Summer League 2017: trionfo Lakers…senza Ball!

Nella finale di Summer League a Las Vegas presso il MGM Resorts i Los Angeles Lakers hanno battuto i Portland Trail Blazers aggiudicandosi il titolo trascinati dal rookie Kyle Kuzma, Lonzo Ball non ha giocato ma in compenso è stato nominato MVP del torneo oltre a rubare tutti i riflettori.

SUMMER LEAGUE

Portland Trail Blazers – Los Angeles Lakers 98-110
POR: Layman 21, Stokes 16, Swanigam 25 (12 rimb), Hunter 11, Gutierrez 11
LAL: Thomas 23, Kuzma 30 (10 rimb), Zubac 12, Blue 20, Caruso 15, Wear 10

I Lakers hanno così concluso una Summer League perfetta, 6 vittorie su 6 partite con Kyle Kuzma MVP della finalissima con 30 punti (11/16 dal campo) e 10 rimbalzi ma la vera star anche se ha saltato al finale per un infortunio è stata, come da pronostico, Lonzo Ball sia per le sue prestazioni che per le sue scarpe; l’ex UCLA è stato nominato MVP del torneo viaggiando a 16.3 punti, 9.3 assist (leader della Summer League, ndr), 7.7 rimbalzi e 2.5 recuperi con tanto di 2 Triple-Doppie registrate.

A parte la prima partita dove escluso il primo assist per Brandon Ingram è stato tragico, Lonzo ha alzato il suo livello di gioco regalando anche molte giocate da Top 5 Highlights, un Lonzo Ball che oltre aver convinto in campo ha anche aperto una battaglia dei brand! Nelle prime due partite Ball ah calzato le sue scarpe, le ZO2, viaggiando a 8 punti, 8 assist e 7.5 rimbalzi poi nelle successiva 4 partite ha calzato le Adidas di James Harden, le Nike di Kobe Bryant, le Under Armour di Steph Curry e infine le Jordan di Russell Westbrook. Essendo lui Free-Agent sotto l’aspetto del brand può calzare qualunque scarpa voglia e LaVar si frega le mani aspettando la giusta offerta anche perché la Big Baller Brand non può affrontare un’intera stagione.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B