NBA Top 5 contratti untradable 2016/17

L’NBA si ferma per il Thanksgiving Day e ne approfittiamo per andare a vedere una speciale classifica ossia quella dei contratti “untradable”, giocatori blindati da contratti osceni prigionieri della squadra e croce dei GM che non riescono o non potranno liberarsene

Become a Patron!

CONTRATTI UNTRADABLE

1) Luol Deng (Los Angeles Lakers)
Questa è la più grande chimera del duo Buss Jr.-Kupchak, perché se te ne devi andare almeno lo fai con stil e loro ci sono riusciti; 4 anni per $72 milioni ad un giocatore che ormai ha fatto il suo tempo, Magic Johnson disperato perché sia lui che lo sesso Deng vorrebbero il divorzio ma NESSUNO nella Lega, oggi, è disposto ad imbastire una trade per un giocatore di 32 anni che non gioca.

2) Joakim Noah (New York Knicks)
La grande visione della Free-Agency 2016 di Phil Jackson, prendo Derrick Rose e gli affianco il suo bodyguard preferito…un bel contratto da 4 anni per $76 milioni ad un giocatore che in maglia Knicks ha giocato 46 partite la passata stagione (5.0 punti e 8.8 rimbalzi) e 0 in questa in quanto sta scontando una squalifica.

3) Brandon Knight (Phoenix Suns)
Qui molto l’ha fatto la sfortuna, nella Free-Agency 2015/16 i Suns rinnovano Knight per 5 anni a $70 milioni, il giocatore a fiammate dimostrò il suo valore e come ciliegina sulla torta questa stagione l’ha già conclusa facendosi l’ACL in estate durante una partitella al campetto. Sul contratto rimangono ancora (compresa questa annata) circa $30 milioni.

4) Ryan Anderson (Houston Rockets)
Perché Camrleo Anthony non riuscì a realizzare il suo sogno di giocare con Chris Paul e James Harden ai Rockets? Semplice, il GM Daryl Morey non è riuscito in nessuna maniera a sbolognare Ryan Anderson e il suo macigno di contratto! L’ala tiratrice, che comunque sta disputando un’altra buona stagione sotto coach D’Antoni (12.1 punti), ha un bel 4 anni per $80 milioni firmato dallo stesso Morey nella Free-Agency 2016.

5) Ian Mahinimi (Washington Wizards)
Affascinati dalle prestazioni agli Indiana Pacers i Washington Wizards nella scorsa estate firmano Ian Mahinmi con un contratto da 4 anni per $64 milioni, il francese non sta lasciando il segno; quest’anno viaggia a 3.0 punti e 3.6 rimbalzi di media in 12′ di utilizzo e sul contratto rimangono ancora $30 milioni e la carta d’identità dice 31 e dirà 33 anni quando dovrà percepire $15 milioni nella stagione 2019/20.

MENZIONE D’ONORE
Tristan Thompson (CLeveland Cavaliers)
Quando nell’estate del 2015 i Cavs lo rinnovarono per 5 anni ad $82 milioni si gridò allo scandalo, contratto che con i Salary Cap di oggi sarebbe medio alto, Thompson però è entrato prepotentemente della “Kardashian Curse” riuscendo a mettere incinta Khloe (ex di Odom e tanti altri, ndr); quest’anno sta viaggiando al minimo in carriera di minuti (21), punti (4.4) e rimbalzi (6.4) oltre ad essersi infortunato.

T-SHIRT #6 DI NBA-EVOLUTION DISPONIBILE ORA 👇 SULLO SHOP!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Michael Philips

    Quello di Mahinimi è il più scandaloso.
    E visto come ha giocato finals e inizio di stagione pure quello di Tristan(ma lo dico da 2 anni).
    Deng boh? Non so cosa gli sia successo negli ultimi 2-3 anni. Era una solidissima ala piccola, buon attaccante e quando si metteva pure buono in difesa.
    Anderson nonostante tutto è perfetto per il sistema dei rockets. Certo costa un fottio ma nel basket di oggi un lungo così può tornare utile, sopratutto in un team allenato dal baffo d’antoni(che non ha più i baffi però).

  • In Your Wais

    Che il non arrivo di Melo abbia danneggiato i Rockets è tutto da dimostrare

  • Hanamichi Sakuragi

    ci pensavo anche io… ultimamente ti sto mettendo troppo +… comincio a preoccuparmi