18+18; match equilibrato nei primi 3 quarti sul 77-75 Pistons che piazzeranno un break di 11-2 chiuso con bomba di Reggie Jackson per il +11 (88-77) a 9’37” dalla fine, Detroit dominerà il quarto 35-20 con 10 punti firmati da Jackson.

New Orleans Pelicans – Minnesota Timberwolves 123-109
NOP: Hill 13, Davis 28 (12 rimb), Cousins 15 (11 rimb), Holiday 21, Moore 14, Crawford 22
MIN: Wiggisn 25, Dieng 9 (10 rimb), Towns 33, Rubio 10, Muhammad 20

Anthony Davis e DeMarcus Cousins trascinano i Pelicans al successo sui T-Wolves; partita equilibrat nel 1° tempo con le squadre che vanno negli spogliatoi sul 48-54 per gli ospiti che verranno travolti nella ripresa, i Pelicans realizzeranno 75 punti nei restanti 24’ di partita contro i 55 di Minnie tirando col 61% dal campo.

Toronto Raptors – Indiana Pacers 116-91
TOR: Carroll 12, Ibaka 16, Valanciunas 11 (13 rimb), DeRozan 22, Joseph 11, Poeltl 12, Powell 11
IND: George 18, Young 16, Teague 16, Ellis 10

Vittoria schiacciante per i Toronto Raptors che piegano gli Indiana Pacers con un solido primo tempo; primi 24’ di dominio canadese sul 62-45 con DeMar DeRozan autore di 16 punti e Jonas Valanciunas già in Doppia-Doppia (11+10), Toronto arriverà anche a toccare il +27.

Miami Heat – Portland Trail Blazers 104-115
MIA: Whiteside 17 (10 rimb), Richardson 10, Dragic 17, T.Johnson 14, J.Johnson 24
POR: Vonleh 11, Nurkic 21 (12 rimb), McCollum 18, Lillard 49

Damian Lillard dice 49 punti (14/21 dal campo, 9/12 da 3, 12/12 ai liberi) e Portland porta a casa un altro importante referto rosa in chiave Playoffs sbancando Miami; Lillard ne spara 21 nel primo tempo ma Portland va al riposo lungo solo sul +1 (51-52), il match gira in favore degli ospiti a metà del 4° periodo quando sul +3 (91-94) arriva il break di 10-2 chiuso con la bomba di Dame a 4’47” per il +11 (93-104). Per Lillard 16 punti su 49 nel 4° periodo inoltre è diventato il primo Trail Blazers a sparare 1000 triple.

San Antonio Spurs – Sacramento Kings 118-102
SAS: Leonard 12, Aldridge 18, Parker 16, Lee 11, Mills 10, Simmons 10, Gasol 22
SAC: Temple 15, Cauley-Stein 18, Hield 18, Labissiere 14, Papagiannis 6 (10 rimb)

A San Antonio gli Spurs si svegliano nel 2° quarto e battono in rimonta i Kings; pronti via e Sacramento scappa sul +12 sul 4-16 dopo 7’ di partita, suona la sveglia in casa Spurs che rimontano e poi al riposo lungo vanno negli spogliatoi conducendo la gara sul 58-49. Il match si chiude nella ripresa, i padroni di casa piazzano un 3° quarto da 41-16 con 12 punti LaMarcus Aldridge e il 69% dal campo di squadra.

Los Angeles Lakers – Cleveland Cavaliers 120-125
LAL: Ingram 18, Randle 10, Zubac 10, Russell 40, Clarkson 19
CLE: James 34, Love 21 (15 rimb), Thompson 4 (10 rimb), Irving 46

D’Angelo Russell firma il suo Carrer-High (40 punti) am i Lakers cadono in rimonta contro i 101 punti combinati dal trio rientrante dei Cavs; Lakers in controllo sul +10 (92-82) ad inizio 4° periodo con Russell autore di 37 punti ma la musica cambia, Cleveland limita D’Angelo a 3 punti nell’ultima frazione, James e Irving combineranno per 28 punti (14 a testa) su 43 di squadra e il break di 13-2 a 4’32” dalla fine varrà il +9 (108-117) Cavs. Con questa vittoria Cleveland stacca il biglietto per i Playoffs e rimette 2.5 gare di vantaggio sui Celtics.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • lorenzo tonelli

    Be…almeno li abbiamo fatti penare fino agli ultimi minuti

  • Michael Philips

    I cavs per scusarsi del mancato spettacolo contro i clippers, hanno deciso di rendere interessante la gara di ieri. Una sorta di rimborso per i fan di L.A.

    Alla lunga lista di PG che giocato le gare della vita marcati da irving si è aggiunto Russell. Non sono affatto sorpreso.

  • lorenzo tonelli

    Si ma tanto irving sa benissimo che ci sono solo sette partite in cui deve difendere e sa già chi dovrà marcare…e l’anno scorso direi che non l’ha fatto male…

  • Shady

    Se russel non dico mettesse la testa a posto ma almeno la ordinasse un pochino, potrebbe davvero diventare un crack

  • Michael Philips

    sì magari se gioca ogni gara marcato da Irving. Qualunque play ne mette dai 30 a salire contro kyrie.

  • Michael Philips

    nei playoffs c’è la seria possibilità di dover affrontare prima wall, poi thomas e poi curry.
    Direi un po’ più di 7 gare. E direi anche che nessuno dei 3 avrà problemi contro uncle drew.

  • Shady

    Dai mo non esageriamo, kyrie sicuramente è un telepass ma ne vedo di peggio nella lega e russel non è stato marcato fisso da lui, ma spesso ci andava shump, quindi direi che i 40 punti non sono avvenuti per colpa sua

  • lorenzo tonelli

    Si vero…sia thomas che wall sono buoni giocatori ma il massimo che potranno fare sarà portare una serie ad una gara 6.?..gli unici che possono battere i cavs stanno ad ovest e sono i gst..poi irving su curry ha già difeso egregiamente…è curry che soffre irving

  • Shady

    E infatti curry marca irving due tre volte in tutta la serie, kerr gli appioppia thompson

  • Shady

    In ipotetica serie contro Boston e WAS non penso che serva un irving mastino, basta che fa il suo in attacco, com’è successo con TOR l’anno scorso

  • lorenzo tonelli

    Si ma direi che non ha avuto grandi problemi a segnare in faccia ad entrambi..è un fenomeno in attacco…non è un gran difensore ovviamente ma il concetto è che siccome si sa che andranno in finale e dovrà marcare curry…non lo fa affatto male…

  • misterwolf

    presto che arrivino i P.O. ste partite tendono ad essere le peggiori della stagione
    tranne per qualche sfida per la postseason…

  • Michael Philips

    L’altro giorno ho messo una lista dei giocatori che in stagione hanno segnato più punti contro i cavs: 9 volte su 10 si tratta di playmaker e guardie marcati sia da shumpert che irving.
    Shumpert quest’anno è stato imbarazzante in difesa e lui non ha nemmeno la scusante di metterne 25 a gara come fa irving. Shump dovrebbe fare solo quello ma lo ha fatto malissimo.

  • D’Angelo Russell post ASG giocatore super, migliore in campo fiso dei Lakers.

  • 101, nella storia nessun Trio (composto da BIG 3) è mai a https://uploads.disquscdn.com/images/93b99e3d267dbb397dcf947c50237efb10670046a52ad0a5662994f44fad7506.jpg rrivato a tale somma di punti

  • OFF-TOPIC NFL
    Oggi alle 17 intervista esclusiva alla voce italiana del Football Americano in Italia, Roberto Gotta!

  • Michael Philips

    che pare quasi una statistica negativa considerato che questo sforzo è arrivato per battere un tanking team.

  • Shady

    ma infatti sono d’accordo con me, la mia era solo una piccola puntigliosità

  • Shady

    ora non so se potresti ritrovare quella lista che me la sono persa, però bisogna vedere se quei PM erano o no i leader della squadra. c’è se westbrook segna più punti di oladipo contro i cavs mi sembra del tutto normale, meno se ne segna più hill di george per esempio… comunque anche io sono d’accordo con te che irving non sia un buon difensore, solo non mi sembra il caso di fare tutto questo baccano per una cosa ovvia che riguarda quasi tutti i play della lega, e anzi siccome quando è stato chiamato in causa a difendere più intensamente se l’è cavata egregiamente mi sembra che non ci sia bisogno di preoccuparsi almeno fino a giungo.

  • Michael Philips

    Harden 41 pts
    Leonard 41 pts – massimo stagionale e in carriera
    Beal 41 pts – seconda miglior prestazione offensiva
    Wiggins 41pts – seconda miglior prestazione offensiva
    Lillard 40 pts – seconda miglior prestazione offensiva
    Harden 38 pts –
    Kemba 37 pts – seconda miglior prestazione offensiva
    Hardaway Jr 36 pts – massimo stagionale e in carriera
    Holiday 33 pts – massimo stagionale
    Derozan 32 pts
    Young 32 pts – massimo stagionale
    Derozan 31 pts
    I. Thomas 31, 31 e 30pts
    Westbrook 29 pts
    Waiters 29 pts
    Schroeder 28 pts
    Wall 28 pts

  • mad-mel

    Perchè nessuna squadra ha avuto tre uomini franchigia nel loro prime.
    Ah si forse miami un paio di anni fa.

  • Shady

    beh sinceramente gli unici nomi che mi possono sorprendere sono schroeder e walkere holiday, gli altri o non sono marcati da irving o non hanno messo punteggi così paradossali

  • Michael Philips

    se noti ho messo che molti di quelli hanno avuto la migliore prestazione in stagione, o la seconda migliore. Alcuni la migliore in carriera.

  • sconocchini

    thomas no, lo prenderà shump (non che sia meglio). ho sempre sottolineato che irving è un disastro in difesa. onestamente però in attacco stafacendo cose che te lo fanno perdonare. anche perhcé a differenza di harden a me sembra che lui ci provi. si schianta contro i blocchi, prova a tenere. secondo me è peroprio il suo fisico molleggiato che lo fa essere un cattivo difensore. (ci prova intendo a tratti, sia ben chiaro)

  • Shady

    si ma gente come Leonard derozan, hdraway beal wiggo young ecc. non penso siano stati marchati da irving… poi che lillard ne spari 40 mi sorprende poco

  • Shady

    penso che sia thomas che wall li prenderebbe lo stesso irving, sarei soprattutto curioso di vedere wall (che è un discreto difensore) marcare irving ai PO. in ogni caso non penso che sia un problema dato che non credo che CLE giochi a prenderne uno di meno ma anzi tutto il contrario. sarà più un problema di thomas dover mascherare le sue lacune e di wall reggere in difesa senza spomparsi per l’attacco

  • Michael Philips

    questa gente è stata marcata da shumpert e irving.
    Per dire lebron ha marcato quasi nulla sia leonard che durant, e pure con antetokounmpo ha avuto pochi duelli.
    Nei playoffs cambierà tutto.

  • Michael Philips

    Nei playoffs se tutto va come deve lo prenderà Jr che l’anno scorso nei playoffs è stato forse il miglior difensore sugli esterni, e di gran lunga il n.1 nel difendere contro i tiratori puri. Basta vedere che lavorino ha fatto contro korver e klay & curry.

  • Hanamichi Sakuragi

    beh dai frecciatina a parte… credo che lakers e forse anche celtics degli 80′ ne avevano 3…

  • Hanamichi Sakuragi

    sicuramente 6 tra i 50 migliori giocatori della storia…

  • Barone birra

    Stanotte westbrook contro quello che non conosce ;saranno scintille.chissa se brodie ha in serbo qualcosa di ancora più speciale del solito.

  • Barone birra

    Impresa leggendaria a dir poco. Se ne parlerà per anni. Lol

  • Jurassic_Park

    Però era un’epoca in cui l’idea di impedire ‘ste cose tramite il salary cap manco esisteva

  • mad-mel

    mchale e parish uomini franchigia insomma…
    whorty te lo concedo

  • lilin

    Effettivamente a golden ci sono solo giocatori finiti ormai

  • Shady
  • Mi manca quella squadra, soprattutto i giochi James-Wade e i movimenti senza palla

  • mad-mel

    Robinson nn si può vedere in quel team

  • mad-mel

    Mai detto questo.

  • michele

    al posto di Bird poi…facepalm proprio

  • michele

    oddio, Love e Irving come uomini-franchigia non è che abbiano combinato molto, sono diventati due vincenti grazie a James, soprattutto Kyrie. Persino Bosh a Toronto aveva combinato di piu di KevinoBellissimoAmore’, non parliamo di Wade ovviamente rispetto a uncle drew.

  • In Your Wais

    Shaq oltre a sostenere che la Terra è piatta, neanche è capace a pescare 5 giocatori nei 5 ruoli del basket…due centri, due play, Jordan…come se Bird, Pippen, Malone o chi per loro avessero giocato nel Mesozoico…

    E comunque Iverson non si può vedere lì in mezzo, lui e Kobe assieme neanche si accorgerebbero dell’esistenza degli altri 3…molto meglio un Kidd o un Nash

  • mad-mel

    Momento, momento, l’ultima stagione di Love ai wolves è stata da urlo. Stats assurde e un record in quella conference di 40-42 con un roster abbastanza penoso. Si parla ad esempio di un Davis come campione, eppure il record con i pelicans è peggiore di quello dei wolves di Love.

  • mad-mel

    Ultimamente shaq mi è andato un pò in disgrazia. Il suo prime a livello di giornalista-intrattenitore mi sembra passato.

  • michele

    Davis una volta i pelicans ai po li ha portati. Love metteva statistiche straordinarie ai Wolves ma in difesa insomma..ricordo un celtics-minnie in cui ciccio sullinger fece il suo career high.