Thomas rompe gli indugi: “Sto bene e tornerò!”

È stata una settimana molto particolare tra i Boston Celtics e i Cleveland Cavaliers in merito alla trade che ha coinvolto Kyrie Irving (CLICCA QUI per leggere), il nodo della discordia riguardava Isaiah Thomas (28 anni) e la sua condizione fisica che a momenti faceva saltare il tutto.

Infatti Thomas non è ancora pronto per cominciare la stagione 2017/18 per via dell’operazione all’anca a cui si è sottoposto a fine Playoffs, infortunio tra l’altro verificatosi dopo appena 2 parte delle finali di Conference; adesso non sappiamo con certezza se davvero i Cavaliers si sono sentiti presi in giro e hanno cercato di bloccare la trade ma, stando ai molteplici rumors dell’ultima settimana, pare che la compagine dell’Ohio avesse contattato i Celtics per una compensazione viste le condizioni fisiche dell’ex Kings.

Si è vociferato che i Cavs avessero chiesto uno tra Jaylen Brown (20 anni) o la prima scelta del Draft 2018 Celtics Jayson Tatum (19 anni), si pensava che Boston cedesse un’altra prima scelta del Draft ma alla fine non è successo niente e Thomas ha rotto il silenzio parlando della sua situazione ad Adrian Wojnarowski di ESPN:

Non sono danneggiato e tornerò! Forse non tornerò presto come molti vorrebbero ma tornerò e sarò lo stesso giocatore che ero prima dell’infortunio, non ho trovato un dottore che non mi abbia detto la stessa cosa. L’operazione non è era la cosa migliore, già a marzo avevo sforzato quando Karl-Anthony Towns mi cadde addosso, ho voluto andare avanti a giocare e alla fine ho aggravato la situazione. Si, sono infortunato ma da maggio ad oggi ho compiuto notevoli progressi.

La trade quindi non verrà abortita e Boston non dovrà dare nulla in più ai Cavs, le due tra l’altro si affronteranno la notte del 17 ottobre nell’Opening Night con Thomas costretto a stare in borghese.

T-SHIRT #3 DI NBA-EVOLTUION DISPONIBILE ORA 👇 SULLO SHOP!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • 8gld

    Sicuramente merita il parquet.

  • In Your Wais

    Tutto ‘sto casino, e poi si sono presi una seconda scelta del 2020?

  • Michael Philips

    Alle fine la trade va in porto.
    Cavs perdono per ora Irving, e credo anche Jefferson e Deron
    I nuovi arrivi sono:
    Thomas, Rose, Crowder, Green, Zizic, Calderon, 2018 pick e 2010 pick.

    Ho visto di peggio.
    Ora i cavs sono pieni di “fucking point guards”.

  • michele

    onestamente penso che tutto questo casino sia colpa del polacco ex yahoo ora espn, che ha piazzato la bomba e tutti l’hanno amplificata, scrivendo anche un sacco di minchiate. Era successo anche con Hayward ( che a dire di Woj ci stava ripensando dopo aver scelto boston lol), e per la seconda volta Woj ha fatto la figura del peracottaro. Probabilmente senza questo clamore Boston e Cleveland avrebbero discusso in tutta tranquillità il dettaglio della riabilitazione di Thomas.

  • michele

    calderon sarà il maestro personale di lebron per migliorare dalla lunetta, l’hanno preso per quello eheheheh

  • Matt

    Ad oggi i CAVS perdono il loro 2 violino nonché uno dei primi 10 attaccanti della lega,

    Il “bollitto” ROSE ed il “nano che non potrà mai essere nient’altro che un Role Player in una squadra da titolo” non possono certo sopperire alla partenza di IRVING,

    vedo dei CAVS chiaramente a fine ciclo e con un LEBRON che ormai ha già la testa altrove per la prossima estate.

  • Michael Philips

    naa, non ci è riuscito ray allen, nemmeno irving e korver.
    Tempo perso.

  • michele

    magari te lo ritrovi ai lakers tra un anno eheheheh

  • Michael Philips

    Lebron ai lakers è impossibile.
    Ma davvero credete che questo qui andrà a giocare per un team che ancora oggi ha la più ampia fazione di haters?

  • mad-mel

    Cmq veramente Thomas è trattato molto malamente, sottovalutato eccetera…
    Si continua a lodare Irving, come attaccante mostruoso, uomo franchigia eccetera…e invece Thomas il contrario.
    I numeri e i fatti per ora dicono:
    Irving prima di Lebron ha combinato zero e con Lebron ilmax stagionale ha fatto di media 25 punti.
    Thomas ha portato alle finals di conference Boston e ha viaggiato con 29 punti stagionali ( che non sono pochi).
    Aspettiamo quest’anno che sono molto curioso perchè oggettivamente Irving sta campando di rendita con le finals 2016.

  • michele

    ai tifosi lakers importa soltanto vincere, vedi come ( qualora si possa realizzare il suo approdo in FA a los angeles) inizierebbero ad osannare un james che nel 2018 sarebbe ancora nel suo prime ( per me fino al 2020 sarà ancora tra i top 3 della lega).

  • michele

    Non mi pare che Thomas sia mai stato sottovalutato, dai. Negli ultimi 12 mesi è stato sulla bocca di tutti con le sue prestazioni. I celtics hanno deciso di puntare su Irving perchè ha tre anni in meno e ritengono che, sotto la guida di Stevens*, Kyrie possa diventare un giocatore totale da mvp, non solo un animale da playoff e un closer formidabile. Chi vivrà vedrà, come si suol dire eheheheh

    *Stevens che potrebbe aver avuto un ruolo importante anche nell’esplosione di Thomas.

  • Matt

    Onestamente preferirei magari aspettare un’anno in più e prendere uno giovane che deve entrare ancora nel prime (A.DAVIS) piuttosto che il miglior giocatore della lega ma che la prossima estate andrà per i 34…

  • Matt

    Anche IRVING era impossibile ai CELTICS. …

  • Michael Philips

    Paragone senza senso. Ai celtics non è mai fregato nulla di irving.
    I tifosi dei lakers invece(te incluso)sono 15 anni che sputano merda su lebron, quindi capirai che sarebbe oltre il surreale vedere lebron con la casacca di L.A.

  • Matt

    Che io sputi merda su LEBRON è una tua totale invenzione,basti leggere i miei commenti durante i PO e le finale,

    Per quanto riguarda il resto è molto più surreale quel che dici te,ovvero che LEBRON basi una sua scelta sul fatto che i tifosi LAKERS (a tuo dire)siano i suoi principali haters,
    Come dire che ai tempi della decision a lui avrebbe dovuto importare che lo avrebbe odiato mezza America se lo avesse fatto,

    A me sembra più una tua speranza di non vedere il “tuo” idolo nella squadra che più non sopporti,rispetto al contrario.

  • Michael Philips

    Peggio di un normale hater c’è l’hater che nega di essere tale. Tremendo.
    Lebron andò a Miami, a giocare da un suo amico, non nel team di uno dei suoi più grandi rivali e una tifoseria che lo odia.

  • Matt

    E peggio di un hater che nega di essere tale c’è chi pensa di avere la verità su tutto,senza avere la stessa.

  • Matt

    Poi che LEBRON andò a Miami per giocare con un suo amico è quantomeno esilarante.

  • Michael Philips

    Nel tuo caso ho detto la verità.

  • mad-mel

    Cmq secondo me waj si è preso una mazzetta dai cavs…..ehehhehw
    con il suo enorme potere mediatico ha messo in giro qst notizia in modo che i cavs avessero una pickin più…

  • michele

    chissà eheheheh…in ogni caso il polacco ha il dente avvelenato con Ainge, che non lo ha mai ammesso alla sua corte…anche un anno fa 24 ore prima che Horford firmasse per Boston twitto’ che Al avrebbe rifirmato con Atlanta. La figuraccia poi sull’immaginario dietrofront di Hayward la ricordiamo fresca.

    cmq tornando al discorso di IT, è vero che in questa trade puo’ sembrare che il suo valore sia inferiore a quello reale, ma cio è dovuto anche alla concomitanza di due fattori: lui che va in scadenza e l’incertezza sul suo fisico.

  • mad-mel

    Cmq vorrei sapere da che fonti woj attinto per dire che Thomas sia praticamente un giocatore finito. E dire che Ainge voglia sbarazarsi di lui. E influenzare una trade.
    E’ perseguibile penalmente secondo me ehehe

  • Michael Philips

    Thomas sta bene, thomas sta bene, e ora salta fuori che potrebbe non essere in campo fino alla pausa dell’all-star game.
    E bravo ainge. Ha rifilato il pacco. E la gente si è pure incazzata con i cavs perché avevano da ridire. Alla fine niente da fare. Si beccano thomas infortunato.

  • michele