NFL Tuesday 19: Recap della Week #6!

La NFL perde la sua stella più splendente, gli Steelers risorgono a Kansas City, i Dolphins sbancano il Mercedes-Benz Stadium e i pochi Giants rimasti fanno il colpo a Denver. Ma andiamo con ordine…

NFL WEEK #6

NFl - Week #6 - Risultati - 2017Aaron Rodgers controlla per un’ultima volta la difesa avversaria, chiama lo snap e, dopo un’occhiata ai suoi ricevitori decide di prendere tempo spostandosi sulla sua destra per uno dei suoi celebri lanci in corsa. Il #12 lascia partire l’ovale ma, dopo un secondo, arriva il pesante placcaggio del LB dei Vikings Anthony Barr. La hit sembra una delle tante che ricevono i QB in NFL, ma Rodgers cade male sulla sua spalla. Un brivido corre lungo la schiena di ogni “testa di formaggio” (i tifosi dei Green Bay Packers) e la diagnosi è ferale. Frattura della clavicola e possibile stagione finita. Con una sola giocata cambia l’intero panorama non solo della NFC North (ieri vittoria dei Vikings sugli stessi Packers e roccambolesca sconfitta dei Lions a New Orleans) ma del resto dell’intera Conference che si vede privata del più formidabile degli avversari.

Chiusa la parentesi dedicata a Green Bay viriamo sulla Division delle sorprese. In AFC West cade l’imbattibilità dei Chiefs: dopo l’imbarazzante ripassata subita dai Jaguars e le polemiche su Ben “mi ritiro non mi ritiro” Roethlisberger, gli Steelers fan vedere perchè van giustamente considerati fra i favoriti in AFC e sbancano il difficilissimo Arrowhead Stadium di Kansas City. Bell è inarrestabile con le sue corse e Antonio Brown è imprendibile per le secondarie dei Chiefs, suo l’incredibileTD (🎥) che chiude le ostilità.

Coach Tomlin può sorridere per la rinnovata verve delle sue stelle. Le altre protagoniste divisionali, Raiders e Broncos cedono a sorpresa a Chargers e Giants. In particolare i Broncos sorprendono in negativo contro una squadra, i Giants, in cui la lista di infortunati era una lunga litania di nomi: la difesa arancione fa, come al solito, il suo lavoro ma è l’attacco di Denver ad incepparsi un’altra volta. E se è vero che con quella difesa nessun sogno è proibito è altresì utopistico pensare di tenere gli avversare sotto i quindici punti a partita. Il coaching staff e il QB Trevor Siemian devono trovare al più presto modo di sbloccare la situazione. Oakland invece crolla in casa contro Los Angeles Chargers: un field goal a tempo scaduto di Nick Novak regala il successo a Philip Rivers & Co e allunga le pesanti ombre sulla stagione dei black&silver che han comunque potuto schierare un acciaccato Derek Carr  (da segnalare il primo errore per il kicker italiano Giorgio Tavecchio).

Deshaun Watson continua il suo impressionante inizio di carriera nei Pro e anche contro i Browns inanella un’altra buona prestazione che vale il successo e il primo posto in AFC South. Il panorama della AFC si chiude con la sofferta vittoria dei Patriots sui sorprendenti New York Jets di questo inizio anno: è una discussa chiamata arbitrale (che invalida un touchdown dei Jets verso la fine della partita) ad aiutare la truppa di coach Bill Belichick a superare l’insidiosa trasferta newyorkese regalando a Tom Brady la vittoria n° 187 staccando il duo Favre-Mannning per vittorie All-Time in Regular-Season per un QB.

Il giusto collegamento fra AFC e NFC ce lo regala il match fra Miami e Atlanta. Un inizio di stagione balbettante con poche prospettive e, successivamente, uno scandalo legato all’Offensive Coordinator beccato a sniffare una non precisata (…) polvere bianca non facevano presagire niente di buono per la franchigia della Florida. E invece un’ottima difesa e qualche giocata in attacco issano i Dolphins ad un positivo 3-2 di record dopo la sorprendente vittoria sul campo dei Falcons. Sotto 17-0 all’intervallo, gli ospiti si svegliano dal torpore, annullano l’attacco dei Falcons e timbrano i venti punti consecutivi con cui ammutoliscono il Mercedes Benz Stadium. Proprio i vice campioni sembrano accusare qualche colpo (ricordiamo la sconfitta interna con i Bills di un paio di settimane fa) e la banda di Matt Ryan è già nella posizione di dover inseguire, a livello divisionale, Carolina.

Proprio i Panthers vedono la loro striscia positiva interrotta contro Philadelphia che sbanca il Bank of America Stadium di Charlotte con una prova d’autore che lancia i biancoverdi in cima alla NFC East fra la sorpresa generale. Il QB Carson Wentz dimostra tutto il suo valore su un campo difficile come quello di Carolina e lancia un segnale importante a tutte le altre contendenti di Conference. Chiusura dedicata a due protagoniste della division West prossime avversarie la prossima settimana: i Los Angeles Rams confermano l’ottimo inizio di Regular Season andando a vincere sul campo degli enigmatici Jaguars mentre gli Arizona Cardinals, forti dell’arrivo del RB Adrian Peterson da New Orleans, fermano i Tampa Bay Buccaneers.

Nel posticipo del lunedì bella vittoria in rimonta dei Titans che superano i Colts grazie anche ad un quarto quarto da ventun punti. Il touchdown da 53 yards di Taylor (ben imbeccato da Marcus Mariota) a pochi minuti dal termine del match consente a Tennessee di piegare la coriacea resistenza di Indianapolis.

PROTAGONISTI

Le’Veon Bell (RB Pittsburgh Steelers) – 32 portate per 179 yards e 1 touchdown e per la difesa dei Chiefs è notte fonda. L’ex Michigan State ci ricorda perchè è il migliore running back in circolazione e sottolinea come lasciare l’ovale nelle sue mani sia sempre un affare per Pittsburgh

Adrian Peterson (RB, Arizona Cardinals) – Appena disfatta la valigia “All Day” decide di mandare un messaggio a Sean Payton e a tutti i New Orleans Saints che lo hanno appena spedito in Arizona dopo un burrascoso rapporto durato poche “giornate”. Peterson accumula 134 yards su 26 portate, segna due touchdown e Arizona si coccola il suo running back festeggiando la vittoria sui Buccaneers

Orleans Darkwa (RB, New York Giants) – La scelta cade sul prodotto di Tulane che con le sue 117 yards su 21 portate aiuta Big Blue ad espugnare il campo dei Denver Broncos in un match che mette in evidenza tutta la grinta e il carattere di Eli Manning & Co che, piegati da una messe incredibile di infortuni, non si piegano al pronostico sfavorevole

MATCH OF THE WEEK

Atlanta Falcons – Miami Dolphins 17-20

Con il solo Sanu fuori per i Falcons, Atlanta si avvicina al match interno con i Miami Dolphins con la chiara convinzione di poter approfittare del passo falso dei Carolina Panthers con i Philadelphia Eagles riguadagnando la vetta della NFC South. I Dolphins possono contare su una delle migliori difese del campionato ma non sembrano avere reali chance di fare la festa ai Falcons a casa loro e la prima metà della partita conferma le impressioni della vigilia.
Touchdown su corsa di Coleman, touchdown su ricezione di Hall, field goal di Bryant ed è un facile 17-0 per Atlanta che, difensivamente, blocca le sterili opzioni offensive dei Dolphins con tanto di intercetto su un balbettante Cutler. Ad inizio terzo quarto ci si aspetta che la partita proceda sugli stessi comodi binari per i Falcons ed invece una brutta sorpresa aspetta gli aficionados della franchigia della Georgia.
Nel terzo e quarto quarto Miami mette punti sul tabellone in tutti i drive che gioca e i venti punti sul tabellone sono il risultato di un’inaspettata rinascita offensiva; d’altra parte Atlanta si inceppa a livello offensivo e cade nelle maglie della valida difesa dei Dolphins. Nonostante questo Matt Ryan ha la possibilità, con il punteggio di 20-17 per gli ospiti, di guidare un ultimo drive per la W dei padroni di casa: a meno di due minuti dalla fine è però la giocata di Rashad Jones che intercetta lo stesso Ryan a chiudere la contesa in favore di Cutler & Co.

 

Next Week

Oakland – Kansas City (TNF)
Buffalo – Tampa Bay
Minnesota – Baltimore
Miami – New York Jets
Los Angeles Rams – Arizona
Indianapolis – Jacksonville
Green Bay – New Orleans
Cleveland – Tennessee
Chicago – Carolina
San Francisco – Dallas
Los Angeles Chargers – Denver
Pittsburgh – Cincinnati
New York Giants – Seattle
New England – Atlanta (SNF)
Philadelphia – Washington (MNF)

Bye
Houston, Detroit

 

 

 

 

Fabio G

Fabio G

Anconetano doc, seguo da anni gli Sport Americani e la NFL in particolare, con un occhio di riguardo per i Detroit Lions. Da poco collaboro con NBA-Evolution come redattore per la sezione NFL.

Nickname: Fabio G

  • TheGlide22

    Disastro Raiders,ogni partita sta diventando un incubo e giovedì arriva K.C. che,a questo punto,potrebbe chiudere il match già all’intervallo.

  • Loco Dice

    La chiamata sul TD dei Jets mi ha lasciato diciamo perplesso…

    Winston, Mariota, Carr. Secondo voi il terzo è tanto superiore ai primi 2??

  • Chiama ta al limite ma giusta, Butler provoca il fumle e il TE dei Jets NON ha possesso pieno quando colpisce il paletto, per regolamento è fumble e touchback.

    https://uploads.disquscdn.com/images/3eb90e932067f3ced1f07dd17ace7e5a8bd016ce3f68b13868fb6d1bf4552460.jpg