Sorpresa Dallas, Irving ferma i Pacers, ok Warriors!

Dallas batte in casa nettamente i Thunder, Boston espugna Indiana fermando la striscia di vittorie, Golden State fatica un quarto ma poi batte i Pelicans, bene Rockets, Spurs e Sixers senza Simmons.

REGULAR SEASON

Charlotte Hornets – San Antonio Spurs 86-106
CHA: Howard 10 (11 rimb), Walker 18, Lamb 12, Kamisky 12
SAS: Anderson 14, Aldridge 17, Gasol 17, Mills 10, Gay 15, Ginobili 11

Dopo il KO di misura a Cleveland arriva in 48 ore anche quello sonoro in casa per gli Hornets battuti dagli Spurs; partita che gira in favore dei texani grazie ad un 2° quarto da 26-14 col qual gli Spurs sono andati al riposo lungo sul +11 (29-40) per poi non girarsi più.

Philadelphia 76ers – Orlando Magic 130-111
PHI: Covington 14, Saric 21, Embiid 18 (14 rimb), Redick 29, McConnell 15 (13 ass), Bayless 14
ORL: Fournier 13, Gordon 16, Vucevic 14 (14 rimb), Payton 22, Speights 11, Augustin 14, Simmons 13

Niente Ben Simmons ma nessun problema per i Sixers che battono nettamente i Magic con un J.J Redick da 8/12 da 3 per 29 punti; anche qui è il secondo quarto che fa da spartiacque, 39-27 per Philly con 12 punti a testa per Embiid e Redick oltre al 59% di squadra, al riposo lungo Philadelphia avanti di 15 (70-45) e match in discesa.

Washington Wizards – Portland Trail Blazers 105-108
WAS: Porter Jr. 24 (10 rimb), Beal 26, Frazier 11, Oubre Jr. 13
POR: Connaughton 12, Vonleh 8 (10 rimb), Nurkic 17, McCollum 26, Lillard 28

Portland esce nell’ultimo quarto e batte in rimonta Washington (senza Wall per 2 settimane); Wizards molto bene per 3 quarti, entrano nell’ultimo avanti 83-73 dopo esser stati anche sul +17 ma gli ultimi 12’ saranno fatali! CJ McCollum realizza 13 dei suoi 26 punti nella frazione, Portland tira col 67% dal campo contro il 32% dei capitolini e a 21” dalla fine è proprio McCollum che chiude un personale break di 7-0 per il 105-106 Portland!
Bela sbaglia il canestro del sorpasso e 2 liberi di Connaughton chiuderanno i giochi.

Atlanta Hawks – Toronto Raptors 78-112
ATL: Prince 10, Schroder 14, Belinelli 10
TOR: Anunoby 11, Ibaka 12, Valanciunas 16, Lowry 15 (13 rimb), Powell 17, Siakam 13, Poetl 14

Italian Job: Belinelli 10 pt (1/3, 2/5, 2/2), 1 rimb, 2 ass, 2 rec in 22’

Tutto fin troppo facile per i Toronto Raptors che asfaltano gli Hawks limitandoli a 78 punti in 48’; match finito nella seconda frazione dominata dai canadesi 39-14 con 13 punti di Norman Powell per andare negli spogliatoi sul 39-67. Toronto arriverà anche sul +45.

Indiana Pacers – Boston Celtics 98-108
IND: Bogdanovic 10, Young 11, Turner 19, Stephenson 16, Collison 11, Sabonis 17
BOS: Tatum 11, Horford 21, Smart 15, Irving 25, Rozier 17

Big-Match dell’East ad Indianapolis dove i caldi Pacers hanno visto la loro striscia di 5 W consecutive fermarsi per mano dei solito Boston Celtics di Kyrie Irving; Indiana gioca un ottimo primo tempo andando al riposo lungo sul 54-45 ma all’uscita ci sarà solo Boston!
I Celtics girano partita ed inerzia con un 3° quarto da 37-16 limitando i padroni di casa al 33%, dall’alta parte invece 77% di squadra con Al Horford autore di 12 punti, da -9 a +12 (70-82), vantaggio amministrato fino alla fine.

Houston Rockets – New York Knicks 117-102
HOU: Ariza 16, Capela 12 (15 rimb), Harden 37 (10 ass), Paul 6 (13 ass), Anderson 17, Nene 10
NYK: Hardaway Jr. 11, Beasley 30, Porzingis 20 (15 rimb), Lee 17, Jack 10

Anche a Houston è il 3° quarto che gira la partita, Houston batte New York con 37+10 di James Harden; all’intervallo sono i Knicks che comandano sul +3 (58-61) poi ecco il “Barba”. Harden realizza 14 punti nel 3° quarto dominato dai Rockets 37-13 con NY costretta a 6/23 dal campo contro il 12/24 dei texani di cui 6/11 da 3, da -3 a +21 (95-74).

Dallas Mavericks – Oklahoma City Thunder 97-81
DAL: Barnes 12 (12 rimb), Nowitzki 18, Matthews 12, Smith Jr. 15, Powell 10
OKC: Anthony 16, George 2 (10 ass), Westbrook 28 (12 rimb)

Colpo della notte all’American Airlines Center di Dallas con i Mavericks che superano nettamente gli Oklahoma City Thunder; Dallas padrona del campo dall’inizio alla fine, grazie ad un 2° da 27-13 dove gli ospiti hanno tirato 5/19 dal campo contro il 50% dei padroni di casa, Dallas va egli spogliatoi sul 51-37 con il solo Nowitzki in doppia-cifra (10 punti).
Nel secondo tempo solo Westbrook ci prova ma niente da fare, con un break di 12-0 sul finire del 3° i Mavs chiudono le ostilità sul +22 (75-53)

Golden State Warriors – New Orleans Pelicans 110-95
GSW: Pachulia 10, Thomspon 24, Curry 27, Iguodala 14
NOP: Moore 16, Davis 20 (15 rimb), Cousins 15, Holiday 24

Big-Match ad Ovest tra i Warriors (senza KD) e i Pelicans con gli “Splash Brothers” a fare la differenza; eppure gli ospiti arrivano carichi tanto da prendersi il 1° quarto 17-31 con un Jrue Holiday scatenato da 17 punti (su 24 finali), Golden State reagisce e lo fa con la panchina ma soprattutto con un Klay Thompson da 14 punti nel 2° quarto per tornare in partita (53-53).
Inerzia per i Warriors ma i Pelicans non mollano e restano in partita fino ad inizio 4° periodo quando Golden State piazza il break ammazza partita, tripla di Iguodala che dà vita al parziale di 10-0 per il 16 (99-83) a 7’42” dalla fine.

Utah Jazz – Milwaukee Bucks 121-108
UTA: Ingles 15, Favors 16, Mitchell 24, Rubio 11, Sefolosha 11, Hood 21
MIL: Antetokounmpo 27 (13 rimb), Bledsoe 18, Snell 18, Brogdon 19

Il rookie dei Jazz Donovan Mitchell continua ad impressionare e nella notte ha trascinato Utah al successo casalingo contro i Bucks; Jazz al comando dall’inizio alla fine, decisivo il break di 8-0 con 5 punti consecutivi di Mitchell a 7’16” dalla conclusione che ha dato il +15 (112-97) ai suoi.

Sacramento Kings – Los Angeles Clippers 95-97
SAC: Randolph 17, Hill 10, Bogdanovic 10, Hield 27
LAC: Griffin 33, Jordan 5 (16 rimb), Rivers 14

Blake Griffin dice 33 con tanto di canestro decisivo per aiutare i Clippers ad espugnare Sacramento; Los Angeles che tocca anche il +16 durante la partita ma a 15” dalla fine Buddy Hiled spara la seconda tripla consecutiva che chiude un parziale di 10-0 per il 95-95!
I Clippers vanno dalla loro stella che non li tradirà. Griffin riceve in punta, punta Cauley-Stein dal palleggio, si butta dentro sul lato sinistro fino ad arrivare su fondo ed esegue un perfetto fadeaway a 2” che vale il +2 e poi la vittoria.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B