Harden Show da 48, Clippers vittoria Thriller!

Sabato NBA dalle ricche emozioni con i Clippers che vincono in volata con giallo, Westbrook salva i Thunder, Cleveland c’è con al Tripla-Doppia di James, Chicago supera NY mentre Houston e Harden firmano la 9^ consecutiva.

REGULAR SEASON

Los Angeles Clippers – Washington Wizards 113-112
LAC: Gallinari 25, Jordan 6 (17 rimb), Rivers 16, Williams 35, Harrell 11
WAS: Porter 27 (11 rimb), Beal 25, Mahinmi 14, Satoranksy 11, Scott 22

Italian Job: Gallinari 25 pt (6/12, 2/7, 7/), 3 rimb, 2 ass, 1 rec in 36’

Allo Staples Center partita decisa in volata tra Clippers e Wizards con Lou Williams eroe all’ultimo respiro con giallo finale; Mike Scott si mette in proprio, realizza 7 punti consecutivi che valgono il +4 Wizards (103-107) ad 80” dalla sirena finale, i Clips non mollano e Lou Williams con un 2/2 tiene il match vivo a 45” dopo un tragico 0/2 dalla lunetta di Satoransky. Porter sbaglia la tripla del KO, possesso Clippers e via al finale thriller!
Rivers sbaglia da 3, ma DeAndre Jordan cattura il rimbalzo, la ri-apre al figlio del Doc che non ha pura e spara la bomba del sorpasso L.A (110-109) con 12” sul cronometro…e Bradley Beal sente l’odore del sangue! Il #3 fa la rimessa, taglia verso il ferro, la riceve, si butta dentro, segna col contatto di Johnson e dalla lunetta firma il +2 (110-112) ma ci sono ancora 8”.
I Clippers vanno da Lou Williams…BOMBA frontale da 8 metri dal palleggio in faccia proprio a Beal ed è 113-112 con ancora 1” da giocare.
Beal riceve, fa un palleggio, tira dal alto, segna…ma a tempo scaduto perché il cronometro era partito prima!!!! L’arbitro fa ripetere la rimessa, tira Gortat da 3 perché i Clippers chiudono bene Beal e stavolta è finita.

Brooklyn Nets – Miami Heat 89-110
BKN: Hollis-Jefferson 18, Zeller 12, Crabbe 12, Dinwiddie 15, LeVert 12, Whitehead 13
MIA: Johnson 17, Olynyk 11, Dragic 20, T.Johnson 20, Winslow 15

Seconda ed ultima partita in Messico con i Nets che stavolta perdono contro gli Heat di Goran Dragic; Miami trova la fuga a 2’40” dalla conclusione, sul +4 Olynyk realizza 4 punti consecutivi dando vita ad un break di 8-0 per il +12 (87-99) a 56” dalla sirena finale.

Charlotte Hornets – Los Angeles Lakers 99-110
CHA: Williams 13, Howard 21 (12 rimb), Walker 23, O’Bryant 11
LAL: Ingram 18, Lopez 13, Caldwell-Pope 15, Kuzma 12 (14 rimb), Randle 12, Clarkson 22

Bella vittoria dei Lakers che vincono a Charlotte grazie ad un super 4° periodo di Jordan Clarkson; le squadre entrano negli ultimi 12’ sul +1 giallo-viola (75-76), Clarkson realizzerà 14 dei suoi 22 punti finale nell’ultima frazione compreso il layup che chiuderà il break di 10-0 Lakers per il +14 (90-104) a 3’26” dalla fine.

Atlanta Hawks – Orlando Magic 117-110
ATL: Prince 10, Ilyasova 26, Bazemore 19, Schroder 18, Cavanaugh 14, Belinelli 13
ORL: Simmons 29, Vucevic 31 (13 rimb, 10 ass), Payton 11

Italian Job: Belinelli 13 pt (2/2, 3/6 da 3), 2 rimb, 3 ass, 2 perse in 23’

Tripla-Doppia di Nikola Vucevic (31+13+10) ma non è bastata ai Magic per vincere ad Atlanta; a 72” dalla fine è lo stesso Vucevic che firma il sorpasso Magic sul 108-110 ma da quel momento Orlando andrà nel pallone ed Atlanta ne approfitterà! Parziale micidiale di 9-0 con Bazemore autore di 6 punti consecutivi compresa la schiacciata del sorpasso (112-110) a 36”.

Cleveland Cavaliers – Philadelphia 76ers 105-98
CLE: James 30 (12 rimb, 13 ass), Crowder 12, Green 13, Wade 13, Korver 13
PHI: Saric 17, Covington 19, Redick 19, Simmons 14 (10 ass), Holmes 13, Booker 12

No Joel Embiid per i Sixers, no Kevin Love per i Cavs e LeBron James si scatena con la Tripla-Doppia trascinando i Cavs al successo su Phila; vittoria che arriva nel finale per i Cavaliers, a 99” dal termine Phila è sul -1 (99-98) e possesso, Covington di fa scippare da Crowder e Wade segna il floater del +3 a 1’08”, ma il momento decisivo arriva dopo.
Redick sbaglia la tripla del possibile pareggio e Crowder, su assist di James, segna invece la tripla del KO per il 104-98 a 40”.

Chicago Bulls – New York Knicks 104-102
CHI: Markkanen 15, Lopez 11, Dunn 17, Nwaba 15, Mirotic 19, Portis 10
NYK: Porzingis 23, Kanter 10 (11 rimb), Lee 14, Ntilikina 10, O’Quinn 10, McDermott 10

Vittoria di misura per i Chicago Bulls che conquistano la 2^ consecutiva battendo i Knicks; finale thriller con Porzingis che pareggia sul 102-102 a 8” dalla fine ma Kriss Dunn riesce a conquistare un fallo e andare in lunetta. Il Sophomore è di ghiaccio, 2/2 per il sorpasso a 2”, ultimo tiro per NY ma la tripla di Porzingis non andrà a segno.

Milwaukee Bucks – Utah Jazz 117-100
MIL: Middleton 20, Antetokounmpo 37 (13 rimb), Henson 11, Bledsoe 20, Brogdon 16
UTA: Ingles 12, Favors 14, Gobert 20, Mitchell 12, Rubio 10, Burks 20

Prepotente vittoria dei Bucks contro i Jazz col trio autore di 77 punti; Milwaukee è padrona del camp dall’inizio alla fine, nel 3° quarto arriverà anche a toccare il +21 con Antetkounmpo autore di 12 dei suoi 37 punti finali oltre di una schiacciata pazzesca ai danni di Rudy Gobert a 40” dalla fine.

Memphis Grizzlies – Oklahoma City Thunder 101-102 OT
MEM: Brooks 13, Gasol 22, Evans 29 (13 rimb), McLemore 17
OKC: Anthony 21, Adams 21, Abrines 20, Westbrook 20 (11 rimb, 14 ass)

Tripla-Doppia anche per Russell Westbrook nel sudato successo di misura dei Thunder a Memphis dopo un tempo supplementare; Grizzlies che hanno da mangiarsi le mani soprattutto per i tiri liberi, a 4” dalla conclusione va Gasol in lunetta sul -2 (90-92) e fa 1/2 ma Brooks è svegli, sul secondo errore conquista il rimbalzo offensivo, riesce a darla ad Evans che a sua volata finirà in lunetta con 1” da giocare. Altro dramma perché Tyreke fa 1/2 per il pareggio 92…fortuna che Harrison stopperà Westbrook sulla sirena.
Nell’Overtime saranno ancora i liberi decisivi, Green fa 0/2 a 8” sul +1 Grizzlies, Westbrook lo punirà con un 2/2 a 5” per il sorpasso OKC, Evans proverà a farsi perdonare ma la sua tripla sulla sirena non troverà il fondo del canestro.

Phoenix Suns – San Antonio Spurs 101-104
PHX: Warren 24, Chriss 15, Daniels 10, James 25, Monroe 8 (11 rimb)
SAS: Paul 10, Gay 16, Aldridge 20, Forbes 11, Murray 8 (14 rimb), Mills 20

Altra vittoria in volata quella degli Spurs a Phoenix con Bryn Forbes eroe della partita; a 29” dalla fine Josh Jackson fa 1/2 dalla lunetta per il +2 SUns (101-99) ma San Antonio risponde con la bomba di Forbes per il contro-sorpasso a 21”, Phoenix si affida a Mike James ma la sua tripla non andrà a segno e Mills chiuderà i giochi dalla lunetta

Portland Trail Blazers – Houston Rockets 117-124
POR: Aminu 15, Leonard 12, McCollum 28, Lillard 35
HOU: Ariza 13, Capela 11 (10rimb), Harden 48, Paul 26, Gordon 12

CJ McCollum e Damian Lillard combinano per 63 punti ma non bastano contro i 74 del duo Harden-Paul che espugna in rimonta il MODA Center per la 9^ vittoria consecutiva; Portland domina ed entra nell’ultima frazione avanti di 14 lunghezze (98-84) ma negli ultimi 12’ Houston la spazzare via!
Superbo ultimo quarto dei texani da 40 punti di cui 15 firmati Barba e 10 da CP3, 15/19 dal campo di squadra contro i 19 punti di Portland (8/17 dal campo)

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Barone birra

    The truth

  • Barone birra

    Trito è tmac ahhh ahhh

  • mad-mel

    Nn avrei mai pensato che THJ diventasse così importante per i knicks. Contratto che ho sempre criticato.
    Pessima sconfitta ma che rinforza la mia idea, ovvero che i knicks dovrebbero tankare qst stagione. Seguire l’ottavo posto nn ha senso.
    Sta facendo un ottima stagione Lee e buona O’Quinn. Riuscire impostare qualche trade per delle pick future sarebbe ottimo.

  • mad-mel

    Solo 5-6?

  • michele

    mi pare pero’ vanti diverse apparizioni nel primo quintetto difensivo, anche quello fa curriculum. iguodala sicuramente glielo avrebbe dato il dpoyi eheheheh

  • Barone birra

    6.ma onestamente a livello di pippen o simili non lo vedo proprio

  • michele

    infatti ho citato Carter perché, all’opposto di Tmac, mi sembra sia un giocatore che viene sempre spernacchiato, o ricordato solo come schiacciatore.

  • Michael Philips

    Lebron, KD, Leonard, Kyrie, Curry

  • Barone birra

    Carter era un giocatore completissimo ;infatti ha messo moltissime triple oltre ad essere probabilmente il miglior schiacciato re di sempre . penso che la m7 ammirazione per lui sua l’unica cosa che abbiamo in comune io e iyw.ehh ehhh

  • misterwolf

    kobe come marcatore a uomo , lebron come difensore di squadra, aiuti e tante piccole grandi cose difensori molto diversi come tipologia

  • misterwolf

    intendo che gli piacciono i giocatori con i suoi istinti per questo gioco come west e kobe

  • misterwolf

    per simili non intendevo un paragone ma un istinto a mettersi in proprio come kobe ad esempio.
    poi anche MJ con P-jax è cresciuto nel gioco di squadra e nel Q.I. cestistico

  • misterwolf

    V.Carter paga la sua eccessiva spettacolarita che non proporzionale alle vittorie , che cmq visto il periodo (post jordan ) era fatto di pressioni e aspettative che non stavano ne in cielo e ne in terra…la ricerca del nuovo Jordan…
    Carter-T-Mac e kobe , e secondo me per il mamba trovarsi a dividere le pressioni con shaq ha aiutato

  • mad-mel

    Beh in una gara decisiva playoffs ci metto anche wall, ad esempio. Ma anche altri perchè di pivotal e non solo Harden peggio nn poteva fare.
    Cmq aggiorna le prestazioni monster dei giocatori contro Lillard

  • Michael Philips

    Wall? No grazie, a parte due gare, ha fatto schifo nelle finali di conference, chiudendo in bellezza con una gara 7 da 18pts 8/23 dal campo e 1/8 da 3.

  • Barone birra

    Ma russ non crescerà mai come qi cestistico è troppo istintivo è questo sarà sempre il suo grande limite

  • misterwolf

    è probabile ma magari si allineano le stelle e incontra la un coach un giocatore ecc. ecc.
    ricordo che Mj venne considerato molto presto il miglior giocatore della storia ma inizio a vincere non molto presto, e le sue uscite nei p.o. erano seguite da critiche molto toste fuori e dentro la squadra quindi spero che al bun russ gli si allineino i pianeti

  • redbull

    Mancano 60 partite, è un po’ presto per dire che L mvp è già assegnato