Silver, migliorare l’NBA…ispirandosi il Calcio?

Almeno una volta all’anno, guardando i vari SKY Calcio Show e simili salta sempre fuori il discorso che il calcio europeo debba prendere spunto dagli Sport USA in merito al Salary-Cap per evitare le spese esorbitanti di alcuni club, stavolta è diverso perché il Commissioner Adam Silver sta tenendo d’occhio il calcio europeo.

Più volte quest’anno Silver si è trovato a parlare di come la Lega stia lavorando per rendere l’NBA un campionato migliore cercando di andare a rattoppare le falle, una su tutte il tanking furioso di alcune franchigie e anche il riposo delle Superstar durante la Regular-Season; il Commissioner ha parlato recentemente di questi problemi con una risposta sorprendente

Bisogna reagire e cambiare gli incentivi, la situazione è frustrante! Parlavo con il collaboratore che segue il calcio europeo, non sto dicendo che faremo una cosa del genere anche in NBA ma in Europa hanno i migliori modi per motivare di tutti perché se arrivi ultimo retrocedi. Pensate alle conseguenze in NBA: si perdono i soldi dei diritti televisivi, gli introiti dei biglietti perché non potrebbero giocare contro le squadre migliori. Questa sarebbe una motivazione non da poco.

Intrigante ma non appartiene alla filosofia dello sport USA, retrocedere per far salire chi? Le squadre di D-League? Il tanking è un problema che non si può risolvere dall’oggi al domani, come più volte ho scritto se vuoi la prima scelta al Draft te la devi conquistare sul campo e non fottendo un stagione e poi sperare in una pallina da Ping-Pong; una Final Four tra le 4 peggiori squadre della Lega, un Week-End, scontri diretti, campo neutro, chi vince si prende la 1^ pallina così almeno si salva la faccia.

Che poi Silver è un bonaccione quando dice “il rischio retrocessione motiva le squadre”, in Italia se va in Serie B ti prendi pure un bel premio chiamato “Paracadute” che ti fa entrare nelle tasche la bellezza di €60 milioni (suddivisi poi per durata di permanenza in A)…

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B