Golden State in scioltezza, sweep ai Jazz!

Golden State domina Utah nella Gara4 grazie ai 30 punti di Stephen Curry e alla Tripla-Doppia di Draymond Green, altro sweep e pass alla terza finale di Conference consecutiva.

PLAYOFFS

WESTERN CONFERENCE

Utah Jazz (#5) – Golden State Warriors (#1) 95-121 [GSW 4-0]
UTA: Hayward 25, Gobert 12 (13 rimb), Mack 18, Exum 15
GSW: Durant 18, Green 17 (10 rimb, 11 ass), Thompson 21, Curry 30, McGee 12

Ai Golden State Warriors di Draymond Green (17+10+11) e Steohen Curry (30 punti) basta il 1° Match-Point per archiviare senza problemi la pratica Jazz e staccare il biglietto per la terza finale di Conference consecutiva aspettando sul divano la vincente di Spurs-Rockets; partita già finita dopo i primi 12’ dominati dagli ospiti, alla prima sirena Warriors avanti 17-39 con Steph Curry autore di 14 dei suoi 30 punti finali, 57% dal campo contro il 24% dei padroni di casa. Utah però non molla e grazie ad un ottimo 2° quarto da 12720 dal campo accorcia le distanze andando negli spogliatoi sul -8 (52-60), i Jazz arriveranno fino al -7 (79-86) a 2’31” dalla sirena del 3° prima di cedere definitivamente ai Warriors che piazzeranno un break di 9-0 per il +16 (79-95) dopo 31” dell’ultima frazione.

TOP 5

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    Quello di gara 6 fu incredibile altro che. almeno il primo tempo sembrava volesse vincere da finals mvp, con bosh e haslem che non ci capivano nulla.
    30+17 e ti immagini gli spurs vincere con una sua gara simile?

  • Michael Philips

    appunto, nulla è già scritto.

  • Michael Philips

    Uno che picchiava in campo? Laimbeer, giusto?

    “You can’t knock him down,” Laimbeer said. “He’ll knock you down. No
    one’s ever seen a physical specimen like LeBron. 6-foot-8, 285 [pounds],
    strong, jumps out of the gym, runs like the wind. Man, I’m in awe of
    this guy.”

    Poi ti ricordo sempre: regole anni 90? allora pure Lebron avrebbe potuto giocare duro con gli avversari e buona fortuna a tutti.

  • sconocchini

    incredibile, contro san antonio gli hanno fischiato un fallo quando ha cercato di agganciarsi sul tiro da tre ma lui, per paura che non glielo fischiassero, ha passato la palla anziché tirare, quindi niente liberi. mi ha fatto quasi tenerezza.

  • Michael Philips

    A quel tempo Barkley andò ai Suns da kevin Jonson.
    Drexler da che era go-to-guy dei blazers andò ai Rockets campioni e qualche anno dopo Barkley lo raggiunse.

    Jordan aveva Pippen, poi gli hanno impacchettato Harper, Kukoc e Rodman e negli 80’s non c’era bisogno, erano già impacchettati per bene i team migliori e così rimanevano creando un vero blocco.

    Ah e gli Heat del 2011 erano 3 star + giocatori random. Durant ha invece raggiunto quelli del miglior record nella storia NBA.

  • Michael Philips

    ma io infatti ho sempre detto che è colpa degli arbitri. Se per 3-4 volte non gli danno quei falli inventati lui sarà costretto a smetterla e siccome è una bestia di giocatore comunque, i punti te li mette uguale e lì torna a starmi “simpatico”.

  • 8gld

    Forse Houston.

  • Michael Philips

    @disqus_VrKaBtiXOg:disqus
    ma di Draymond che infama Olynyk che mi dici?

    Riassumendo il Green pensiero nelle ultime 48 ore:

    – Cavs sono noiosi, non hanno rivali
    – Olynyk gioca sporco.
    – I tifosi dei Jazz non sono molto intelligenti e parlano troppo

  • 8gld

    ” io credo che i warriors siano nettamente più forti dei cavs”…uummm

  • sconocchini

    condivido, tranne il fatto che parlando di lui bisogna sempre sottolineare che non difende. va bene difendere a sprazzi come fanno alcuni campioni, ma lui è un telepass mai visto.

  • michele

    il bue che dice cornuto all’asino ( sia per la frase a Olynik, sia per quella relativa agli avversari dei cavs)

  • GiantBaba

    La mia paura e’ propio quella. Potenzialmente non sarei sorpreso se sia i Cavs che GS arrivassero alle finali dopo un 4-0 e poi nella finale i Dubs vincessero 4-0/4-1. Secondo me la differenza tecnica fra le due squadre e’ chiara. Infortuni permettendo e al netto del fatto che Lebron e’ sempre una spanna meglio di chiunque. Se si dovesse verificare questo risultato, io giudicherei questi playoff i piu’ brutti da quando seguo l’NBA (2001)

  • mad-mel

    Kevin johnson non è un wade o un curry.
    Jordan aveva Pippen ma veniva dal draft e il pacchetto kukoc harper rodman è il pacchetto che ha ogni contender.
    Se per random intendi Battie e Allen…
    Drexler qnd andò ai rockets era già oltre il suo prime. Barkley peggio che peggio. Ad una certa età ci sta di unire le forze e provare a vincere. Ma non nel prime.
    Il paragone reggerebbe se clyde e barkley avessero raggiunto Hakeem nel 1990.

  • In Your Wais

    Mi fa specie che si parli sempre del passato come dell’epoca d’oro del basket, e oggi è tutto un magna magna, e poi sfuggono dati del tipo che negli anni ’80 in finale ci andavano praticamente solo i Lakers (8 volte) o i Celtics (5 volte), o che il salary cap fu introdotto solo nel 1984

    Ci si potrebbe anche ricordare di come questi scandalosi assemblamenti di oggi erano molto peggiori quando si stava meglio, che in quei Lakers c’erano 4 prime scelte assolute, c’erano Jabbar, Worthy, Magic, Wilkes, Scott, Green, Thompson,Cooper, e prima ancora Nixon…NBA a 23 squadre, non 10 o 12 come negli anni ’60. Anche i Celtics non erano messi male, non faccio alcun elenco perchè i nomi sono noti a tutti

    Capisco il desiderio di volere una “redistribuzione del reddito”, capisco meno i paragoni col passato, specie quando non si tiene conto di quanto sopra, o di come certa gente ci si sia trovata in delle squadre competitive (jnsomma, immagino che anche Jordan avrebbe chiesto di cambiare aria senza Pippen, Rodman, Jackson e compagnia…su Kobe non mi soffermo perchè sono note le sue richieste di scambio nel 2007)

    Senza contare che il Mondo non è esattamente quello di 30 anni fa, a tutti i livelli le bandiere sono ormai una cosa piuttosto superata, specie quando non vi sono le condizioni adeguate, come c’è molta più liquidità e mobilità in tutti gli strati sociali, gente che cambia lavori, città, paesi, donne, etc etc…lo sport si è solo adeguato ad una nuova mentalità

  • sconocchini

    li avrebbe chiaramente distrutti.

  • sconocchini

    so?

  • Michael Philips

    “e il pacchetto kukoc harper rodman è il pacchetto che ha ogni contender.”

    almeno metti LOL alla fine di una frase del genere, altrimenti sembra che lo hai scritto senza sarcasmo.

  • Barone birra

    Sarebbe stato bello vedere lebron a quei tempi ma soprattutto il nostro amico harden in quei tempi sarebbe stato sicuramente visto di buon occhio con le sue simulazioni. Ehh ehh

  • Barone birra

    Kukoc e harper li presero quando jordan si ritirò la prima volta e se li ritrovo al ritorno. Rodman trovo una seconda giovinezza ai bulls m a a metà anni 90 era un giocatore quasi finito che poi si ritrovò alla grande ma prima dei bulls era in crisi se non ricordo male. Ma il supporting cast ci vuole per vincere la discriminante per un grande giocatore è il modo in cui si vince.

  • Michael Philips

    scusami ma se dovete usare love solo per far numero a livello di star che i cavs hanno e poi sminuirlo in tutte le altre situazioni allora al livello dell’attuale love, se lui è davvero una star, gli spurs hanno aldridge e i wizards beal e wall.

    Nessuno lo considera più uno di prima fascia(e non lo è più) quindi ricordatevelo anche quando parte la tiritera sulle mille star dei cavs.

  • Michael Philips

    che poi giocatori grossi la metà di james hanno comunque fatto grandi cose, e questo qui che è grosso quanto malone(che spaccava culi e picchiava) in base a cosa avrebbe subito la fisicità?

  • mad-mel

    Il pacchetto lakers 2000
    heat di lebron…ecc non era inferiore

  • michele

    ma Love per tutta la prima parte di stagione ha fatto benissimo, aveva statistiche non dissimili da quelle da primo violino ai tempi di Minnie…quindi la convocazione all’ASG è un oggettivo riconoscimento. Poi è un po’ calato, sia per l’infortunio, sia per il generale “ripiegamento” dei Cavs.

  • Michael Philips

    ok passi wade/pippen, ma rodman e kukoc valevano quanto bosh..e haslem? Allen c’è stato solo 2 anni e francamente nel 2014 era bello che finito.

    Suvvia.

    Oh e per quanto ha prodotto Bosh nei 4 anni con miami, sopratutto nei playoffs, non è che sia stato superiore ad Horace grant, perché a me importa poco se uno ha il potenziale da star, a me importa il suo rendimento e bosh nei playoffs ha sempre fatto molto poco per essere uno con la reputazione da superstar.

    Kukoc che era Kukoc(top 5 tra gli europei) partiva dalla panca, così per rendere l’idea di che lusso fosse.

  • Jurassic_Park

    Il fatto è che il nuovo contratto collettivo che avrebbe dovuto aiutare la classe media dell’NBA ha di fatto consentito quello che oggi sono i Warriors che, per fortuna e abilità, sono riusciti a pagare Curry 12 milioni.
    Io rimanderei ogni discussione a quando quest’anomalia finirà, anche se fino ad allora sarà dura e ci toccherà vedere ancora 2-3 volte vedere LeBron/Durant vincere un anello.

  • Shady

    Questi PO sono sicuramente i più brutti da tempo, mai stati così monotematici