NFL Tuesday 19: Recap della Week #12!

NFL Week #12 Patriots e Steelers continuano a braccetto nella AFC, i Rams interrompono la corsa dei Saints, gli Eagles volano ancora e ad Oakland va in onda un match di UFC.

NFL WEEK #12

NFL - Week #12 - Risultati - 2017La Week 12 di NFL non regala grosse sorprese in alcuna delle due conference e vengono sostanzialmente confermati quelli che sono gli attuali trend delle squadre di vertice. In AFC continua la pre-season-pre-playoff dei Patriots che devono metterci del loro per rendere minimamente interessante la passeggiata contro i Dolphins. Un paio di ingenuità di Tom Brady e dell’attacco di New England regalano punti a Miami che non riesce comunque mai ad impensierire la macchina da guerra di coach Belichick. I principali antagonisti in ottica AFC, gli Steelers devono invece aspettare un field goal a tempo scaduto di Chris Boswell per aver ragione dei Green Bay Packers in cui brilla, per la prima volta in stagione, il QB Brett Hundley.

Continua invece la crisi dei Chiefs: dopo l’incredibile sconfitta a New York contro i Giants, i Chiefs cadono in casa ai Buffalo Bills che, rimesso il QB Tyrod Taylor in cabina di regia, interrompono la serie di due sconfitte consecutive rilanciando le proprie ambizioni per un posto ai playoff via wild card. Nella stessa division, i fuochi d’artificio fra Raiders e Broncos cominciano subito dopo l’inizio della partita: il CB Aqib Talib e il WR Michael Crabtree vengono alle mani e si scatena una gigantesca rissa fra le due squadre che seguitano poi a “picchiarsi” in campo (ne fa le spese il WR Amari Cooper, colpito durissimo durante un placcaggio). I Broncos, che schieravano Paxton Lynch in cabina di regia per la prima volta, non riescono a scrollarsi di dosso le difficoltà di questo periodo e cedono ai nero-argento che tengono vive le speranze di playoff in una AFC West improvvisamente riapertasi anche per i Los Angeles Chargers (vittoriosi a Dallas nel Thanksgiving)

Nella AFC South, i Tennessee Titans hanno ragione degli Indianapolis Colts e agganciano in vetta alla Divisioni gli incostanti Jacksonville Jaguars, battuti in Arizona dai Cardinals al termine di una partita roccambolesca decisa, in parte, da uno sciagurato intercetto del QB Blake Bortles.

Passiamo alla NFC dove si confermano in grande forma sia i Rams (battuti i lanciatissimi New Orleans Saints) che i Vikings (espugnato il Ford Field di Detroit e mani sulla NFC North). Tengono botta i Seattle Seahawks nonostante la messe di infortuni che stan falcidiando la difesa di Coach Pete Carroll: nella vittoria a San Francisco fa anche notizia, fra i padroni di casa, il debutto di Jimmy Garoppolo che, lanciato in campo per l’infortunio del titolare Bethel, realizza il primo touchdown in maglia red&gold

In ottica wild card tengono il passo dei migliori i Panthers (sofferta vittoria a New York contro i Jets) e i Falcons (che han la meglio sui Buccaneers grazie anche ad una prova monstre del WR Julio Jones): la solidità di Carolina e la rinnovata verve offensiva di Atlanta potrebbero garantire alle due franchigie il passaggio ai playoff dove, in uno stato di ripresa, potrebbero rappresentare un vero pericolo per i Philadelphia Eagles (sbarazzatisi ieri dei deprimenti Chicago Bears di quest’anno).

Nel posticipo del lunedì

PROTAGONISTI

Phillip Rivers (QB, Los Angeles Chargers) – Per anni ha guidato una squadra senza particolari stelle e anche quest’anno la sostanza non sembra cambiare. La crisi dei Chiefs e le indecisioni dei Raiders han però aperto la strada in AFC West e Rivers fa quello che può per conquistare un posto in post-season per i suoi Chargers. 27 su 33 per 434, 3 td a Dallas sono il miglior viatico per un finale di stagione da protagonisti

Julio Jones (WR, Atlanta Falcons) – 12 Ricezioni e 255 yards. Nessuno nella storia è riuscito a superare le 250 yards più di una volta. Jones è già alla terza in carriera e contro i Buccaneers si toglie lo sfizio di segnare anche due touchdown. Atlanta fa ancora fatica ma se l’ex Alabama è quello ammirato domenica scorsa, le certezze aumentano

Tyrod Taylor (QB, Buffalo Bills) – No, Taylor non gioca una partita spettacolare ma, a differenza del suo sostituto la settimana precedente (il rookie Nathan Peterman, protagonista di ben cinque intercetti solo nella prima metà della scorsa partita), evita di regalare un possesso dietro l’altro agli avversari. La difesa ritorna ad essere quella pungente delle prime settimane di Regular Season e i Bills rimangono incollati al treno wild card con una sorprendente vittoria in Missouri contro i Kansas City Chiefs

MATCH OF THE WEEK

Pittsburgh Steelers – Green Bay Packers 31-28

I Packers che si presentano all’Heinz Field sono quelli che, con 5-5 di record e un poco lusinghiero parziale di 1-4 dall’infortunio della superstar Aaron Rodgers, han ben poco da sperare di fronte ad una delle squadre più attrezzate dell’intera lega per la vittoria finale. E invece, come spesso capita in NFL, il pronostico della vigilia viene quasi ribaltato e quella che si presentava come una partita a senso unico, si trasforma in una vera battaglia: a emergere è il QB dei giallo-verdi Brett Hundley.

Reduce da un periodo nero, l’ex UCLA mette subito in ritmo il suo attacco e risponde colpo su colpo al ben più esperto Ben Roethlisberger non facendo rimpiangere, almeno per una notte, Rodgers. Green Bay si porta due volte in vantaggio (a fine primo quarto e metà del terzo quarto) e, una volta subita la rimonta dei padroni di casa, riesce a risalire di carattere impattando sul 28 pari con una meta su corsa di Jamaal Williams a due minuti dalla fine della partita.

I Packers avrebbero addirittura il drive per vincere quando, forzato uno stop difensivo sul seguente attacco degli Steelers, si vedono riconsegnare l’ovale con un minuto e venti sul cronometro. Hundley però non ne ha più e un three&out conduce ad punt. A questo punto i secondi rimasti sono solo diciassette. Overtime? Neanche per idea. Roethlisberger e Antonio Brown ricordano a tutti perchè sono considerati una delle più letali combinazioni QB-WR di questi ultimi anni e, con due successivi lanci guadagnano quelle yards che preparano per un tentativo di field goal a tempo scaduto. Il kicker dei gialloneri, Chris Boswell, timbra dalle 53 yards (record personale) il calcio che consente al team di coach Tomlin di mantenere la vetta della AFC.

Next Week

Dallas – Washington (TNF)
Atlanta – Minnesota
Tennessee – Houston
New York Jets – Kansas City
Miami – Denver
Jacksonville – Indianapolis
Green Bay – Tampa Bay
Baltimore – Detroit
Buffalo – New England
San Francisco – Chicago
San Diego – Cleveland
Oakland – New York Giants
New Orleans – Carolina
Arizona – Los Angeles Rams
Seattle – Philadelphia (SNF)
Cincinnati – Pittsburgh (MNF)

Fabio G

Fabio G

Anconetano doc, seguo da anni gli Sport Americani e la NFL in particolare, con un occhio di riguardo per i Detroit Lions. Da poco collaboro con NBA-Evolution come redattore per la sezione NFL.

Nickname: Fabio G

  • TheGlide22

    Beh Oakland-denver la si può riassumere in “dei due Lynch,Oakland aveva quello giusto” (m’è dispiaciuto vedere Paxton in panca infortunato,in lacrime e con lo sguardo perso nel vuoto (ha l’età e,conseguentemente,il tempo per rifarsi) Marshawn “on fire” e contro N.Y.,viste le assenze tra i w.r.,sarà importante il suo apporto.
    Gara da chiudere già nel primo tempo ed invece vantaggio solo dopo un quarto e 1/2 e,prima,s’è rischiato due volte d’andar sotto : Bowman prima bravo a sporcare la presa altrui,poi pronto e fortunato a prendere l’ovale al volo per il primo intercetto “scajola” (a sua insaputa ma anche al posto giusto nel momento giusto) della stagione e nel finale di nuovo a rischio (bravi Carr & Patterson).
    Oramai andrà così fino alla fine della stagione : ogni partita con alti e bassi sperando di vincerle.

    K.C. si ri-suicida in casa ed AFC West completamente riaperta con L.A. che,oltre gli scontri diretti con un calendario non impossibile,può puntare al colpaccio.

    Con-per i Giants fuori Manning (pare abbia rotto con l’head coach) ma anche Crabtree e Cooper [lo tengano fuori tutto il tempo necessario a recuperare,prima di tutto la salute (Omalu docet)].

    Buone notizie : Crabtree ridotta ad una giornata la squalifica e,per Tavecchio,Janikowski ancora fermo (grave quel field goal sbagliato).

    SEGNALAZIONE next week : se domenica Cleveland va a San Diego,trova lo stadio chiuso ;-))