Wade-Bulls c’è il Buyout, Cavs favoriti?

È fatta! Nella notte Dwyane Wade (35 anni) e i Chicago Bulls hanno raggiunto il buyout, l’ex Miami Heat adesso è Free-Agent ed è già battaglia per firmarlo tra opzioni romantiche ed intriganti, tutte con lo tesso minimo come denominatore: contender!

Ad inizio Free-Agency Wade aveva accettato la sua “Player Option” da $28 milioni con la franchigia dell’Illinois, vista poi la situazione creatasi nei Bulls con l’improvviso addio di Jimmy Butler (28 anni) e la conseguenza perdita di competitività, il veterano ha deciso che era il momento di salutare la sua città nativa; Wade ha rinunciato a $8 milioni (dei suoi 28) per raggiungere il buyout con Chicago, solo parole al miele verso la città e anche verso la dirigenza che, malgrado la cessione di Jimmy, dice di non avere lamentele ma solo ringraziamenti per come è stato trattato

Become a Patron!

E adesso?
Le contendenti sono già alla sua porta, l’opzione più romantica è quella di rivederlo con l’uniforme dei Miami Heat con Pat Riley stra-disposto a riabbracciarlo dopo l’incomprensione della passata estate, i San Antonio Spurs sempre vigili, i nuovi Oklahoma City Thunder ma soprattutto attenzione all’amico del cuore!
LeBron James (33 anni) e D-Wade hanno passato l’estate ad allenarsi insieme e lo stesso “King” si è detto molto ottimista sul ri-giocare col suo amico nella prossima stagione.

E secondo voi, dove D-Wade poterà il suo talento adesso che è Free-Agent? VOTATE

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    Spero torni a Miami.

    La parentesi con i Bulls è stata inutile. Wade ha “sporcato” la sua legacy per il nulla cosmico.
    Non mi sorprenderei di vederlo ai Thunder.

  • In Your Weis

    Sinceramente, a 35 anni mi aspetto che scelga di giocare per il titolo, quindi romanticismo a parte, non ha senso tornare agli Heat

    I Cavs si sono visti passare sotto il naso praticamente tutti i potenziali obiettivi di mercato, spero ci riescano con Wade. Ci fosse ancora Irving o se Thomas fosse in salute, Flash sarebbe superfluo, ma con la situazione attuale, minuti e tiri ne trova

    Rimpiango solo che Melo sia finito ad OKC, ve li immaginavate Le Bron+Melo+Rose+Love+Wade? Sarebbe stata la risposta cestistica agli Expendables di Stallone

  • sconocchini

    così passo un attimo a fare una domanda, giusto perché non ho niente da fare e sapendo che magari mi cancellano anche il commento. ma il cretino che diceva che negli Stati Uniti il razzismo non esiste è ancora qui a scrivere articoli? Così, tanto per sapere. Data la sua profonda conoscenza della cultura americana sarebbe interessante cosa ha da dire dopo l’estate di Charlottesville, dei suprematisti bianchi e degli ultimi discorsi di Trump. ciao a tutti.

  • mad-mel

    Eh perchè sei un romanticone…se non erro quel nulla cosmico è stato quella manciata in più di milioni di dollari che offrivano i Bulls rispetto Riley.

  • Michael Philips

    “romanticone” diciamo che non lo vedo bene ai cavs… meglio in versione figliol prodigo

  • mad-mel

    Trump ha fatto benissimo mandare a fanculo Curry e quei 4 cazzari milionari ipocriti dell nfl.

  • mad-mel

    Bah per me poco cambia. Wade è bollito da tempo. Sposta veramente poco. Non so qnt possa essere utile ai cavs.

  • lorenzo tonelli

    Ho adorato wade ma oramai è bollito, sposterebbe poco o niente…che vada a finire la carriera a miami invece di inseguire altri anelli che in ogni caso solo a gst potrebbe vincere..

  • 8gld

    Wade a Miami?
    Meglio Cavs-Okc.

  • Hanamichi Sakuragi

    mah secondo me dalla panchina sarebbe tanta roba in qualsiasi contender

  • Barone birra

    Secondo me ha rotto con Chicago solo ed unicamente per andare da lebron. Sono da sempre un suo fan ma questi ultimi 2 anni me lo hanno fatto scadere non poco. Era meglio finire la carriera a miami dove ha creato la sua fama.

  • Barone birra

    E del signor lebron che ha chiamato straccione il presidente ne vogliamo parlare . vedo un’ipocrisia enorme da parte di certo giocatori che dopo aver fatto la campagna elettorale pro hillary fanno finta di parlare obiettivamente riguardo trump mentre lo odiano e lo schiferebbero anche se eliminasse la fame nel mondo. Lo accusano di usare

  • Barone birra

    Lo sport per dividere mentre è proprio quello che stanno facendo loro;usano lo sport e le tradizioni sportive per dividere l’opinione pubblica e attaccare trump che gli xstanco sulle palle

  • michele

    secondo Woj Wade è a un passo dalla firma coi Cavs, che sorpresa! Cleveland nei prossimi playoff avrà un backcourt costituito da Thomas, Rose, Wade, JR Smith, Korver. Direi che il tanto bistrattato GM ha lavorato bene, alla faccia di certi apocalittici proclami che parlavano di disastro e di inevitabile dipartita di James. E considerando il resto del roster (“riserve” come Crowder e Zizic), almeno non ci sarà il solito canovaccio dei tifosi di Cleveland che si lamentano e chiedono rinforzi durante la stagione eheheheh

  • michele

    io Invece sono dalla parte di James, che ha la pelle per esporsi ( a differenza di quel paraculo di Jordan).

  • Barone birra

    Lebron è un fan sfegatato della clinton e dei democratici e poi fa figo essere anti trump si guadagna popolarità e visibilità. Ammiro molto di più ali o i velocisti del 68 che si sono fottuti la carriera o quasi per le loro idee. Che ci vuole a fare i fighi con trump

  • Barone birra

    Si ma a gennaio c’e sempre tempo per lamentarsi e chiedere rinforzi ehhhh ehhhh .e anche quest’anno il buon lebron gioca insieme a 3 barra 4 all star come fa da circa 7 anni. Ma lui non ha mai giocato in un superteam

  • michele

    nessuno infatti paragona James ad Ali. Ma che i neri non abbiano in simpatia un presidente che ha delle cambiali elettorali molto pesanti con gente tipo KKK, suprematisti bianchi e merda simile a me pare abbastanza comprensibile.

  • mad-mel

    Si è esposto a cosa? Qst sono persone che schifano lo stato dove vivono spacciandolo per razzista xenofobo ecc…stato che in realtà invece gli permette di fare la vita da sogni e guadagni milionari.
    Consiglieri partendo da Curry di andare informarsi da dove arrivano i suoi 40 mln annui di guadagni e si accorgerà che lui stesso sfrutta il suo popolo e porcate varie.
    Trump ha creato nessuna divisione. La forbice sociale l ha creata e amplificata il signor Obama, anzi Osama. Ma guai a dirlo perchè è democratico e nero. Trump l ha solo sfruttata.

    Cmq il riassunto di sta storia si riassume in due foto: quella del miliardario jerry jones che si inchina con i giocatori (pagliacciata) e quella di Alejandro Villanueva (serietà)

  • michele

    “Obama, anzi Osama.”

    scusa, ma qui ho smesso di leggere. passo e chiudo.

  • Hanamichi Sakuragi

    veramente i commenti pro trump mi lasciano veramente basito. sto con michele tutta la vita

  • onic

    scusa ma chi sarebbero i 4 all star??
    io conto LBJ + Thomas + Love poi il resto sono ex e anche molto ex all star

  • Barone birra

    E non bastano neldeserto dell’est.?a parte che wade è un all star da sempre e anche jr ad est potrebbe essere convocato.

  • Barone birra

    E poi se noti bene h9 scritto 3 barra 4

  • In Your Weis

    Scusa ma i commenti pro-Trump dove li vedi? Si sta parlando dell’ipocrisia di molti personaggi famosi Stelle e Strisce, si possono schifare sia loro che Trump Allo stesso tempo

  • onic

    Infatti ma io al massimo lo vedo giocare insieme ad altri 2 all star…

  • Barone birra

    Amen ed è proprio quello che faccio io

  • Barone birra

    Il fatto caro onic è che lebron ha ancora la squadra per dominare ad est è purtroppo per lui per non vincere più di due partite coi warriors;l’arrivo di d wade non cambia le carte in tavola

  • Hanamichi Sakuragi

    perdonami se ti rispondo con una domanda… ma in cosa lebron sarebbe ipocrita? guadagna tanti soldi, è vero, e quindi. questo lo esenta dall’avere delle idea antirazziste ed antintransigenti rispetto quelle di trump?
    magari è un clintoniano per mancanza di alternative, o perchè ci crede non lo so.
    ma io veramente non capisco dove sia l’ipocrisa. se uno in testa qualche idea e qualche ideale ce l’ha, deve solo valutare se è il caso di esporle pubblicamente, non essendo questo il suo ruolo, oppure tenersele per se. tendenzialmente io sono per la seconda ipotesi ma non mi sogno certo di criticare chi si impegna nella prima. oltretutto mi pare che sia james che curry, per convinzione o per tornaconto, siano anche impegnati nel sociale.
    il boss che ha fatto campagna pro obama è ipocrita? qual’è la differenza tra lui e curry?
    veramente non capisco

  • sconocchini

    no, veramente io parlavo di chi, per fare un po’ il figo da quattro soldi, ha scritto che negli Stati Uniti il problema del razzismo non esiste. poi si può essere d’accordo o meno con le prese di posizione (se qualcuno avesse il buon cuore di ascoltare per intero le parole di James forse avrebbe meno argomenti per sparare cazzate, ma tant’è), ma io ho smesso di venire su questo sito perché onestamente mi secca far guadagnare uno tanto stupido da negare un problema evidente. tutto qui. vedo comunque che il livello mentale è ancora peggio di quello che pensavo. saluti.

  • michele

    la cosa positiva è che in your weis, barone birra e mad mel passano tutto il tempo a dirsi peste e corna a vicenda: almeno su Trump trovano n punto d’intesa eheheehh

  • sconocchini

    già, positiva…

  • michele

    sei uno degli utenti migliori hugo, resta tra noi!

  • sconocchini

    poi il discorso di bassa lega “ah ma lui guadagna milioni” e al livello dei bifolchi dell’alabama. proprio perché guadagna milioni non avrebbe motivo di lamentarsi, invece alcuni atleti si espongono per difendere i membri della loro comunità meno fortunati di loro. certo, poi se pensate che queste parole le dicano per farsi belli allora non avete idea di cosa siano gli Stati Uniti. qui chiunque critichi trump viene trattato da eroe. lì le cose sono leggermente diverse…

  • sconocchini

    ho spiegato michele, non è una questione di disaccordo o polemica. è una questione un po’ più importante per me. mi farebbe anche piacere stare qui a discutere con chi ha idee che considero pericolose (mi piace parlare di basket, figuriamoci di questo) però mi inquieta farlo su una piattaforma che permette a queste persone di guadagnare soldi e accrediti. in campo neutro lo farei volentieri, e sono andato via a malincuore perché qui ci sono persone che stimo e mi piace chiacchierare di basket. ma purtroppo è inevitabile. un abbraccio a tutti, soprattutto a quelli che ogni tanto pensano a chi sta peggio, in generale, e prima di parlare collegano il cervello. ah, per inciso, il problema del razzismo anche qui in ITalia ha raggiunto livelli insostenibili, vedo gente dire alla luce del sole “negri di merda” come se fosse la cosa più normale del mondo e devo dire che mi fa vergognare. uscire da un blog è un gesto da niente, spero di trovare un modo per fare qualcosa di utile. spero che tutte le persone sensate ci provino. saluti.

  • Barone birra

    Difendere politicamente trump sarebbe come difendere la bravura di attore di Alberto tomba in Alex l’Ariete quindi non lo faccio ma torno a ripetere che mi da fastidio il doppio pesismo.e poi non dico mai peste e corna di mad mel ehhh ehhh

  • Hanamichi Sakuragi

    ahahahahaahah

  • onic

    Concordo pienamente…

  • low profile

    E no l’ipocrisia c’è eccome scusa.
    Parliamo di atleti che vengono pagati profumatamente dalle multinazionali che sfruttano quando non affamano interi paesi. Quando c’è da incassare dei diritti della povera gente se ne sbattono i maroni tanto bene mi pare.
    Quando c’era da stringere la mano insaguinata dai droni killer di Obama ci andavano alla casa bianca. Quando c’era da stringere quella delle armi di distruzione di massa mai trovate di Bush jr idem. Quando c’era da stringere quella delle bombe all’uranio impoverito di Clinton uguale. E potrei andare a ritroso all’infinito. Se si hanno a cuore i problemi della povera gente questi personaggi dovrebbero vergognarsi a uscire di casa come chiunque altro (e ovviamente ci metto me stesso e tutti noi fortunati) e evitare ogni tipo di endorsement verso chiunque. Farlo selettivo non vale, anche se in questo caso parliamo di un personaggio sgradevole.

    Poi nessuno nega che in tutti i paesi ci sia il razzismo. Il razzismo purtroppo è insito nell’uomo ma esistono paesi dove cmq si riesce a mantenere un minino di diritti per tutti e gli stati uniti sono uno di essi altrimenti non avremmo dei neri ricchi sfondati. Anche se come dicevo sopra la negli usa per farlo lo fanno a discapito del resto del mondo.

    Ma non so te, io se dovessi scegliere tra essere un nero in america e un palestinese in palestina dico nero tutta la vita. Li c’è una cazzo di happartied me nessuno se ne fotte una minchia,. Ecco questa è una forma di razzismo molto peggiore.

    Poi Trump è un impresentabile, ma se proprio vogliamo criticarlo in maniera costruttiva, in una maniera che lo capisca anche il red neck medio che lo appoggia io gli chiederei dove sta il rilancio del manufatturiero che tanto aveva sbandierato. Dove sta il pensare meno all’espansionismo negli altri stati a favore della crescita interna. E te lo dico io dove sta, da nessuna parte perchè lui come chi l’ha preceduto deve seguire un agenda.
    Queste polemiche che fate ora servono solo a mascherare il solito operato di tutti i governi americani. E le differenze di classe (perchè di questo si dovrebbe parlare non di razza visto che i ricchi in america non hanno colore, nba stars docet) rimarranno sempre li a fare da fardello a una società che potrebbe essere molto migliore.

    Ma continuate pure a essere vittime della propaganda.

    Scusate per il pippone

  • sconocchini

    “nessuno se ne fotte una minchia”. parla per te. è la stessa logica utilizzata dal genio a cui mi riferisco. certo che i palestinesi se la passano peggio, ma questo in che modo assurdo serve a dimostrare che è ipocrita denunciare il razzismo in america?

  • sconocchini

    dici che il problema vero è la differenza di classe. no, la differenza di classe è un problema. il razzismo pure. dobbiamo fare a gara a misurare i problemi? se io dico “il fatto che in russia torturano gli omosessuali è uno scandalo” devi arrivare tu a dire “non importa, in africa muoiono un sacco di bambini che muoiono di fame?”

    ho letto da qualche parte, e condivido, che tutte le critiche rivolte agli atleti di colore nascondono un pensiero molto pericolo, che, se mi permetti, hai espresso anche tu low profile. sostanzialmente quello che dici, con giri di parole, è “i negri non devono lamentarsi, hanno smesso di linciarli, hanno smesso di segrefarli e se proprio sono bravi possono avere buone possibilità di diventare ricchi, quindi non esiste un problema.”

    ecco, il problema esiste eccome fino a quando bianchi neri e gialli non avranno le stesse identiche opportunità in ogni paese del mondo. certo, ci sono anche altri problemi (a prescindere dalla gravità), ma questo non sisgnifica che non esiste anche questo problema.

    e se io sono un negro milionario che si espone pubblicamente in difesa dei negri non milionari e magari ammazzati dalla polizia, me lo spieghi che cazzo di senso ha venirmi a rompere le palle rinfacciandomi i miei soldi o dandomi dell’ipocrita perché ci sono altri problemi più gravi. davvero, non vi capisco. tu e IYW mi sembravate persone sensate, ora mi rendo conto che vi piace fare i provocatori, sentirvi cinicamente al di sopra del buonismo e via dicendo. boh, mi spiace. ora basta, nessun altro click regalato.

  • low profile

    Guarda che io non ho niente contro al buonismo, anzi. E mi piacerebbe molto che il politically correct fosse la regola. Però separo la forma dai contenuti. E se proprio devo sceglierne uno sarò sempre per la sostanza.

    Anche io vorrei un mondo dove tutti, ma proprio tutti, avessero gli stessi diritti a prescindere da colore della pelle, status sociale, orientamento sessuale, religioso ecc ecc. Per me un individuo è un individuo a prescindere dalle caratteristiche sopra elencate.
    E non è vero che penso che “il negro arricchito deve stare zitto pèrchè vive bene” Ma quando mai ho detto questo?

    Il mio punto è un altro

    Se firmi un contratto da un miliardo di dollari con la nike sei un ipocrita se difendi i diritti delle minoranze. Potrai avare tutte le buone intenzioni del mondo ma quei soldi li guadagni proprio a discapito di milioni di persone i cui diritti vengono calpestati da chi ti paga, che se non potesse calpestare appunto certe masse di disgraziati poi non potrebbe pagarti così.
    Questo è il mondo e non biasimo chi eleva la sua posizione per queste cose, io stesso nel mio piccolo mangio facendo arricchire chi poi a sua volta affamerà la parte di mondo sfigata. Però non accetto che chi fa girare la giostra poi si lamenti del verso iniquo con cui gira. Si chiama ipocrisia.

    Poi se non fosse chiaro il concetto, si esistono problemi più gravi, perchè tu lo puoi vedere da un lato razzista e me ne dispiaccio ma se la società in cui codesti paladini dell’uguaglianza prosperano per me vuol dire che infondo infondo pur partendo dalle retrovie con i giusti talenti tanta discriminazione non c’è. Nel mondo ci sono posti in cui anche con tutto il talento dell’universo si è destinati alla miseria. Scusa ma devo andare per gradi, tutto insieme non riesco e se da qualche parte devo partire preferisco partire da li. Anche se come te vorrei vedere più uguaglianza nei paesi più ricchi come gli USA.

    E comunque non è difendendo chi si sa difendere bene da solo che si combatte il razzismo. Chiamami cinico. Ma preferisco avere pietà di chi è più debole di me