Thomas rompe gli indugi: “Sto bene e tornerò!”

È stata una settimana molto particolare tra i Boston Celtics e i Cleveland Cavaliers in merito alla trade che ha coinvolto Kyrie Irving (CLICCA QUI per leggere), il nodo della discordia riguardava Isaiah Thomas (28 anni) e la sua condizione fisica che a momenti faceva saltare il tutto.

Infatti Thomas non è ancora pronto per cominciare la stagione 2017/18 per via dell’operazione all’anca a cui si è sottoposto a fine Playoffs, infortunio tra l’altro verificatosi dopo appena 2 parte delle finali di Conference; adesso non sappiamo con certezza se davvero i Cavaliers si sono sentiti presi in giro e hanno cercato di bloccare la trade ma, stando ai molteplici rumors dell’ultima settimana, pare che la compagine dell’Ohio avesse contattato i Celtics per una compensazione viste le condizioni fisiche dell’ex Kings.

Si è vociferato che i Cavs avessero chiesto uno tra Jaylen Brown (20 anni) o la prima scelta del Draft 2018 Celtics Jayson Tatum (19 anni), si pensava che Boston cedesse un’altra prima scelta del Draft ma alla fine non è successo niente e Thomas ha rotto il silenzio parlando della sua situazione ad Adrian Wojnarowski di ESPN:

Non sono danneggiato e tornerò! Forse non tornerò presto come molti vorrebbero ma tornerò e sarò lo stesso giocatore che ero prima dell’infortunio, non ho trovato un dottore che non mi abbia detto la stessa cosa. L’operazione non è era la cosa migliore, già a marzo avevo sforzato quando Karl-Anthony Towns mi cadde addosso, ho voluto andare avanti a giocare e alla fine ho aggravato la situazione. Si, sono infortunato ma da maggio ad oggi ho compiuto notevoli progressi.

La trade quindi non verrà abortita e Boston non dovrà dare nulla in più ai Cavs, le due tra l’altro si affronteranno la notte del 17 ottobre nell’Opening Night con Thomas costretto a stare in borghese.

T-SHIRT #3 DI NBA-EVOLTUION DISPONIBILE ORA 👇 SULLO SHOP!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B