Cousins 40+22, Celtics e Cavs ok, che Durant!

DeMarcus Cousins piazza la seconda prestazione da 40+20 ma stavolta vince, James e Irving si rispondono colpo-su-colpo, bTripla-Doppia di Durant, ok Spurs, T-Wolves e Pacers in volata.

REGULA SEASON

Cleveland Cavaliers – Sacramento Kings 101-95
CLE: James 32 (11 rimb), Love 18 (13 rimb), Wade 15, Green 17
SAC: Randolph 18 (10 rimb), Sampson 6 (16 rimb), Hill 10, Mason 15, Hield 17

I Cleveland Cavaliers eguagliano il record di franchigia per vittorie consecutive (13) sconfiggendo in casa i Kings col solito LeBron James (32+11+9) micidiale nel finale; Sacramento viene con la faccia giusta a Cleveland tanto da toccare il +14 nel primo tempo ed entrare sul +5 nell’ultima frazione (73-78). Finale in volata con i Kings sul +2 (93-95) a 3’18”, Green pareggia e poi LeBron…Gancio del +2 a 1’36” e poi, dopo un rimbalzo offensivo di Green, Step-Back da 3 per il +5 (100-95) a 16”.

Indiana Pacers – Chicago Bulls 98-96
IND: Bogdanovic 17, Young 10, Turner 11, Oladipo 27, Collison 14
CHI: Valentine 15, Markkanen 11, Lopez 16, Dunn 18, Nwaba 11, Portis 12

Indiana batte Chicago rimontando dal -17 con Victor Oladipo ancora una volata eroe della notte; i Pacers entrano sotto 69-83 nell’ultima frazione e sono sotto 85-94 a 4’52” dalla fine quando i Bulls spegneranno la luce. Break di 15-2 Pacers con bomba di Oladipo a 31” per il sorpasso (97-96), Chicago brucerà con Dunn prima e poi sulla sirena con Markkanen le chance di vincere.

Orlando Magic – Atlanta Hawks 110-106 OT
ORL: Simmons 15, Gordon 24 (15 rimb), Vucevic 22 (16 rimb), Fournier 27
ATL: Prince 19, Schroder 26, Cavanaugh 13, Belinelli 12

Italian Job: Belinelli 12 pt (2/5, 2/7, 2/2). 7 rimb, 1 ass, 3 perse in 28’

D.J Augustin salva i Magic contro gli Hawks vittoriosi solo dopo un tempo supplementare; Atlanta vede lo striscione del traguardo quando a 14” Bazemore fa 2/2 dalla lunetta per il +3 (93-96) ma Augustin gela l’entusiasmo ospite con la tripla del pareggio a 6”, Atlanta non riuscirà neanche a tirare.
È sempre Augustin protagonista nell’overtime, suo l canestro del +5 (108-103) a 15” dalla fine, a 9” Vucevic sarà perfetto dalla lunetta per il +4 finale.

Boston Celtics – Dallas Mavericks 97-90
BOS: Tatum 17 (10 rimb), Horford 17, Irving 23, Thies 7 (11 rimb), Rozier 12, Larkin 11
DAL: Barnes 19, Kleber 13, Nowitzki 16, Smith Jr. 12

Boston esce nell’ultimo quarto e batte in rimonta i Celtics con la doppia-doppia di Jayson Tatum oltre al solito Kyrie Irving; a 4’31” dalla conclusione i Mavs sono in partita sull’85-85 ma Boston torva la fuga, segna Smart poi 5 filati di “Uncle Drew” e infine un libero di Rozier per un 8-0 a2’ dalla sirena finale.

New York Knicks – Memphis Grizzlies 99-88
NYK: Porzingis 18, Kanter 12 (12 rimb), Lee 24, Jack 10 (10 ass), Beasley 14
MEM: Gasol 17, Evans 15, Parsons 13, Chalmers 14

Torna Kristaps Porzingis e i Knicks battono i Grizzlies; proprio l’Unicorno uccide la partita nel 4°, Memphis rimonta dal -17 e si porta sul -6 (88-82) a 4’48” dalla fine, break di 7-0 Knicks con gli ultimi 5 punti firmati dal lettone per il +13 (95-82) a 2’.

Charlotte Hornets – Golden State Warriors 87-101
CHA: Howard 14, Batum 15, Walker 24
GSW: Durant 35 (11 rimb, 10 ass), Thompson 22

Ai Golden State Warriors basta la Tripla-Doppia di Kevin Durant (25+11+10) per espugnare Charlotte; Golden State domina il 1° tempo arrivando anche a toccare il +26 (22-48) a 3’07” dalla sirena dell’intervallo con KD che chiuderà con 20 nei primi 24’. Charlotte non rientrerà mai in partita.

Milwaukee Bucks – Detroit Pistons 104-100
MIL: Middleton 21, Antetokounmpo 25 (10 rimb), Henson 10, Bledsoe 22, Vaughn 11, Brogdon 10
DET: Harris 21, Drummond 27 (10 rimb), Bradley 20, Jackson 14

Bella ed importante vittoria dei Bucks che battono in casa i Pistons malgrado un Andre Drummond da 27+20; momento chiave a 32” dalla fine, Detroit è sul -3 (97-94), Bledsoe sbaglia il layup ma è lo stesso Eric che cattura il rimbalzo e segna il canestro del +5! Nel finale Middleton farà 5/6 dalla lunetta per assicurare la vittoria.

New Orleans Pelicans – Denver Nuggets 123-114
NOP: Moore 14, Cousins 40 (22 rimb), Holiday 27, Rondo 11
DEN: Barton 15, Harris 24, Murray 15, Mudiay 17, Lyles 10

Devastante prestazione di DeMarcus Cousins da 40 punti (12/25 dal campo) e 22 rimbalzi nel successo netto dei Pelicans contro Denver; i Nuggets restano in scia fino a 9’ dalla fine sul -5 (101-96) quando i Pelicans cambiano marcia con un break di 13-0 per il +18 (114-96) a metà frazione! Per DMC solo 8 punti nel 4° in quanto aveva già dato con: 12 nel 1°, 15 nel 2° e 13 nel 3° quarto.

San Antonio Spurs – Miami Heat 117-105
SAS: Gay 16, Aldridge 18, Gasol 12, Green 12, Parker 10, Mills 13, Ginobili 10, Forbes 17
MIA: Richardson 19, Waiters 22, T.Johnson 25

San Antonio manda 8 giocatori in doppia-cifra a referto nelle vittoria casalinga contro Miami; Heat che ci provano arrivando su -6 (93-87) dopo 2’30” della 4^ frazione, poi gli Spurs con Tony Parker e Rudy Gay scappano via, i due combinano per 11 punti nel break di 11-2 Spurs per il +15 (104-89) a 6’68” dalla fine.

Los Angeles Clippers – Minnesota Timberwolves 107-113
LAC: Jordan 18 (21 rimb), Rivers 23, Williams 23
MIN: Wiggins 16, Gibson 16 (14 rimb), Towns 21 (12 rimb), Butler 19, Teague 19, Crawford 11

Italian Job: Gallinari 7 pt (1/8, 1/5, 2/2), 4 rimb, 2 perse in 25’

Torna Danilo Gallinari (7 punti in 25’) ma i Clippers cadono in casa contro Minnesota; i T-Wolves toccano anche il +19 ma a 4’31” dalla fine la partita è viva sul 100-103! Jimmy Butler e Andre Wiggins realizzano 4 punti a testa nel break di 8-0 che chiuderà le danze sul +11 (100-111) a 2’04” dal termine.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B

  • In Your Weis

    Gallinari è tornato con le stesse ottime percentuali che aveva prima dell’infortunio…parliamoci chiaramente, se non fosse italiano useremmo per lui ben altri aggettivi, non vale più di un Thaddeus Young qualsiasi, altro che potenziale All Star

    Cavs in versione sorniona, come sempre dettata dalla faccia che James porta alla partita (3-6 ai liberi e 7 perse). Poi la vince lui nel finale, ma raramente ho visto una squadra assumere, almeno in negativo, lo stesso livello di intensità del suo leader

    KD che fa vedere di cosa sarebbe capace se dovesse tirare la carretta alla Westbrook 2017, ma che ai Warriors può permettersi di fare il closer e di non andare in overdose di lavoro. Boogie mostruoso, va a finire che scambiano il Monociglio per mettergli accanto qualcuno buono che non si rompe ogni volta che si alza dal letto

  • Barone birra

    Non vedo l’ora di gustarmi questa ventina di giorni da hero ball del duro kevin. Alla fine è sempre il talento offensivo più puro della lega e giocando a briglie sciolte senza fare il giocatore di sistema ne vedremo delle belle. Cousins si conferma il miglior centro della lega neuroni a parte partite da 40 22 non sono da tutti.

  • In Your Weis

    Sono abbastanza incuriosito dalle rotazioni di Coach T, tutti i titolari giocano tra i 33 ed i 37′ a partita, della panca si fida pochissimo. Non vorrei che lo scontassero più avanti in stagione

  • brazzz

    su gallinari sfondi una porta aperta..sempre detto che sa far di tutto,ma mediocremente..

  • Michael Philips

    E su Gallinari mi vien da ridere pensando a quel bizzarro personaggio convinto che il gallo sarebbe diventato un pezzo grosso della lega, che so, tipo Bird.

    Infortuni a parte, Gallo è un buon giocatore che ad un certo punto della sua carriera (2 anni fa) sembrava pronto a fare uno step in avanti passando dall’essere uno da 18-19 punti a gara a fare il vero go-to-guy, poi un po’ gli infortuni e un po’ la patologica discontintuità lo hanno fatto tornare al suo solito livello, che è praticamente lo stesso da 7-8 anni.

    L’illusione la diede quando a 21 anni già segnava 15ppg e aveva sprazzi di ottimo basket e molti a dire: se a 21 anni ne fa 15, tra qualche anno faticherà a stare sotto i 20 a sera.

  • brazzz

    gallo-bird.come dimenticarlo…un nickname da denuncia

  • DrDre

    Butler 43 minuti per battere questi Clippers senza OT, è fuori di testa

  • In Your Weis

    Tra l’altro un ultrà Lakers da far passare Michele per morigerato

  • brazzz

    ora si firmerà LONZO-MAGIC…in fondo magic a inizio carriera tiro da fuori pochino..

  • brazzz

    a proposito della faccia di lebrone..perché quella barba da quacchero?qualcuno ci parli

  • cuni

    Spezzo queste amorevoli discussioni sul basket per informarvi del mio cordoglio per la morte (suicidio) di August Ames, pornostar australiana

    Ciao mitica

    RIP

  • low profile

    Sono d’accordo, è fuori controllo TT, ai tempi dei bulls non avrebbe giocato mai meno di 46′. Si vede che sta invecchiando

  • ILTG6

    Concordo, se a Dicembre, contro i Clips decimati, fai rotazione a 8 dai segnali negativi, ci sono 7 giocatori che perdono fiducia e la squadra in generale si sente di dover già fare gli straordinari per portare a casa qualche W.

  • Shady

    che poi minnie non è che abbia sta panchina che faccia proprio cagare, nella lega ne vedi tranquillamente di peggio, io non lo capisco proprio

  • ILTG6

    Si, giocatori come Bjelica e Muhammad meritano di giocare i loro 10 15 minuti tranquillamente secondo me

  • Shady

    13W di fila, aiutate anche da un calendario benevolo sono comunque tanta cosa. lebron gioca uno dei migliori basket della sua carriera tirando da fuori come non mai, inizio a pensare che forse gli freghi qualcosa del 5 MVP, anche in difesa dopo 3q di cazzeggio frequentemente nell’ultimo ricorda perchè è stato a un passo a vincere il DPOY nel 2013. in generale sui cavs c’è da dire che l’attacco gira molto bene, senza kyrie la palla sta meno ferma e ci si muove di più, inoltre finalmente abbiamo un’ottima panchina fra le migliori della lega, che regge benissimo il campo. Green piacevolissima sorpresa. in difesa mi fanno ancora incazzare anche perchè col materiale a disposizione si potrebbe fare molto di più, ma questi non lo vogliono capire che per battere GS non devi puntare a farne uno in più.
    dopo un mese e mezzo si può fare la somma di questo primo scorcio di stagione:
    HOU: a mani basse la miglior squadra dell’nba fino ad ora, harden se non ci fosse stato questo lebron avrebbe avuto già l’mvp in tasca, ma comunque rimane in grande favorito, purtroppo per d’antoni i PO rimangono sempre un problema, ma penso che non abbia mai avuto una squadra forte come quest’anno, attenzione…
    GSW: giustamente si stanno regolando, però con questi rox non è detto che arrivino primi ad aprile
    BOS; sincermaente non me li aspettavo così in palla, brown e tatum sembrano quasi dei veterani e kyrie si sta rivelando un ottimo uomo di sistema che ti ammazza poi la partita se resta in bilico. dopo un primo mese più corale adesso irving sta cominciando a piazzare 30elli con più facilità, sarà una bella ECF
    MIL; si sta riprendendo dopo un periodo buio, il greco continua a non convincermi per quell’1% fatica ancora a gestire tutta la partita e a livello di letture, kidd mi sembra un ottimo allenatore difensivo ma il suo attacco non mi convince per niente, con questo materiale potrebbe fare di più
    PHI: trust the process baby
    OKC: anche con queste ultime vittorie mi convince poco, secondo me le 3 star non sono fatte per giocare insieme. partendo da wes e melo che non sono esattamente giocatori altruisti e con un QI elevatissimo. poi wes rimane devastanze ma non sembra essere un giocatore che valorizzi il collettivo e disposto a non andare sempre a 1000 all’ora. melo a 33 anni non cambierà mai.

  • Barone birra

    Come 24>23

  • Barone birra

    A proposito buon compleanno a larry legend. Come direbbe lui happy fucking birthday.cit.

  • In Your Weis

    Avrà avuto un sacco di cazzi per la testa…anzi, direi per il culo

  • Michael Philips

    “il greco continua a non convincermi per quell’1% fatica ancora a gestire tutta la partita e a livello di letture”

    Giannis ha fatto 23 anni proprio ieri. Se fosse già in grado di gestirsi bene per tutta la gara e di comprendere il gioco in modo più totale ci sarebbe poco da fare per gli altri.

    Ora secondo me c’è da vedere se lui riuscirà a diventare anche un leader, non solo il miglior giocatore. Quello step non è detto che lo faccia, neanche a 27 anni. Essere un vero trascinatore non dipende dal talento, è proprio questione di carattere e capita anche che giocatori con poco talento(fisher) o comunque senza capacità assurde(billups) abbiano di contro quel carisma.

    Un Durant non ha questo, e secondo me nemmeno Kawhi(che è diverso da un Duncan che stava zitto sì ma già a 24 anni era un giocatore carismatico, magnetico agli occhi dei compagni) ma lo ha un Draymond e si vede in che modo è riuscito a plasmare gli ex bravi ragazzi dei warriors.

    Per il resto sono d’accordo.

  • In Your Weis

    I Cavs hanno una grande panchina anche perchè per motivi di chimica e spaziature hanno deciso di tenere Calderon, JR e Crawder in quintetto, in 3 producono forse 20 punti a partita. ovvio che con quei 3 titolari, serve gente dalla panca che si prenda tiri e responsabilità

    Immagino che col ritorno di Rose e Thomas ci sarà molto da lavorare per capire bene le rotazioni. Comunque sono contento anche io per Green, un ragazzo con potenziale e che in questa NBA è un tweener perfetto, un 4 tattico fatto e finito, se si ricorda di non andare in letargo

  • ILTG6

    Thomas secondo me farà solo che bene, viene da un annata a 29 di media, è uno contro cui non puoi passare sotto nel p’n’r, già sto pregustando i giochi a 2 con James da bloccante.
    Inoltre il buon Isiah è affamato, i giocatori che giocano col cuore sono sempre utili.

    Rose invece è difficile da inserire, Rose-Wade insieme affossano le spaziature, bisogna gestirlo, se è in serata può fare comodo, se no gli si concedono pochi minuti e tanta panchina

  • ILTG6

    Anche io vedo i Rokets veramente tosti quest’anno, Paul-Harden sono un rebus per qualunque difesa, non mancano poi i difensori perimetrali e Capela fa sempre meglio, per la RS possono fare i primi ad Ovest con la barba MVP, nei PO li vedo dietro a Dubs ed anche agli Spurs ( se Leonard torna come l’anno scorso) con OKC che può buttare fuori chiunque ma parte dietro queste 3 per diversi fattori.

    I Cavs giocano bene, vedo un bello spirito di gruppo, James mai visto così clutch, tutti remano nella stessa direzione e, finalmente, grazie soprattutto penso alla presenza di Wade, quando Lebron si siede non arriva il parziale negativo.
    Spero che TT ritorni quello del 2016, è unico per caratteristiche a roster e se in forma è decisivo nel contesto PO.

  • ILTG6

    Guardando le classifiche di nota che ad Ovest per i PO se la giocano in 9, bisogna capire chi lascerà il posto ad OKC, Denver-Pelicans-Portland-Minnie, penso Denver se non rientra Millsap, mancare di nuovo o Po x Minnie o Nola sarebbe un fallimento epocale.

    Ad est bisogna capire se NY, Hernets e Magic possono crescere, in caso contrario abbiamo già le prime 8

  • Shady

    Ad Est le posizioni salvo grandi tonfi o trionfi resteranno queste. WAS col ritorno di wall potrebbe scalare tranquillamente posizioni e da IND a DET si giocheranno gli slot migliori, con CLE e BOS a lottare per la 1

    Ovest i rox rischiano fortemente di arrivare primi dato che a GS penso freghi meno di 0. spurs che si dovranno accontentare del 3 posto, credo che anche col ritorno di leonard le prime due restino irraggiungibili. io a minnie 4 ci credo, nonostante i loro mille difetti continuano a vicnere regolarmente, certo c’è da vedere se con questi minutaggi resteranno tutti sani. per l’ultimo spot alla lunga vedo denver e utah le più fragili, anche se lì sotto è abbastanza una tonnara

  • Michael Philips
  • Michael Philips

    I knicks li vedo ai playoffs se Porzi rimane sano e pure Tim Hardaway servirà in forma. Orlando e Charlotte le vedo crollare da qui ad un mesetto.

  • mad-mel

    Okafor ai Nets. Vediamo se il ragazzo si rilancia.

  • Hanamichi Sakuragi

    Per me i rox rallenterano e gs prima. Arrivare secondo, vuol dire semifinali vs spurs..gs vorrà evitarle