Finito il Russ-Show, quale futuro per i Thunder?

Siamo onesti, la stagione NBA 2016/17 è girata tutta attorno alle magie di Russell Westbrook e al suo contatore di Triple-Doppie, da solo ha portato una banda di scappati di casa fino al 6° posto nella Western Conference arrendendosi solo agli Houston Rockets nettamente più forti ma soprattutto più solidi, per i Thunder la stagione è finita ma adesso il GM Sam Presti deve fare i conti.

RUSS-SHOW

Russell Westbrook quest’anno ha nettamente diviso in due l’universo NBA, 45 Triple-Doppie (42+3) superando Oscar Robertson per Triple-Doppie in singola stagione oltre ad altri record:
• Maggior numero di punti in una Tripla-Doppia (57)
• Unico giocatore nella Storia con 3 Triple-Doppie con 50+ punti
• Tripla-Doppia raggiunta più velocemente nella storia Playoffs (Gara4 in 19′)
Tante giocate sensazionali e tante emozioni una su tutte la notte di Denver quando ha superato Big O con la 42esima Tripla-Doppia e quel Buzzer-Beater da centrocampo

Ai Playoffs ci ha provato in tutti i modi, 1° giocatore nella storia a piazzare 3 Trippe-Doppie consecutive ma alla fine i difetti dei Thunder sono venuti tutti a galla, Houston è una squadra più completa tanto che il suo rivale #1 per l’MVP James Harden non ha neanche dovuto fare gli straordinari.

Ha diviso e tanto Russ quest’anno creando due filoni di pensiero:
1) Senza di lui i Thunder andavano in Lottery per le prime 3 scelte, merita l’MVP, una delle migliori stagioni individuali di sempre con Tripla-Doppia di media.
2) Gioca per se stesso, appena raggiunge la Tripla-Doppia smette di giocare con gli altri, non aiuta la squadra e nelle partite tirate gioca da solo spesso con percentuali imbarazzanti, non merita l’MVP.

È VERO, senza di lui OKC farebbe fatica anche in Serie A italiana ad arrivare ai Playoffs, è VERO che nell’ultimo quarto gioca 1-Vs-Tutti e, come successo in Gara5 stanotte o in altre occasioni, al posto che fare un passo indietro va avanti a sparare a salve col referto giallo automatico e il nervosismo dei compagni, addirittura pare che Victor Oladipo si sia lamentato dopo Gara2 per il poco coinvolgimento del resto della squadra.

Una stagione come questa di Westbrook è paragonabile a quella 2000/01 di Allen Iverson, succedono una volta nella vita e davanti ad esse è difficile snobbarle o non premiarle, Russ ha giocato così perché può giocare così, perché ha voluto giocare così e perché è stato forzato a giocare così. Non c’è un decreto finale perché si finirebbe in una sorta di loop.

FREE-AGENCY

Questa stagione di Westbrook ha fatto impazzire tutti ma anche messo in difficoltà il management perché è vero che hai un giocatore formidabile ma c’è un Top-Player che vuole venire a fare il 2° dopo una stagione così? Perché il dubbio sorge, Westbrook vuole un altro Kevin Durant con cui condividere gloria? I due insieme sono arrivati a 10′ dal buttare fuori i super Warriors alle Finali della Western Conference dell’anno scorso ma vi ricordate tutti quei rumors sulla loro convivenza?

A Cleveland il GM David Griffin è risaputo che quando contatta i Free-Agents la prima cosa che ti dice è “Ti possiamo dare solo questo ma giochi con LeBron James“, Presti potrebbe anche fare lo stesso discorso visto quello che la sua stella ha combinato quest’anno aggiungendoci anche “hai visto da solo cosa fa, pensa con te al suo fianco“, basterà? 

Mettiamo caso che un Paul George, un Blake Griffin o un DeMarcus Cousins (nomi caldi nella Free-Agency 2017) siano attratti dal giocare per i Thunder, bene ci sarebbe un problema non da poco: ad oggi gli Oklahoma City Thunder in proiezione stagione 2017/18 hanno il 4° Salary-Cap con $110,482,524 milioni di contratti col trio Oladipo-Adams-Kanter che in combinano circa $60 milioni (CLICCA QUI per leggere) e tolto Adams il resto NON fa la differenza => devi cercare una trade e chi è disposto ad accollarsi questi contratti?
E qui torniamo al primo punto, Oladipo non è un giocatore malvagio ma quest’anno da alfiere di Russ non ha entusiasmato con 10.0 punti di media nei Payoffs e 15.9 in Regular-Season, è questo il vero Oladipo o la convivenza con Westbrook lo ha svalutato?

La domanda con cui vi lascio è la seguente: Oklahoma City tornerà nelle zone nobili dell”Ovest o è destinata ad essere la Philadelphia di Iverson?

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Shady

    È destinata ad essere la PHI di iverson

    Russ è un giocatore che adoro e mi gasa vederlo giocare come pochi. Spero vinca l’MVP quest’anno MA è forse la stella NBA che meno vorrei avere nella mia squadra. Nessuno gli chiedeva di buttare fuori questo rox nessuno gli chiedeva di arrivare secondo in RS ma nonostante questo penso che OKC avrebbe potuto fare tranquillamente meglio in questa stagione e in questi PO. Quello che mi sembra il problema principale di russ e che non gli puoi costruire un sistema attorno, si vive e si muore con lui, e lo si era notato anche con durant, dove i thunder erano palla a loro due e basta. Quindi gli si può fare una critica analoga a quella di AI: giocatori straordinari che non puoi non amare ma non adatti a vincere. Non adatti a costruirci una squadra sopra

  • misterwolf

    io non credo che westbrook sia mentalmente come un iverson ,bryant per cui la pallacanestro diventa quasi uno sport individuale o almeno la loro individualita deve imporsi sulla squadra …

    i thunder di west&durant hanno avuto tanti piccoli problemi tipo infortuni vari che gli hanno limitati
    ma in campo l’equilibrio spesso lo trovavano anzi credo che abbiano pagato piu l’immaturita di durant …

    io credo che westbrook non puo giocare in totale liberta ma dovrebbe beccare il coach giusto con personalita da tenerlo a freno e fargli gestire il suo gioco e circondarlo di tiratori ed ottimi difensori, ed una seconda stella…

  • ILTG6

    Io penso semplicemente che bisogna costruirgli una squadra sensata attorno e per ora le scelte di Presti nel post Durant non sono state troppo condivisibili…come Guardia gli serve uno che difenda e tiri da 3, con Oladipo la convivenza è difficile perché sono giocatori molto simili; un 4 che apre il campo sarebbe perfetto ma non ce, gli unici tiratori affidabili intorno a lui sono Abrines e McDermott che però in difesa sono dei buchi neri.
    In questa stagione Russell ha dimostrato di poter essere una stella assoluta in una squadra senza secondi o terzi violini, Presti deve riuscire a portarli ad OKC, non necessariamente stelle ma giocatori di alto livello. Con Oladipo,Adams e Kanter come giocatori più pagati dopo lo 0 è difficile fare strada…

  • brazzz

    sempre ricordando che nel 2001 il 3 originale è andato in finale,eliminando i pacers di reggie miller, i rap di carter e mcgrady e soprattutto i bucks di allen,robinson e cassell..

  • Quaqquo

    Io credo (spero) che l’estate possa servire a Russ per guardarsi dentro e capire cosa voglia fare.
    Premesso che non sono della parrocchia che se non vinci un anello sei una merdaccia, non mi stupirei se lui pre primo si accontentasse di continuare a mettere su numeri senza senso in un contesto in cui non potrà mai vincere il titolo, almeno sulla carta. Magari sta bene lì, la sua famiglia si trova bene e preferirebbe essere ricordato come il primo all-time in ogni singola statistica delle franchigia piuttosto che vincere da qualche altra parte. Non mi stupirei di una scelta del genere, fermo restando che, con i giusti allineamenti celesti, potrebbe anche beccare una stagione stile Mavs del titolo e allora prenderebbe due piccioni con un fava.
    Ma visto che – almeno dalle interviste – pare che a lui vincere interessi abbastanza (eufemismo) allora potrebbe anche darsi che decida di limare un po’ il suo carattere e il suo modo di giocare per dare possibilità alla squadra di tonrare ad essere competitiva ad alti livelli.
    Mi sorprenderebbe invece se decidesse di cambiare aria questa estate, anche se oggettivamente sarebbe la scelta (sempre in ottica anello) più sensata per tutti, Lui in una contendre e via trade a OKC un paio di buoni giocatori / giovani prospetti da cui ripartire.
    Detto questo.. rimane un grande !

  • Hanamichi Sakuragi

    l’utlimo anno sono andati un pochino a fasi alterne comunque in G7 durant è stato l’ultimo a mollare.. ma è pur vero che in G5 e G6 doveva e poteva dare di più.
    ma l’unica volta che sono arrivati alle finals non è stato certo durantola quello che si è cacato sotto. su questo forse ricordi male

  • misterwolf

    alle finals 2012 chi manco fu harden ma ricordo qualche 4/4 un po’ sottotono di durant ma cmq prime finals furono abbastanza impressionanti

    nel 2014 quegli spurs erano fortissimi ,e nel 2016 hai detto bene tu ma ad ora dei due a me quello caratterialmente piu fragile , magari soffriva la personalita di westbrook o magari fa parte della sua maturazione certo è che anche vincendo l’anello quest’anno potrebbe farlo senza essere testato vista la forza dei warriors…sia chiaro fra i due chi ha piu talento secondo me è durant.

  • misterwolf

    ad okc l’allineamento è molto, ma molto piu difficile…..pero farebbe piu piacere e sarebbe ancora piu epico…

  • Barone birra

    Intanto a okc gli hanno proposto un contratto di 220 milioni di dollari per 5 anni non male come motivo per rimanere .ora bisogna vedere se in lui prevarrà la voglia di vincere e visto il suo carattere penso proprio di sì o vorrà diventare il melo anthony di Oklahoma city cioè al massimo superare il primo turno dei playoffs quando vi va

  • Barone birra

    Scusate 200 milioni

  • misterwolf

    nessuno vuole togliere i meriti ad Iverson , semplicemente sottolineare quanto il primo problema per vincere di A.I. fosse se stesso

  • misterwolf

    ma investire sul mercato free-agent? cosi sarebbero contenti tutti noo?

  • Barone birra

    Infatti un anno di one man show va anche bene ma giocare sempre uno contro tutti poi diventerebbe patetico

  • In Your Wais

    Non ho idea di cosa combineranno ad OKC in Estate, spero riescano a mettere attorno a Russell qualcosa di meglio di quanto visto nel 2017

    Detto questo, i numeri parlano, le chiacchiere stanno a zero. Nella serie contro i Rockets, con Wes sul parquet, OKC è +15, con Wes in panca, il fantastico supporting cast ha un +/- di -58 (lo voglio ripetere, -58) in soli 45′ (lo voglio ripetere, 45′)

    Ora, di che vogliamo parlare? Quando Westbrook era fuori, i Thunder facevano pena, con lui in campo se la giocavano (per dire, con Harden in panca i Rockets sono a +26, tanto per far capire la differenza di aiuto). Inutile poi tirare fuori i dati W/L in RS quando è andato in tripla doppia, sarebbero imbarazzanti

    Vogliamo dire che ogni tanto perde il controllo, che le sue scelte non sempre sembrano lucide, che a volte esagera con la soluzione individuale? Vogliamo dire che non sempre sembra un giocatore inquadrabile tatticamente, che forse non si adatta ad ogni spogliatoio o situazione tecnica? Diciamolo, ed è sacrosanto, perchè Russ come chiunque ha dei difetti ed è criticabile

    Farlo passare per una specie di Rudy Gay, o tirare fuori statistiche o teorie farlocche (” ah i compagni fanno pensa senza di lui perchè lui li rende talmente dipendenti col suo stile che poi perdono il lume”, insomma le stesse vaccate che qualcuno tira fuori per James) significa semplicemente non conoscere nulla di basket. L’unica statistica che conta davvero è cosa succede quando lui è sul parquet, e quanto lui gioca, OKC ha sempre una chance

    Quelli che fanno certi discorsi avrebbero massacrato Jordan 30 anni fa perchè faceva 63 punti ma perdeva contro Boston. La voglia di fare i fenomeni ed i bastian contrari è uno degli effetti collaterali di internet e dei social

  • mad-mel

    Ho visto campioni fare stats meno visibili ma avere record di squadra migliori di Russell e con roster forse anche peggiori.
    Inutile dire, mettiamo un roster più competitivo attorno, perchè il ragazzo ha avuto anche un mvp accanto.
    Eppure anche a suo tempo questi vizi li mostrava.
    Ha un pensiero di gioco limitato e le dichiarazioni contro beverly ne sono una dimostrazione.
    C’e un altissima probabilità che resterà un giocatore involuto.

  • In Your Wais

    Sempre molto vago “ho visto campioni fare…record migliori…supporting cast peggiori” magari dare qualche nome, anno, squadra, esempio?

    Mi pare che il ragazzo, con l’MVP accanto, ha giocato una finale, tre finali di conference. Alla fine vince uno solo, direi che come bilancio ho visto di peggio. Il tuo Leonard, quello che dovrebbe essere l’MVP per acclamazione, cosa ha fatto da quando è il leader degli Spurs, a parte arrivare massimo al 2° turno?

    E si che ha il Pop in panca, il miglior sistema di gioco degli ultimi 20 anni, ed un roster accanto tutt’altro che malvagio

  • lorenzo tonelli

    Sinceramente…è vero che a volte va fuori giri e non è la superstar che prenderei se mi chiedessero quale vorrei per rifondare una squadra…però …per quello che ha fatto questa stagione e anche ai playoff io non me la sento di dirgli niente di negativo…anche perché ho sempre apprezzato quelli che fanno di tutto per vincere in campo…anche forzando..anche sbagliando e lasciando fino all’ultima goccia di sudore sul campo…

  • mad-mel

    Stai calmo, Leonard è al primo anno come vero leader della squadra. Lo scorso anno lo piglio come anno di transizione.
    Vediamo come si comporta quest’anno. Per ora sta facendo bene. In entrambe le fasi e come leadership.
    Ma già che la metti sul piano così infantile di che ce l’ha più lungo mi verrebbe voglia di non risponderti.
    Per me un campione può uscire anche al primo turno. Conta in che modo.
    Io nn ho nulla contro Russell come uomo. Ha palle ci mette il cuore ecc…
    Proprio non mi gusta il suo approccio.
    Resteremo su due trincee totalmente opposte.
    Io mi prendo tutta la vita Leonard. Te Russell. Non vedo il dramma.

  • In Your Wais

    Ma non rispondermi, sai che me ne frega, sei l’ultimo giapponese sull’isola, e negeresti qualsiasi evidenza. Ogni volta porti l’asticella più in là perchè non sai più a cosa attaccarti

    Mettiti il cuore in pace, hai perso questa battaglia, non è che se ti appelli al plus/minus fratto 10 moltiplicato per gli anni di mia nonna cambia qualcosa, comunque hai torto. Poi puoi avere tutti i gusti personali che vuoi, ma hai comunque torto, e sei, com’è che hai detto, troppo “infantile” per rendertene conto

  • Lorenzo Escriva

    Quoto tutto per una volta! 😉

  • mad-mel

    L’ ultimo giapponese sull’isola Lol.
    Fidati che nn sono l’ultimo.