Harden 51 ma vince Kuzma, colpo Miami a Boston!

A Houston non bastano i 51 di Harden per battere i Lakers di Kyle Kuzma, Miami sorprende Boston, vittoria tirata per gli Spurs, bene Bulls, Thunder, Warriors e T-Wolves trascinati da Jimmy Butler.

REGULAR SEASON

Charlotte Hornets – Toronto Raptors 111-129
CHA: Howard 15, Walker 15, Lamb 32, O’Bryant III 10
TOR: Anunoby 20, Ibaka 24, DeRozan 28, Lowry 11, Siakam 12

Toronto espugna Charlotte con 28 punti di DeMar DeRozan e un 2° quarto superbo; padroni di casa che chiudono i primi 12’ sul 26-22 ma nel 2° verranno annichiliti dai canadesi, 41-21 il parziale con Toronto rea del 65% dal campo contro il 40% degli Hornets nelle mani del solo Lamb (14 punti per lui), al riposo lungo Toronto avanti 47-63 e non si girerà più.

Atlanta Hawks – Indiana Pacers 95-105
ATL: Ilyasova 10, Plumlee 10, Bazemore 13, Collins 18, Belinelli 13
IND: Bogdanovic 19, Turner 20, Oladipo 23, Collison 11, Joseph 11, Stephenson 10

Italian Job: Belinelli 13 pt (4/7, 1/5, 2/2), 1 rimb, 3 ass in 23’

Victor Oladipo e Myles Turner combinano per 43 punti nel successo esterno di Indiana ad Atlanta; partita sempre salda nelle mani degli ospiti rei anche di aver raggiunto i +20, il momento chiave arriva a cavallo tra il 3° e 4° periodo, a 60” dalla sirena del 3° Atlanta c’è sul -5 (71-76) ma Indiana piazzerà un break di 9-2 per il +12 (73-85) dopo 2’40” del 4°.

Boston Celtics – Miami Heat 89-90
BOS: Tatum 11, Brown 16, Irving 33, Smart 15
MIA: Richardson 19, Olynyk 32, Waiters 10, T.Johnson 6 (11 rimb)

Sorpresa della notte al TD Garden di Boston dove Miami (priva di Dragic e Whiteside) batte di misura i Celtics con l’ex di giornata, Kelly Olynyk, autore di 32 punti; a 60” dalla conclusione è lo stesso lungo canadese che realizza il layup del +4 (86-90), Boston non molla e Irving la porta sul -1 (89-90) con 27” da giocare!
Richardson sbaglia il tiro del KO e lascia ai Celtics l’ultimo possesso con 6” da giocare, il tiro se lo prende Kyrie ma stavolta non c’è lieto fine per lui.

Brooklyn Nets – Sacramento Kings 99-104
BKN: Carroll 15, Hollis-Jefferson 14 (10 rimb), Crabbe 10, Dinwiddie 16, Harris 14, LeVert 13
SAC: Bogdanovic 14, Randolph 21, Cauley-Stein 13, Hill 22

Buona vittoria per i Kings al Bracley Center con il duo Hill-Randolph ancora sugli scudi; finale in volata con i Kings avanti 99-101 a 23” dalla fine con possesso Nets che però bruceranno ben 3 occasioni consecutive con Dinwiddie, Carroll e Acy che perderà palla a 11”. Sacramento però non vuole vincere, Bogdanovic fa 1/2 a 10” per il +3 dando ancora una speranza ai bianco-neri che però perderanno palla con Harris.

Chicago Bulls – Orlando Magic 112-94
CHI: Valentine 16 (10 rimb), Lopez 10, Dunn 15, Mirotic 15 (10 rimb), Grant 13, Portis 14
ORL: Hezonha 12, Vucevic 18 (10 rimb), Payton 14, Augustin 14

Non si fermano più i Chicago Bulls alla loro 7^ vittoria consecutiva, battuti i Magic con la Doppia-Doppia di Denzel Valentine; dopo essere andati al riposo lungo avanti 59-58 i Bulls uccidono la partita con un 3° periodo da 31-18 con Kris Dunn autore di 11 dei suoi 15 punti finali, dal +11 al +24 (90-66) per arrivare pure sul +30!

Houston Rockets – Los Angeles Lakers 116-122
HOU: Ariza 18 (11 rimb), Harden 51, Gordon 21, Tucker 10 (10 rimb)
LAL: Ingram 13, Kuzma 38, Hart 11, Ball 16, Nance Jr. 13, Brewer 21

James Harden firma 51 punti (15/27 dal campo con 17/21 ai liberi) a referto ma gli Houston Rockets vedono la loro striscia di vittorie fermarsi a 14, i Lakers sbancano Houston con 38 punti di Kyle Kuzma; a 7’50” dalla fine i Rockets impattano sul 100-100 ma i Lakers non vanno nel panico anzi, break di 10-0 in 3’ per il 100-110 con 4’11” da giocare! Harden ci prova in tutti i modi ma Houston non riuscirà ad andare oltre il -9.

Oklahoma City Thunder – Utah Jazz 107-79
OKC: George 18, Anthony 18m Adam 11, Westbrook 24 (10 rimb), Grant 11
UTA: Hood 17, Burks 14, Sefolosha 12

Vittoria sfolgorante dei Thunder che superano senza problemi i Jazz; match finito dopo i primi 12’ col tabellone della Chesapeake Energy Arena che recita 25-9 per OKC con Westbrook autore di 14 punti, 52% dal campo contro il 22% degli avversari, i Thunder arriveranno anche sul +33.

Dallas Mavericks – Detroit Pistons 110-93
DAL: Barnes 25, Nowitzki 12, Matthews 10, mith Jr. 15, Ferrell 11, Barea 11
DET: Harris 10, Tolliver 18, Drummond 11 (13 rimb), Johnson 16, Smith 15

Dallas esce nel 2° quarto e batte Detroit guidata da Harrison Barbes; i texani chiudono sotto di 3 i primi 12’ ma poi fanno loro la partita, 2^ frazione da 43-18 con 11 punti di Dennis Smith Jr. e poi 3^ frazione da 24-13 lasciando i Pistons col 22% dal campo, alla sirena del 3° quarto Mavs avanti 89-66.

Denver Nuggets – Minnesota Timberwolves 104-112
DEN: Jokic 22 (10 perse), Chandler 5 (10 rimb), Craig 10, Murray 30, Lyles 15
MIN: Gibson 12, Towns 25 (10 rimb), Butler 25, Teague 16, Crawford 20

Karl-Anthony Towns e Jimmy Butler combinano per 50 punti e Minnesota sbanca Denver; T-Wolvs che entrano sotto di 4 (84-80) ma ribaltano al situazione e a 1’19” dalla conclusione sono avanti 102-104. Sarà il solito “Jimmy Buckets” a risolvere la situazione con 6 punti consecutivi per il +8 (102-110) a 30”.

Portland Trail Blazers – San Antonio Spurs 91-93
POR: Turner 14, Nurkic 15, McCollum 13, Lillard 17, Davis 7 (11 rimb), Napier 14
SAS: Aldridge 22, Gasol 20 (17 rimb), Mills 10, Ginobili 10

Kawhi Leonard riposa ma Pau Gasol torna indietro col tempo registrando una Doppia-Doppia da 27+10 nel successo di misura di San Antonio a Portland; finale al cardio-palma, Aldridge va in lunetta con gli Spurs sul +1 (91-92) a 15”, fa 1/2 lasciando l’ultimo tiro ai Trail Blazers ma McCollum sbaglia la tripla sulla sirena.

Golden State Warriors – Memphis Grizzlies 97-84
GSW: Durant 22, Thompson 29, Casspi 12
MEM: Gasol 21, Evans 10, Martin 10, McLemore 10

Nella Baia stanotte è stata la partita di Klay Thompson, 29 punti per lui nel successo contro i Grizzlies; Memphis lotta ed è in scia sul -4 (78-74) a 9’22” dal termine, Golden State cambia marcia e con un parziale di 11-1 vola sul +14 (89-85) con 4’10” dal giocare, vantaggio poi difeso fino alla fine.

Los Angeles Clippers – Phoenix Suns 108-95
LAC: Williams 12, Wilson 11, Jordan 12 (20 rimb), Rivers 21, Williams 18, Harrell 11
PHX: Warren 22 (10 rimb), Chriss 13, Jackson 17, Len 4 (13 rimb), Canaan 10

Basta il primo tempo ai Clippers per archiviare la pratica Suns con DeAndre Jordan da 12+10; alla sirena dell’intervallo padroni di casa avanti 53-35 col 43% dal campo contro il 31% degli avversari.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Matt

    Ma KUZMA roy è così azzardato?

  • In Your Weis

    Se Simmons non fa i playoff, perchè no

  • In Your Weis

    Fermi tutti non me ne ero accorto, sono 3 partite di fila che Westbrook tira con il 50% o meglio. Il vento sta cambiando ad OKC

  • Barone birra

    Come un kuzma così il roy a simmons non è poi così scontato;steal of the draft assolutamente. Russ non vuole essere più parte degli sdeng brothers e fa un sobrio 10 su 13;mentre con cp3 fuori adesso harden può tornare in fuga per l’mvp

  • Matt

    In effetti,poi son certo che la carriera di SIMMONS sarà migliore di KUZMA,ma se prendiamo solo i numeri di questa stagione il ROY se lo può giocare.

  • ILTG6

    Per ora lotta a tre, bisogna tenere conto anche di Mitchell dei Jazz, 17 3 3 di media, Simmons pareva senza rivali, rimane il favorito ma la sua vittoria del roy non è più così scontata.
    Kuzma è un giocatore ideale nell’nba odierna, deve mettere su un po di massa per reggere meglio l’impatto in area e a rimbalzo, per il resto con quel tiro sarà sempre più che utile in qualsiasi contesto..contando che Lonzo sta crescendo, Ingram ha fatto i passi avanti che ci si aspettavano da lui ma non erano così scontati l’anno scorso e Kuzma, i Lakers hanno 3/5 di quintetto a posto e qualche buon elemento dalla panchina, se quest’ estate arriva la firma di un big sono pronti per tornare in top 6 ad Ovest.

  • brazzz

    numeri simmons 17.2, 91, 7,9
    kuzma 17,4 6.5. 1,6
    non scherziamo

  • Barone birra

    I giocatori che non hanno un buon tiro non mi piacciono tanto;questo kuzma invece è bravissimo a tirare come mitchell. l’australiano non può vivere di gancetti per sempre deve assolutamente migliorare il tiro; perché gli altri aspetti del suo gioco sono di altissima qualità

  • michele

    Immancabile il revenge game del mio amato metallaro. Per fortuna l’altro mio pupillo tenuto in avatar ( Sullinger) è finito a svernare in Cina ( dove immagino lenirà la nostalgia di casa nei McDonald’s locali), almeno con lui non corriamo pericoli lol.

  • michele

    le statistiche vanno anche pesate. Kuzma stanotte ha fatto la miglior prestazione di un rookie dell’anno, considerando la difficoltà della gara e dell’avversario. Nella corsa per il roy c’è a pieno titolo.

  • redbull

    per quanto starà fuori paul?

  • redbull

    e invece jayson tatum e jaylen brown no?

  • Shady

    Per una volta summer league e pre season non hanno mentito e kuzma continua a macinare anche nella RS. Per il Roy simmons rimane ancora il favorito, ma se a novembre sembrava essere già a gennaio adesso Kuzma e mitchell hanno ampiamente riaperto la lotta.
    Intanto continua la decrescita di wiggins, da nuovo LeBron, a futuro all-Nba, a scorer, a nuovo rudy gay. Per ora tira col 43% dal campo(29 da tre) e 63% i liberi, essendo nullo negli altri aspetti del gioco.
    KAT nonostante i suoi difetti i difesa è una crescita che pare essersi fermata continua comunque a mettere e fare prestazioni di tutto rispetto, wiggo invece pare essersi completamente perso

  • michele

    già detto una settimana fa, ai Lakers basta firmare Cousins in free agency e sono a posto. è il fit perfetto per loro e hanno lo spazio salariale per ingaggiarlo al massimo salariale. Del vecchio pallino di Magic George non se ne fanno nulla, avendo Ingram e Kuzma.

  • Hanamichi Sakuragi

    Cazzo finalmente una bella vittoria la portiamo a casa dopo averla annusata diverse volte vs i top team

  • Barone birra

    Deve essere ancora valutato. Però l’infortunio è nuovo e non ha niente a che fare con l’infortunio del mese scorso. Speriamo bene

  • Michael Philips

    Vi ha dato una bella spallata eh?

  • brazzz

    certo,ma matt ha scritto “se prendiamo SOLO i numeri”,al che ho fatto notare che nemmeno facendo così c’è gara..poi kuzma steal of the draft tutta la vita
    simmons deve costruirsi un tiretto da fuori, è cosa fattibilissima,basta allenarselo un po’,e lui così a occhio mi pare avere la testa giusta

  • Michael Philips

    Certo pensare la sfiga di Mitchell e Kuzma perché di fatto sono loro i “veri” rookie e perdere contro un rookie dell’anno scorso sarebbe pesante.
    Stesso accadde con Blake Griffin che saltò tutta la prima stagione per poi dominare la seconda, da rookie.

  • Michael Philips

    Il mio sogno e vedere Davis agli spurs e Cousins ai wizards.

  • In Your Weis

    Dici così solo perchè vuoi vederli affondare. Non consiglierei Cousins al mio peggior nemico, il fit perfetto per lui è il centro di igiene mentale

  • michele

    sono fan di Boogie da tempi non sospetti ehehehh

  • michele

    kevino non dimentica 🙂

  • michele

    e i Pelicans a Seattle a quel punto, si chiude il cerchio eheheheh

  • michele

    The Timberwolves’ starting lineup of Jeff Teague, Andrew Wiggins, Jimmy Butler, Taj Gibson, and Karl-Anthony Towns is on pace to play 1600 minutes this year and shatter the record for total minutes by a single lineup in NBA Stats’ database. The top nine 3-man combinations in minutes played this season are all various permutations of the Timberwolves’ starting five. Suffice it to say, this is not sustainable.

    The problem is not simply that the Timberwolves’ starters play lots of minutes either. They also consistently play the longest continuous stretches of minutes in the league

    qualcuno fermi il sergente sturmtruppen.

  • ILTG6

    Brown non è un rookie, Tatum è fortissimo secondo me solo che giocando nel contesto Celtics è difficile che vinca anche se non ha nulla da invidiare a Kuzma e Mitchell, io lo considero più forte di questi due..

  • ILTG6

    Ai Lakers non lo vedo bene, nel roster così giovane e con nessuno con il suo status potrebbe andare male, Cousins a mio avviso deve avere un organizzazione dietro forte e almeno un compagno del suo livello per rendere bene, non esattamente la situazione odierna dei Lakers

  • ILTG6

    Wiggo ha le sue colpe ma gli hanno messo intorno gente che non lo esalta, Gibson ad intasare l’area e Butler e Teague che tengono tanto in mano, avrebbe bisogno della “cura nets” tipo Russel e Okafor

  • Michael Philips

    la cosa sconvolgente è che mi diverto a vedere questi Lakers.
    Tra Kuzma, Lonzo e Ingram c’è materiale per divertirsi, con in più un larry nance jr che posterizza gente random

  • michele

    DMC non è piu’ un ragazzino, non ha bisogno di una chioccia. Per i Lakers è perfetto sia perché occuperebbe alla perfezione uno spot che adesso è occupato da due ex giocatori come Lopez e Bogut, sia perché ha la velocità e il tiro da fuori per brillare in una squadra cosi giovane e dinamica.

  • ILTG6

    Non parlo di chioccia, parlo di un giocatore con il suo status con cui condividere leadership e pressioni, non penso abbia le caratteristiche per essere il leader unico di una franchigia come i Lakers