I Thunder fulminano i Bucks, L.A notte magica!

Gli Oklahoma City Thunder ci mettono un tempo per archiviare la pratica Antetokounmpo, Phoenix vince una partita matta a Brooklyn contro i Nets, Indiana facile sui Kings, notte super a Los Angeles per Magic Johnson!

REGULAR-SEASON

Indiana Pacers – Sacramento Kings 101-83
IND: Bogdanovic 17, Young 15, Sabonis 12 (16 rimb), Oladipo 14, Joseph 13
SAC: Randolph 12, Fox 18

Netta vittoria degli Indiana Pacers contro i poveri Kings,Match già finito al riposo lungo con i padroni di casa sul 55-30 con Bojan Bogdanovic autore di 12 dei suoi 17 punti finale, tanto per cambiare Sacramento non rientrerà in partita finendo pure sul -28!

Brooklyn Nets – Phoenix Suns 114-122
BKN: Carroll 13, Hollis-Jefferson 21, LeVert 11, Russell 33, Dinwiddie 15
PHX: Warren 20 (11 rimb), Chandler 2 (13 rimb), Booker 32, James 24, Bender 10, Len 6 (15 rimb), Ulis 11

Al Barclays Center di Brooklyn gran battaglia tra D’Angelo Russell (33 punti) e Devin Booker (32 punti) con i Suns che la scampano nel finale; Booker va all’intervallo con 19 punti a referto con i suoi avanti di 6 (53-59), nel 3° quarto il figlio di Melvin si scatena realizzandone 11 e spingendo i suoi fino al +18 (65-83) ma Brooklyn non solo rimane in partita ma entra negli ultimi 12’ sul +1 (88-87) grazie ad un break di 22-3.
La partita è tirata e punto-a-punto, i Suns però sfruttano meglio gli errori degli avversari e grazie ad un break di 9-0 chiuso con una bomba di Bender scappano sul +8 (108-116) a 2’03” dalla sirena finale.

Milwaukee Bucks – Oklahoma City Thunder 91-110
MIL: Antetokounmpo 28
OKC: George 20, Anthony 17, Adams 14 (11 rimb), Westbrook 12 (10 rimb), Grant 17

Gli Oklahoma City Thunder degli OK3 vanno a fare visita a Giannis Antetokounmpo e lo battono con autorità nei primi 24’, Westbrook quasi da Tripla-Doppia (12+10+9); i Thunder chiudono avanti 23-31 il 1° quarto e nei primi 8’ del 2° limitano a soli 5 punti i Bucks realizzandone 19 per il +22 (28-50), la frazione reciterà 19-29 OKC con 34 punti del trio George-Anthony-Westbrook col 54% dal campo di squadra contro il 38% dei Bucks che non riusciranno a rientrare in partita.

Los Angeles Lakers – Detroit Pistons 113-93
LAL: Ingram 13, Nance Jr. 14 (12 rimb), Caldwell-Pope 12, Ball 13, Kuzma 16, Randle 17, Clarkson 10
DET: Harris 18, Drummond 10 (12 rimb), Jackson 18, Smith 12

Notte super per Magic Johnson, i Dodgers battono gli Astros portando le World Series a Gara7 e i Lakers battono i Pistons mandando ben 7 giocatori in Doppia-Cifra a referto; giallo-viola che girano la partita proprio a d’inizio 2° quarto con un break di 13-2 tutto firmato dalla coppia Randle-Kuzma per il +14 Lakers (38-24), Detroit non riuscirà più a tornare sotto la doppia-cifra di scarto per il resto della partita.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • misterwolf

    sembra che i thunder abbiano abbozzato una difesa dopo 7 partite secondo me sono calunnie …

    per il resto va cosi senza ancora padroni

  • cuni

    Sabonis e Kuzma mi stanno salvando il dunkest

  • Michael Philips

    d’angelo è un uomo in missione: far pentire i lakers di averlo lasciato andare per far spazio e Lonzo. Per ora 22+4+5 per lui di media.

  • Michael Philips

    Kuzma è il Kawhi di questa classe di rookies. Non se lo è cagato nessuno ma pare fatto di pasta superiore. 27sima scelta per lui. Probabilmente con un minutaggio superiore avrebbe già il 20ello in canna.

  • Maledetti, io ho preso Ingram…..

  • Ve lo avevo detto nella mia video-analisi

  • Oggi alle 15 presentiamo la nuova T-Shirt di NBA-Evolution, un indizio…è arancione!

  • cuni

    Per quello che può contare, già dalla preseason si vedeva che aveva/ha potenziale, non ho visto partite intere dei lakers ma a breve faccio il LP e comincio a guardarle. In attacco di sicuro mi pare uno che rende, in difesa ancora non so perchè appunto non ho visto

  • michele

    Kuzma ha 22 anni, ha fatto tre anni di college. E’ molto piu’ nba ready di tanti altri ( per dire ha un anno in piu’ pure di Jaylen Brown e due in piu’ di Ingram che sono stati scelti l’anno prima). Bisognerà vedere quali sono i suoi margini di miglioramento. Per adesso sicuramente lo steal of the draft.

  • michele

    Punti nelle mani ne ha sempre avuti, era prevedibile che in un contesto con meno pressione e con il desiderio di rivalsa si facesse valere. In difesa pero’ è ancora il solito (ricordiamo che fece fare il career high a RUBIO lol).

  • michele

    Fun fact: Irving ha già messo a segno 17 steals in questo inizio stagione.

    In generale i Celtics stanno lavorando bene sulla difesa, ricostruire quasi ex novo un reparto che ha perso i due pilastri Bradley e Crowder non e’ impresa facile. Brown offre un atletismo straripante e sta iniziando a smussare le sue ingenuità, Irving non è una tassa da pagare come Thomas, Baynes non ha i punti nelle mani di Olynik ma protegge meglio il pitturato, Tatum già stoppa che è un piacere con quelle leve. Nelle ultime 5 Boston ha tenuto i suoi avversari sotto i 95 punti ed è stata l’unica squadra a fermare l’uragano Porzingis (sopra i 30 in tutte le altre gare). Chiaramente questo è solo il bilancio di ottobre, ma sono soddisfatto.

  • Michael Philips

    Aver fatto tot anni di college sembra non avere più la stessa importanza. Durante la summer league gli addetti ai lavori non sapevano nemmeno chi diavolo fosse kuzma. McDermott ha fatto 4 anni di college ed era un semi-dio, quindi in teoria NBA ready. Manco per sbaglio.
    Pure Hield dopo l’ultima stagione in NCAA pareva super pronto per il piano superiore, è arrivato a 23 anni e in realtà è pronto quanto un 19enne.
    Kyrie a 18-19 anni era già a livello NBA, dopo 10 gare di NCAA.

  • illmatic

    dopo lo shock hayward la squadra sta reagendo bene. con Baynes da 5 titolare stiamo riuscendo a non andare sotto contro chiunque a rimbalzo, vediamo quando torna morris in 4. Brown sta dimostrando che può essere un gran bel giocatore, se perfeziona le triple dall’angolo la storia si fa interessante, in questo inizio ha tirato delle mattonate senza senso da completamente libero piedi per terra, per il resto poco da dire, il ragazzo c’è e c’è pure Tatum che se Fultz non diventa un dominatore della lega Ainge si prende il GM of the year per i prossimi tre anni.

  • michele

    il draft è una scienza notoriamente inesatta, io infatti come ben sai predico sempre pazienza prima di giudicare un rookie, sia prima di parlare di fenomeni, sia prima di usare il termine bust.

    a proposito, okafor e il tuo pupillo croato saranno rilasciati dai loro team a giugno: per okafor è abbastanza clamoroso, i sixers con tutte le scelte che hanno accumulato possono permettersi questo e altro (già Noel lo hanno praticamente regalato) eheheheh

  • michele

    e c’è pure l’eccezione salariale garantita per l’infortunio di GH, vediamo cosa si inventerà Danny per puntellare il roster ( un tiratore da tre ?)

  • Hanamichi Sakuragi

    Ma il centro titolare di Boston non è big al??

  • michele

    quando gioca Baynes, AH scala nello spot 4. Anche stanotte sono partiti con questo assetto 🙂