Pazzo Ginobili batte Boston, Oladipo ferma i Cavs!

Manu Ginobili batte all’ultimo i Celtics con una sua prodezza, Oladipo ferma a 13 la cavalcata degli Spurs, Durant trascina con brivido i Thunder a Detroit, vittorie all’OT per Bulls e Kings.

REGULAR SEASON

Charlotte Hornets – Chicago Bulls 111-119 OT
CHA: Kidd-Gilchrist 15, Williams 17, Howard 25 (10 rimb), Batum 9 (10 rimb), Walker 20, Graham 12
CHI: Markkanen 24 (12 rimb), Lopez 19 (10 rimb), Holiday 17, Dunn 20 (12 ass), Nwaba 11

Tornano a vincere i Chicago Bulls e lo fanno dopo un tempo supplementare in quel di Charlotte con l’asse Dunn-Markkanen; a 49” dalla conclusione Chicago vede lo striscione avanti 102-106 ma Kidd-Gilchrist e Walker non ci stanno, 4/4 ai liberi a parei a 5” sul 106-106 con Chicago che ha l’ultimo possesso, Dunn prende la responsabilità ma niente da fare.
Nell’Overtime però Charlotte crolla, tira 1/7 dal campo per 5 punti contro i 13 degli avversari.

Detroit Pistons – Golden State Warriors 98-102
DET: Harris 11, Drummond 8 (17 rimb), Bradley 25, Jackson 16, Tolliver 10
GSW: Durant 36 (10 rimb), Green 2 (13 ass), Thompson 21, Livingston 10

Kevin Durant sfiora la seconda Tripla-Doppia consecutiva (36+10+7) e Golden State sbanca Detroit con brivido; ospiti che prendono il comando della partita grazie ad un 3° quarto da 31-17, a 35” dalla fine sembra fatta sul +7 (93-100) ma Avery Bradley si infiamma con 5 punti consecutivi per il -2 (98-100) a 22”. Livingston commette 0/2 dalla lunetta e a 20” Detroit ha la palla del pareggio, ma Reggie Jackson non segnerà il layup e Klay Thompson la chiuderà dalla lunetta.

Indiana Pacers – Cleveland Cavaliers 106-102
IND: Bogdanovic 10, Young 13, Turner 15, Oladipo 33, Joseph 12
CLE: James 29 (10 rimb), Love 20, Smith 15

Il momento magico dei Cleveland Cavaliers si ferma per mano di Victor Oladipo e dei suoi Pacers, decisivo nel finale; 1’21” dalla conclusione, James corregge col Tap-In una tripla sbagliata d J.R per il -3 Cleveland (100-97) ma sul capovolgimento di fronte Oladipo ucciderà la partita, bomba del +6 (103-97) a 61” dalla fine e sarà l’unico canestro dal campo nel 4° periodo per l’ex Thunder.

Orlando Magic – Denver Nuggets 89-103
OLR: Simmons 21, Gordon 14, Vucevic 21 (17 rimb), Payton 11
DEN: Barton 19, Chandler 11, Harris 12, Beasley 12, Mudiay 18, Faried 20 (10 rimb)

Bella vittoria esterna dei Nuggets che vincono ad Orlando; dopo aver rimontato dal -13 iniziale gli ospiti prendono le redini della partita e grazie ad un parziale di 11-3 a metà del 4° periodo chiudono il match sul +17 (77-94), il tutto con un solido contributo della 2nd Unit (tre giocatori in doppia-cifra)

Memphis Grizzlies – Toronto Raptors 107-116
MEM: Gasol 20, Evans 27, Parsons 15, McLemore 10
TOR: Ibaka 21, DeRozan 26, Lowry 16, VanVleet 12

Toronto passa a Memphis con 26 punti di DeMar DeRozan; match deciso ad inizio dell’ultimo quarto Grizzlies avanti 97-95 e parziale di 11-0 Raptors per il +9 (97-106) a 6’50”, il colpo di grazia arriverà a 4’01! quando DeRozan realizzerà 3 liberi (Tecnico a Gasol e 2 su tiro) per il +11 (103-114).

Milwaukee Bucks – Dallas Mavericks 109-102
MIL: Middleton 31, Antetokounmpo 27 (11 rimb), Bledsoe 24, Brogdon 14
DAL: Barnes 18, Nowitzki 11, Matthews 29, Powell 15

Khris Middelton, Giannis Antetokounmpo ed Eric Bledsoe combinano per 82 punti nel successo dei Bucks Old-Style a Dallas; l’eroe del match è Khris Middleton, a 4’23” dalla sirena finale Harris fa 3/3 dalla lunetta per il sorpasso Mavs (98-97), da quel momento sarà Middleton-Show! L’esterno dei Bucks ne realizza 8 consecutivi per il +7 Milwaukee (98-105) a 2’02”. Per Middleton 14 dei suoi 31 negli ultimi 12’.

New Orleans Pelicans – Sacramento Kings 109-116 OT
NOP: Davis 18, Cousins 38 (11 rimb), Clark 15, Holiday 14
SAC: Randolph 35 (13 rimb), Fox 14, Hield 18, Mason 12

Torna Anthony Davis ma Zach Randolph (35 punti con 5 triple) e i suoi Kings gli rovinano la festa all’Overtime; è l’ex di turno che manda tutti al supplementare, Buddy Hield con la tripla a 36” per il 102-102 dopo che Cousins aveva schiacciato per il vantaggio, Sacramento che si ritrova pure l’ultimo possesso ma Randolph non troverà l’appuntamento col Buzzer-Beater.
Nell’Extra-Time i Kings prendono subito il comando e negli ultimi 94” piazzano il break di 6-0 per il +9 (107-116)

San Antonio Spurs – Boston Celtics 105-102
SAS: Gay 15, Aldridge 27 (10 rimb), Gasol 14 (11 rimb), Parker 11, Ginobili 11
BOS: Tatum 20, Brown 15, Irving 36, Rozier 13

Il Big-Match della notte ha isto i San Antonio Spurs battere i Boston Celtics con una pazzesca prodezza all’ultimo dell’eterno Manu Ginobili; partita stupenda con Aldridge che a 90” pareggia sul 102-102 dopo che

TOP 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Barone birra

    Lo avevo detto che durant ci avrebbe fatto divertire senza curry e infatti seconda partita spaziale e seconda w consecutiva da protagonista assoluto. Manu grazie di esisrere

  • Barone birra

    Esistere

  • low profile
  • misterwolf

    durant con l’anello si è tolto una bella scimmia certo i warriors sono esageratamente forti, ma lui mi sembra abbia completato il suo gioco in entrambi i lati del parquet

    i bucks mi sembrano i thunder dell’est che sono riusciti a trovare la svolta..

    ma i numeri di howard sono direttamente proporzionali al contesto perdente?

    belli tosti i pacers

  • Michael Philips

    Sconfitta meritata per i cavs. Intestarditi con le triple, un enorme oladipo li ha stesi.
    Korver ha sbagliato 3 triple di fila che avrebbero potuto far girare il match. Pazienza.

  • Michael Philips

    è che non aveva il microfono in mano, altrimenti lo avrebbe lasciato cadere a terra e poi via.

  • Michael Philips

    Bella la sera dei vecchietti. Tra Ginobili e Zbo “nel mio quartiere i bulli vengono bullizzati” che trolla cousins non male.

  • Kimi

    Comunque sta cosa che ogni volta che Lebron e Wade si passano anche la carta igienica mentre uno dei due sta cacando, si tiri fuori la brotherhood/ il ritorno degli amigos/ecc ha già scassato 3/4 di menghia (scusate il francesismo)

  • michele

    Serata di vecchi leoni in casa spuuurs. Prima Gasol ha tolto di mezzo Baynes con una ginocchiata sulle palle ( aggravando ulteriormente la poco felice serata di Horford), poi Manu ha fatto cambiare i mutandoni al mio amico Flavio.

    Aldilà degli episodi, Boston meno fluida del solito. Irving straordinario pero ‘ un solo assist a referto è pochino per un play. Benissimo invece i miei due pupilli, ma non è una novità. Partite come queste sono come un esame universitario per loro, al cospetto dei professori del gioco si impara.

  • michele

    Oladipo che è sotto contratto fino al 2021. George l’avrebbero perso a giugno per niente. Aggiungiamo Sabonis e viene fuori una signora trade per Indiana. E se Paul invece non rifirma per OKC, il cerino in mano se lo tengono i Thunder.

  • In Your Weis

    Ed hanno appena cominciato a trovare un po’ di sintonia, vedrai tra un paio di mesi quanto espn e compagnia cacheranno fuori dal vaso

  • Shady

    Dopo 13w una sconfitta in un campo ostico come quello di Indiana ci può stare. Partita nervosa dei cavs che comunque non prendono l’imbarcata, la conducono pure ma crollano nel finale. L’importante ora è non ripetere una striscia negativa.

  • Michael Philips

    “un solo assist a referto è pochino per un play”

    eh, facci l’abitudine, lui a volte è peggio del peggior Kobe quando parte per la tangente. “Tunnel vision” a livello di visione di gioco.

  • Michael Philips
  • michele

    era dunque lei la “mamma cocaina” dell’ anno del dragone di cimino lol