LaVar Ball lancia la sua Lega, l’NCAA trema!

Scomodo, fastidioso, rumoroso ma alla fine si parla sempre di lui e stavolta LaVar Ball è andato oltre dichiarando guerra al College Basketball, la notizia è ufficiale ed è uscita ieri sera, il papà di Lonzo ha creato una sua lega cestistica che fungerà da alternativa al College per prospetti più forti.

La Lega si chiamerà JBA che sta per Junior Basketball Association, chiaramente tutta brandizzata da Big Baller Brand, in questi giorni LaVar sta cercando anche un accordo televisivo e, qui il punto forte e clamoroso, i giocatori che ne aderiranno verranno pagati $10 mila al mese!!!
Lo scopo della JBA è molto semplice come spiegato nel comunicato ufficiale che trovate qui sotto, preparare i giovani allo sbarco in NBA senza passare dal College come una sorta di esperienza da PRO all’estero vedi ad esempio Brandon Jennings quando dopo l’High-School sbarcò alla Virtus Roma per poi essere scelto al Draft del 2010.

Questa mossa di LaVar è qualcosa di geniale che mette in crisi il sistema NCAA, se vi ricordate molti giocatori una volta lasciato il College per l’NBA si sono lamentati di come il sistema facesse schifo, tra gli ultimi Ben Simmons (CLICCA QUI per leggere) che appunto criticava il fatto che i ragazzi venissero “sfruttati” senza neanche una provvigione o un riconoscimento economico.
È risaputo che il marcio dello sport USA risiede nel College, il giro di scommesse che vive durante le Final Four di basket o i Playoffs di Football è qualcosa di indecifrabile, apparentemente sembra tutto rosa e fori ma sotto girano affari che NBA e NFL si sognano oltre a varie porcherie tra appunto scommesse, reclutamenti sospetti come a Louisville con lo scandalo Escort (CLICCA QUI per leggere), soldi sotto banco ecc ecc…basta che abbiate visto il film “Blue Chips” (Basta Vincere, ndr) con Shaquille O’Neal e Penny Hardaway per capire.

LaVar è stato un genio, tutto alla luce del sole, ragazzi trattati da PRO con stipendio mensile e contando le realtà difficili da cui molti provengono sul piatto tra $10 mila al mese contro una borsa di studio non è difficile cosa possano scegliere, uno dei casi più recenti fu quello che vide coinvolto l’attuale Denver Broncos Emmaunel Mudiay (21 anni) che nel 2013 avrebbe dovuto giocare per Larry Brown presso SMU ma poi, causa esigenze economiche famigliari, decise di giocare in Cina per i Guangdong Southern Tigers dove portò a casa $1,2 milioni per una stagione (2014/15); chiaramente questa iniziativa di Ball Sr. farà discutere e creerà molti problemi però c’è anche il forte rischio che abbia successo e, SE così fosse, LaVar Ball passerà alla storia come l’uomo che ruppe il sistema NCAA.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • BBW_3

    Secondo me NCAA proprio se ne frega di sto qua, hanno in giro d’affari troppo grande, un sistema troppo radicato. Figurati se uno come Lavar li possa anche solo impensierire.

    Comunque copio il messaggio che ho scritto ieri su Facebook.

    I giocatori non veranno pagati con un stipendio, ma comunque gli viene offerta la possibilità di studiare in college, tutto compreso (da vestiti a meal plans, da tuition fees ad eventuali spostamenti). Per i top players (e stiamo parlando di 20-30 all’anno) probabilmente è una perdita di tempo, ma per gli altri è una manna dal Cielo (e se consideriamo gli stipendi. 3.000$ sono 36.000$, non vanno manco a pareggiare Il valore di una borsa di studio in un college di media fascia). Nella maggior parte dei casi son ragazzi che in alternativa non avrebbero la possibilità di andare Al college e almeno provare a prendere una laurea. Se poi non vogliono farlo son cavoli Loro. Creando una lega di questo genere daresti a moltissimi ragazzi di 19 Anni senza un soldo Uno stipendo per qualche anno, distruggendogli però il futuro nel caso in cui non riuscissero ad entrare Nel mondo dei pro e fare tanti soldi (99×100 dei casi)

    Inserendo poi stipendi all’interno del mondo collegale si finirebbe per accumulare tutto Il talento in quelle squadre che posso offrire salari assurdi (Duke, kansas, Kentucky, villanova ecc) lasciando le briciole alle altre ancor peggio di adesso.

    Sicuramente il mondo della NCAA non è perfetto e avrebbe bisogno di modifiche, ma pensando in ottica dei ragazzi, questa proposta potrebbe essere una Bomba (in negativito) per loro, che si vedrebbero distrutti qualsiasi futuro post carriera collegiale.

    Oltre a ciò il mondo della NCAA offre tantissime altre possibilità una volta usciti ddal college. Si può continuare a far part Della squadra prendono un master prima e allenando poi. Se si entra nei pro si può tornare al college gratuitamente un altro anno per finire la laurea. E potrei Andre avanti.

    A me sembra proprio un idea di merda creata per alimentare l’ego e I portafoglio per quei ragazzi che a 19 Anni ancora non sono in grado di prendere decisioni sulla Loro vita. Sceglieranno I 10.000$? Ovvio che si! È la scelta giusta? Assolutamente no, perchè dopo 4 Anni se non entrano nel mondo dei pro si ritrovano con il nulla in mano, cosa che in NCAA non succede