Golden State doma ancora Cleveland, bene OKC!

Golden State batte ancora una volta i Cavaliers ma solo negli ultimi 90″ con Durant protagonista in difesa, Philadelphia torna a vincere, Oklahoma City c’è su Houston 75 del suo trio, Washington colpo a Boston, facile Minnesota.

🎄 NBA XMAS DAY🎄

New York Knicks – Philadelphia 76ers 98-105
NYK: Porzingis 22, Kanter 31 (22 rimb), Lee 20, Beasley 10
PHI: Saric 10, Embiid 25 (16 rimb), Redick 24, McConnell 15

L’NBA Christmas Day comincia come da prassi al Madison Square Garden dove Knicks e Sixers danno vita ad una gran battaglia che ha visto Philadelphia prevalere (dopo 5 KO consecutivi) nel finale malgrado la mostruosa prestazione di Enes Kanter da 31+22; a 5’20” dalla conclusione Porzingis pareggia sull’89-89 dopo un break di 8-0 ma Phila risponderà perentoriamente con un contro-break di 12-4 chiuso con bomba dall’angolo di Embiid a 2’25” per il +8!
NY ci prova ma sul -6 Beasley fa 0/2 dalla lunetta e al possesso successivo Porzingis si fa intercettare da Simmons che schiaccerà da solo per i titoli di coda sul 95-103 a 66”.

Golden State Warriors – Cleveland Cavaliers 99-92
GSW: Durant 25, Green 12 (12 rimb, 11 ass), Thomspon 24
CLE: James 20, Crowder 15, Love 31 (18 rimb), Wade 13

All’Oracle Arena va in scena il rematch delle NBA Finals 2017 con i Golden State Warriors (senza Curry) ancora vittoriosi sui Cleveland Cavaliers ma non senza faticare; match a punteggio basso con nessuna delle due che riesce a scappare via, alla sirena del 3° quarto Warriors avanti ma Cavs in scia sul -4 (71-67) con un Kevin Love da 13 punti nel 3°.
la partita rimane combattuta e a 2’ dalla conclusione siamo sul 92-92, a 90” dalla sirena finale Bell conquista prezioso rimbalzo offensivo da cui nascerà la bomba di Klay Thompson, sul capovolgimento di fronte James perde palla, Golden State mancherà il colpo del KO prima con Iguodala e poi con Bell, a 30” Cleveland è viva ma LeBron perde la maniglia in penetrazione (fallo di Durant in precedenza?) e la palla torna ai Warriors che stavolta non si faranno pregare con un 2/2 di Thompson dalla lunetta a 18”.
Kevin Durant che nel 1° quarto, dopo essersi già preso un fallo tecnico, ha rischiato seriamente di essere espulso dopo un diverbio con Calderon.

Boston Celtics – Washington Wizards 103-111
BOS: Tatum 20, Horford 12, Irving 20, Smart 10, Thies 12, Rozier 16
WAS: Porter 20 Jr. 20, Morris 14, Gortat 11 (10 rimb), Beal 25, Wall 21 (14 ass), Oubre Jr. 16

Sconfitta casalinga per i Boston Celtics contro i Wizards di John Wall (21+14); match equilibrato fino a 5’49” dalla conclusione, squadre sul 95-90 Celtics dopo tripla di Irving ma da quel momento Washington cambierà marcia! Parziale finale di 21-8 con Wall autore di 7 punti oltre la rubata che ha consentito a Beal di realizzare la schiacciata del +7 (95-102) a 3’43”.

Oklahoma City Thunder – Houston Rockets 112-107
OKC: George 24, Anthony 20, Adams 15 (10 rimb), Westbook 31 (11 ass)
HOU: Ariza 20, Anderson 11, Capela 19 (10 rimb), Gordon 20, Harden 29 (14 ass)

Terza sconfitta consecutiva per gli Houston Rockets (privi di di Chris Paul) che cadono ad Oklahoma City sotto i 75 punti degli OK3; a 3’14” dalla sirena finale il match è viso sul +1 Thunder 104.103) quando Paul George si accende con 4 punti consecutivi per il 108-103 a 2’43”, Houston non molla ed è sul -3 a 107” ma sprecherà tutte le occasioni!
Prima uno 0/2 di Capela e poi triple sbagliate per Ariza a 61” e poi quella fata di Harden a 27” stoppato da Roberson che poi chiuderà la partita sul 112-107 finale.

Los Angeles Lakers – Minnesota Timberwolves 104-121
LAL: Hart 12, Kuzma 31, Clarkson 17, Randle 16
MIN: Wiggins 16, Gibson 23, Towns 21 (10 rimb), Butler 23, Teague 6 (10 ass), Crawford 19

Tutto facile per i Minnesota Timberwolves allo Staples Center contro i Lakers (privi di Lonzo Ball); giallo-vola che sono in partita dopo 3 quarti entrando nell’ultimo sul +1 (84-83) dopo appena 45” di gioco ma la risposta di Minnesota sarà fatale! Break di 16-1 chiuso con bomba di Crawford a 8’07” dalla conclusione per il +14 (85-99), solco che i Lakers non riusciranno più a recuperare.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B