Strapotere Warriors, Westbrook è irreale!

I Golden State Warriors rimontano dal -22 e distruggono gli Spurs assicurandosi il 1° posto ad Ovest, Russell Westbrook Tripla-Doppia sensazionale e vittoria ad Orlando, clamoroso passo falso dei Celtics contro Milwaukee, bene Belinelli, Clippers e Heat.

REGULAR SEASON

Philadelphia 76ers – Atlanta Hawks 92-99
PHI: Anderson 10, Saric 15, Holmes 25, Luwawu-Cabarrot 5 (10 rimb), McConnell 13, Long 10
ATL: Ilyasova 14, Howard 22 (20 rimb), Hardaway Jr. 19, Schroder 14, Bazemore 19

Dwight Howard (22+20) domina il pitturato a Philadelphia e Atlanta torna a respirare; a 5’ dalla fine Sixers in scia sul -4 (86-90) ma Atlanta risponderà con un parziale di 5-0 chiuso col layup da Dennis Schroder a 1’44” per il +9 (86-95).

Orlando Magic – Oklahoma City Thunder 106-114 OT
ORL: Ross 23, Gordon 13, Vucevic 11 (16 rimb), Fournier 24, Payton 11, Biyombo 12 (11 rimb)
OKC: Oladipo 13, Westbrook 57 (13 rimb, 11 ass), Kanter 17 (10 rimb)

Pazzesco, surreale, straordinario Russel Westbrook che sigla la 38esima Tripla-Doppia stagionale con ben 57 punti (21/40 dal campo) battendo all’overtime i Magic ad Orlando; OKC rimonta dal -21 e 13” dalla fine ha il possesso per il pareggio dopo l’1/2 di Vucevic, palla a Westbrook che si inventa una pazzesca tripla per il 102-102, Thunder che poi hanno anche il tiro finale dopo una persa di Fournier ma Oladipo non avrà fortuna.
I Magic sono cotti e nell’overtime Westbrook farà quello che vuole, realizza 7 punti su 12 di squadra contro i 4 dei padroni di casa.
I 57 punti di Westbrook sono un record All-Time per quanto riguarda punti in Triple-Doppie.

Boston Celtics – Milwaukee Bucks 100-103
BOS: Crowder 13, Horford 11, Bradley 12 (10 rimb), Thomas 32, Smart 11 (11 rimb)
MIL: Middleton 19, Antetokounmpo 22, Brogdon 16, Monroe 16

Sgambetto pesante dei Milwaukee Bucks ai Boston Celtics, Giannis Antetokounmpo & Co sbancano il TD Garden aiutando i Cavs a stare in scia per il 1° posto; finale in volata con Thomas che si mette in proprio realizzando 4 punti consecutivi per il -1 Celtics (100-101), Milwaukee però pesca il jolly dal mazzo perché sullo scadere dei 24” Malcolm Brogdon segna il canestro del +3 Bucks lasciando 3” ai padroni di casa, si va da Marcus Smart ma niente tripla del pareggio.

Toronto Raptors – Charlotte Hornets 106-110
TOR: Ibaka 15, Valanciunas 14 (15 rimb), DeRozan 28, Joseph 18, Patterson 10, Powell 10
CHA: Williams 18 (12 rimb), Batum 15, Kaminsky 13, Belinelli 21

Italian Job: Belinelli 21 pt (5/7, 2/4, 5/6), 5 ass, 1 persa, 1 recupero in 27’

Kemba Walker ma soprattutto un gran Marco Belinelli trascinano gli Hornets in quel di Toronto tenendo in vita la piccola speranza Playoffs (-3.0 gare dall’8° posto); match deciso a cavallo tra il 3° e 4° periodo col Beli protagonista, a 27” dalla fine del 3° Marco realizza una tripla dando vita ad un break di 10-0 chiuso sempre dal Beli per il -1 Hornets (74-73), match punto a punto ma a 37” Kemba Walker mette la freccia, sua la tripla del sorpasso Hornets (101-104) che darà vita al parziale finale di 9-5 Hornets.

New York Knicks – Miami Heat 88-105
NYK: Porzingis 20, Hernangomez 12, Lee 10
MIA: Whiteside 11, Dragic 20, Richardson 17, J.Johnson 18, T.Johnson 12

Notte di festa a Miami per la vittoria sui Knicks e anche perché i Playoffs sono sempre più vicini; Heat padroni del Madison Square Garden per tutta la partita, ad inizio 4° periodo piazzano un break di 11-2 per il +18 (70-88) con 8’25” da giocare.

Memphis Grizzlies – Indiana Pacers 110-97
MEM: Carter 21, Ennis III 7 (10 rimb), Wright 13, Conley 36, Randolph 17
IND: George 22, Young 16 (13 rimb), Brooks 18, Miles 15

Miami fa festa perché Indiana perde in casa contro i Grizzlies di Mike Conley e adesso sono i Pacers all’8° posto a pari record con gli Heat; gli ospiti dominano il primo tempo andando al riposo lungo sul 72-53 con Conley autore di 22 dei suoi 36 punti finali, Indiana non riuscirà più a rientrare.

New Orleans Pelicans – Dallas Mavericks 121-118
NOP: Davis 30 (13 rimb), Cousins 29 (16 rimb), Holiday 18, Cunningham 15, Crawford 15
DAL: Barnes 10, Nowitzki 23, Matthews 10, Curry 18, Ferrell 15, Barea 8 (11 ass)

Anthony Davis e DeMarcus Cousins combinano per 59 punti e 29 rimbalzi nella vittoria di misura dei Pelicans sui Mavericks; finale in volata con momento chiave a 1’50”, Pelicans sul +3 (117-114), Davis sbaglia am conquista il rimbalzo offensivo e schiaccia per il +5 (119-114), Dallas non molla a ma a mettere la parola fine sarà Jordan Crawford col jumper del 121-116 a 47”

San Antonio Spurs – Golden State Warriors 98-110
SAS: Leonard 19, Aldridge 17, Green 16, Gasol 18
GSW: Thompson 23, Curry 29 (11 rimb), Iguodala 14, West 15

I Golden State Warriors mandano n fortissimo messaggio alla Lega, in 48 ore vincono sia a Houston e a San Antonio rimontando pure dal -22 con gli “Splash Brothers” da 52 punti; dopo 8’30” di partita c’è solo una squadra in campo, gli Spurs che dominano toccano il +22 sul 29-7..pratica chiusa? No, perché i Warriors cominciano a giocare: prima chiudono all’intervallo sul -3 (57-54) e poi dominano la ripresa lasciando appenda 41 punti ai texani contro 56, protagonista del match l’ex di giornata Anthony West autore di 8 punti nel 4° periodo tutti importanti per costruire il +14 sul 96-110. Adesso Golden State ha 3.5 gare di vantaggio sui nero-argento.

Los Angeles Clippers – Washington Wizards 133-124
LAC: Griffin 26 (10 rimb), Jordan 23 (18 rimb), Redick 31, Paul 27 (13 ass), Crawford 14
WAS: Morris 14, Beal 27, Wall 41, Smith 14, Oubre Jr. 10

John Wall chiude con 41 punti ma non può nulla contro il trio dei Clippers Paul-Griffin-Jordan tutto in Doppia-Doppia; padroni di casa che prendono le redini del match sin dalla palla a due ed entrano negli ultimi 12’ sul +12 (110-98), Washington arriverà fino al -6 (114-108) ma L.A rispedirà al mittente il tentativo di rimonta con un break di 5-0 per il nuovo +11 (119-198) a metà frazione.

Sacramento Kings – Utah Jazz 82-112
SAC: Collison 12, McLemore 22, Lawson 11
UTA: Hayward 20, Diaw 11, Gobert 16 (15 rimb), Hood 18, Mack 14, Ingles 12

Tutto facile per gli Utah Jazz a Sacramento; gli ospiti dominano il 1° quarto 34-14 col 57% dal campo, i Kings però non si demoralizzano e ci provano entrando nell’ultimo quarto sotto di 11 (67-78) ma lo sforzo verrà pagato, Utah piazza un 4° da 34-15 per assicurarsi il referto rosa e il vantaggio sui Clippers per il 4° posto.

STANDINGS

NBA Standing 30/03/2017

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B