Porzingis & Embiid che spettacolo, ok Cavs

Kristap Porzingis e Joel Embiid trascinano d asoli le loro squadre al successo ed entrambi all’Overtime, LeBron 25+17 assist nella vittoria Cavs, Dallas rovina l’esordio di Leonard, colpi Nuggets e Nets.

REGULAR SEASON

Cleveland Cavaliers – Atlanta Hawks 123-114
CLE: James 25 (17 ass), Crowder 13, Love 17 (12 rimb), Calderon 14, Green 17, Korver 19
ATL: Prince 24, Cavanaugh 11, Bazemore 20, Schroder 14, Bembry 10

LeBron James dice 25+17 assist nel successo interno dei Cavaliers (senza Wade) contro Atlanta; Cavs che prendono il largo con un 2° periodo da 31-17 andando negli spogliatoi sul +14 (62-48), nella ripresa i padroni di casa non perderanno tempo piazzando un break iniziale di 11-2 per il +21 (73-52) e non si gireranno più.

Detroit Pistons – Denver Nuggets 84-103
DET: Jackson 12, Drummond 5 (10 rimb), Marjanovic 14, Galloway 18
DEN: Chandler 18, Barton 4 (10 ass), Plumlee 10 (13 rimb), Murray 28, Lyles 20

Momento di difficoltà per i Detroit Pistons sconfitti in casa nettamente dai Nuggets di Jamal Murray; partita sempre nelle mani degli ospiti che prima vanno negli spogliatoi sul +9 (40-49) e poi la uccidono con un 3° periodo da 31-20 con Murray autore di 13 dei suoi 28 punti finali, Denver toccherà anche il +23.

New York Knicks – Los Angeles Lakers 113-109 OT
NYK: Porzingis 37 (11 rimb), Kanter 14 (11 rimb), Lee 10, Jack 3 (10 ass), McDermott 10, Ntilikina 13, Beasley 13
LAL: Lopez 14, Caldwell-Pope 24, Ball 17, Kuzma 19, Randle 13, Clarkson 12

Al Madison Square Garden Kristaps Porzingis scrive 37 punti a referto trascinando i Knicks al successo sui Lakers dopo un tempo supplementare; match combattuta tanto da avere 20 cambi di leadership e 17 situazioni di parità, a 69” dalla fine NY vede lo striscione del traguardo avanti 99-94 dopo un canestro di Porzingis ma alza le mani dal manubrio.
Prima Caldwell-Pope corregge un suo stesso errore per il -3 (99-96) e poi Kyle Kuzma, a 24”, spara la bomba del pareggio! Ultimo possesso per i Knicks ma la tripla del lettone non andrà a segno.
Overtime deciso negli ultimi 2’54”, 103-103 il punteggio quando Beasley realizza 4 punti nel break di 6-0 New York per il 109-106 a 1’24”, Porzingis poi sferrerà il pugno del KO con la bomba del 111-105 a 52”.

Brooklyn Nets – Washington Wizards 103-98
BKN: Carroll 15, Hollis-Jefferson 16 (12 rimb), Zeller 12, Crabbe 13, Dinwiddie 11 (12 rimb), LeVert 16, Allen 11
WAS: Porter 11, Beal 28, Oubre Jr. 12

Bella vittoria casalinga dei Nets che battono Bradley Beal e i suoi Wizards; finale in volata con Washington che trova il sorpasso a 51” con Beal per il 97-98, la risposta di Brooklyn non si farà attendere, tripla di Crabbe che darà il via al break finale di 6-0 per i Nets, sanguinosa l’infrazione di 5” per i capitolini a 8” dalla fine sul -3.

Dallas Mavericks – San Antonio Spurs 95-89
DAL: Barnes 17, Matthews 16, Ferrell 16, Barea 16, Powell 12 (12 rimb)
SAS: Leonard 13, Aldridge 23 (13 rimb), Gay 21

Kawhi Leonard fa il suo esordio stagionale (13 punti in 15’) ma non basta agli Spurs che perdono il derby a Dallas; eroi della vittoria dei Mavs Yogi Ferrell e Wesley Matthews, sono le loro due triple consecutive a metà del 4° periodo che stroncano gli speroni nel break di 10-2 per il +11 (89-78) con 4’49” da giocare.

Minnesota Timberwolves – Philadelphia 76ers 112-118 OT
MIN: Wiggins 20, Gibson 7 (12 rimb), Towns 19 (16 rimb), Butler 38, Teague 17
PHI: Saric 14, Holmes 15 (11 rimb), Embiid 28 (12 rimb), Redick 25, Booker 12

Joel Embiid torna e trascina i Sixers alla vittoria sul campo dei T-Wolves dopo un tempo supplementare malgrado i 38 di Jimmy Butler; è proprio “The Process” che salva sul finire dei regolamentari i suoi, Philly è sotto di 2 (100-98) dopo la bomba di Butler ma Towns commette fallo sul lungo dei Sixers, Joel è di ghiaccio per il 2/2 che vale il 100-100 a 14”. Ultima chance per Minnesota, si va da Butler ma il suo Step-Back non avrà fortuna.
Nell’Extra-Time super partenza degli ospiti con un parziale di 6-0 nei primi 2’, sarà poi lo stesso Embiid a spegnere i sogni di rimonta con la tripla a 1’39” dalla fine per il +7 (104-111).

Sacramento Kings – Phoenix Suns 99-92
SAC: Randolph 17, Hill 18, Cauley-Stein 13, Bogdanovic 10, Hield 14
PHX: Warren 18, Chandler 7 (10 rimb), Ulis 10, James 17

Sacramento batte Phoenix con l’asse Randolph-Hill; a 7’ dalla fien Phoenix comanda le operazioni sul +5 (80-85) ma i Kings si infiammeranno di colpo piazzano un parziale di 13-0 per il +8 (93-85) a 1’50”. A 62” dalla conclusione Phoenix piazza un 4-0 portandosi sul -4 (93-89) ma sarà Z-Bo a chiudere le ostilità con un gioco da 3 punti per il +7 a 44”.

T-SHIRT #7 DI NBA-EVOLUTION DISPONIBILE ORA 👇 SULLO SHOP!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • brazzz

    Detroit non mi convinceva,infatti..ovvio che è soo un momentaccio,ma non valeva la classifica iniziale..stesso discorso lo faccio per i pacers,li aspetto..embidio fenomeno,poco da dire..contento per Leonard,ora devono riassestarsi..knicks che in casa sono ottimi,ma dipendono troppo da uno solo

  • Barone birra

    La partita di stanotte è la conferma che l’mvp a lebron interessa eccome. Non è un caso che abbia il career high di assist la notte dopo i 17 di harden. Visto che poteva abusare di Atlanta in qualsiasi modo ha preferito farlo da play puro ;mettendoci vicino anche le sue percentuali al tiro che il barba non ha ;io dico che capendo molto di basketball il primo a ritenere impossibile il titolo contro questi warriors sia lui,e quindi almeno per adesso abbia spostato la sua attenzione alla rs e all’mvp. Qualcuno pensa che gli dispiacerebbe fare 5 mvp come jordan e raggiungerlo almeno in questo?io dico che sta giocando per questo sennò stanotte riposava tanto vincevano uguale con Atlanta

  • Barone birra

    Il basketball non è il calcio alla fine i valori vengono fuori.

  • low profile

    Spurs che andavano bene, Leonard che torna. L automatica, mi pare ovvio, a maggior ragione dopo aver usato Dallas come test per il rientro di Parker. Se la saranno legata al dito e ci sta ehehe
    Leonard comunque bene, fondamentalmente ha giocato il suo basket classico, un pò di ruggine ma si vede che è sempre lui. Quanto mi è mancato quel palleggio arresto e tiro. Bellissimo da vedere e la palla va sempre dentro.
    Ero curioso della partita di LMA in realtà, col ritorno di Leonard il mio osservato speciale è decisamente lui, e le indicazioni mi confortano a metà. Bene perchè comunque non si è alienato dal gioco ma male perchè il grosso l’ha fatto con Kawhi in panca e Kawhi non giocherà sempre 15 minuti.
    Gay al contrario mi è parso molto in sintonia col 2 considerando pure che mai ci aveva diviso il campo

  • low profile

    Embiid Porzi ma anche Jokic, chissà Doncic e tanti altri.
    Sti qua più passa il tempo e più mi convincono che oltre a essere dei fenomeni veri siano anche la salvezza di quella schifezza che è l’ASG. Team usa vs resto del mondo sarebbe proprio da vedere ai giorni nostri

  • 8gld

    Gia’ l’insonnia non mi lasciava dormire poi mi sembrava di aver sbagliato quarto. Di trovarmi nel secondo quarto invece del primo. Forse per problemi interni, forse per problemi fisici, forse per prove ma Detroit ha giocato i primi due quarti con molta panchina. Denver ha fatto la sua parte e anche il sonno che mi ha portato con se’ nell’ultimo quarto. Dipende dai Pistons quello che vogliono fare. Dal loro coach. Sono ancora in corsa per un posto ai p.o.

  • Baboz

    Curry, Harden, Westbrook, Irving, Thompson, Lebron, Durant, Leonard, DMC, Davis
    VS
    Shroeder, Dragic, Doncic, Simmons, Wiggins, Anteto, Porzi, Embiid, Jokic, Gobert

    Team USA è molto molto superiore, anche se in prospettiva Team World può avvicinarsi.
    Da notare che da Team USA ho tenuto fuori gente come Wall, George, Butler, Green, Drummond… e sicuramente ne dimentico tanti.

  • Shady

    Comunque KAT in difesa sta diventando l’harden dei lunghi, ridendo e scherzando non è che veda tanta differenza fra lui e un buco nero come kanter. Sempre fuori posizione e salta sempre a cazzo di cane.

  • low profile

    Beh sotto canestro verrebbero massacrati e sugli esterni Gianni ha pochi rivali.
    Vincerebbe team usa si, ma dovendosi impegnare, che è quello che si vorrebbe vedere in una partita delle stelle. Senza strafare ma me la immagino più “seria” dello schifo che fanno da anni

  • Barone birra

    Esatto lo stavo pensando anche io stanotte embiid lo ha ridicolizzato in attacco;avevano ragione quelli che li considerano già superiore a towns da adesso,in difesa ci sono due categorie fra loro

  • Michael Philips

    Gli ancora brevi momenti di dominio di Porzingis fanno più paura di qualsiasi altro giocatore. Giannis è ancora ben più forte, ma quello che il lettone fa intravedere è qualcosa di potenzialmente devastante. Giannis deve ancora dimostrare di avere un jumper affidabile ma riesce comunque a dominare.
    Porzingis da proprio l’idea di essere ingiocabile quando è in serata perché hai un klay thompson di 221cm.

    Gli serve quella forza mentale in grado di obbligarlo a far bene anche dopo 2-3 gare ottime, quella forza che ti impedisce di rilassarti.
    Se riesce a trovare quella dimensione mentale, non lo fermi. Non hai i mezzi per fermarlo. Tira in testa a chiunque e se gli metti un altro big vicino è possibile che te lo brucia in velocità, dal palleggio. Roba da matti insomma.

  • MatteoMa

    Per il fisico snello e slanciato a me ricorda proprio un Kevin Durant di 221cm, soprattutto nei movimenti lontano dal canestro. La capacitá di mettere palla per terra e controllarla senza problem é veramente fuori dal normale. Speriamo che NY non sprechi anche questo talento, uno cosi, se gli costruisci una squadra intorno come gia stanno facendo, ti porta in alto. Per quanto riguarda la questione mentale mi sembra essere un ragazzo molto dritto e in una piazza come I Knicks é grasso che cola. Forse l’unica ombra sul suo futuro sono gli infortuni, anche perché ho l’idea che l’NBA debba ancora abituarsi a “trattare” medicamente i cosidetti unicorni. just my thoughts

  • Michael Philips

    Sì in effetti ha più lo stile di KD che quello di Klay.

  • Nel caso vi foste distratti qui il regalo per voi: http://bit.ly/2jAAYeB

  • Michael Philips

    I Knicks (14-13) si sono liberati di Melo e i Pacers (16-11) di George.
    Melo e George hanno raggiunto l’mvp della passata stagione nei Thunder (12-14).

  • The Worm 91

    C’è da dire che gli ultimi draft si sono dimostrati quantomeno bilanciati in quanto a talento (opinione mia: un po’ più avanti resto del mondo).

    Non possiamo sapere se è un fenomeno frutto del caso o di un trend che si confermerà (comunque, il prossimo anno top3 pick europea); in ogni caso format che in prospettiva ci può stare.

  • The Worm 91

    L’impatto sullo score W-L è (con una serie di discriminanti lunga così) un buon parametro per valutare l’impatto di uno (o più) rookie.

    Non è un caso che il duo Simmons Embiid (le poche partite giocate l’anno scorso sono state entusiasmanti) abbia attirato molta più attenzione di quello KAT wiggo. I primi hanno proprio più cazzimma

  • Michael Philips
  • Barone birra

    Kat almeno in attacco ci sta;ma è wiggins che non c’entra niente. Embiid simmons potrebbero essere veramente la coppia d’oro del futuro anche se li vedo troppo injury prone per dominare veramente

  • The Worm 91

    Un problema non da poco é il (non) jumper dell’australiano.

    Per gli infortuni, che ci sono stati indubbiamente, va considerata anche la precauzione/malizia (?) dei Sixers

  • Barone birra

    Simmons sembra difettar molto sul tiro ma ha tutto il tempo per migliorare;forse non tutti sanno che lebron nell’anno da rookie aveva percentuali non certo esaltanti e adesso solo ai liberi lascia ancora a desiderare

  • The Worm 91

    Un conto è limare un fondamentale, un altro è costruirselo dal nulla, a standard NBA.
    Basti vedere Rose, Rondo ecc

  • michele

    Melo e George lottano per il premio “addition by subtraction” intitolato ad honorem al Rudy Gay d’antan.

  • DrDre

    In un campionato di calcio i valori vengono sempre fuori.
    Nelle coppe invece può succedere di tutto.

  • brazzz

    mi sembra un filino più intelligente di rose e rondo…anche magic non aveva tiro da fuori e se lo costruì..bruttino da vedere,ma efficace