Dominio James, Leonard pareggia con Houston!

LeBron James domina ancora una volta i Raptors e guida i Cavaliers al facile 2-0 nella seri, Kawhi Leonard e gli Spurs escono nell’ultima frazione e spazzano via Houston con Parker infortunato.

PLAYOFFS

EASTERN CONFERENCE

Cleveland Cavaliers (#2) – Toronto Raptors (#3) 125-103 [CLE 2-0]
CLE: James 39, Irving 22 (11 ass), Shumpert 14, Frye 18
TOR: Ibaka 16, Lowry 20, Valanciunas 23, Joseph 22

Un’altra superba prestazione di LeBron James (39 punti con 10/14 dal campo) e un’altra superba vittoria dei Cleveland Cavaliers sui Toronto Raptors per il 2-0 nella serie; pronti via e sono dei Cavs da 70% dal campo con 12/17 (5/5 da 3) nei primi 12’ per il +12 (34-22), a differenza di Gara1 Toronto non riesce a reagire ma anzi, nella ripresa finirà anche sul -20 (85-65) a metà del 3° e poi pure sul -30 (107-77) dopo un break di 9-0 Cavs nei primi 120” del 4° periodo. Raptors che hanno avuto niente da parte di DeRoza (2/11 dal campo) ma soprattutto infortunio alla caviglia per Kyle Lowry.
Per James notte da ricordare anche perché grazie ai suoi 39 punti ha superato Kareem Abdul-Jabbar al 2° posto nella classifica marcatori ogni epoca Playoffs, adesso nel mirino c’è solo Michael Jordan.

WESTERN CONFERENCE

San Antonio Spurs (#2) – Houston Rockets (#3) 121-96 [TIED 1-1]
SAS: Leonard 34, Aldridge 15, Gasol 6 (13 rimb), Green 12, Parker 18, Simmons 14
HOU: Anderson 18, Cape,a 14, Beverley 12, Harden 13 (10 ass), Nene 10, Gordon 15

Kawhi Leonard si carica sulle spalle gli Spurs che escono nel 4° e battono nettamente gli Houston Rockets di uno spento James Harden (3/17 dal campo); Houston non tira come in Gara1 ma è comunque in partita sul -5 (88-83) sulla sirena del 3° quarto, San Antonio però cambia marcia e nei primi 2’ ammazza la partita! Break di 9-0 per il +14 (97-83) con Houston che segnerà i primi punti solo dopo 4’, la frazione verrà dominata dai nero-argento 33-13 tirando col 55% dal campo contro il 27% degli avversari e con 10 punti di Jonathan Simmons.
Nota dolente per gli speroni l’infortunio al ginocchio di Tony Parker avvenuto proprio nell’ultimo quarto.

TOP 5

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • ILTG6

    Se i Cavs sono questi per i Raptors è notte fonda, James è immarcabile( 34 di media nei PO)e non hanno idea di come fermare la pioggia di triple.
    DeRozan non riesce a capire come essere produttivo se raddoppiato, male male sta notte..

    Spurs-Rokets non l’ho vista ma da quanto ho capito Pop ha optato per Simmons nel quintetto Small ed ha avuto ragione anche grazie a super Leonard.

  • low profile

    Beh senza Parker mi pare ovvio che il ball handler principale sarà Kawhi.
    Poi io diffido dai numeri, specialmente quando si parla di assist e rimbalzi, entrambi per me sono team effort, e Leonard si sta dimostrando magistrale nel gestire i raddoppi e i veri e propri blitz con cui provano a contenerlo. Lui attirato il raddoppio è quasi perfetto a far uscire la palla per l’uomo libero. Poi se la palla diventa assist o va a finire a qualcun altro ancora a me frega poco.
    Il problema semmai è che sti palloni giocabili nelle serate no venivano sprecati da tutti Pakerr escluso. Da li la mia preoccupazione.

  • michele

    semplice osservazione della realtà. si è detto tutto l’anno che wizards, raptors e celtics erano piu’ o meno sullo stesso livello, un gradino sotto i cavs.Bene, prime gare di semifinale abbiamo avuto celtics e wizards che hanno giocato sostanzialmente alla pari ( 1.-1 sarebbe forse il risultato piu’ giusto per quanto visto in campo), mentre i raptors non hanno avuto scampo. cambiando l’ordine dei fattori, il risultato non cambierebbe….se ci fossero i celtics contro cavs sarebbero sotto 0-2, mentre raptors e wizards starebbero disputando una serie equilibrata.

  • low profile

    Beh quando ha accettato di venire agli spurs sapeva che avrebbe dovuto dividersi gli onori con Leonard, ma come ti ho sempre detto in passato se l’hanno voluto era per il ventello facile. Finita l’era del beautyful game doveva iniziare l’epoca attacco a due punte.
    Poi è esoloso Kawhi e lma nel mezzo del processo di adattamento s’è via via ammosciato. Maledetto mollaccione senza grinta.
    E comunque non soffre solo l’evoluzione di Leonard, per me prima di tutto sente il peso della contender. Maledetto mollaccione bis

  • low profile

    Simmons è stata una delle chiavi. Purtroppo il buon Johnaton ha sempre intervallato prestazioni da “ma dove sei stato per 26 anni?” a ” ecco perche è arrivato in NBA a 26 anni” quindi mi aspetto un altra prova prima della rondine che fa primavera.
    Comunque sono contento che pur facendo solo la metà delle cose che ti dicevo l’altro ieri si sono visti i risultati.
    Ma il karma is a bitch e il vecchio trombone è stato ripagato per tanta negligenza con la botta di Parker

  • Loco Dice

    Passare dalla difesa fatta da Dennis “gatto di” Schroder, Calderon e Bazemore a Smart, Bradley e Crowder é uno shock troppo grande, si erano abituati bene eheh.
    Poi devi darmi atto di non aver mai dato peso, ne aver difeso (tantomeno essermi interessato a dir la verità) alle parole detto fuori dal campo.

    Poi non ho visto chissà che a parte la porcata, parola tanto amata su questo sito, del metallaro su Wall. Sará un modo per “chiamarsi” un arbitraggio più casalingo adesso che si giocherà nella Capitale

  • Michael Philips

    Sembra la descrizione di quello che è capitato a Kevin Love una volta arrivato ai Cavs.

    Ma ormai Kevin si gode il suo primato di 25-5 nei playoffs (83% di vittorie). Best PF ever, senza discussioni.

  • Michael Philips

    semplice previsione basandosi sulla reguar season che troppo spesso inganna.
    Ah e ti ricorderai bene che nell’eventuale Celtics vs Cavs, i verdi avranno il fattore campo. Non credo ci sia uno sweep in arrivo.

  • Loco Dice

    Dici? Non ho visto molte partite degli Spurs, tanto meno gara1 quindi non saprei dirti se “più del solito”, ma mi é sembrato fosse il New Jersey’ Gangsta ad occuparsi di lui, o comunque principalmente merito suo se ha tirato male.

  • michele

    Infatti i team di Lebron dal 2011 fanno sempre meglio nei playoff che in regular season, è assodati….come nel 2015..atlanta aveva il fattore campo e ha perso 0-4 eheheheh….dai, i CAvs sono su un altro pianeta, come i dubs a ovest. Per Boston o Washington non ci sarà scampo, al massimo una per l’onore la vincono.

  • low profile

    Ma appunto agli Spurs manca l’Irving della situazione. Altrimenti me ne sbatterei della passività di Aldridge. Ma so dettagli, che ce frega ?

  • Hanamichi Sakuragi

    assurdo… poveri bimbi, uno spavento atroce

  • michele

    ahahah ma sì dai, figurati. Porcata pero’ mi sembra esagerazione, è stato un fallo duro come quello di Crowder su Porter. I Celtics danno e le prendono anche. E i Wizards non sono delle santarelline..è una serie dura e spigolosa, in pura tradizione eastern conference.

  • Hanamichi Sakuragi

    con la stagione che hanno fatto i cavs, i razzi e gli speroni avrebbero il 1° posto a est e i p.o. dei cavs sarebbero molto + incasinati, contro queste 2 squadre con il fattore campo contro. mi sembra lapalissiano

  • low profile

    Beh np Leonard è stato messo su Harden già dal primo quarto. Poi Pop stanotte m’ha stupito con ingegnosità che credevo avesse perso per sempre.
    Li ha mandati fuori giri con una roba tipo : Kawhi su Harden LMA su Ariza e Green su Anderson…Insomma ha mischiato parecchio le carte una volta tanto.
    G1 non fa testo perchè è stato tutto garbage ma fidati che il piano in RS è sempre stato Green per 3/4 sull’esterno forte (Harden incluso) e Kawhi nei 4/4.
    Stanotte s’è smazzato il barba moooolto di piu del solito e prima del solito anche se come detto ha alternato le prese. Ma nei momenti topici c’era sempre lui su Harden

  • Michael Philips

    Macché Irving, agli Spurs manca il Lue della situazione. Avercene coach così. Ma che ne sanno li a san antonio.

  • misterwolf

    ma l’ovest è piu competitivo , ma semplicemente i warriors sono altra categoria
    dico che il vantaggio che i cavs hanno ad est è uguale a quello dei warriors ad ovest

  • ILTG6

    Secondo me Lue non è male, sta subendo un po il trattamento di Spoestra ma da quando ha sostituito Blatt l’attacco dei Cavs è molto più fluido

  • Michael Philips

    Capisci che un coach ha addosso ancora mille dubbi quando per descriverlo si deve usare con cautela un “non è male”.

    Lue non è male, lo preferisco di gran lunga ad un Blatt che è stato sfigato per via di infortuni vari, ma con lui i cavs sfruttavano maluccio il potenziale offensivo, non c’era affiatamento tra i giocatori e lui ha sempre avuto un atteggiamento da “io sono un coach super vincente, quindi dovete ascoltarmi” che lo ha reso antipatico a tutti fin dal primo giorno. Ma Lue resta un coach con meno di due anni di esperienza, forse pessimo se dovesse allenare dei non-fenomeni, ma forse è più bravo di tanti altri a gestire dei grandi ego, questo glielo concedo.

    Ha giocato con Jordan, Shaq e Kobe, è stato allenato da Phil Jackson. Ha imparato dal migliore nel settore(settore della gestione degli ego) e ha avuto a che fare con dei personaggi vagamente forti caratterialmente.

  • Michael Philips

    “Sources: San Antonio’s Tony Parker is still undergoing an MRI on left
    leg now, but team expects Parker will need season-ending surgery.”

    Male male.

  • Michael Philips

    Poveraccio, lui mi piaceva un botto. Ha sempre avuto un gran IQ cestistico e ora è stato nominato miglior coach delle HS.
    Credo che finita la paura possa riprendersi e tornare ad allenare, quello non glielo impedirà nessuno.

  • Michael Philips

    Non sarebbe più incasinato anche per spurs e rockets incontrare i cavs? Questi cavs poi.

    Alla fine gira che ti rigira, l’anno scorso si diceva lo stesso ma la migliore della eastern ha battuto la migliore della western.
    E l’anno prima in finale c’èra stato un sinistro equilibrio iniziale nonostante le assenze di irving e love, quindi il dubbio rimane anche per il 2015.

  • Michael Philips

    diciamo che anche quest’anno come nel 2015 ma pure nel 2014 e 2013 gli infortuni stanno influenzando pesantemente i playoffs della western conference.

    nel 2013 mancava westbrook e i thunder venivano da una finale e da una stagione dominante. Fuori al secondo turno.
    nel 2014 mancò Ibaka in due o tre gare nella finale di conference.
    Nel 2015 KD fuori quasi tutta la stagione e thunder nemmeno qualificati per la post-season.
    L’anno scorso Curry fuori al primo turno, per tornare solo nelle due gare finali contro i blazers che in teoria avrebbero potuto fare lo scherzetto. Ma tanto Cp3 e griffin erano fuori altrimenti sai, questi due ad affrontare i warriors senza Curry lo scherzo potevano farlo davvero.

    Quest’anno già Nurkic fuori, Griffin non manca l’appuntamento con l’infortunio e i clippers affondano ancora. Pure Gortato sembrava fuori, e ora l’assenza di Parker potrebbe influenzare non poco il destino degli spurs.

  • lorenzo tonelli

    Lowry dai 22 di media della stagione regolare ai 14 di questi playoff…

  • Michael Philips

    Il problema dell’infortunio di Parker è che si tratta di qualcosa che esige 6-12 mesi di stop e leggo che vista l’età e il chilometraggio del francese rischia seriamente di essere un career-ending injury.

    Ma forse forse lui risponderà come fanno gli spurs dal 2011 ad oggi: dati per morti tornano sempre in vita, non a caso b/r nella versione cestitica di game of thrones li ha rappresentati come i non-morti, i white walkers.
    Duncan e Ginobili del resto erano belli che finiti nel 2010 no?

    Parker non è Rose, non ha mai messo il suo fisico sotto sforzo come tanti pg nella lega con giocate esplosive zompate da paura e cose simili, non si è mai caricato di muscoli in eccesso e ha sempre tenuto il fisico a posto, da vero atleta. Questo mi fa pensare ad un suo ritorno anche perché avere 35 anni negli spurs equivale ad essere un giocatore di 30-31 anni di un altro team.

  • ILTG6

    Vabbe “non male” perche’ difficilmente si puo’ giudicare un coach eergente che allena il James degli ultimi 5 anni, guarda Spoestra, era considerato il fantoccio di Riley Wade e Lbj invece si e’ dimostrato un signor coach, l’anno scorso qualche merito nella vittoria del titolo gli va riconsciuto sicuramente, quest’anno e’ andato male in RS ( con tanti infortunei) ma non mi sembra faccia danni, anzi..

  • Michael Philips

    Sì ma come diceva qualche giorno fa Isiah Thomas c’è un abisso tra essere allenati da un chuck daly come capitò a lui, o ad essere allenati da Phil Jackson, Pat Riley o Popovich, gente che è riuscita a dare una mentalità vincente a degli HOF, ad aiutarli a sfruttare al meglio il loro talento, a metterli in riga ecc…
    Io conto

    – Paul Silas 2003-05, quello con più esperienza

    – Brendan Malone (2005), uno sconosciuto con una stagione alle spalle dieci anni prima, allenando quella barzelletta che reano i raptors.
    – Mike Brown (2006-2010) un coach rookie che poco ha combinato senza james.
    – Spoelstra (2010-2014) uno con 2 anni di esperienza sulla panchina.
    – Blatt (2014-15) coach rookie in NBA, nessuno ha chiesto di lui in NBA dopo il suo licenziamento.

    – Lue (2015-17) coach rookie che nessuno si inculava e che in molti perculavano.

    Tornando a ciò che ha detto Thomas, con questi coach Lebron ha dovuto imparare da solo a vincere, a reagire alle gare brutte, alle sconfitte, a gestire serie di playoffs ecc perché di fatto ha affrontato le cose di pari passo con i suoi coach, che in teoria dovrebbero insegnarti queste cose.

    Lue non è male, ma non credo sia un coach che in caso di licenziamento verrebbe rincorso dai vari GM.

  • Hanamichi Sakuragi

    I razzi fuori sicuro, ma i cavs ci arriverebbero un po’più spompati. Gli spurs sani mi giocherei i cavs ma non mi stupirei di una loro sconfitta. Entrambi molto meglio dei celtics x me. E pure i clips sani

  • Hanamichi Sakuragi

    Minkia veramente

  • gasp

    Ah si, vero 6…un lapsus ehehe