Peterson-Lynch, l’alba di una nuova vita!

Nell’ultima stagione non si hanno avuto loro notizie perché Adrian Peterson è incappato ancora una volta in una stagione rovinata da un infortunio mentre Marshawn Lynch era a casa a godersi la vita visto che si era apparentemente ritirato, ma nelle ultime 48 i due sono tornati in voga pronti ad una nuova sfida.

ALL DAY IN GOLD

Adrian Peterson (32 anni) infatti ha detto addio ai Minnesota Vikings dopo 9 anni esplorando la Free-Agency, molte squadre interessate tra cui i New England Patriots e i Tampa Bay Buccaneers, la franchigia della Florida sembrava la più quotata ma dal nulla ecco i Saints! I Nero-Oro in un giorno hanno chiuso la pratica firmando il RB ex Oklahoma con un contratto biennale da $7 milioni di cui $3,5 garantiti; Drew Brees per la prima volta nella sua carriera avrà un RB di assoluto livello alle sue spalle nonché un’arma a doppio taglio per le difese, Peterson infatti oltre a correre può essere un fastidioso ricevitore da coprire ma, ancor più importante, può garantire la protezione del QB nella tasca.
Il più classico dei connubi che fossero avvenuti 5 anni fa si parlerebbe di “Dream Team”, le condizioni di Peterson sono il vero ago della bilancia, storicamente “All Day” la stagione dopo un infortunio tende a rifarsi con gli interessi, chissà che la nuova aria lo stimoli ancor di più e rivederlo fare giocate così!

Un colpo che fa sorridere ma a metà perché se è vero che Peterson darà una seconda dimensione all’attacco dei Saints, dietro rimangono gli stessi che negli ultimi 2 anni hanno preso TD da chiunque ma soprattutto sempre in maniera troppo facile, al Draft 2018 avranno la scelta #7 assoluta dove al 99,9% pare che sarà Marlon Humphrey, CB da Alabama, ma basterà a risollevare una secondaria tragica?

BEAST MODE HOME

Era la notte del 50° Super Bowl quando su Twitter Marshawn Lynch pubblicò una foto delle sue scarpe da gioco appese sui cavi dell’alta tensione, un solo significato, ritiro! Lynch aveva deciso che stufo, dopo un Super Bowl vinto (48°) e uno perso perché non gli fu consegnato l’ovale a 1 yard dalla vittoria (49°), “Beast Mode” aveva detto basta e lo aveva ripetuto più e più volte. Non si ebbero più notizie del prodotto di California a parte un simpatico tour in Scozia sponsorizzato dalle caramelle Skittles suo fedelissimo sponsor.
Poi però qualcosa è cambiato, forse si annoiava troppo a casa, forse il rivedere la squadra della sua città Natale (Oakland) tornare ad alti livelli lo ha sbloccato facendogli tornare la voglia di calzare le scarpette. Timidi rumors all’inizio poi nelle ultime settimane quella che sembrava fantasia è divenuta realtà, Lynch vuole giocare nei Raiders, i Raiders vogliono Lynch anch perché dopo la partenza di Murray sono senza RB, Seattle (perché il contratto di Lynch era ancora di proprietà dei Seahawks, ndr) e Oakland trattano e ieri si è arrivata alla fumata bianca: Lynch firma con i Raiders un contratto da $16,5 milioni per 2 anni con 2$ milioni di Bonus in caso di raggiungimento di 1000 yards e vestirà ancora il #24 con la benedizione di Charles Woodson, si è trattata di una trade pers Seahawks e Raiders i scambieranno scelte negli ultimi Round del Draft 2018.

C’è ancora un piccolo ostacolo tra Lynch e Oakland ossia le visite mediche, il giocatore è fermo da un anno abbondante, superate quelle i Raiders potranno tornare alla carica come primi rivali dei New England Patriots nella AFC ella loro ultima stagione al Black Hole, intanto rispolveratevi la memoria con questo video

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B