NFL 2017 Mid-Season: i punti della situazione

La stagione NFl 2017/18 è arrivata al gito di boa, 8 weeks sono passate e siamo metà stagione quindi  tempo di fare il punto o meglio, i punti della situazione: alcune franchigie sembrano volare alto, altre sono alla ricerca di se stesse e per altre è già tempo di pensare al 2018. Andiamo a rispondere alle otto domande più pressanti di questo inizio Novembre

Become a Patron!

COSA BOLLE IN PENTOLA A PHILLY?
Lo scorso anno più di una voce si alzò critica quando gli Eagles selezionarono un semi-sconosciuto quarterback da North Dakota State, tale Carson Wentz, come pick #2 del draft 2016 (il primo QB scelto da Philly al primo round dai tempi di un certo Donovan McNabb). Un anno dopo c’è chi vorrebbe cambiare il nome allo Stato in Wentz-ylvania. 7-1 di record, un attacco che gira a mille e una difesa che si sta dimostrando più solida del previsto. Con i Cowboys senza Elliott per le prossime sei gare (forse), i Redskins non convincenti e i Giants alla deriva, la NFC East assume sempre di più tonalità biancoverdi. E se dal mercato arriva un buon RB come Jay Ajayi allora gli obiettivi diventano ancora più ambiziosi

ANCORA TU? MA NON DOVEVAMO VEDERCI PIU’?
Giusto il tempo di demolire le difese di 49ers e Redskins con due prestazioni monstre ed Ezekiel Elliott è di nuovo sospeso (notizia di ieri, ndr) e dovrebbe cominciare a scontare la famosa squalifica di sei giornate di cui abbiamo parlato qualche giorno fa (metti il link). Il tutto in attesa dell’ennesimo appello. La vicenda comincia ad avere toni da romanzo di Grisham

ATLANTA, HANGOVER DA SUPERBOWL PERSO?
Un buon inizio e poi tre sconfitte di fila, prima di rivedere la luce al termine di una vera battaglia contro i New York Jets domenica scorsa. Per i Falcons l’inizio di stagione 2017 sta assumendo contorni particolarmente inquietanti e con Saints e Panthers sulla cresta dell’onda, il pericolo di passare un gennaio sul divano di casa è sempre più concreto. E i prossimi impegni (Panthers, Cowboys e Seahawks) non sono proprio quello che il medico prescrive per una veloce guarigione

È TEMPO DI SOGNI A BUFFALO?
La tradizionale sofferenza sportiva dei tifoso medio dei Bills fa tirare il freno a mano agli entusiasmi del caso. Ma coach McDermott, al primo anno da head coach in carriera, ha costruito una macchina solida, poco spettacolare ma estremamente efficace. Dal mercato è arrivato un buon ricevitore come Kelvin Benjamin (in uscita da Carolina) e se LeSean “Shady” McCoy, l’unica vera star della squadra, continua così chissà che….

PANIC TIME IN GREEN BAY?
L’infortunio di Rodgers, le sconfitte contro Vikings e Saints stanno facendo affondare i Packers che, dopo otto anni, rischiano di saltare i playoff (dove, fra l’altro, rientrerebbe il #12). Ed è possibile che, senza risultati positivi nel prossimo mese, Rodgers possa direttamente riposare e recuperare per la stagione 2018. A Brett Hundley (il back up quarterback) il compito di scacciare un simile incubo

WHO SUCKS MORE?
La lotta per il pick #1 del draft 2018 è aperta e Browns e 49ers stanno facendo del loro meglio per conquistare l’ambito premio. Con un record di 0-8 la strada verso la più completa inettitudine è più che spianata. Notizia di ieri, i 49ers si sono assicurati le prestazioni del back up di Tom Brady, Jimmy Garoppolo in una trade con i Patriots e puntano a “cominciare” la prossima stagione con qualche match di “pre-season” già quest’anno

CHI SONO VERAMENTE I JAGUARS?
Nelle quattro vittorie stagionali i Jaguars hanno concesso appena sei (S-E-I) punti di media agli avversari mostrando una difesa ai limiti dell’illegale (chiedere a Ravens e Steelers per ulteriori dettagli). Poi però, nelle partite che inframezzavano le vittorie, sono arrivate tre sconfitte con quasi 30 punti di media sul groppone. Il team di coach Doug Marrone deve quindi capire cosa vuole fare da grande: il calendario, favorevole nelle prossime settimane, potrebbe aiutare la franchigia della Florida

L.A YES OR NO?
I Rams stanno giocando una stagione più che positiva e sono in corsa per un posto playoff trascinati dalla prima scelta assoluta dello scorso Draft Jared Goff, da panchinaro fisso a stella della stagione (19 TD), mentre i Chargers sono sempre l’eterna incompiuta degli ultimi anni. Ma se i primi possono contare su un seguito che, nonostante i buoni risultati, sembra tenere in termini numerici (pur avendo un sensibile calo dallo scorso anno, prima stagione in California), gli spettatori che seguono Rivers & Co sono i classici “quattro gatti” che non riescono a riempire neanche il minuscolo (per i parametri NFL) StubHub Center.  Il record di minor affluenza degli ultimi 25 anni è a portata di mano e il trasferimento da San Diego assume, giorno dopo giorno, i contorni di una catastrofe da questo punto di vista.

Domani con il FOCUS di F.M.B che si intitolerà “Last Chance” dedicato a…lo scoprirete domani sempre alle 19!

T-SHIRT #6 DI NBA-EVOLUTION DISPONIBILE ORA 👇 SULLO SHOP!

Fabio G

Fabio G

Anconetano doc, seguo da anni gli Sport Americani e la NFL in particolare, con un occhio di riguardo per i Detroit Lions. Da poco collaboro con NBA-Evolution come redattore per la sezione NFL.

Nickname: Fabio G