Provaci ancora LeBron, ma che si fa nel 2017/18?

Eh, che si fa LeBron? Bisogna tirare un altro anno…

Questa versione dei Cavs ha già dato tutto l’anno scorso, questo assetto al completo si è fatto prendere a pesci in faccia dai Warriors senza pietà, rigiocate questa serie altre 10 volte e non ne vincente una perché a parte te e Kyrie il resto va prepotentemente sotto tecnicamente e mentalmente a partire dal “Calpestato” in panchina, su di lui e la figura del coach nella tua carriera ci sarebbe da scrivere molto concludendo con la frase che il professor Sean McGuire (Robin Williams) dice a Will Hunting (Matt Damon): “Non è (del tutto, ndr) colpa tua“.

Detrattori a parte che capiranno sempre e solo quello che vogliono loro, ormai ti ho e credo abbiamo capito tutti, tu non sei tipo da dinastie o lunghi cicli, tu vuoi l’IMPRESA! Tu vuoi essere quello che trionfa dove nessuno ci è mai riuscito, il pugile che prende pugni per 11 round e poi nel 12° stende il colosso, quello che prende vagonate di insulti/critiche ma poi se la ride per ultimo ammutolendo tutti.

Quello che hai (e avete) in mente è davvero notevole anche perché se ci riuscissi finiresti nella Hall Of Fame il giorno dopo con statue sparse per la città, in caso contrario segnerebbe la tua (e la loro) fine…ma luglio 2018 è lontano, c’è un’intera stagione da giocare e come la gestiamo?
Tieni questa squadra, ultimo hurrà tutti insieme, Finals (Celtics permettendo) e altro cappotto 4-1 o andiamo all’All-In di una stagione reclutando tutti i figli di buona donna disponibili e col dente avvelenato verso i Warriors? Perché oltre al valore tecnico qui bisogna andare sulla testa.
Se vuoi qualche consiglio per gli acquisti uno sta a New Orleans e scalpita di poter finalmente competere per qualcosa che non sia un posto in Lottery, è un rischio però la trade ce l’hai (Love+Shumpert) e avresti un vero lungo con mani educate sia in realizzazione che in assistenza, oltre ad una presenza davvero ingombrante che creerebbe molti problemi su ambe due i lati del campo. È un rischio però devi azzardare se vuoi battere Golden State e comunque si parla sempre di un anno.
Ci saranno tanti Free-Agent interessanti (Tony Allen, J.J Redick, il Gallo) però è tutta gente che non viene per il cosiddetto “One Shot” e se devono scegliere tra te e i Warriors sai già dove andranno, inoltre è gente che cerca contratti pesanti e a lunga durata cosa tu non puoi garantire.

Ah ecco, NO CARMELO! I rumors stanno impazzando in questi giorni ma ti prego, NON chiamare Anthony!

Nulla di personale ma Melo ha un serissimo problema, ha troppa New York dentro da sfogare…J.R e Shumpert pure ai tempi ma loro erano comprimari, non erano i giocatori immagine, non si sono presi il letame che Anthony ha dovuto mandare giù in questi anni, soprattutto gli ultimi sotto l’illuminante visione del “Genio” Phil Jackson.
Chiunque deciderà di instaurare una trade per Anthony sappia che si porta a casa una mina incontrollabile, troppa voglia di redimersi, troppa voglia di fare, troppa voglia rifarsi sui Knicks, troppa voglia di “Guardatemi, io sono questo!”.

Credo che la prossima starà la stagione più difficile della tua carriera, più di quella 2010/11, sarai come Neo in “Matrix Revolutions” quando è intrappolato dall’uomo del treno, non mollerai, ci riproverete tu e Kyrie, ti sbatterai a destra e manca, regalerai le solite chimere, scriverai nuovi record ma alla fine uscirai dal tunnel dell’Oracle Arena (Celtics permettendo) senza il Larry tra le mani perché questi Warriors sono riusciti in quello che i tuoi Heat non riuscirono ai tempi, hanno destabilizzato la Lega, hanno imposto una nuova legge che ha reso tutti, pure tu, impotenti…come quando Bart e Lin tremano davanti a Raoul nel villaggio di Mamia.

L’impressione è che la prossima stagione sarà una vera e propria passerella per i Warriors, si rinforzeranno ancora e ci proveranno più gusto a demolire gli avversari e magari fissandosi come obiettivo il 16-0 e tu sarai la vittima sacrificale (Celtics permettendo)

Lo vuoi tu, lo voglio io, lo vuole Dwyane, lo vuole Melo, lo vuole Chris, lo vogliamo (quasi) tutti che fosse già il 2018, che domani fosse il 1° di luglio perché i Warriors si sveglino e vedano che non solo più soli, metterai/metterete in crisi il Commissioner Adam Silver che si vedrà costretto a chiamare in emergenza una riunione per rivedere i piani della Lega, ti/vi pioveranno addosso altro che le 10 piaghe d’Egitto, tornerai ad essere il più odiato d’America…e va bene così.

Loro hanno alzato il tiro, hanno alzato la posta in palio…e tu risponderai mettendo la tua carriera sulla graticola. Provaci ancora LeBron…e cerca di sopravvivere l’anno prossimo.

P.S
Ah ma quindi F.M.B in questo post ci sta facendo capire che la “Brotherhood” si unirà in quel di Los Angeles (che poi sarà Inglewood) ai Clippers? Si.

P.S #2
Stavo dimenticando, occhio a San Antonio che ha IL vero colpo del 2018 nel mirino.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • gasp

    Come dice Michele LeBron è un comeback kid, vince recuperando da situazioni disperate o quasi e sembra proprio che gli piaccia stare in queste situazioni: sembra che inizi a “giocare seriamente” solo quando ce né assoluto bisogno, scenda sulla terra tra i comuni mortali, sennò bivacca tra i suoi standard (che sono il massimo e più per gli altri), sapendo che per lo più delle volte basta e avanza… ma è una cosa abbastanza rischiosa, e nelle Finals non ha pagato

  • Dave89

    gran bel pezzo..ma..domanda:ma un’ipotetica Brotherhood avrebbe reali possibilità contro GSW?O meglio…una brotherhood ai Clippers avrebbe più possibilità di una Cleveland con un PG al posto di Love(o della trade che proponete voi)?

  • Matt

    Terminare una carriera andando via per la 3 volta in una squadra con altre star per poter racimolare un’altro titolo a fine carriera?sarebbe francamente patetico.

  • Doveva vincere a Cleveland e lo ha fatto nella maniera più leggendaria possibile, è umano essere scarichi a livello motivazionale. Anche l’ambiente si è scaricato. Da fuori sembrano gli stessi giocatori appagati. Stiam pur sempre parlando di Cleveland, una città perdente che si è fatta pure uccellare le World Series avanti 3-1.
    Non Boston o la L.A degli anni d’oro dove vincere era la routine. Kobe è cresciuto in un ambiente vincente e anche nei periodi bui sapeva che sarebbe tornato al top.

  • Glp00

    Per il colpo di San Antonio intendi Joelone nostro vero?

  • Michael Philips

    L’unica mission “impossible” rimasta è far vincere i clippers o far rivincere i Knicks dopo 40 anni.
    Credo rimarrà ai Cavs. Irving deve ancora entrare nel suo prime.

  • Michael Philips

    Kobe è cresciuto in un ambiente vincente e anche nei periodi bui sapeva che sarebbe tornato al top”.

    Questo per quanto ovvio è un dettaglio che a molti non è mai entrato in testa.

  • Matt

    Tutto giusto,ma così facendo riuscirebbe in un solo colpo a farsi odiare sia dalla sua gente ( l’ohio) sia dal resto d’America che ancora lo guarda con sospetto dopo la decision…

    Il tutto per cosa?un’ipotetico anello in più ai CLIPPERS?

    Credo che il ragazzo sia tanto sveglio quanto opportunista,ed alla fine capirà che il gioco non vale la candela.

  • Matt

    Con un WADE 37enne ,che pare già finito da 3 anni ed un’ANTHONY 35enne che rimane pur sempre CARMELO ANTHONY?secondo me no!

  • Hanamichi Sakuragi

    Guardate che quando dicevamo che a lebron mancava davis sui scherzava eh .. in quale mondo n.o. dovrebbe accettare davis x love +shump cin monociglio che non ha potere di decidere dove andare?

  • lorenzo tonelli

    Io mi auguro che chiuda la carriera ai cavs…

  • ILTG6

    Si parla di Cousins..

  • Michael Philips

    ma spero proprio di no!

  • michele

    Non condivido i toni apocalittici dell’articolo, in cui già mettono le mani avanti per l’anno prossimo (“parata dei warriors”) arrivando persino a giustificare l’ipotetico approdo di James in un superteam nuovo di zecca nel 2018 in caso di altra sconfitta in finale.

    I cavs sono messi bene, hanno con irving e James forse il miglior 1-2 della lega. Devono lavorare sul resto e non sarà facile, ma c’e’ chi sta peggio. D’altronde mi pare che tutte le scelte strategiche dei Cavs (dalla scelta di Lue ai rinnovi di TT e JR) siano stati personalmente approvate da LJ, questa e’ la sua squadra.

  • lorenzo tonelli
  • Max

    Non credo che Lebron lascerà Cleveland.lo ha fatto una volta per vincere e lo ha fatto..è tornato nella sua città per portare il titolo e lo ha fatto.Credo adesso che cmq sia rifirmerà per i Cavs anche perchè la sua missione l’ha vinta e sta da re nella sua città.
    Per me al 99,99% resta e firma un rinnovo a cifre record…credo che lui voglia finire la carriera li.
    “Kobe è cresciuto in un ambiente vincente e anche nei periodi bui sapeva che sarebbe tornato al top”.
    L’ambiente vincente e la storia non ti portono i risultati nel presente se non costruisci squadre degne del nome che porti FMB..Kobe è stato fortunato a crescere conn Shaq vicino e un allenatore ed un sistema di gioco perfetto per lui…quando ha avuto gasol vicino ed una squadra competitiva ha vinto..andati via i grandi giocatori anche lui ha faticato non poco..perchè quelli si chiamavano si Lakers ma perchè son tornati grandi portando a los angels grandi giocatori non perchè in bacheca avevano 16 anelli.

  • ILTG6

    Love e da dare via, bisogna rischiare e vedere cosa ti offre il mercato, preferirei Cousins a Kevin

  • Hanamichi Sakuragi

    io credo si parli di davis.. abbastanza chiaramente. Cmq per cousins potrebbero avere di meglio.

  • Hanamichi Sakuragi

    che cojone….

  • misterwolf

    lebron e i cavs sono con un certo vantaggio la piu seria contendente a sfidare i warriors l’anno prossimo

    ma devono necessariamente cambiare qualcosa, che non vuol dire racimolare anzianotti amici di lebron ….
    bisognera muoversi con molta attenzione ma bisogna fare qualcosa perche la situazione attuale ti garantisce di essere solo il primo degli sconfitti …. e non è il massimo …

  • lorenzo tonelli

    Be…aldilà che lo sfotto ci può anche stare…il personaggio si conosce…probabilmente se non fosse così non sarebbe neanche il giocatore che è…comunque leggevo l’articolo che hai postato di Sky…mi sembra decisamente sensato il contenuto

  • Hanamichi Sakuragi

    non nascondo che la cosa mi abbia fatto ridere per la stupidità del soggetto.
    se n’era uscito bene alla fine della serie. a me gli sfottò tra professionisti non mi piacciono, li trovo una mancanza di rispetto. certo vedere nella partita di natale nello spogliatoio ospiti le foto dei cavs campioni l’anno prima gli deve aver bruciato il culo parecchio.

    PS: grazie per l’articolo, forse lo dovevo postare qui.

  • lorenzo tonelli

    Finché non sono offese ma semplici sfotto..li preferisco a finti abbracci o complimenti quando magari si stanno sulle palle…non mi riferisco a quello tra lbj e durant ma in generale tra avversari

  • Lorenzo Escriva

    io credo che qualsiasi giocatore prendano sia un furto….perchè cousins o davis per love non esiste su nessun pianeta….adesso i cavs non credo abbiano molto margine per prendere giocatori…almeno da scambi…hanno tutti veterani, hanno scommesso sul back to back e non hanno vinto…ma comunque resta una squadra competitiva..il punto è che l’unico con grande mercato oltre lebron è irving..ma non credo lo scambieranno…Love per quelli citati sarebbe vergognoso…il che può succedere eh…

  • ILTG6

    Davis giustamente non si muove da Nola, scambiato con Love non avrebbe alcun senso, Cousins è in scadenza e è piuttosto di perderlo a zero è meglio cederlo anche se sono sicuro che i Pelicans almeno fino a Gennaio Febbraio lo terranno per testare le potenzialità del duo con AD. Certo che anche Love-Shumpert non sarebbe male per loro..

  • mad-mel

    Grazie di esistere Draymondo. Ti avrei voluto vedere nell nba di fine anni 80-90. Quello sarebbe stato il tuo habitat naturale.

  • michele

    oddio, avesse fatto cose del genere contro Parish, Laimbeer o Oakley non credo sarebbe durato molto ehehehe

    https://www.youtube.com/watch?v=4X2lf_XP5CY

  • 8gld

    “Ci saranno tanti Free-Agent interessanti (Tony Allen, J.J Redick, il Gallo) però è tutta gente che non viene per il cosiddetto “One Shot” e se devono scegliere tra te e i Warriors sai già dove andranno, inoltre è gente che cerca contratti pesanti e a lunga durata cosa tu non puoi garantire”.
    Ma ad Allen e Reddick, al di fuori della loro utilità, chi vuole dargli contratti pesanti e lunghi?

    James-Love-Irving-Thompson-Smith-Shumpert-Frye-Jefferson in otto il prossimo fanno 125 milioni.
    James-Irving non si spostano.
    Tenere Thompson salvo mossa “forte” e uno tra Smith-Shumpert.
    Il resto sul mercato e mentre cerchi di prendere qualcuno vedere se capita qualche possibilità di abbassare il monte ingaggi.
    Il miglior rumors, a mio avviso, è quello di P.George.
    Se poi il prossimo cercherà una nuova avventura ci può stare.

  • mad-mel

    Mah le avrebbe prese ma secondo me le avrebbe anche date. Ripeto giocatore anacronistico secondo me

  • Hanamichi Sakuragi

    love con davis non sarebbe male per loro?? davis vuole giocare da 4 love cosa farebbe?

  • Shady

    L’ideale per CLE sarebbero george (più probabile) o butler (non credo che CHI lo scambierà), 2way player che potrebbero essere in grado di marcare kd e impensierire GS nella propria metà campo. Le altre star nominate (cousin anthony) non credo che cambierebbero molto le prospettive per CLE, anzi potrebbero pure rivelarsi più dannose che altro
    Altra opzione per CLE, come diceva MP, potrebbe essere scambiare love non per una star ma per diversi role player funzionali, che magari dinindebolirebbero sulla carta, ma andrebbero a rattoppare le falle nel roster di CLE, e puntare tutto sul duo james Irving, che non mi parrebbe bruttissima come cosa

  • ILTG6

    Penso che Davis preferisca avere Love che perdere Cousins a zero e tornare da solo….Comunque sono tutti discorsi campati in aria..la convivenza considerando le abilità di passaggio Love unite al fatto che Kevin ha imparato a giocare off the Ball non la vedrei male.

  • Michael Philips

    Io sono sorpreso, ma c’è davvero chi si sta incazzando con Draymond per gli sfottò a Lebron durante la cerimonia per il titolo?
    Seriamente?

    Dopo l’anello del 2015 fu Draymond ad iniziare, poi curry durante la stagione successiva, con i warriors in corsa per il record di vittorie parlò di come l’odore di champagne fosse il ricordo più vivido ripensando allo sporgliatoio dei cavs, poi una volta vinto la finale furono i cavs e lebron a restituire la trollata, con le magliette con il 3-1, la maglia di Lebron “ultimate warrior” e pure i biscotti di halloween con le croci funebri e i nomi di curry &co.

    Ora è di nuovo palla ai warriors e Green.
    Poi è dall’anno scorso che Lebron e Green fanno vedere di avere un rapporto anche fuori dal campo. Siamo lontani dall’odio puro che invece ha sempre mostrato Noah.

  • Michael Philips

    c’è pieno di giocatori che hanno dovuto imparare a restare calmi.
    Un david west(che è un buon pugile) potrebbe davvero menare mezza NBA odierna e del passato. Raramente lo si è visto alzare le mani.
    Pekovic vabbè, mano male che è stato uno dei pochi montenegrini di animo tranquillo.
    I vari cousins, beverly, Jr smith, Perkins, Randolph, Adams e tanti altri avrebbero potuto sfogarsi per bene 20-25 anni fa.
    Oggi non possono.

    Rodman nel 2017? Un altro giocatore, altrimenti il parquet non lo avrebbe mai visto.

    Tutti quelli del passato dai Laimbeer, Mourning, lo stesso Shaq, Oakley, Barkley non avebbero mai potuto menare le mani oggi.

  • 8gld

    George la trovo la miglior opzione. Irving-Smith o Shumpert-George-James-Thompson.
    Love 22 George 19…poi se ci metti i 9 di Shumpert o i 12 di Smith ancora meglio.
    E’ vero che ne prendi uno e ne mandi via due ma in un colpo metti in ordine il quintetto e abbassi il tetto, respiri e puoi avere un minimo di movimento.
    Butler anche può andar bene.
    Cousins ha grandi potenzialità e poca testa…vaglio prima le altre anche visto che ad oggi c’è Thompson.
    Anthony non saprei…se abbassa le penne rimane pur sempre un tiratore scelto.

    In ultima istanza l’opzione di MP ha il suo perchè.

  • michele

    bellissima la prima risposta di James sulla sveltina

  • Michael Philips

    Dai via Love e cerca di prendere Gobert.

  • Michael Philips

    “Davis giustamente non si muove da Nola”

    eppure come sesto uomo dalla panca per i Warriors sarebbe la morte sua.

  • Hanamichi Sakuragi

    cmq visto il tetnativo di green di attentare alle palle di lebron, la susseguente sceneggiata, la squalifica di green, tutto il trash talking.. a me che questi siano amici me pare na stronzata fotonica.. e vorrei ben vedere

  • Hanamichi Sakuragi

    non sono assolutamente d’accordo con te. e penso che se davis avesse voce in capitolo, ammesso che non voglia cousins, chiederebbe un centro difensivo. chiderebbe GOBERT

  • Hanamichi Sakuragi

    davvero david west è un buon pugile? come lo sai?