Harden batte Westbrook, Boston c’è l’aggancio!

James Harden batte Russell Westbrook malgrado la Triple-Doppia n°36, Boston non sbaglia il rigore e aggancia Cleveland, KO terribili per i Clippers e Nuggets, Portland ringrazia Anthony Davis, Warriors ok con gli “Splash Brothers”.

REGULAR SEASON

Charlotte Hornets – Phoenix Suns 120-106
CHA: Kidd-Gilchrist 14, Williams 21, Zeller 16, Batum 18 (10 ass), Walker 31, Kaminsky 10
PHX: Warren 21 (10 rimb), Chriss 13, Booker 23, Ulis 16, Dudley 12, Williams 11 (11 rimb)

Italian Job: Belinelli 8 pt (3/6, 0/1, 2/2), 2 rimb in 21’

Tutto facile per i Charlotte Hornets che battono nel primo quarto i Suns con Kemba Walker da 31 punti; pronti via e 38-18 per Charlotte col 56% dal campo contro il 38% degli avversari ceh finiranno anche sul -25

Atlanta Hawks – Brooklyn Nets 92-107
ATL: Prince 17, Ilyasova 9 (18 rimb), Howard 10 (16 rimb), Hardaway Jr. 16, Schroder 24
BKN: Hollis-Hefferson 11 (13 rimb), Lopez 23, Lin 19, McDaniels 11, Dinwiddie 10

Continua il momento negativo degli Atlanta Hawks alla loro 7ima sconfitta consecutiva stavolta per mano dei Nets; Brooklyn fa da padrone dall’inizio alla fine arrivando anche sul +22, Atlanta torna in gara arrivando fino al 70-78, Brooklyn non si fa sorprendere e piazza un break di 9-2 per il +15 (72-87) a 9’ dalla fine.

Los Angeles Clippers – Sacramento Kings 97-98
LAC: Griffin 17, Jordan 20 (11 rimb), Rivers 10, Paul 17
SAC: Hield 15, Cauley-Stein 8 (14 rimb), Collison 19, Papagiannis 12, Tolliver 15

Sanguinoso KO per giunta in casa e in rimonta per i Los Angeles Clippers beffati dai Sacramento Kings; la partita sembra finita quando a 9’21” dalla conclusione i Clippers volano sul +17 (87-70) ma da quel momento la banda di Rivers andrà nel pallone, Sacramento arriverà sul -1 (97-96) e palla in mano a 7” dalla fine dopo una tripla sbagliata da Crawford. Tira McLemore, sbaglia ma c’è il Tap-In decisivo di Cauley-Stein che porta i Kings avanti a 3” dalla fine! Ultima chance per Paul che però mancherà il bersaglio.

Milwaukee Bucks – Chicago Bulls 94-109
MIL: Middleton 14, Antetkounmpo 22, Brogdon 14, Monroe 16
CHI: Mirotic 28, Zipser 10, Lopez 18, Butler 20 (14 ass), Rondo 18

I Chicago Bulls restano in scia dei Miami Heat per l’8° posto ad East grazie alla bella vittoria nel Wisconsin contro i Bucks; match deciso a cavallo tra il 3° e 4° periodo, a 3’26” dalla sirena del 3° Bucks in partita sul -6 (76-82), Chicago però mette la freccia e piazza un super parziale di 16-5 chiuso con la schiacciata di Butler a 8’55” dalla fine per il +17 (81-98)

Houston Rockets – Oklahoma City Thunder 137-125
HOU: Gordon 24, Ariza 24, Capela 11, Hardne 22 (15 ass), Williams 31, Nene 17
OKC: Gibson 12, Adams 11, Oladipo 15 Westbrook 39 (11 rimb, 13 ass), Abrines 11, Kanter 23

Russell Westbrook firma al 36esima Tripla-Doppia stagionale ma è James Harden che si porta a casa il referto rosa; i texani dominano per tutta la partita, al riposo lungo il tabellone del Toyota Center recita +20 Rockets (79-59) con Lou Williams autore di 18 dei suoi 31 punti e Harden già a quota 12 e 6 assist, il tutto col 61% da 3 (11/18).

Indiana Pacers – Philadelphia 76ers 81-69
IND: George 21, Turner 17 (16 rimb), Ellis 10, Teague 16, Jefferson 14, Brooks 10, Miles 10
PHI: Covington 15, Saric 9 (10 rimb), Holmes 11 (12 rimb), Long 15 (10 rimb), Rdriguez 16

Indiana batte Philadelphia nella ripresa e resiste nelle prime 8 ad East allungando sull’ottava; Sixers stanno in gara fino a 9’28” dalla fine dle 3° quarto (55-49), Indiana scappa via con un parziale di 13-0 con tanto di gioco da 4 punti di Jeff Teague per il 68-49! Pacers che toccheranno anche il +25

Boston Celtics – Miami Heat 112-108
BOS: Crowder 25, Johnson 14, Horford 7 (10 rimb), Thomas 30
MIA: Whiteside 19 (15 rimb), Dragic 13, T.Johnson 24, J.Johnson 20

I Boston Celtics non si fanno pregare, soffrono ma alla fine battono Miami e si portano in testa alla Eastern Conference a pari record con i Cavaliers (sotto 2-1 negli scontri diretti con 1 da giocare); Miami c’è sempre anche se insegue e malgrado un ottimo 3° quarto Celtics da 32-17 a 57” dalla fine Heat sul -2 (108-106), Thomas viene stoppato da Richardson ma James Johnson grazierà i Celtics sbagliando il tiro del potenziale pareggio a 21”, Smart va in lunetta e il suo 2/2 gelerà la partita regalando al 14esima vittoria casalinga nelle ultime 15.

Golden State Warriors – Memphis Grizzlies 106-94
GSW: Thompson 31, Curry 21 (11 rimb), Iguodala 20, Barnes 10
MEM: Green 13, Randolph 15, Conley 29

I Golden State Warriors escono nell’ultimo periodo e battono Memphis con 52 punti degli “Splash Brothers”; match equilibrato tanto che si entra negli ultimi 12’ sull’83-81 Warriors, il match gira in favore dei padroni di casa grazie ad un break di 7-0 per il +10 (96-86) a 4’57” dalla fine, Memphis non riuscirà più a ricucire il distacco.

Denver Nuggets – New Orleans Pelicans 90-115
DEN: Gallinari 11, Jokic 8 (13 rimb), Harris 13, Plumlee 16, Murray 13
NOP: Davis 31 (15 rimb), Holiday 13, Frazier 11, Moore 12, Motiejunas 13, Crawford 13

Italian Job: Gallinari 11 pt (0/2, 2/4, 5/5), 5 rimb, in 23’

Sconfitta inaspettata e dolorosa per i Nuggets che cedono in casa contro i Pelicans di Anthony Davis (31+15); Denver mai in partita e dopo il 3° quarto dominato dai Pelicans per 32-19 (12 a testa per Davis e Hill) il divario tra le due squadre ad inizio ultimo periodo sarà di 28 punti (59-87)

Los Angeles Lakers – Portland Trail Blazers 81-97
LAL: Zubac 10, Russell 22, Clarkson 10, Ennis 14
POR: McCOllum 13, Lillard 22, Crabbe 18, Aminu 9 (10 rimb)

Portland ringrazia New Orleans, batte in scioltezza i Lakers e raggiunge a pari record i Nuggets all’8° posto; dopo un primo tempo equilibrato (40-32) i padroni di casa decidono di chiudere la pratica con una terza frazione da 37-24 con Damian Lillard autore di 14 dei suoi 22 punti per il +21 (77-56).

STANDINGS

NBA Standing 27/03/2017

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B