Boston c’è in rimonta, Jazz meglio dei Clips!

Nella prima partita delle Semifinali di Conference Boston rimonta dal -16 e batte i Wizards col duo Thomas-Horford, nella decisiva Gara7 i Jazz dominano nella ripresa i Clippers malgrado il solito Chris Paul!

PLAYOFFS

EASTERN CONFERENCE

Boston Celtics (#1) – Washington Wizards (#4) 123-111 [BOS 1-0]
BOS: Crowder 24, Horford 21 (10 ass), Thomas 33, Bradley 18, Olynyk 12
WAS: Porte Jr. 16 (11 rimb), Gortat 16 (13 rimb), Beal 27, Wall 20 (16 ass), Oubre Jr. 12, Bogdanovic 10

Gara2: 2/05 @BOS

I Boston Celtics di Isaiah Thomas (33 punti) e di Al Horford (21+9+10) vincono con una grande rimonta e una super ripresa al gara1 delle Semifinali della Eastern Conference contro i Washington Wizards; pronti via e c’è solo una squadra in campo, i Wizards partono a fuoco volando sul 16-0 dopo 4’ di gioco ammutolendo tutto il Garden, Boston però rialza la testa e lo fa con Kelly Olynyk e il solito Isaiah Thomas (senza un dente dopo una gomitata), i Wizards vanno negli spogliatoi sempre al comando ma la partita è viva con i Celtics sul -5 (59-64).
Usciti dagli spogliatoi c’è sempre una sola squadra in campo e sono i Celtics stavolta, pazzesco 3° quarto da 36-16 per i padroni di casa col 55% dal campo, 12 punti per Thomas, 11 per Crowder e 6/13 da 3, il tutto vale il 95-80 col quale le squadre entrano negli ultimi 12′! La partita non è chiusa perché i capitolini si fanno sotto (101-98) quando sale in cattedra un superbo Al Horford, 5 punti consecutivi nel break di 11-4 Celtics con Back-To-Back da 3 di Brown e Crowder per il +10 (112-102) a 4’45” dalla sirena finale! I Celtics chiuderanno il match con ben 19 triple a segno

WESTERN CONFERENCE

Los Angeles Clippers (#4) – Utah Jazz (#5) 91-104 [W UTA 4-3]
LAC: Jordan 24 817 rimb), Paul 13, Crawford 20
UTA: Hayward 26, Diaw 10, Ingles 12, Hill 17, Favors 17, Hood 11, Johnson 10

Per la terza volta nella serie gli Utah Jazz sbancano lo Staples Center rifilando la prima sconfitta in una Gara7 al 1° turno per i Los Angeles Clippers (4-1) troppo dipendenti da Chris Paul, Jazz che approdano al 2° turno dove ad attenderli ci saranno i Golden State Warriors; i Jazz giocano bene e all riposo lungo sono davanti (39-46) con i Clippers nelle mani del solito e stoico Chris Paul, al rientro in campo Utah continua con la sua pallacanestro, i Clips faticano a trovare la via del canestro però restano in scia.
Una tripla di Paul Pierce dopo 3’ di gioco vale ancora il -7 (44-51) ma da quel momento si accende lui, Boris Diaw! Il francese realizza 6 punti con 2 giochi da 3 punti nel break di 10-0 Jazz per il +17 (44-61) a metà frazione, i ragazzi di Rivers non ci sono e Gordon Hayward sigla il +20 (48-68) a 4’20” dalla sirena del 3°.
Nell’ultima frazione i padroni di casa attaccano a testa bassa mettendosi nelle mani di Jamal Crawford e CP3, lo sforzo di L.A la porterà fino al -8 (90-98) a 3’ dalla fine

TOP 5

BRACKET

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • In Your Wais

    Un giorno poi capirò questo disprezzo verso DeAndre 3000…ok non sarà uno scienziato, ma fare riferimento a lui sempre e solo come una scimmia mi pare davvero ingeneroso

    Si da il caso che sia stato preso al 2° giro, da dove di solito, se ti va di culo, viene fuori un giocatore da rotazione. Invece è venuto fuori un tizio che da 7 anni è il centro titolare di una delle migliori squadre NBA, uno che non si infortuna mai (magari per culo, ma bisogna anche aver cura del proprio fisico), uno che non mi pare neanche avere in campo atteggiamenti particolarmente antipatici o scorretti

    Da 4 anni viaggia in doppia doppia, ha vinto due volte la classifica dei rimbalzi, 5 volte quella della % di tiro, stoppa che è un piacere, e nei playoff non cala di una virgola. Lui però è una scimmia, mentre quando si parla di gente del passato che magari ci sta tutta come paragone (che ne so, un Mark Eaton, un Michael Cage), quelli erano tutti grandi professionisti e giocatori di intelligenza sopraffina

    Poi magari dovrebbe devolvere il 50% dei suoi guadagni a CP3, e vederlo tirare i liberi è una tortura (Wilt Chamberlain ci ha fatto una carriera sotto il 50% ai liberi), ed in 9 anni non ha messo un movimento affidabile che è uno. Però ad avercene di giocatori così, e soprattutto, ad avercene di seconde scelte che ti diventano centri titolari in squadre da 50 e passa vittorie

  • FabClips

    Su nba trade machine mi da come valida quest trade:
    LAC PAUL per NYK MELO
    LAC DAJ per BUCKS MONROE
    cosi avremmo, in teoria:
    austin rivers – redick – melo – griffin – monroe
    Crawford 6 uomo.

    Che dite?

  • Barone birra

    No non sarebbe troppo anche perché sono nei rispettivi ruoli nella top five nella Lega. E se Paul andasse da LeBron per Irving sarebbe intrigante per entrambe le franchigie.

  • misterwolf

    ok le finali ma pensa a quante gare 7 hanno fatto durante i playoffs negli anni in cui hanno raggiunto la finale

    i warriors con l’unica squadra che fin’ora gli ha portati a gara 7 si è presa il suo giocatore migliore

    io sottolineo un percorso piu semplice in questo confronto cavs-warriors rispetto agli altri

  • Loco Dice

    Il Flu Game? Ormai un lontano ricordo. Nowitzki con 40 di febbre vs Miami? Roba da bambini. Willis Reed? Levati.
    Il nuovo eroe è Isaiah Thomas e la sua leggendaria prova senza un dente. Che cuore, che giocatore. Celtics’ Pride!

  • michele

    da “the truth” a “the tooth”: è pronta la nuova epica celtics ehehehe

  • Michael Philips

    Beh sì, ma ti sembra “giusto” poter schierare in campo Kareem, Magic, Worthy, Wilkes e tanto per gradire un McAdoo dalla panca?

    Non a caso ripeto, 8 finali in 10 anni, con l’eliminazione contro nel 1986 contro rockets per pura sfiga dopo quel canestro ridicolo di Sampson sulla sirena. Altrimenti forse facevano 9 finali, giocando poi di nuovo contro i lakers.

  • michele

    Primi leak sui premi di fine stagione

    MVP Westbrook, con 62 prime preferenze

    quintetti
    1. Harden RW James KL Davis
    2. Wall Curry Durant Giannis Gobert
    3. IT DeRozan Butler Green KAT

  • Michael Philips

    e questo dove lo hai letto?

  • michele

    ho le mie fonti oltreoceano :)…mi sembrano abbastanza attendibili, niente di clamoroso e stupefacente no?

  • Michael Philips
  • misterwolf

    ma con quella distribuzione di talento una huston con un colpo alla sampson poteva fare il colpaccio,

    con questa distribuzione un colpo simile ti allunga solo la serie

  • Loco Dice

    “You can’t handle the tooth” 😉

    Battute a parte, Mi auto assegno il premo della rosicata di giornata. Ci avevo sperato Soprattutto dopo l’inizio sprint, ma l’infortunio di Morris secondo me ha pesato più di quanto si creda.
    Più che altro perché i Wiz hanno dovuto abbassare il quintetto colmando il gap di centimetri che con il gemello in campo si stava facendo sentire.

    Comunque se queste sono le premesse, ci aspetta una serie niente male

  • michele

    è andato dal dentista di Moratti sto tizio? eheheh…cmq battute a parte, la fonte è il sito dei celtici italiani ( che hanno ripreso un blog di boston, solitamente bene informato su queste cose)….l’interesse dei celtics è per hayward: non ho capito esattamente quale sia la regola, ma se non entra in uno dei tre quintetti non sarebbe eleggibile per la mega estensione di contratto prevista dal nuovo CBA, che favorisce i giocatori draftati dalla stessa franchigia che li vuole maxxare. O tale estensione sarebbe in ogni caso piu’ difficile. E i celtics, si sa, busseranno alla porta del mormone questa estate.

  • michele

    i primi minuti sembravano un incubo. Bisogna dire che, oltre a IT, ad aver raddrizzato la partita è stato anche il metallaro, con le sue giocate di pura ignoranza. MI spiace per il gemello, spero che torni…cmq gran partita davvero, alla faccia di schifa la eastern conference.

  • GiantBaba

    Infatti, anche dopo l’ascesa di Curry Westbrook e Harden nessuno si azzarda a dire che Paul non sia nella stessa fascia. Pensa invece a Carmelo adesso, quante ali ci sono che ormai sono considerate meglio di lui? 7-8?

  • Shady

    Racimoliamo un po’ di gente e si potrebbe fare, io sto in zona montesacro

  • Michael Philips

    Menzione d’onore per il grande Paul Pierce.
    La sua sfortuna è di aver giocato in un’era fin troppo ricca di ali piccole e guardie di enorme talento.

    Un anello, un finals MVP(che forse meritava più Garnett ma sti cazzi) e tanti grandi duelli con i migliori della sua epoca.

    In quanti possono vantarsi di aver vinto una serie di playoffs contro gente come Kobe, Lebron, Melo, Wade, Vince e Iverson? Pochi, solo i più grandi.
    Avesse giocato nei 90’s sarebbe stato probabilmente la seconda miglior ala piccola in assoluto dietro al solo Pippen.

  • Jurassic_Park

    Pure io sto a Roma, sarebbe figo!

  • mad-mel

    La colpa è dei due giocatori più forti del decennio 2010