Sweep Cavs, pareggio Wizards e Rockets!

LeBron James & Co. vincono due volte la stessa partita e chiudono la serie 4-0, Washington demolisce nel 3° quarto Celtics mentre i Rockets ritrovano il tiro pesante e trascinati da James Harden pareggiano la serie contro gli Spurs.

PLAYOFFS

EASTERN CONFERENCE

Toronto Raptors (#3) – Cleveland Cavaliers (#2) 102-109 [W CLE 4-0]
TOR: Tucker 14 812 rimb), Ibaka 23, DeRozan 22, Joseph 20 (12 ass), Powell 10
CLE: James 35 (10 rimb), Irving 27, Korver 18, Frye 10

I Cleveland Cavaliers completano lo sweep ai danni dei Toronto Raptors (privi di Lowry) in un match vinto due volte grazie alle bombe di Kyle Korver e ad un Kyrie Irving superbo nel 4° periodo; Toronto parte bene e tocca anche il +11 (31-20) nel 1° quarto ma poi comincia l’incubo Kyle Korver, il cecchino di Cleveland realizza 16 punti nella seconda frazione tirando 4/6 da 3, i Cavs piazzano un break di 25-12 nella seconda metà di periodo andando negli spogliatoi sul +12 (49-61).
Toronto però non molla, ritrova fiducia dalla lunga distanza, torna in partita tanto da trovare il sorpasso sul 93-92 dopo un gioco da 3 punti di Ibaka a 6’38” dalla conclusione, si allaccia le scarpe Kyrie Irving che piazza 11 punti consecutivi nel break di 14-2 chiuso dalla solita bomba dal palleggio di James portando i Cavs sul +11 (95-106) a 2’56” spegnendo definitivamente i sogni di speranza dei canadesi.

Washington Wizards (#4) – Boston Celtics (#1) 121-102 [TIED 2-2]
WAS: Porter 18, Morris 16 (10 rimb), Beal 29, Wall 27 (12 ass), Bogdanovic 13
BOS: Horford 11, Thomas 19, Rozier 16, Olynyk 14

Pronti via e stavolta Isaiah Thomas c’è, il folletto di Boston ritrova il canestro dalla lunga distanza tanto che al riposo lungo è già a quota 17 punti con 5 triple a segno ma la partita rimane equilibrata sul 48-48 grazie anche ad un John Wall svegliatosi di colpo del 2° quarto dopo essere partito 0/9 dal campo. Nella ripresa però i capitolini spaccano in due la partita, terrificante parziale di 26-0 nel 3° quarto con cui i Wizards scappano via sul +21 (74-53) dominando la frazione 42-20 con la “House of Guards” rea di 24 punti (Wall 13, Beal 11), 65% dal campo contro il 31% degli ospiti che alzeranno bandiera bianca. Per Thomas solo 2 punti nel 2° tempo.

WESTERN CONFERENCE

Houston Rockets (#3) – San Antonio Spurs (#2) 125-104 [TIED 2-2]
HOU: Ariza 16, Anderson 13, Beverley 10, harden 28 (12 ass), Gordon 22, Williams 13, Brown 11
SAS: Leonard 16, Aldridge 16, Mills 10, Simmons 17

Gli Houston Rockets ritrovano il loro migliore amico, il tiro da 3 (19/43), e con un James Harden da 28+12 assist battono nettamente i San Antonio Spurs pareggiando la serie; primo quarto e subito 34 punti per i ragazzi di coach D’Antoni con 4/7 da 3 e un ottimo 55% dal campo contro il 40% degli avversari che comunque non si fanno tramortire e all’intervallo saranno in partita sul -4 (57-53).
Il match gira nel 3° in favore dei Rockets grazie come sempre alle triple, 4 consecutive firmate Harden, Ariza e Gordon uccidono la partita per il +18 (79-61) a 5’42” dalla sirena della frazione sulla quale arriverà pure la bomba di Ryan Anderson per il 91-76 con qui le squadre entreranno negli ultimi 12’. Nel 3° quarto Houston ha tirato 8/13 da 3 per un complessivo di 12/20 campo (60%) con 11 punti firmati Barba. San Antonio non rientrerà più e finirà anche sotto di 25.

TOP 5

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Lorenzo Escriva

    no no io non dimentico nulla…ahahahahah guarda i commenti di 1 mese fa…lo stesso FMB faceva solo post e articoli sui cavs che non ne vincevano una…comunque era solo per confermare il fatto che è inutile piangere..i cavs (e non solo loro) giocano i playoff perchè è li che conta…non importa ammazzarsi in Regular season..stop

  • Barone birra

    Il senso è che ormai ogni anno vengono ingranditi piccoli problemi di chimica e disattenzioni difensive facilmente superabili come se fossero problemi enormi capaci di rendere i cavs una squadretta capace di andare avanti solo ed unicamente grazie a lebron,mentre nei playoffs anche senza il nativo di akron potrebbero andare avanti ;certamente con più difficoltà ma sarebbero come minimo al livello di wizards e celtics. Per quando riguardo la quasi certa finale come dici anche tu,l’inserimento di kd rende o dubs leggermente favoriti ma non mi meraviglierei di un altra impresa dei cavs

  • Lorenzo Escriva

    non parlo, scrivo…e non manco di rispetto a nessuno..ma te fai come vuoi…se ti diverte continua pure…ahahahah non mi tangi… 🙂

  • In Your Wais

    Chi è più idiota, io che che scrivo 5 parole, o te che sprechi 5 righe per rispondere a qualcosa che non ti riguardava e di cui non eri il bersaglio?

  • Lorenzo Escriva

    non ero il bersaglio? tg6 ha risposto a me e te hai scritto “Si, vabbè, tu ancora gli dai retta quando parla…” sotto a lui…quindi credo di essere il bersaglio…se poi non sei capace nemmeno di premere reply e hai sbagliato a scrivere ti chiedo scusa per l’idiota… 😀