Toronto e DeRozan super rimonta, che Cousins!

DeMar DeRozan guida i Raptors ad una super rimonta contro i Bulls, Cousins-Davis battono Memphis, ok Golden State e San Antonio, sconfitte dolorose per Pistons e Blazers.

REGULAR SEASON

Toronto Raptors – Chicago Bulls 122-120 OT
TOR: Ibaka 16, DeRozan 42, Joseph 19, Tucker 8 (12 rimb)
CHI: Zipser 12, Lopez 12, Butler 37 (10 rimb), Rondo 24

Succede di tutto a Toronto con i Raptors che rimontano nell’ultimo quarto e battono i Bulls all’overtime con 42 punti di DeMar DeRozan, in mezzo pure una doppia espulsione per rissa (Ibaka-Lopez); Chicago domina i primi 3 quarti entrando nell’ultimo avanti di 15 (79-94), sembra fatta ma i Bulls crollano letteralmente negli ultimi 12’! Tireranno col 30% 7/23) contro il 54% dei padroni di casa autori di 34 punti con DeRozan che firma il canestro del 113-113 a 37”. Lo stesso DeRozan avrà anche la palla per la vittoria a 11” ma non avrà fortuna.
Overtime deciso da un break di 8-0 Raptors per il 121-115 a 17” dalla fine, nel break 4 consecutivi di DeRozan.

Brooklyn Nets – Detroit Pistons 98-96
BKN: LeVert 15, Lopez 29, Dinwiddie 10, McDaniels 11, Goodwin 10
DET: Harris 24, Morris 13, Drummond 13 (17 rimb), Cadlwell-Pope 19, Smith 16

Brutta sconfitta per i Detroit Pistons che cadono sulla sirena a Brooklyn offrendo un signor assista alla concorrenza per i Playoffs ad East; 58” alla fine, Detroit pareggia sul 94-49 dopo un break di 7-0, LeVert va in lunetta per Brooklyn e fa 2/2 per il +2, Detroit pareggia di nuovo grazie ad una stoppata di Ish Smith dalla quale nascerà poi l’azione che porterà al 96-96 ma ci sono 2 “ sul cronometro.
Rimessa laterale, Brook Lopez riceve, si butta in palleggio sul lato sinistro e segna sulla sirena un Fade Away pazzesco per la vittoria Nets!

Miami Heat – Phoenix Suns 112-97
MIA: Whiteside 23 (14 rimb), Richardson 14, Dragic 16, T.Johnson 17, Ellington 11, J.Johnson 10, Reed 12
PHX: Warren 12, Chriss 24, Len 12 (11 rimb), Booker 11, Barbosa 13

Miami non si fa pregare e trascinata da Hassan Whiteside (23+13) batte i Suns e torna nelle prime 8 ad East; dopo aver chiuso il primo tempo avanti di 13 (59-46) con Tyler Johnson da 14 punti, gli Heat chiudono la pratica nel 3° con un super break di 15-0 per il +22 (76-54).

New Orleans Pelicans – Memphis Grizzlies 95-82
NOP: Davis 19 (13 rimb), Cousins 41 (17 rimb), Holiday 11, Crawford 10
MEM: Green 12, Gasol 10, Conley 16, Randolph 4 (10 rimb), Harrison 10, Daniels 12

DeMarcus Cousins e Anthony Davis combinano per 60 punti e 40 rimbalzi nel successo casalingo dei Pelicans sui Grizzlies; primi 240 in mano ai Grizzlies sul 34-41, nel 3° cambia la musica in casa Pelicans, Cousins realizza 14 dei suoi 41 punti su 32 du squadra, dal -7 dell’intervallo New Orleans si trova avanti di 12 (66-54), vantaggio che gestirà fino alla fine.

Dallas Mavericks – Golden State Warriors 87-112
DAL: Nowitzki 16, Curry 12, Ferrell 12, Noel 14
GSW: McCaw 10, Thompson 23, Curry 17, Clark 18

Ai Golden State Warriors basta un solido 2° quarto per archiviare la pratica Mavericks per la vittoria esterna n°28 in stagione; protagonista del 2° quarto Ian Clark autore di 10 punti su 34 di squadra, 65% dal campo contro 34% di Dallas (20 punti) e +12 al riposo lungo (50-62). Golden State non si girerà più e arriverà anche sul +24.

Minnesota Timberwolves – San Antonio Spurs 93-100
MIN: Wiggins 22, Towsn 25 (14 rimb), Muhammad 18
SAS: Leonard 22, Aldridge 26, Green 10, Gasol 11, Ginobili 11

San Antonio rimonta e batte nella ripresa i T-Wolves col solito duo Leonard-Aldridge; padroni di casa avanti 51-42 all’intervallo, nel 3° Leonard trascina i suoi rimontando e portandosi sul +6 (67-73) ma il match è combattuto e a 2’04” dalla fine un libero di Towns vale il +1 Timberwolves (93-92). Sarà anche l’ultimo punto dei suoi, San Antonio chiuderà la partita con un break di 8-0.

Portland Trai Blazers – Milwaukee Bucks 90-93
POR: Nurkic 11 (14 rimb), McCollum 21, Lillard 31, Crabbe 11
MIL: Middleton 26, Antetokounmpo 22

Brutto KO interno di misura dei Portland Trail Blazers che si fanno sorprendere dai Bucks di Antetokounmpo-Middleton; a 3’12” dalla fine Lillard porta sul +3 i suoi col layup del 90-87 ma da quel canestro Milwaukee piazzerà un 6-0 con decisivo il tap-in in schiacciata di John Henson a 1’39” per il +3 (90-93). Non segnerà più nessuno con Portland che sbaglierà ben 4 occasioni, l’ultima con 6” da giocare con Lillard.

Los Angeles Lakers – Los Angeles Clippers 109-133
LAL: Ingram 21, Randle 19, Zubac 17, Russell 18, Robinson 16
LAC: Griffin 12, Jordan 12 (11 rimb), Redick 24, Paul 27, Crawford 15, Rivers 18, Speights 10, Bass 10

Il Derby di Los Angeles è una formalità per i Clippers che dominano i Lakers con 8 giocatori in Doppia-Cifra; match finito già sulla sirena del 2° quarto con la banda di Rivers sul +30 (40-70) con Chris Paul da 17 punti e altri 3 compagni in Doppia-Cifra.

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Barone birra

    E a gentile richiesta dopo le lamentele di ieri ecco una bella rissa stile anni 80 con tanto di pugni ben assestati tra lopez e ibaka. Boogie comincia a fare sul serio e se fosse lui l’mvp. Ehhh ehhh

  • In Your Weis

    Dopo tante critiche diamo a Cousins quello che è di Cousins…piuttosto che parlare di 60 punti in due, parlerei dei 41 del Cugino…

  • Michael Philips

    Pare che alcuni dei rookies abbiano finalmente superato il “rookie wall”.

    Dopo la pausa dell’all-star game abbiamo:

    Ingram a 13.7pts col 50% dal campo contro gli 8 di media col 36% della prima parte di stagione.
    Chriss 13pts col 54% dal campo contro i 7.6 e 42% iniziali.
    Zubac 11pts col 58% contro i 5pts iniziali
    Saric 19.5pts + 8 + 4 contro gli 11+6 iniziali
    Brown 9pts + 4 contro i 5.6 +2 iniziali
    Hield 13.7pts col 50% dal campo e 46% da 3 contro gli 8.6 iniziali tirando col 39% dal campo e il 37% da 3.

  • mad-mel

    Beh tutti stanno giocando a babbo morto in qst momento (tranne brown). La dirigenza delle varie squadre stanno facendo le relative valutazioni e questi giocano in libertà assoluta e senza tante pressioni.

  • Michael Philips

    Nella quasi rissa tra lopez e ibaka da notare la flemma con cui derozan ha tirato giù serge. La sua faccia totalmente tranquilla.
    Questo è nato e cresciuto a compton, decisamente uno dei posti peggiori di L.A. e probabilmente di tutti gli USA.
    Dato che né Ibaka né lopez avevano coltelli o pistole derozan è entrato in modalità relax.

    L’arbitro invece sembrava dentro una trincea a vedere la sua faccia:
    https://uploads.disquscdn.com/images/298562fdb0fba5f0474dd21b1223a6392c655b228ff175ea3d5e7d06fe159a3e.jpg

  • Michael Philips

    Beh più che altro molti di questi stanno avendo più minuti in campo. Ad inizio stagione hanno riscaldato la panca e ora appena ricevuta un po’ di fiducia stanno producendo bene.

  • low profile

    In realtà il mitologico rookie wall è riferito a quegli esordienti che partendo bene hanno un calo fisiologico intorno alla 4550sima partita in pochi mesi si RS. A livello fisico sono territori inesplorati per i rookie.

    Quello che stiamo vedendo è un altro tipico esempio di stagione da rookie. Un giovane che fa fatica a salire al piano di sopra e ci mette del tempo per pendere le misure. Davvero strano…
    Poi sarà senz’altro dovuto anche al discorso di Mel ma i giovani non andrebbero mai giudicati prima di almeno due stagioni. Ma anche di più in certi casi

  • Michael Philips

    è che spesso ho letto il riferimento al rookie wall anche quando uno ci mette mesi prima di ingranare.
    Due o tre stagioni. Faccio sempre l’esempio di cj McCollum dei blazers o Butler.

  • low profile

    E mille altri casi.
    Poi dipende anche dalle situazioni, Saric quest’anno come per esempio Booker l’anno scorso probabilmente ci avrebbero messo di più a trovare spazio senza gli infortuni degli altri. O tipo hield che si è trovato beneficiato da una trade.
    Insomma calcolare lo sviluppo di un giocatore non è una scienza esatta. Calma dovrebbe essere sempre la parola d’ordine

  • In Your Weis

    Il rookie wall è riferito al calo che hanno le matricole dopo la boa di metà stagione, quando superano il numero di partite annuali che erano abituati a giocare in Europa o NCAA

  • Michael Philips

    lo dico perché in effetti se vai a cercare su google il significato puro di rookie wall, c’è molta confusione a riguardo.

  • michele

    si chiama “development player” infatti. è il volto umano del tanking eheheh

  • low profile

    Non ho mai fatto ricerche. Però ogni volta che l’ho sentito dire da qualcuno in americ era sempre legato a quel numero di partite dopo le quali un rookie non è abituato a giocare. Per questo usano il termine “colpire il muro”.
    Di solito dopo un periodo di appannamento ripartono. Usando il termine scavalcare il muro

  • Michael Philips

    Capito. Pare ci sia lo stesso concetto anche in NFL ma non so perché.

  • Hanamichi Sakuragi

    non si vede la faccia di derozan

  • Michael Philips

    https://uploads.disquscdn.com/images/6f9795ac7f8ad3875d5bb6857bd16ff82a4741f8f22355edc14c564396c3c454.jpg

    Nel replay rende meglio ovviamente.
    Tutti agitati e lui con l’aria quasi seccata alla maurizio costanzo “bboni, state bbboni”.

  • Hanamichi Sakuragi

    ahahahahahah.. cmq derozan ha la faccia da bamboccetto, in senso buono

  • michele

    a me derozan ricorda nei lineamenti di viso e occhi il grande casey stoner…la sua versione nera.

  • DrDre

    Ma come??? Nonostante tutti i tecnici dati per lo staring o per il rimanere attaccati al ferro, accadono ancora queste “risse” nel 2017??
    Bisognerebbe iniziare a vietare i contatti sotto canestro, così sicuramente non accadranno più questi “fatti deplorevoli”

  • Hanamichi Sakuragi

    ma vaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  • brazzz

    bene,c’è stata una mezza rissetta..e allora?e che palle…

  • brazzz
  • brazzz

    questa è una rissa

  • Barone birra

    Per me la rissa per Antonomasia rimane quella del futuro metta con giocatori tifosi ecc. Però questa che hai messo è tanta roba

  • brazzz

    be..qui se sommi il peso dei due fai già 500kg circa…

  • Barone birra

    È Vero ehhh ehh