Playoffs SUKA Award 2017 (Finali Conf.)

Volente o nolente nolente tocca agli Spurs, non sapremo mai come sarebbe finita questa serie con Kawhi Leonard sano, magari ci scappava l’Upset, magari si sarebbe andati a gara7 o magari i Warriors avrebbero vinto 4-1, i San Antonio Spurs si aggiudicano questo “SUKA Award” non per questi sfortunati Playoffs ma per quello che questi Playoffs hanno lasciato agli Spurs…dei dubbi.

SAN ANTONIO SPURS

Vi invito a questa riflessione, dal 1999 alla scorsa stagione quando si parlava degli Spurs quali erano le prime cose che vi venivano in mente? Parker-Ginobili-Duncan IL SISTEMA dell’NBA, una squadra ch gioca di squadra dove ognuno aveva compiti e ruoli determinati con coach Gregg Popovich in grado di tirare fuori il meglio anche da casi persi, Glen Robinson su tutti; non davano agli avversari punti di riferimento e, ancora oggi, offrono una delle migliori pallacanestro che si possono ammirare sul parquet.

Quest’anno la musica è cambiata, Duncan ha appeso le scarpe al chiodo, Parker ha sempre qualche anno in più, Ginobili ha giocato la sua ultima stagione ma soprattutto Kawhi Leonard è diventato un giocatore oltre il formidabile; quando schieri uno dei primi 3 giocatori della Lega per forza di cose il tuo gioco si sposta, se poi questo giocatore oltre ad essere fenomenale a livello individuale è pure vitale a livello collettivo gli Spurs sono diventati “la squadra di Leonard” e qui vi voglio coinvolgere.

IL CARRO #2

Chi ha seguito questa stagione su NBA-Evolution sa quanto io ho spinto per Kawhi MVP, senza nulla togliere a Russell Westbrook o James Harden, ma l’importanza e il valore che Leonard ha per gli Spurs va oltre e nei Playoffs 2017 si è visto; è fortissimo lui ma èa che trascinante, guardate il rendimento del supporting-cast con Kawhi in campo e senza Kawhi: i vari Patty Mills, Danny Green, Jonathan Simmons, LaMarcus Aldridge, guardate i numeri e l’impatto che hanno sulla partita quando c’è l’ex prodotto di Texas in campo, rotto in quella maledetta Gara1 la squadra è andata persa…non vi ricorda un altra realtà nell’altra Conference? Il giocatore faro non gioca e il resto naviga ne buio.

Sia chiaro, nessuno chiedeva agli Spurs di battere i Warriors senza Leonard o di andare a Gara7, Golden State è stata una spanna superiore e il 4-0 è stato inevitabile, però per me gli Spurs escono ridimensionati e con dei dubbi che forse prima non avevano; il sistema perfetto adesso è diventato giocatore dipendete?
Fuori il #2 ti aspetti un passo avanti dagli altri, più responsabilizzati, chiamati a dare qualcosa in più, sono sempre gli Spurs e c’è sempre Gregg Popovich in panchina invece tolto l’immortale argentino col #20 sulla schiena (alle 21 su Facebook il mio video tributo, ndr) gli altri erano persi soprattutto quel LaMarcus Aldridge che mi spiace non riesce a convincermi, proprio l’ex Portland è il fulcro del futuro dei dubbi degli speroni.

FUTURO

Danny Green, LaMarcus Aldridge, Tony Parker con i suoi acciacchi sono gli unici con un contratto per la prossima stagione (CLICCA QUI per leggere l’intera situazione Spurs), cosa si fa? Non è così scontato, con la squadra Leonard dipendente vai sul mercato e fai le solite mosse per aggiungere buoni giocatori adatti al tuo sistema o, sapendo che con lui OUT manca leadership e personalità in campo, si va sul mercato per uno o due big da affiancargli?
Continuo a martellare il chiodo Aldridge, come 2° violino è perfetto ma come negli scorsi Playoffs più si alza la posta in gioco più si nasconde; con i Thunder era Tim Duncan 40enne a sbattersi in difesa per lui, con i Warriors è sparito dal campo nel momento in cui tutti ci aspettavamo di più mettendo pure in imbarazzo Popovich in conferenza stampa (🎥).

Vi lascio con una mia bomba, un desiderio, una suggestione suggerita anche da alcune vostre passate considerazioni tipo “se giocasse per Popovich diventerebbe inarrestabile egli darebbe una dimensione” o “In un ambiente come quello degli Spurs sarebbe un altro giocatore e persona”, New Orleans deve risolvere la grana DeMarcus Cousins perché prima di tutto è incompatibile con Anthony Davis, NON è Free-Agent questa estate e ha $18 milioni sul groppone senza opzioni per la prossima stagione, cercare una trade a 3 con Aldridge OUT e Cousins che finisce nel Texas come la vedreste?

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    Capisco il senso della cosa, ma non sono d’accordo. Cioè stona troppo vedere un team(di cui non mi frega nulla) prendersi questo principalmente perché alla fine non ha potuto giocare ad armi pari con l’avversaria.
    Volete dare il Suka award a tutti i costi? Bene, datelo ad Aldridge.

  • low profile

    La logica di nba-evolution

    I rox perdono la decisiva g6 in casa con gli spurs senza Leonard:
    No Suka

    Gli spurs per tutta una serie senza Leonard perdono contro il più super dei super team:
    Si Suka

    Chi vi capisce è bravo

  • misha25

    Soprattutto con una finale di conference ancora da giocare

  • Giasone

    Aggiungo una postilla di “metodo”: assegnare il suka con una FC ancora in corso lo trovo anomalo. E se tifassi cavs toccherei ferro.

  • low profile

    No ma che c’entra?

    Qua avrebbero dato il premio anche se gli spurs avessero perso per strada oltre a Parker Leonard e Lee pure Gasol Green, Ginobili e Simmons, e, nonostante tutto avessero forzato g7, risolta da una tripla allo scadere di Pachulia che rimbalza 6 volte sul ferro prima di entrare

  • Alè, cominciamo….

    1) Houston non ha mai avuto una chance contro San Antonio, già tanto che sono arrivati a 6 gare e la sconfitta contro San Antonio a G6 è la conferma che c’era troppa disparità tra le due

    2) Leggete bene quando scrivo “i San Antonio Spurs si aggiudicano questo “SUKA Award” non per questi sfortunati Playoffs ma per quello che questi Playoffs hanno lasciato agli Spurs…dei dubbi.

    3) Vai a giocarti la finale di Conference, sei avanti di 23 dominando a casa dall’avversario quindi te la stai stra-giocando contro i pronostici col tuo migliore che porta a scuola tutti, per sfiga/bastardata perdi il tuo migliore….e non rosichi? Cazzo, se io fossi un tifoso Spurs me la legherei al dito a vita questa serie, ho SUKATO per sfiga e non per demeriti.

    4) Il senso di questo post è che San Antonio esce dalla stagione con la consapevolezza che ha un giocatore fantastico che trascina gli altri, senza lui non vanno da nessuna parte perché NON ha personalità/carattere

    5) Cleveland-Boston è tutto nelle mani dei Cavs, un’altra serie sulla quale non c’è nulla da dire

    6) State sereni, appena finisce la serie CLE-BOS non mi sentirete più fino al Draft perché, come sempre, non seguo le Finals

  • low profile

    In realtà San Antonio se ne esce col miglior Parker degli ultimi anni, un Leonard diventato elite anche nei PO e tanti giovani che senza questa sfiga non avrebbero mai visto il campo. Parlo di Murray e di Bertans, ma anche dei carneadi Simmons (se resta) e di Slomo che ha fatto vedere cose molto interessanti visto che io lo prima di questi PO consideravo perso per sempre.

    Quindi no, per me tutto il tuo ragionamento è sbagliato su tutta la linea. GS era fuori portata anche a pieno regime, pèrdere (sweep o meno conta zero) ci sarebbe stato dentro a prescindere, perdere così è molto più che giustificato.

    ps se i rox non hanno sucato perchè inferiori agli spurs, come fanno gli spurs a sukare con GS? li consideravi superiori?

    pps Se facevi come diceva MP e davi il suka a LMA non solo avresti fatto una figura migliore, ma ti saresti anche evitato di dare spiegazioni ancor peggio del titolo stesso

  • michele

    Io non l’avrei assegnato il suka award a questo giro, che e’ stato molto anomalo, in quanto warriors e cavs sono filate dritte in finale (non ho dubbi che cleveland vincerà le prossime due) come da pronostico…gli Spurs poveretti, cosa vuoi dirgli? hanno giocato contro un team di 4 all star perdendo subito il loro unico all star. poi ci credo che senza leonard alcuni hanno giocato male, lui e’ un candidato mvp proprio per come migliora i compagni, o anche soltanto per il modo in cui la sua presenza aiuta i compagni a essere meno marcati. Aldridge caso a parte, si e’ già detto che ha deluso.

  • misha25

    Caro F.m.b. La mia critica si rivolge semplicemente al fatto di aver pubblicato un’opinione (pur condivisibile) sotto forma di premio ironico. Come dice il buon Michele più sotto, il suka delle finali di conference era un po’ esagerato per chiunque apparte che per i cavs in caso perdessero contro Boston. Detto ciò ti faccio i complimenti per l’impegno nel fornirci uno spazio di condivisione anche per gli utenti che come me si limitano a leggere e basta e non commentare mai 😀 buona serata a tutti

  • Hanamichi Sakuragi

    io fossi gli spurs punterei a CP4 e li si che svoltano davvero.
    cousins sarebbe un ottimo innesto ma a sembra che new orleans verso la fine andasse bene e non credo abbia molto senso dare via il cugino.. piuttosto è da migliorare la testa del supporting cast

  • Michael Philips

    cp3 sarebbe la svolta.

  • Hanamichi Sakuragi

    lo penso anche io.. e poi come dici tu.. CP3 non CP4…