Domenica fiacca: ok T-Wolves, Heat e Nets!

Domenica NBA senza match di cartello o particolarmente interessanti, Miami fatica molto ma batte Chicago, Minnesota c’è su Phoenix con Towns-Wiggins mentre Carroll trascina i Nets a Memphis.

REGULAR SEASON

Chicago Bulls – Miami Heat 93-100
CHI: Valentine 14 (13 rimb), Markkanen 11 (10 rimb), Holiday 15, Grant 24, Portsi 11
MIA: Whiteside 11 (10 rimb), Dragic 24, T.Johnson 10, Ellington 19, Olynyk 10, J.Johnson 15

I Miami Heat soffrono ma nel4° esce la classe di Goran Dragic che li trascina al successo; pronti via e va in scena il peggior 1° quarto della storia dell’NBA con il punteggio di 13-7 (!!!) in favore dei padroni di casa con le seguenti percentuali, Miami 2/19 (10%) e Chicago 4/24 (16%)! La partita si innesca dal 2° quarto ma è combattuta punto-a-punto, a 5’40” dalla fine Markkanen spara la bomba del -2 Bulls (81-83) ma da quel momento salirà in cattedra Goran Dragic!
Il Dragone realizzerà 5 punti consecutivi (saranno 14 nella frazione) dando uno strappo importante (81-88) a 4’53”, il colpo di grazie arriverà a 3’ dalla fine con la bomba di Ellington (11 punti per lui nel 4°) per il +8 (83-91). Coach Spoelstra che ha giocato tutto l’intero 4° periodo con solo 5 giocaori.

Minnesota Timberwolves – Phoenix Suns 119-108
MIN: Wiggins 21, Gibson 16 (14 rimb), Towns 32 (12 rimb), Butler 25, Dieng 11
PHX: Warren 18, Chandler 12, Daniels 13, James 26

Al Target Center nessun problema per i T-Wolves di Karl-Anthony Towns (30+12) e Andrew Wiggins contro Phoenix priva di Devin Booker; i Suns tengono botta per 2 quarti e 3’ perché sul -4 (69-64) Minnesota scappa via, break di 16-5 chiuso con Back-To-Back da tre di Towns e Wiggins per il +16 (85-69) a 5’37” dalla sirena del 3°. Minnie amministrerà il vantaggio fino alla fine, fattore cruciale le seconde opportunità dove i padroni di casa hanno superato gli avversari 32-12!

Memphis Grizzlies – Brooklyn Nets 88-98
MEM: Parsons 12, Green 11, Gasol 18, Evans 18
BKN: Carroll 24, Harris 13, Booker 16 (11 rimb)

Unica sorpresa della notte arriva da Memphis dove i Nets battono i Grizzlies con un super DeMarre Carrol; le squadre vanno al riposo lungo sul 47-47, tornate in campo però c’è solo Brooklyn che spaccherà in due la partita. Carroll realizzerà 11 dei suoi 24 nel 3° quarto dominato dai Nets 32-18 con Memphis da 5/20 dal campo, +14 sulla sirena del 3° e massimo vantaggio che arriverà fino al +19.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • Barone birra

    Anche questa nottata praticamente senza partite come direbbe garrone sa semo levato dalle p…

  • MatteoMa

    unica nota di serata la panchina di M Gasol nel quarto quarto di Memphis con seguente lamentela e incredulitá… Memphis lo scambierá?

  • Barone birra

    Se continua così penso proprio di si e l’opzione Cleveland con Tristano coinvolto non mi sembra tanto peregrina

  • Shady

    Se dio vuole

  • Shady

    Abbiamo bisogno di un fucking center

  • In Your Weis

    Io la politica NBA della domenica la capisco poco, ma è sicuramente un problema mio dato c’è gente pagata profumatamente per implementare il calendario

    Capisco il voler dare visibilità a tutte le squadre, ma la prima partita decente ad orario decente sarà Detroit-Celtics del 10/12, e poi direttamente a Natale

  • mad-mel

    Io me le guardo in relax il giorno dopo su rojadirecta. Non ho più l’età per fare le notti sveglie.

  • mad-mel

    Mamma mia che confusione a Phoenix, che confusione.

  • gasp

    Se fossi in Memphis aspetterei prima il rientro di Conley, stavano andando bene prima del suo infortunio

  • Barone birra

    Infatti ma se l’allenatore panchina il suo miglior giocatore c’è qualcosa che non quadra

  • Michael Philips

    sono anni che conley si rompe e perde un botto di gare. A questo punto mi sa di tempo perso.

  • Michael Philips

    #freeGasol

  • ILTG6

    Per una franchigia come Memphis, che con il roster attuale può solo rimanere nel limbo, una bella scelta alta al draft con conseguente ricostruzione non sarebbe male, per come si è messa questa stagione penso che ci stiano pensando, il ciclo Gasol-Allen-Conley-Zibho si è chiuso.
    Gasol oltretutto necessita di una squadra buona dietro per rendere, non è una di quelle star in grado di fare il suo da solo..

  • michele

    A me pare molto difficile che i Grizzlies diano il loro uomo – franchigia, tuttora nel suo prime in teoria, ai Cavs in cambio di un giocatore in declino come TT e della scelta Nets ( che non è detto sia tra le top 5, nonostante gli infortuni del backcourt Brooklyn si sta confermando piu’ solida di tante squadre che già tankano o che inizieranno presto a farlo). Tra l’altro Gasol ha un ingaggio piuttosto consistente, per fare combaciare il tutto Gilbert dovrebbe dare a Memphis un altro giocatore tipo Crowder. Per i Cavs credo sia piu’ fattibile provarci con D. Jordan, se verso la deadline la stagione dei Pippers sarà andata a rotoli.

  • michele

    suppongo sia per il fatto che la domenica sera c’è quella noia della NFL. E il football detta legge in America, l’nba si adegua.

  • ILTG6

    Si è vero io infatti parlavo delle scelte migliori secondo me per i Grizz.
    La scelta Nets sarà appetibile per tutte le franchigie che renderanno al di sotto delle aspettative ed hanno Big scambiabili(sempre che i Cavs vogliano cederla). Per ora ci sono Gasol e DAJ ma, visto che i Cavs aspetteranno almeno fino a quando non si capirà che impatto potrà avere IT, la situazione può cambiare..
    Sarà penso una scelta in top 7, avere addirittura due scelte in top 10 per una squadra come i Grizz sarebbe comunque ottimo.

  • Il sabato è College Football.Punto
    La domenica é NFL.Punto

    L’NBA deve iniziare a capire che magari nei Week-End non si dovrebbe giocare o solo dopo la fine della stagione del Football

  • michele

    al 90% degli appassionati sportivi europei non frega nulla degli altri sport americani. la domenica sera dovrebbe essere una vetrina per un mercato cosi ricco e strategico come quello del vecchio continente (che infatti la lega cerca di accaparrarsi con gli european games, i tour nella preseason etc), e dovrebbe esserci sempre una partita decente in quell’orario.

    se proprio non possono fare a meno di seguire un imperdibile gara NFL di 4 ore, gli americani hanno tutta la settimana per vedersi le altre partite, ci sono nottate con undici partite.

  • Michael Philips

    Ma evidentemente Silver ha fatto i conti e sa che se in America la tradizione è quella che hai scritto te, nel resto del mondo la NBA può tener testa alla NFL.
    I dati che vengono dalla cina in termini di seguito sono allucinanti, là dove proprio il football non fa presa mentre la NBA è al top.

  • Michael Philips

    Per dire in inghilterra e germania seguono più football che basket.

  • lorenzo tonelli

    Dipende dalle partite che trasmettono e dai gusti..ma ai più può sembrare noiosa l nfl per le tante pause

  • Michael Philips

    Oh comunque, se Silver questa estate avesse approvato la nuova regola sulla qualificazione per i playoffs (la top 16 a prescindere dalla conference) avremmo:
    9 team della Eastern
    7 team della Western

    *sì lo so, è ancora Novembre.

  • In Your Weis

    Data la giornata povera, mi permetto un omaggio a quello che è stato uno dei miei maggiori idoli quando ho iniziato a giocare ed a seguire il basket. Lui, Nique Wilkins, Chris Webber, Vince Carter e David Robinson sono probabilmente i giocatori che più ho amato da un punto di vista “romantico”, dopo tutto ho sempre avuto un debole per i dunkers

    Tutti magnifici perdenti, tranne Robinson, tutta gente dal talento fisico ed atletico totalmente fuori scala. Oggi il basket è mediamente molto più atletico che 20-30 anni fa, ma se guardate questo video di Kemp, di potete rendere conto di come un 2.08 con questi mezzi fisici ed atletici (ed in parte anche tecnici) non è più venuto fuori, e questo con buona pace di Griffin e tutti gli altri

    https://www.youtube.com/watch?v=3DAvPPYg_cg

  • Michael Philips

    uno dei tanti “problemi” di questo video è che a 4:06 l’azione contro i lakers NON E’ VELOCIZZATA ma è fatta a velocità reale, il che non ha senso per un lungo, ma anche per gente ben più bassa.

  • michele

    Robinson senza Duncan sarebbe rimasto nella categoria degli incompiuti pero’. Questa estate mi sono sparato un po’ di sfide tra spurs e lakers dei primi anni 0, mi ha colpito una gara decisiva nel 2002 in cui l’ammiraglio si fece scippare un rimbalzo vitale da Bryant, che gli mise in faccia il canestro che sigillo’ la serie.

  • mad-mel

    Penso che ad ovest i seed saranno quelli tranne l’ottavo posto. okc avrà un minimo di decenza prima o poi.

  • mad-mel

    L’eroina brutta bestia. Giocatore straordinario. Il giocatore che ha messo più in difficoltà Dennis Rodman.

  • In Your Weis

    Per me Robinson era anche lui un “perdente”. Però comunque due titoli li ha messi in cascina, rendendosi anche molto utile, quindi non potevo metterlo in quella categoria

  • Michael Philips

    Oh, Tony Parker torna e con se porta buona notizie: Kawhi dovrebbe tornare in campo entro due settimane.

  • michele

    potrebbero scambiare Love per Gasol, anche contrattualmente sarebbe fattibile.

  • ILTG6

    Love non lo scambierei se non per un giocatore nettamente più forte(love + 1, gente come PG ,Butler ) oppure funzionale a GS; Kevin contro praticamente tutte le altre squadre è abbastanza efficace, cederlo per Gasol e ritrovarsi con Marc e TT avrebbe poco senso

  • Barone birra

    Esatto;noi italiani dobbiamo capire che il football è il vero sport popolare per gli americani. Come lo è il calcio per noi;in America tutti aspettano la domenica per gustarsi le partite del campionato e il monday night di lunedì. Il basketball non dico che è uno sport minore ma da novembre a inizio febbraio per gli americani lo è;quando cominceranno i playoffs sarà ancora peggio. Inoltre non sono d’accordo che il football sia noioso;una partita di football di playoffs è uno spettacolo unico con nel campo i più grandi sportivi atletica mente del mondo. Molti giocatori per forza velocità e coordinazione equivalgono ad un lebron

  • Barone birra

    Robinson non è un perdente solo nella forma ma nella sostanza lo è eccome. Per dire ha dovuto aspettare timmy per vincere qualcosa pur essendo arrivato nella lega come un crack assoluto. Le ripassate avute da akeem e shaq sono rimaste nella storia. Ho nominato due fenomeni ma l’ammiraglio era considerato su quei livelli e invece le prendeva di santa ragione coi sopracitati

  • michele

    eh ma proprio contro GS ( visto che la finale sarà ancora quella), un Gasol nel pitturato al posto di Love che gira sempre largo sarebbe molto piu’ incisivo: come lo fermano i nani della baia? 🙂

  • ILTG6

    Sei sicuro che Gasol farebbe così tanto la differenza? Di 5 che potrebbero avere la meglio sul quintetto small con KD e Draymond mi vengono in mente Cousins, Davis e qualche giovane in prospettiva

  • michele

    Il miglior Gasol si, quello di questo periodo in effetti no 🙂

  • Michael Philips

    a memphis hanno schiaccato il pulsante, quindi io credo che ad un certo punto gasol farà le valige e tempo qualche mese questi inizieranno a ragionare sul rebuilding.

  • michele

    cacciando l’allenatore, penso che abbiano deciso di puntare a lungo su Gasol.

  • Michael Philips

    gasol è classe ’85, a gennaio ne fa 33, a lungo per quanto?

  • michele

    almeno fino ad aprile, altrimenti non avrebbero cacciato l’allenatore. va detto che con quel contratto è difficile darlo via, soprattutto se gioca da cani come in questo periodo. stesso discorso del fratello, che negli ultimi due anni ai lakers è rimasto perchè nessuno voleva accollarsi quei 50 milioni di dollari dovuti.

  • michele

    cmq spero che fizdale trovi presto un altra squadra
    https://www.youtube.com/watch?v=DtVwas5vVcw