NFL Tuesday 19: Recap della Week #16!

Detroit e Dallas dicono addio alle ultime speranze playoff NFL, Steelers e Patriots procedono accoppiati in vetta alla AFC e i San Francisco 49ers di Jimmy G colgono un altro importante scalpo.

NFL WEEK #16

NFL - Week #16 - Risultati - 2017Missione #1 compiuta. I Patriots faticano per tre quarti di gara prima di staccarsi dalle calcagna l’accanita resistenza dei Bills, conquistando la W che regala al team di coach Bill Belichick il first round bye. Per il primo posto in Conference e vantaggio del fattore campo per tutti i playoff, New England dovrà vincere l’ultima partita contro i New York Jets. Al netto di sorprese difficilmente pronosticabili, per i campioni in carica lo scenario sarà quello dell’ennesima post-season fra le mura amiche del Gillette Stadium. La principale rivale in ottica di Conference, gli Steelers, non ha problemi a regolare in trasferta i deludenti Texans di questo periodo. Dopo l’infortunio del rookie sensation, il QB DeShaun Watson, a Houston l’han data su decisamente e la mente e i programmi della franchigia sono già proiettati al 2018.

Se Kansas City ha vita facile nel battere i Miami Dolphins regalandosi per Natale il titolo della AFC West, diverse sono le cose per i Jacksonville Jaguars. E’ vero che il titolo divisionale arriva lo stesso (cortesia della vittoria dei Los Angeles Rams sul campo dei Tennessee Titans), ma la sconfitta di San Francisco rappresenta un pesante passo falso per la franchigia della Florida: il QB Blake Bortles incappa in tre sanguinosi intercetti mentre la difesa, vero punto di forza della squadra, concede oltre quaranta punti all’attacco dei 49ers. Ancora protagonista Jimmy Garoppolo: il QB ex Patriots, ha portato in riva alla Baia un entusiasmo che sembrava essersi perso negli ultimi due anni e i tifosi in red&gold possono ora guardare al 2018 con rinnovata fiducia.

Con Minnesota (W vs i Packers) e Philadelphia (W contro i Raiders) che tengono il passo in testa alla Conferece, il big match della “giornata” in NFC è quello del Superdome di New Orleans dove la difesa dei Saints mostra ancora gli enormi progressi di quest’anno. Il portentoso attacco dei Falcons stecca alla grande al cospetto della truppa di coach Sean Payton e la partita contro i Carolina Panthers dell’ultima giornata assume tutti i contorni della sfida senza ritorno per i vice campioni in carica. Una sconfitta contro Cam Newton & Co (ieri W soffertissima contro i Tampa Bay Buccaneers) metterebbe a rischio il posto wild card: i Seattle Seahawks (vittoria a Dallas) restano in agguato e l’impegno contro gli Arizona Cardinals, all’ultima di campionato, non sembra dei più proibitivi.

Delusione per i Lions che mostrano ancora una volta la loro cronica inaffidabilità perdendo sul campo dei rassegnati Bengals e per i Dallas Cowboys che, come detto, perdono la possibilità di rientrare clamorosamente nel discorso post season.

PROTAGONISTI

 Todd Gurley (RB, Los Angeles Rams) – 118 yards su appena 22 portate su corsa. 158 yards su 10 ricezioni e due touchdown su ricezione. Più o meno una definizione di onnipotenza per l’ex Georgia.

Phillip Rivers (QB, Los Angeles Chargers) – Rivers non gioca statisticamente una delle sue partite più leggendarie (22 su 40 per 290 e 1 td), ma contro l’arcigna difesa dei Jets riesce a giocare una partita solida e priva di particolari errori. E i Chargers rimangono in scia per un clamoroso posto nei playoff

Rob Gronkowski (TE, New England Patriots) – C’era curiosità per come sarebbero andate le cose per il TE dei Patriots dopo le scintille dovute ad un suo brutto intervento a gioco fermo sul CB White nella partita di Buffalo. Gronkowski si mette definitivamente alle spalle la vicenda con una buona prova condita da un eccezionale ricezione-touchdown nel corso del secondo quarto.

MATCH OF THE WEEK

Dallas Cowboys – Seattle Seahawks 12-21

La sconfitta di Atlanta e l’inopinato rovescio dei Lions a Cincinnati regala un “senso” da playoff alla sfida fra Cowboys e Seahawks, pronti a giocarsi, in singolar tenzone, la possibilità di rimanere in corsa per un posto playoff. La spuntano a sorpresa i Seattle Seahawks che mettono in mostra, se ce ne fosse ancora bisogno, un carattere e una determinazione da grande squadra: in particolare è la difesa fa vedere i sorci verdi all’attacco dei texani e fare la differenza nell’arco dell’intero match. Due intercetti (di cui uno riportato in endzone dal CB Coleman), un fumble provocato sul WR dei Cowboys Dez Bryant e una costante e irresistibile pressione sul QB Dak Prescott.
L’ex Mississippi State vede maglie dei Seahakws arrivargli addosso da ogni dove e non basta la buona prova del RB Zeke Elliott a salvare la situazione per i texani. Seattle, che ha messo sul tabellone meno yards in attacco (136) rispetto a quelle ricevute di penalità (142), può quindi ringraziare la propria difesa per una W che regala ancora una speranza postseason. Una vittoria con gli Arizona Cardinals e una contemporanea sconfitta dei Falcons contro i Panthers consentirebbe a alla banda di coach Carroll di essere di nuovo protagonisti a Gennaio.

Next Week

New York Giants – Washington
New England – New York Jets
Minnesota – Chicago
Detroit – Green Bay
Indianapolis – Houston
Pittsburgh – Cleveland
Philadelphia – Dallas
Los Angeles Rams – San Francisco
Los Angeles Chargers – Oakland
Denver – Kansas City
Tennessee – Jacksonville
Tampa Bay – New Orleans
Miami – Buffalo
Seattle – Arizona
Atlanta – Carolina
Baltimore – Cincinnati
 

 

 

Fabio G

Fabio G

Anconetano doc, seguo da anni gli Sport Americani e la NFL in particolare, con un occhio di riguardo per i Detroit Lions. Da poco collaboro con NBA-Evolution come redattore per la sezione NFL. Nickname: Fabio G