Wiggins beffa i Thunder, Pelicans primo hurrà

Domenica super con Minnesota che sbanca sulla sirena OKC grazie ad un grande Andrew Wiggins, Russell trascina i Nets contro Atlanta e Davis-Cousins batte in volata i Lakers di Kyle Kuzma.

Become a Patron!

REGULAR SEASON

Brooklyn Nets – Atlanta Hawks 116-104
BKN: Carroll 17, Russell 14 (10 ass), LeVert 16, Crabbe 20, Booker 14
ATL: Bazemore 16, Schroder 17, Belinelli 19, Collins 14 (13 rimb)

Italian Job: Belinelli 19 pt (2/6, 3/7, 6/6), 2 rimb, 3 ass, 1 persa in 30’

A Brooklyn va in scena il primo NBA Sundays dell’anno con i Nets che battono gli Hawks con D’Angelo Russell (14+10 assist) protagonista nel finale ; Brooklyn prende il comando nel 3° quarto ed entra nell’ultima frazione con un vantaggio di 14 punti, gli Hawks però non mollano e rimontano fino al 99-99 a 5’19” dalla fine grazie ad una bomba di Marco Belinelli.
I Nets reagiscono e lo fanno bene con un break di 8-0 per il +8 (107-99) a 2’47”.
Atlanta prova a stare in scia ma c’è D’Angelo Russel, 5 punti consecutivi con tripla del +10 (112-102) a 103” dalla sirena finale.
Atlanta che oltre al match ha perso Dennis Schroder per una brutta distorsione alla caviglia sinistra.

Oklahoma City Thunder – Minnesota Timberwolves 112-113
OKC: George 14, Anthony 23, Adama 17 (13 rimb), Westbrook 31 (10 ass), Grant 12, Felton 12
MIN: Wiggins 27, Gibson 11 (10 rimb), Towns 27 (12 rimb), Butler 15, Teague 19

Gran partita alla Chesapeake Arena di Oklahoma City dove all’ultimo secondo Andrew Wiggins castiga i Thunder infrangendo i sogni di gloria di Melo; dopo esser stati anche sul +14 i T-Wolves si trovano 110-110 a 29” dalla conclusione dopo la bomba del solito indomabile Westbrook! Gli ospiti vanno da Towns e lui non tradisce con un bellissimo floater per il vantaggio Minnie (110-112) ma sul cronometro ci sono ancora 9” da giocare.
Palla a Carmelo Anthony…ed è TRIPLA del sorpasso Thunder a 5” sembra fatta per OKC ma Andrew Wiggins, sulla sirena di tabella, beffa i padroni di casa registrando il primo Buzzer-Beater della stagione per la vittoria Minnesota!

Los Angeles Lakers – New Orleans Pelicans 112-119
LAL: Caldwell-Pope 20, Ball 8 (13 ass), Randle 11, Kuzma 20, Clarkson 24
NOP: Davis 27 (17 rimb), Cousisn 22 (11 rimb), Moore 19, Holiday 14, Clark 14

Non c’é partita a Los Angeles, i Pelicans conquistano la prima vittoria battendo dei Lakers mai domi, solita grande partita per Anthony Davis (27-17) e DeMarcus Cousin da quasi Tripla-Doppia (22+11+8); neanche 15’ di partita e gli ospiti toccano già il +20 (26-46), i giallo-viola provano a darsi una sveglia andando al riposo lungo sul -13 (55-68) con i Pelicans rei di aver tirato col 65% dal campo e 26 punti (15 e 11) dal duo Davis-Cousins.
I Lakers nella ripresa tornano in vita grazie alle fiammat del rookie Kuzma e a 4’6” dalla conclusione sono sul +4 (110-106), i Pelicans però reagiranno e lo faranno con unn break di 11-0 chiuson con un bomba di Nelson a 86” per il +7 (110-117).

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • In Your Weis

    OKC è un cantiere aperto, ho visto solo gli highlights, sia in attacco che in difesa c’è ancora molto da fare. Poi in attacco con quei 3 qualcosa viene fuori, ma se non difendi strada non ne fai. Comunque senza la magia di Wiggins l’avrebbero portata a casa

    Non biasimo i team che cercano di accumulare stelle e talento per battere i Warriors, ovviamente, ma dietro le bombe di Curry/Thompson, o i canestri di KD, ci sono due cose a cui mi sembra non venga dato sufficiente risalto, ovvero l’efficienza difensiva, tra le migliori della Lega (ad Ovest, tolti gli Spurs, le principali avversarie fanno ridere sotto questo punto di vista, OKC e Rockets in primis), e la circolazione di palla

    Ora, se io sono qui a scrivere puttanate aggratis mentre altri vengono pagati milioni di dollari ci sarà un motivo, resta il fatto che faccio fatica a capire come squadre dotate di passatori eccellenti come i Cavs, i Rockets, ed in misura minore i Thunders, non riescano ad avere con continuità un gioco fatto di almeno 5-6 passaggi ad azione, di tagli, di blocchi per liberare il tiratore, e via discorrendo

    Poi ovviamente, se alcune soluzioni falliscono, si va in isolamento, lo fanno anche nella Baia, ovvio se hai KD e Curry te lo puoi permettere. Guardate gli highlights di OKC stanotte, e ditemi quanti punti sono arrivati con Melo o Russell in isolamento, e quanto dopo aver mosso la palla

    Felice per i TWolves, che al contrario mi sembrano una squadra molto quadrata, e per i Pelicans, che tolti i due sotto canestro hanno il peggior roster della Lega

  • lilin

    In realtà anche Minnie è di fatto un cantiere aperto… Il fatto di ripartire da. Un nucleo. Più solido forse aiuta… Anche qui si può fare molto meglio in entrambe le. Metà campo…
    Mi sembra giusto notare la crescita costante di Wiggins che è diventato un giocatore vero

  • misterwolf

    secondo me okc rispetto alle altre corazzate che sfidano i warriors e quella che ha piu possibilita di crescere in difesa ma dovranno cementarsi come squadra da li ne nascera anche un attacco migliore
    contento per minnesota finalmente si vede qualcosa spero di vederli nei p.o.

  • Barone birra

    Se okc è una di quelle squadre che dovrebbe impensierire i dubs stiamo apposto. Per adesso è un ‘accozzaglia di talenti messi a caso. Lonzo e i lakers ritornano sulla Terra già contro i pelicans mentre l’altra partita non merita neanche si essere commentata.

  • Barone birra

    Solo george è un difensore di rilievo se aspettiamo che russ e soprattutto melo comincino a difendere stiamo freschi .mi piace molto più houston in prospettiva come dubs stopper anche se il sogno sarebbe vedere un kawhi al.massimo della forma vendicarsi di zaza

  • Barone birra

    Ahhhhh Ahhhhh ralph lo vedrei col suo qi da genio vicino a russ e melo

  • Barone birra

    Grande fmb. Lo sai che il mio nickname è in onore dei simpson che adoro.

  • misterwolf

    io credo che adams ,george e roberson potrebbero fare molto di piu in un organizzazione di gioco migliore al di la del loro sbattersi in difesa…

    con d’antoni e le sue squadre ho perso qualsiasi tipo di speranza saranno sempre squadre da Regular season…

  • Barone birra

    Purtroppo è vero non ci restano che gli spurs. Come al solito

  • misterwolf

    anche per gli spurs come talento li vedo difficilmente capaci di vincerne 4 con i warriors
    mentre i thunder sulla carta trovando un organizzazione degna potrebbero anche inpensierirli …,almeno lo spero

  • Barone birra

    Caro misterwolf il tuo avatar risolve problemi ma penso che difficilmente qualcuno ci risolverà il problema di rivedere di nuovo cavs warriors in finale. Le tue considerazioni non fanno una piega

  • Michael Philips

    Per me possono svoltare solo se Westbrook rimane una macchia da punti, se Melo evita le iso e tira ogni cosa gli arriva in catch&shot e sopratutto se PG-13 gioca come difensore, alla draymond, perché per ora sembra soltanto un doppione di Melo. Dato che Melo sa solo segnare e George sa anche difendere, va da se che allora deve essere George a farsi il mazzo in difesa. Perché nei warriors non è che green fa il doppione di klay o durant.

  • Deduco che Rex Banner non ti ha ancora trovato!

    P.S
    Se passi sui nostri Social alle 19 c’è un altro omaggio ai Simpson

  • low profile

    Non sono propriamente d’accordo Mick.

    Gli Waariors insegnano che puoi mettere in campo tutto il talento individuale del mondo ma non puoi prescindere da:

    – Muovere palla e uomini in attacco
    – Sbattersi tutti nessuno escluso in difesa.

    Sorvolo sulla parte dell’attacco ma Klay si sporca le mani come Green, KD ormai piazza partite da 5 stoppate e nessuno si stupisce e anche Curry, quello più facilmente battibile mette almeno il corpo, non sempre con risultato ma almeno quando conta l’effort c’è.

    Okc può preparare una stagione capace di impensierirli ma se cominciano con difendi tu perchè ti viene meglio e/o tira tu perchè sei più bravo non andranno lontano.

    Hanno molto talento individuale, devono giocare insieme però

  • michele

    che poi e’ lo stesso che mi sembra stia capitando nei Wolves, in cui le gerarchie sono chiare. Butler era la prima opzione offensiva ai Bulls, mentre a Minnie, catechizzato dal suo vecchio mentore con una pancia sempre piu’ enciclopedica, sta facendo un passo indietro rispetto a KAT e Wiggie, ed e’anche logico che sia cosi’ visto che é il migliore in difesa dei big.

  • Barone birra

    No anche perché lo hanno lanciato con la catapulta chissà dove ehhhh ehhhh

  • Michael Philips

    Il punto è che già che Melo è Melo, George non può mettersi a giocare come lui. George era prima di tutto uno stopper, poi si è montato la testa e ha smesso di difendere pensando solo a segnare.

    Ora nei warriors lui potrebbe formare un trio notevole a livello difensivo con roberson e adams, ma sembra più interessato a segnare più di melo e westbrook.

    Nei Wolves vedo già ruoli più sensati, con Butler più impegnato a giocare duro e in difesa. Certo ora aspettiamo che wiggins faccia pure lui il suo in difesa, ma già KAT è duro da superare sotto il ferro.

    La differenza è nella testa. Draymond sa esattamente che tipo di giocatore è, e che tipo di responsabilità può prendersi. Idem klay.
    Nei thunder abbiamo 3 tizi che ragionano ancora come fossero i go-to-guy della situazione e giocano con quella impostazione, quindi non mi sorprendo se i risultati tarderanno ad arrivare.
    Quando capiranno che westbrook è ancora uno che deve segnarne un botto, che melo deve finalizzare senza cazzeggiare troppo e che George deve essere il pippen e non un Melo 2.0 allora faranno bene.

  • michele

    beh ovvio che non si gioca a compartimenti stagni e che tutto debba venire amalgamato nel modo piu’ fluido possibile, pero’ poi al redde rationem certe peculiarità emergono (tipo l’anno scorso nei momenti chiave c’era sempre Klay su Irving)

  • misterwolf

    sono d’accordo che i thunder devono trovare l’amalgama nelle due meta campo e ognuno deve fare il suo , ma per spiccate deficenze di alcuni la devo difficile una soluizione che non porti a dei ruoli specifici di george , melo e westbrook

  • lilin

    Io invece non vedo in okc una credibile avversaria per Golden.. Sotto canestro sono pochissima roba e hanno due giocatori come melo e George che fondamentalmente coprono le stesse zone di campo… Li ho guardati un po’ ieri sera e sono ancora moooolto in costruzione, giocano a turno… Prima George, poi melo e poi Russell…
    I credo che gli unici siano quelli di Houston ma con un 20 % di possibilità… Troppo cazzuti quelli della baia

  • low profile

    “Nei thunder abbiamo 3 tizi che ragionano ancora come fossero i go-to-guy della situazione e giocano con quella impostazione, quindi non mi sorprendo se i risultati tarderanno ad arrivare.”

    Rispondo qui ma rispondo anche a Michele e Wolf

    Ovvio che nel gruppo arriveranno le gerarchie e i vari compiti andranno assegnati a chi meglio li sa svolgere. Succede sempre così in ogni squadra.

    Ma il mio punto è quello evidenziato.

    3 go to guy che giocano a turno da go to guy aspettandosi magari che il lavoro sporco sia destinato a qualcun altro non funzionano. Nemmeno se hanno la classe di quei 3.

    Poi ovvio se gioco vs i cavas anche io chiederei un sacrificio a PG perchè ha le caratteristiche migliori per limitare James ma devono giocare di squadra.

    La palla si deve muovere e in difesa tutti devono sbattersi.

    3 prime donne non vincono mai, specialmente se come avversari hanno i dubs che oltre alla fantastiche individualità sanno giocare e molto bene, di squadra

  • misterwolf

    ci sono 82 partite per trovare la soluzione

  • gasp

    Ball bene direi, anche se ha da lavorarci sul tiro è molto avanti come letture e comprensione del gioco

  • michele

    il tiro e’ orribile ma rimbalzi e assist sono già al livello di rondo/kidd/rubio. Sarà molto interessante la sfida tra ball e d’angelo russell, entrambi partiti carichi a mille. Molto contento per i nets che stanno ingranando nonostante la perdita sanguinosa di Lin. Avevo predetto che non avrebbero fatto troppo rimpiangere la scelta di Ainge di dare via la loro pick, spero continuino cosi eheheheheh

  • lilin

    Ahahah beh fosse solo questione di tempo sarebbe tutto più facile…

  • 8gld

    Anche se alla terza partita queste sono W che servono ai Wolves.
    Possono rimaner utili a livello psicologico e dargli quelle giuste sensazioni.
    Questa notte coach TT ha “stretto” le rotazioni.
    Gibson si è già ritagliato il posto da titolare vicino a Kat e Dieng esce dalla panchina.
    Non cambia Kat con Aldrich.
    Gli innesti di Gibson-Butler-Teague-Crawford-Brooks oltre a migliorarli nel quintetto hanno allungato la panchina vero e grande tallone d’achille.
    Adesso lo step che mi piacerebbe da parte loro è quello di portare un pò di Est nell’Ovest dei punteggi sopra i 100.
    Quello di rivedere i Bulls del pre-infortunio Rose nell’Ovest. Quello di lavorare sodo e forte in difesa.
    Hanno coach e atleti per poterlo fare.
    Certo non è semplice prendere e capire le fasi difensive e metterci gambe e sudore sopra…ma potrebbe essere la loro svolta.
    Cmq presto parlare ma bella W.

  • misterwolf

    è una questione di eghi, ma se falliscono pesantemente per le 3 star sara una bella mazzata

  • brazzz

    pensando a okc..se la testa fosse un optional,allora,forse..ma non lo è..melo èuno dei più grandi perdenti della storia,west adora il prioprio ombelico,george..mah..ergo,non vanno da nessuna parte..

  • Loco Dice

    Non pensi sia un po’ presto per “stringere” le rotazioni?
    Sta notte leggo per il quintetto base 39, 39, 39, 35, 33.
    Sappiamo che Coach Thibo da sempre usa rotazioni da 8/9 uomini, ma penso che mai come quest’anno ha una panchina di livello.
    Bjelica, Dieng, e Muhammad meriterebbero più spazio, anche per far rifiatare di più i titolari che ok son giovani, ma da tutelare anche da eventuali infortuni

  • lilin

    Probabilmente la cosa importante per Thibo ora è creare dei meccanismi solidi tra i titolari…vedoli già così direi che l approccio è incoraggiante e possono solo che migliorare… Non mi stupirei nel vederli alla 4 o 5 a ovest

  • 8gld

    Tra i Bulls e il trascorso primo hanno ai Wolves il coach stringe la rotazione ma non sistematicamente, tranne alcune partite o periodo e p.o.
    Bjelica e Muhammad provengono per vari motivi da una trascorsa stagione con minutaggi.
    Mi trovi d’accordo nel far ruotare giocatori per provare, far rifiatare e via discorrendo ma, come giustamente riporta lilin, ha da valutare cinque nuovi acquisti e tre di questi sono titolari. In più’ giocava contro i Thunder.
    Credo, giustamente, che vuole entrare ai p.o. e a Ovest ogni W diviene importante fin dall’inizio sopratutto per degli atleti che si stanno conoscendo adesso.
    Su questo giusto appunto che riporti attenderei una trentina di partite.
    Credo voglia consolidare il quintetto, le rotazioni e lavorare sulla difesa.

  • 8gld

    anno non hanno…sorry

  • illmatic

    ogni volta che leggo “Melo è uno dei più grandi perdenti della storia”…. boh… veramente… ma guardate in che squadre ha giocato. seriamente… perchè seguendo il vostro ragionamente cp3 sarebbe pure peggio. lui almeno qualcuno di buono con cui giocare lo ha avuto… bah