Considerazioni su Eurobasket 2017

Si è concluso ieri EuroBasket 2017 con la bellissima vittoria della Slovenia di Goran Dragic (MVP) contro la Serbia, un torneo che ha visto gli sloveni vincere 9 gare su 9, la Spagna cadere contro i ogni pronostico, noi ancora una volta eliminati ai quarti e una serie di riflessioni che vi propongo qui di seguito.

EUROBASKET 2017

JUST PERFECT
Luka Doncic - Slovenia - Eurobasket - 2017Un Europeo giocato così alla perfezione non lo si vedeva da anni, la Slovenia è stata la migliore, ha espresso un gioco bellissimo mostrando soprattutto una forza mentale che negli anni precedenti era sempre mancata per fare lo step in più. Goran Dragic semplicemente superlativo, non ha sbagliato una partita, in finale solo un problema fisico lo ha tolto dal parquet dopo che en aveva siglati 26 nei primo tempo, un leader perfetto.
Tutti pazzi (Flavione anche un po’ troppo) di Luka Doncic, in stagione regolare aveva fatto brillare gli occhi di tutti con l’uniforme del Real Madrid, ha aspettato gli europei (soprattutto lo spettacolare duello contro al Lettonia, ndr) per consacrare il mito, l’Europa anche se solo per un anno ancora è già sua.
Ma il vero EROE è stato quel Klemen Prepelic che in finale col magico duo fuori e con la Serbia avanti 80-82 ha sparato 7 punti di puro agonismo, giocatore esemplare, ordinato, tutti i fondamentali, palle d’acciaio, una sorta di Marko Popovich (per chi se lo ricorda).

AMAREZZA
Mondiali 2014 c’erano QUELLI LA, Olimpiadi 2016 c’erano QUELLI LA, questi Europei dovevano essere della Serbia come trionfo di un ciclo firmato Sale Dkordjevic ma anche stavolta medaglia d’argento; le assenze di Milos Teodosic ma soprattutto Nikola Jokic hanno pesato molto, non è bastato lo smisurato talento di Bogdan Bogdanovic, i centimetri di Bobanone e la classe infinita dell’ex Olimpia Milan Macvan. La Serbia è crollata sul più bello, sarà stato il destino, saranno sati gli Dei del basket che volevano al Slovenia sul tetto del vecchio continente ma sta di fatto che i Maestri ancora una volta escono a testa bassa…e il problema sta che hanno solo questa manifestazione per vincere.

Kristaps Porzingis - Lettonia - Eurobasket - 2017MANNAGGIA PORZI
Ci credevo, credevo che la Lettonia sarebbe arrivata fino in fondo e credevo che potesse battere la Slovenia in quella che è stata senza dubbio la partita più bella di tutta la manifestazione; i Bertans, Timma e Porzingis hanno regalato momenti di pallacanestro celestiale alternata a pallacanestro da UISP confermando, ahimè, che mancano ancora diversi tasselli per completare il puzzle. Kristaps Porzingis è stato devastante ma troppo pollo, un giocatore così illegale in contesto FIBA, un giocatore del suo talento, della sua importanza non può commettere sempre 4 falli nei primi 3 quarti di partita e infatti questo ha condannato la Lettonia ai QF quando si è fatto uccellare a rimbalzo difensivo da Vidmar sul +3 Slovenia.

Become a Patron!

ADDIO SPAGNA
Dati da tutti (me compreso) come stra-favoriti, i due Gasol totalmente immarcabili, l’ultima di Juan Carlo Navarro, Ricky Rubio e Sergio Rodriguez in cabina di regia…letteralmente divorati dalla fame di vittoria degli sloveni. Tralasciando la guida tecnica, la Spagna non è mai scesa in campo in semifinale contro la Slovenia la quale aveva preparato alla perfezione la partita con un commuovente Vidmar su Pau e Marc. Alle prossime Olimpiadi si lotterà ancora una volta per l’argento, idem ai Mondiali, come la sensazione che il ciclo di questa super Spagna sia finito ad Istanbul.

GIANNIS DOVE ERI?
Siamo tutti d’accordo che se Giannis Antetokounmpo fosse venuto giù giocare avremmo avuto un altro Europeo? La Grecia è stata stoica ad arrivare fino ai QF e lottare fino all’ultimo contro la Russia, però con tre (Sloukas, Calathes, Printezis) costretti a giocare 38′ di media era davvero difficile pensare di andare avanti. Se Porzingis è illegale in contesti FIBA il “Greak Freak” cosa sarebbe stato? Il più grande rammarico di questo EuroBasket 2017.

E NOI SUKIAMO
Andata così, se avete tempo e voglia troverete nella sezione video della nostra pagina Facebook le considerazioni post-Serbia mie e del Doc.Abbati sull’avventura degli azzurri, su questo ciclo amaro con gran potenziale ma con sempre un ostacolo di mezzo e sulla situazione del nostro basket. Belinelli, Datome e Ettore lasciano e la domanda è come cantava Grignani “Che ne sarà di noi?

T-SHIRT #4 DI NBA-EVOLUTION DISPONIBILE ORA 👇 SULLO SHOP!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B