Curry doma Harden, Nurkic vendetta su Denver!

Stephen Curry trascina i Warriors in quel di Houston, Portland batte Denver nel match cruciale per l’8° posto con Nurkic protagonista, Whiteside batte sulla sirena Detroit mentre Washington, in rimonta, si prende la Division!

REGULAR SEASON

Charlotte Hornets – Milwaukee Bucks 108-118
CHA: Kidd-Gilchrist 12, Walker 26, Kaminsky 20, Lamb 16
MIL: Middleton 14, Antetokounmpo 20, Snell 26, Brogdon 14 (10 ass), Monroe 13

Italian Job: Belinelli 6 pt (2/3, 0/3, 2/2), 4 rimb, 5 ass in 25’

Vittoria importante per i Milwaukee Bucks in quel di Charlotte che consente ai ragazzi di coach idd di stare in scia agli Hawks per il 5° posto; match già finito all’intervallo con gli ospiti avanti di 22 punti sul 50-72 con Tony Snell autore di 14 dei suoi 26 punti finali. Durante la partita infortunio all’arcata sopraccigliare per Marco Belinelli (taglio) ma niente di grave.

Indiana Pacers – Minnesota Timberwolves 114-115
IND: George 37, Young 14, Turner 15, Ellis 19, Yeague 20 (10 ass)
MIN: Wiggins 17, Dineg 19, Towns 37 (12 rimb), Rubio 21 (10 ass)

Sconfitta pesante per gli Indiana Pacers che cadono di misura e in volata contro i T-Wolves del solito Karl-Anthony Towns, ma l’eroe è stato Ricky Rubio; a 44” dalla conclusione Myles Turner fa 2/2 per il +4 Indiana (114-110), Towns accorcia dalla lunetta sul -2 poi il momento chiave, Jeff Teague sbaglia il layup del potenziale +4 a 17” e lo stesso Teague commetterà fallo sul tiro da 3 di Rubio con 3” sul cronometro! Lo spagnolo sarà glaciale, 3/3 per il sorpasso Minnie, ultima chance per Monta Ellis ma niente da fare.

Brooklyn Nets – Philadelphia 76ers 101-106
BKN: Hollis-Jefferson 11, Lopez 26, Lin 11, Dinwiddie 10
PHI: Covington 21 (13 rimb), Saric 23, Holmes 13, Luwawu-Cabarrot 17, McConnel 8 (10 ass), Stauskas 11

I Philadelphia 76ers escono negli ultimi 2’ e battono i Nets trascinati dal duo Covington-Saric; a 2’29” dalla fine triple di Whitehead per il +1 Nets (101-100) da quel momento break di 6-0 Sixers con decisivo il rimbalzo offensivo a 8” dopo l’errore di Saric sul 101-104.

Atlanta Hawks – Phoenix Suns 95-91
ATL: Prince 15, Ilyasova 18 (12 rimb), Howard 15 (11 rimb), Schroder 27
PHX: Warren 24, Len 12, Jones 13, Ullis 15 (10 ass)

Boccata d’ossigeno per gli Atlanta Hawks che faticano ma alla fine battono i Suns (privi di Booker e Bledsoe) e restano al 5° posto ad East; Atlanta parte forte e tocca pure il +18 ad inizio gara, i Suns rimontano e si porteranno anche sul +7 (71-78) a 7’53 dalla fine, il duo Schroder-Prince entrerà in scena con un break di 17-1 per il +9 (88-79) a 3’27”.

Detroit Pistons – Miami Heat 96-97
DET: Cladwell-Pope 25, Drummond 9 (13 rimb), Smith 19, Harris 19
MIA: McGruder 12, Whitesode 17, Dragic 28, J.Johnson 16

Vittoria allo scadere e di vitale importanza per i Miami Heat che sbancano il Palace di Detroit grazie ad Hassan Whiteside e al suicidio Pistons, immagien della stagione dei Detroit; a 30” dalla fine Ish Smith segna il canestro del +4 (96-92), capovolgimento di fronte co fallo tecnico a Stanley Johnson dal quale Miami ne ucirà con libero e canestro di Dragic per il -1 (96-95) a 24”.
Detroit a momenti perde palla e vi va in contesa tra Stanley Johnson e James Johnson col secondo che vince la contesa facendo arrivare la sfera nelle mani di Dragic, quindi palla Miami con 11” da giocare, succede di tutto: tira Johnson sbaglia, rimbalzo di Dragic che sbaglia a sua volta…ma c’è Whiteside che salta sopra a Drummond e con un leggero tocco segna il Tap-In della vittoria Heat!

Houston Rockets – Golden State Warriors 106-113
HOU: Gordon 10, Ariza 13, Capela 21, Beverley 10, Harden 24 (11 rimb, 13 ass), Williams 17
GSW: Green 19, Thompson 25, Curry 30 (10 rimb), Iguodala 12

Al Toyota Center di Houston Stephen Curry trascina i Golden State Warriors con una super prestazione (32+10+7) malgrado la Tripla-Doppia di James Harden; la partita di fatto finisce alla prima sirena, 20-37 il parziale per gli ospiti con Klay Thompson autore di 12 punti, ad inizio 2° quarto i Warriors toccheranno anche il massimo vantaggio sul +22 e non si gireranno più.
Inoltre con questa vittoria coach Steve Kerr è diventato l’allenatore più “rapido” a raggiungere le 200 vittorie in carriera.

Portland Trail Blazers – Denver Nuggets 122-113
POR: Nurkic 33 (16 rimb), McCollum 39, Lillard 19, Aminu 15
DEN: Gallinari 13, Chandler 17, Jokic 17, Harris 19, Nelson 23, Faried 8 (14 rimb), Barton 13

Italian Job: Gallinari 13 pt (2/7, 1/8, 6/7), 6 rimh (2 off), 3 ass, 1 persa in 31’

Il Big-Match della notte è a Portland dove va in scena la più classica delle vendette dell’ex, Jusuf Nurkic chiude con 33 punti e 16 rimbalzi nella vittoria dei Trail Balzers sui Nuggets, vittoria che consente a Lillard & Co. di prendersi in solitaria l’8° posto ad Ovest; Portland comanda ma Denver non molla e a 5’ dal termine il punteggio dice 109-103 Blazers, entra in scena Al-Farouq Aminu con 5 punti consecutivi nel parziale di 6-0 Portland per il +12 (115-103) a 3’39”. Nel 4° periodo 13 punti 8su 39 finali) di CJ McCollum.

Los Angeles Lakers – Washington Wizards 108-119
LAL: Zubac 10, Russell 28, Clarkson 22, Balck 10, Nance Jr. 4 (11 rimb), Black 10, Ennis 11
WAS: Porter 16 Jr. 16, Gortat 7 (10 rimb), Beal 16, Wall 34 (14 ass), Mahinmi 10, Oubre 14

Washington vince in rimonta a Los Angeles e conquista il titolo di Division per la prima volta dal 1979, il tutto col solito superbo John Wall (34+14); Lakers che a 18” dalla sirena del 3° volano sul +15 (95-80) con una bomba di Clarkson…poi il buio! Wall segna sulla sirena il canestro del -13 dando vita ad un parziale di 11-0 per il -4 (95-91), i Lakers non ci sono più e il parziale degli ultimi 12’ reciterà 37-13 Wizards rei del 61% dal campo contro il 23% dei padroni di casa.

STANDINGS

NBA Standing 29/03/2017

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Hanamichi Sakuragi

    i lakers devono tankare…………………..
    ma rubio gioca così per il contratto? se così fosse è veramente molto poco professionale oltre che stupido
    ieri sera il gallo.. un cecchino…

  • michele

    immagino titolo della Gazza: “Denver, il Gallo non basta”.

  • brazzz

    per perdere è bastato e avanzato

  • Hanamichi Sakuragi

    @ brazz e @ michele… mi avete fatto piegare dal ridere!!!
    manca solo QQQ

  • Quaqquo

    Scusa Hana sono impegnato a falsificare screenshot del giudice sportivo per squalificare i miei compagni di squadra che non leggono le news 😉

  • Beltramat

    Schedina persa per gli Hawks messi vincenti con scarto 5. A più 7 sino a 1.4 dalla fine, quando Marquesse Chriss, noto tiratore da 3 (…) mette la bomba. Vittoria di 4. Devo aggiungere altro?

  • Beltramat

    Warriors che sembrano in palla, curiosità a mille per stanotte (io dico Dubs con 10 di margine)

  • Barone birra

    Altro che i titoli patriottici della gazza. Ieri in un telegiornale sportivo della Rai campeggiava il titolo westbrook trascina al successo gli spurs. Ahah ahhh e non sto scherzando

  • gasp

    Nurkic misà che non l’aveva presa bene la trade…

  • Doctor J

    Penso proprio anch’io… comunque da dopo quella trade vedo i blazers molto più cazzuti. Penso proprio che Nurkic sposti molto di più rispetto a Plumlee.

  • gasp

    A Denver si era vista solo una minima parte del suo talento

  • Lorenzo Escriva

    visto lal? sopra di 13 inizio 4° periodo…poi si ricordano che devono perdere e ciao ciao…ps. bene bene… ahahhahahahahah

  • misterwolf

    denver aveva troppo talento in un solo settore ed ha fatto la sua scelta , forse poteva trovare di meglio per nurkic il fatto è che per fare il salto di qualita ora gli manca una stella e forse piu invece di una massa informe di buoni, ottimi giocatori . la beffa è che magari la trade sara decisiva per perdere il posto ai p.o. certo è che io cercherei di scambiare gente per portare un butler, un george , qualcuno dei clippers altrimenti rimarranno inm un limbo eterno

  • mad-mel

    Mega lavoro difensivo di thompson stanotte…
    Harden lo ha sofferto in più di una situazione.

    Riguardo al tanking: con la storia di prendere 19 enni si continua a vedere le solite squadre in lottery…
    Una volta qnd prendevi una stella del college che aveva già tre anni di esperienza la risalita della china era più veloce.
    Ora phoenix, los angeles, phila e anche minnie….nn vedo a cosa possa servire un ennesimo 19 enne…in mezzo ad altri ventenni…

  • ILTG6

    Concordo, con Jokic Nurkic si e’ svalutato ma di sicuro si poteva puntare ad un giocatore più di prospettiva e più utile di Plumlee

  • Hanamichi Sakuragi

    secondo me hai fatto un’osservazione molto corretta.

  • ILTG6

    Male male i Pacers, Larry quest’anno ha sbagliato tanto e ora rischia che George non rinnovi il contratto.
    Cambiare Vogel e scambiare Hill sono state due pessime mosse.

    Whiteside dopo essere stato rinnovato al Max ha ripagato la fiducia di Pat Riley, 17/14/2 blk ed è comunque il miglior giocatore di una delle migliori realtà delle lega in questo momento. Complimenti anche a Spoestra, ha rilanciato o fatto diventare giocatori NBA troppi giocatori uscito dal nulla o mai esplosi:James Jones, Richardson, Waiters, McGruder, Witheside i primi che mi vengono in mente.

    Wall 23/11 e 50w alla portata, sono di parte perché è il mio play preferito, ma che giocatore

  • Michael Philips

    Nurkic batteno Jokic nel duello di ieri è dunque diventato il nuovo n.1 della lega.

  • michele

    solo via draft non si vince: non hanno vinto neppure i thunder che avevano accumulato una serie irripetibile di talenti. il caso di orlando è altrettanto emblematico, sono da anni in zona lottery ma hanno preso solo giocatori né carne né pesce. credo pero’ che ogni caso faccia storia a sé: i wolves sono quelli messi meglio in teoria, ma non hanno ancora svoltato, se tra un anno KAT e wigg non li portano almeno ai playoff ci sarà da spararsi…phila troppo legata alla salute dei suoi big ma sembra aver tracciato una buona strada….phoenix e lakers possono sperare in una botta di culo e che i booker e gli ingram esplodano: altro non possono fare.

  • sconocchini

    bill simmons 4 giorni fa Portland upsets Denver as Jusuf Nurkic goes for 35 points, 27 rebounds and three Marlboro Reds. non c’è andato tanto lontano.

  • mad-mel

    Sul tuo ragionamento sono totalmente d’accordo. Volevo solo dire che sarebbe meglio tornare alle origini per i team, cioè lasciare che i giocatori facciano almeno 3 anni di college.
    Poi lo so bene che i milioni di dollari vengono prima.

  • brazzz

    sixers son quelli messi meglio in teoria..è”solo”una questione di salute,se embidio e simmons stanno bene i po sono matematici(li avrebbero fatti già quest’anno)

  • michele

    concordo sul discorso del college. intendevo dire che affidarsi solo al draft è rischioso, visto che parliamo di una scienza notoriamente inesatta. io sono contento che ainge nel primo anno del post garnett non sia andato di tanking spudorato, ma abbia preso uno come stevens che col suo bel gioco già poneva le basi per i celtics attuali.

  • cuni

    ti sono vicino

  • 8gld

    Est a otto partite tutto ancora da definire.

    Per dare una serie al primo turno contro i Warriors andrei con Portland. Possono aprirla.

  • Michael Philips

    Portand in questo momento con Lillard e McCollum + Nurkic a dare una grossa mano su entrambi i lati del campo sono assolutamente duri per chiunque. Un conto è avere due guardie da 20-26 pts, altra cosa e avere in più(a gratis) un 213 + 130kg con mani d’oro a cui piace segnare, passare ma pure difendere e giocare duro.
    Se i warriors beccano portland forse Nurkic sarà la vera spina nel fianco perché uno così grosso lo devi lasciare a zaza o mcgee. Durant si spezzerebbe in due contro Nurkic e Green non ha i cm per tenerlo.

  • 8gld

    Con Nurkic hanno un gioco sotto li’ dove i Warriors possono soffrire e l’accento lo metto quando indichi anche Durant. Se sei bravo la differenza di tonnellaggio la puoi portare a tuo favore. Fuori hanno due che non disdegnano a metter punti. Ben allenata.
    Anche Denver con Jokic/Plumlee puo’ dare fastidio ma sulle sette la trovo più’ ondivaga che Portland. Quest’ultima, poi posso sbagliarmi, piu’ difficile.

  • Lorenzo Escriva

    hai straragione mel…ma purtroppo ci becchiamo questo adesso…

  • mad-mel

    A naso per spurs warriors sarebbe meglio invertire le avversarie al primo turno

  • IlvicinodiErba

    Vogel non l’avrei mai mollato

  • 8gld

    Per gli Spurs Memphis su sette fattibile come Warriors. Se Portland ottava primo turno favorevole agli speroni.