Spurs dominio totale, è Finale di Conference!

LaMarcus Aldridge trascina gli Spurs privi di Leonard a Houston in una partita dominata dai ragazzi di Popovich, 4-2 e finale di Conference contro i Golden State Warriors che inizierà domenica!

PLAYOFFS

WESTERN CONFERENCE

Houston Rockets (#3) – San Antonio Spurs (#2) 75-114 [W SAS 4-2]
HOU: Ariza 20, Capela 15 (12 rimb), Beverley 7, Harden 10
SAS: Green 10, Aldridge 34 (12 rimb),l Gasol 10 (11 rimb), Simmons 18, Mills 14, Murray 11 (10 rimb)

Kawhi Leonard non scende in campo per l’infortunio alla caviglia di Gara5 ma questo non ferma gli Spurs che sbancano di personalità il Toyota Center di Houston grazie ad un’ottima prestazione di LaMarcus Aldridge (34+12) e tornano alle Finali di Conference dopo 3 anni, partita da dimenticare per James Harden (2/11 dal campo e 6 perse): la partita finisce nel 2° quarto, dopo aver chiuso sul +7 (24-31) alla prima sirena gli Spurs scappano via con una seconda frazione cominciata con un break di 13-2 nei primi 4’ e chiusa sul 30-18 col 59% dal campo contro il 35% dei padroni di casa per il +19 al riposo lungo (42-61), ben tre giocatori in doppia-cifra con Aldridge a quota 16 punti seguito da 13 di Simmons e 10 di Patty Mills.
Houston non rientrerà in campo nella ripresa, finirà pure sul -42 con un Harden totalmente fuori partita, chiuderanno con 9/37 da 3!

TOP 5

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Lorenzo Escriva

    ho preso tutte le serie tranne okc (per questioni di cuore, lo sapevo in realtà che non potevano nulla contro HOU) e l’unica che mi manca da prendere è WIZ-BOS…ho messo WIZ in 7….vediamo se la prendo o no…e quindi non sbagli se dici più scontati di sempre…era banale quest’anno veramente…

  • mad-mel

    Ma infatti l’mvp dovrebbe andare a Leonard o Thomas o James.

  • mad-mel

    A proposito Michele, hai per caso un e-mail da girarmi che io e magic volevamo chiederti se volevi entrare nel nostro fantasy?

  • Hanamichi Sakuragi

    Raga da tifoso di kobe..harden, che schifo profondamente, ha giocato una stagione pazzesca…e mi dispiace ammetterlo..La carriera è un altra cosa ma questa stagione è forse a livello della miglior stagione individuale di kobe..Secondo me se ne può parlare

  • Hanamichi Sakuragi

    Avevo dimenticato di specificare…in ATTACCO

  • ILTG6

    Ho messo i Clippers perche’ nel corso del loro progetto big Three durato 6 anni non hanno sviluppato nessun giocatore con calma, preferendo puntare su veterani ormai con poco, nulla da dare oppure su “scommesse” tipo Josh Smith o Stephenson, arrivando sempre incompleti ai PO…
    Guarda gli Warriors, oltre agli all star, stanno crescendo con calma giocatori come Clark, Macadoo, MaCaw, tutta gente che quando entra in campo, anche se non fa la differenza, sa cosa fare e come rendersi utile dopo 1/2/3/4 anni di allenamenti, stessa cosa stanno facendo i Celtics con i vari Rozier, Brown, Olynik, oppure i Thunder che tralasciando gli addii di KD e Harden hanno costruito un supporting cast ai teorici “big” (ormai rimasto solo West) lavorando su Adams, Robertson, Sabonis, sempre senza buttare mai via scelte.
    Non parlo di Star che per perscarle ci vuole anche fortuna, ma della capacita’ di rendere utili anche i giocatori di “contorno” allenandoli e aspettando che siano pronti…

    Scambiare le scelte ha senso per vincere nel breve periodo, essere competitivi mantenedo le scelte invece permette di rimanere al top nel tempo, gli Spurs sono unici in questo, i Celtics di Stevens li vedo nella direzione piu’ simile possibile ai nero-argento

  • low profile

    A te piace molto tessere le lodi di Pop in generale ma Pop come tutti andrebbe apprezzato quando lo merita e criticato in egual maniera quando tocca. Tralascio il 2013 perchè comunque anche quall’annata era parte integratnte del suo personale capolavoro, l’anno di grazia 2014, capolavoro iniziato nell’estate del 2011.
    Quel triennio per me rappresenta il gold standard per ogni allenatore che voglia chiamarsi tale, non solo per lui. Ma se ha diseganto la cappella sistina del mestiere di allenatore ha altresì commesso errori madornali in carriera e gli ultimi anni per me sono stati tutti fallimenti, ma fallimenti veri.
    Per farla breve, nel 2015 per voler rimanere attaccato al suo piano mise da parte in maniera colpevole il Beli e Mills entrambi on fire e l’anno scorso s’è fatto uccellare da un coach rookie per non capire che Bobo e West insieme non potevano stare contro gli aggiustamenti di Donovan.
    Quest’anno checchè se ne dica ne ha commessi di errori, bontà sua ha incontrato l’unico allenatore che in carriera non è mai riusucito a svoltare una serie che non andava secondo i suoi piani, e al buon Mike non è mai andata secondo i suoi piani. Ma appunto qui non parliamo di “gold standard” ma di standard molto bassi se per innalzare il lavoro di Pop lo dobbiamo confrontare con quello del baffo. Un bonciboncibombom scontato.

    Detto questo pur sbagliando ne ha azzecate di mosse, quindi quest’anno faccio i complimenti al vecchio trombone.
    La serie con GS è troppo squilibrata per potergli additare chissà quali eventuali colpe quindi il mio giudizio per il 2017 è definitivo: Bravo trombone!

  • low profile

    Alla fine il nostro eroe Murray ha visto il campo e fatto cose impensabili, date le circostanze…sarà sicuramente l’enfasi del momento ma io pensando in prospettiva (anche solo un anno) ho l’acquolina in bocca.
    Buttato così nella mischia è salito di livello di partita in partita, e mano a mano che le partite aumentano cresce anche la pressione, anche per i giocatori più navigati, e lui ha fatto sempre meglio. C’è poco da dire, il ragazzo oltre al talento ha anche personalità.

  • low profile

    Simmons ha due palle grosse come due meloni .

    In un mondo ideale la prestazione di stanotte dovrebbe aver sblocato la testolina impaurita di LMA. Il talento c’è. Ma non sono certo che viviamo in un mondo ideale. Ma è bello sognarlo

  • 8gld

    Warriors 60% – Spurs 40%

    Sbagliando vedevo Houston come possibile antagonista dei Guerrieri per la finalissima.

    Questo non vuol dire che gli Spurs e coach Pop non proveranno a fare lo scherzetto ai ragazzi della Baia, vorrei vedere ci mancherebbe, ma Houston poteve essere una fotocopia su più aspetti con i Warriors mentre gli Spurs su 7 certe circostanze non possono tenerle…il ritmo, la gestione degli strappi etc.

    La loro finale di conference passa per:

    – isolare l’attacco, non fargli muovere la palla ma creare 1vs1
    – non dargli modo di alzare il ritmo quando vogliono.
    – lavorare sulle linee di passaggio e cercare t.o.
    – giocare sotto dove possono metterli in difficoltà.

  • mad-mel

    Ed è qui la sostanziale differenza che c’è ancora nel giocare ad est o ad ovest.
    Come dice Low anche avere una sola avversaria in più nella propria confernce rompe assai le palle.
    Passeranno i warriors, almeno penso, ma penso che chiunque sulla terra eviterebbe una serie contro gli Spurs.

  • Barone birra

    Io quello vorrei nella conference dove giocano le squadre di lebron una seria contender come accadeva fino a quando era a miami. Mica vorrei che incontrassero i bulls di Jordan i celtics di bird o i lakers di magic una dopo l’altra .per giustizia sportiva almeno una seria avversaria prima delle finals ci vorrebbe

  • sconocchini

    beh dai kobe a parte i primissimi anni non è che abbia mai fatto molto in difesa. certo, harden è probabilmente il peggior difensore della storia tra le superstar, quindi hai ragione pure tu.

  • michele

    grazie del pensiero caro, ma in questo periodo sono pieno di impegni con l’università e in generale sono una frana coi giochini!

  • michele

    non metto in dubbio quello che dici, il docente di spursologia sei tu. ci sta di criticare anche Pop, faccio solo presente che gli anni scorsi è uscito contro Griffin&Paul e Durant&Westbrook le uniche volte in cui quelle coppie erano sane…un po’ di sfiga ci sta.

    ti dedico flavione nostro che commenta g5!

    https://www.youtube.com/watch?v=ydI9vQWCrGs

  • michele

    Gira voce che Harden abbia giocato g6 con una commozione, a seguito dello scontro con Gasol in g5, violando cosi’ il protocollo della lega. PAre anche che il barba abbia festeggiato tutta la notte la grande partita in un locale di Houston, in mezzo ai canti “MVP” LOL

    https://www.washingtonpost.com/news/early-lead/wp/2017/05/12/james-harden-played-an-awful-game-6-and-some-speculated-did-he-have-a-concussion/?utm_term=.28d14d1957ee

  • michele

    kobe mi pare che vanti 9 selezioni di fila nel primo quintetto difensivo. Da quel punto di vista tra lui e harden c’èla stessa differenza che passa tra charlize theron e rosy bindi.

  • 8gld

    “Passeranno i warriors, almeno penso, ma penso che chiunque sulla terra eviterebbe una serie contro gli Spurs”. Concordo.

    Sì, anche se quest’anno c’è stato una sostanziale equilibrio. Da una parte un tabellone dove ha visto le due favorite andare dritte per la loro strada e dall’altra risultati e serie molto simili.
    Poi, sbagliandomi, i Celtics se passano non credo lasceranno molto campo libero ai Cavs.
    Alla fine non grandi p.o. ma molto simili.

  • 8gld

    “Passeranno i warriors, almeno penso, ma penso che chiunque sulla terra eviterebbe una serie contro gli Spurs”. Concordo.

    Fino allo scorso anno i p.o. a Ovest sono stati più difficili di quelli dell’Est.
    Quest’anno, non il massimo dello spettacolo, da una parte di entrambi i tabelloni ci sono state due franchigie che sono andate dritte per la loro strada mentre dall’altra parte i risultati sono stati molto simili.
    Poi, sbagliando, se passano i Celtics la finale ad Est potrebbe rivelarsi non una passeggiata per i Cavs.

  • lilin

    Perche mai dovrebbe andare a james?

  • gasp

    Pop dal suo credo difficilmente si smuove, mi ha in parte sorpreso che sto anno abbia fatto delle correzioni

  • gasp

    Beh più scontati non lo so, è fisiologico che dei playoffs siano più scontati di altri…

  • gasp

    Ma mica daremo la colpa a LeBron di questo… Si, “per colpa” dei suoi spostamenti ha decretato le fortune e sfortune di due squadre in 6 anni, ma di sicuro non può andare a dire al Durant di turno di andare a Est o dire agli altri gm “fate delle squadre più competitive”

  • ILTG6

    Quello che mi piace di Murray e’ che ha già dimostrato di saper fare tante cose sia in difesa che in attacco, è ancora un po grezzo tecnicamente e nel tiro da fuori però nei pressi del ferro è gia’ in grado di concludere in tanti modi…
    Poi vabbè la personalità, il fisico e quel “tocco” di genio e sregolatezza non si insegnano.

  • gasp

    Perché è sempre il più determinante per la sua squadra… basta vedere il record con lui e senza di lui, è sinonimo di accentratore e catalizzatore

  • Jurassic_Park

    Però non è solo una partita a fare un giocatore, per quanto possa essere la più importante della stagione

  • Matt

    Dipende a cosa….

  • Luigi

    Se teniamo conto delle valutazioni pre-draft Steph Curry era dato come miglior scenario come un Abdul Rauf, Klay Thompson come un Belinelli, Draymond Green nel rank di mock draft era dato come potenziale a 6 (solitamente alle steel of draft , le si becca comunque sul potenziale) . Quindi credo che tanto del merito sia stato davvero del sistema creato attorno, partendo dal coach (potenzialmente tralasciando Durant) un pò la stessa filosofia di San Antonio. Paradossalmente per stelle Cleveland sarebbe migliore, anche come supporting cast .

  • Barone birra

    Ma se poi in finale fa quello che ha fatto l’anno scorso cioè battere uno squadrone dell’ovest poi ha ragione lui

  • low profile

    Quel suo floaterino è già tra le mie soluzioni preferite!
    Sul tiro c’è parecchio da lavorarci ma me lo ricordo a inizio anno, il Ball handling non era affatto questo, la difesa non era affatto questa è tante alte cose non erano queste. Il ragazzo ragazzo impara .Vediamo se Chip engelland fa un altro miracolo dopo leonard.

  • low profile

    Ma negli anni belli reagiva. Non s’è mai fatto prendere dal panico ma quando c’era da stravolgere lo faceva.
    Penso solo che sia invecchiato, ha comunque 70 anni eh! Ci sta

  • low profile

    Ma non è sfiga incontrare gli avversari al completo!!! Eheheheh
    Cmq Flavione non l’avevo ancora ascoltato. Si sarà emozionato pure lui nel chiuso delle sue stanze eheh

  • gasp

    Il problema è che a Est ci sono tante belle realtà a un passo dal diventare veramente competitive (Boston, Raptors, Wizards, Hawks per far degli esempi) ma non si riesce mai a fare lo step successivo

  • gasp

    Ma ultimamente sembrava “bollito”… ha smentito i suoi critici con sti Playoffs

  • Lorenzo Escriva

    Ovviamente stai trollando…ma va bene così..ci vuole un po’ di troll per farsi 2 risate… 😀

  • Lorenzo Escriva

    quoto quoto…facevo un discorso più ampio…Diciamo che i contorni degli spurs ti vincono gara 6 a houston…adams, robertson, mcaw, clark etc. col caz che lo fanno…son buoni e sono cresciuti ma la valorizzazione degli spurs non la fa nessuno…detto questo sono d’accordo con te !

  • Lorenzo Escriva

    vabbè…se consideriamo le valutazioni predraft….ciao! 😀

  • mad-mel

    Difficile fare l ultimo step se ci sono raduni di superstar in singole squadre

  • Luigi

    no e che secondo me questi Warriors sono forti,ma il modo di giocare e la complementarità dei soggetti, ha aiutato nel farli rendere (tralasciando sempre l’addendo Durant)

  • gasp

    Se ci sono le dirigenze che riescono a convincere i giocatori a riunirsi in singole squadre, brave loro non so che dire, ovviamente credo che tutti vorrebbero una superstar per ogni squadra