Kings sorpresa ai Cavs, bene Thunder e Warriors!

Vince Carter trascina i Kings al successo sui Cavaliers, Oklahoma City a valanga sui Raptors, bene Boston, Chicago e Minnesota all’OT con 39 di Jimmy Butler a Denver. Tutto facile per Golden State, Rondo 25 assist contro i Nets!

REGULAR SEASON

Charlotte Hornets – Boston Celtics 91-102
CHA: Kidd.Hilchrist 13, Williams 13, Howard 12 (17 rimb), Walker 24
BOS: Tatum 18, Horford 20 (11 rimb), Irvin g 21, Rozier 15, Larkin 11

la difesa dei Boston Celtics fa la differenza nel successo esterno a Charlottr; ne primo tempo i ragazzi di coach Stevens vanno negli spogliatoi sul +16 (44-60) forzando i padroni di casa al 35”, Hornets che però non si arrendono e grazie ad un 3° quarto da 31-15 tornano in partita sul -1 (75-76).
Di nuovo la difesa verde sale in cattedra limitando Charlotte a soli 16 punti e vincendo la partita grazie ad un parziale di 10-2 per il +11 (88-99) a 66”.

Indiana Pacers – Dallas Mavericks 94-98
IND: Bogdanovic 13, Young 11, Turner 16, Stephenson 16 (15 rimb), Collison 16, Joseph 10
DAL: Barnes 13m Nowitzki 15, Matthews 12, Ferrell 13, Harris 10, Powell 12

Dallas sbanca in volata Indiana; a 37” dalla conclusione punteggio pari sul 94-94, Barnes va in lunetta fa 1/2 ma Matthews scippa Lance Stephenson e dalla palla recuperata arriverà il layup di Dennis Smith Jr. per il +3 (94-97) a 25”.
Ultima occasione per i Pacers ma Collison mancherà la bomba del pareggio a 7”.

Atlanta Hawks – Washington Wizards 113-99
ATL: Prince 11, Ilyasova 20, Plumlee 11, Bazemore 11, Schroder 21, Belinelli 19
WAS: Porter Jr. 15, Morris 18, Beal 20, Wall 10 (11 ass), Oubre Jr. 11, Meeks 14

Italian Job: Belinelli 19 pt (5/8, 2/3, 3/3), 3 rimb, 1 ass in 20’

Atlanta esce nell’ultimo quarto e batte di autorità i Wizards con 6 giocatori in doppia-cifra tra cui Marco Belinelli con 19 punti; le squadre entrano negli ultimi 12’ sul +2 Hawks (78-76) e sono i falchi subito a cercare la fuga con un break di 11-2 per il +9 (89-80), vantaggio che difenderanno fino alla fine con Washington incapace di reagire.

Chicago Bulls – New York Knicks 92-87
CHI: Markkanen 12, Lopez 11, Holiday 11, Dunn 17
NYK: Porzingis 23, Kanter 4 (11 rimb), Lee 17, Jack 11

Kris Dunn trascina ancora una volta i Chicago Bulls al successo stavolta in casa contro i Knicks; NY tocca anche il +15 ne primo tempo ma a 3’ dalla conclusione il tabellone recita 86-86 dopo la bomba di Holiday.
Non segna nessuno per 2’20” quando Markkanen schiaccia a 39” per l +2 Bulls, NY ha la chance di pareggiare a 8” ma Jack farà 1/2 dalla lunetta, Dunn non sbaglia e a 7” Kanter mancherà la tripla del pareggio. I Knicks non hanno segnato un canestro dal campo egli ultimi 4’11” (1 punto).

Minnesota Timberwolves – Denver Nuggets 128-125 OT
MIN: Wiggins 21, Gibson 20, Towns 13 (13 rimb), Butler 39, Teague 11 (10 ass), Crawford 12
DEN: Jokic 22, Plumlee 11, Harris 10, Murray 21, Barton 28, Lyles 23

Ci è voluto un Jimmy Butler da 39 punti per Minnesota per vincere 2 volte a Denver contro i Nuggets; T-Wolves padroni del campo nel primo tempo tanto da toccare il +19, nel secondo smettono di giocare e Denver si fa sotto.
A 13” dalla fine dei regolamentari Gibson fa 1/2 dalla lunetta per il +2 (112-114) e Barton gli risponde con un 2/2 a 5” per il pareggio e overtime!
Nell’Extra-Time è Butler contro tutti, realizza 12 punti dei suoi 39 compreso il canestro decisivo a 47” per il +2 (125-127), Butler però non uccide la partita facendo 1/2 a 16” (125-128) ma per sua fortuna Lyles mancherà la tripla sulla sirena.

New Orleans Pelicans – Brooklyn Nets 128-113
NOP: Moore 20, Davis 33 (11 rimb), Cousins 27 (14 rimb), Holiday 23, Rondo 2 (25 ass), Clark 11
BKN: Hollis-Jefferson 15, Stauskas 21, Acy 18, LeVert 22

Rajon Rondo chiude a referto con 2 punti e 25 assist nel successo interno dei Pelicans sui Nets; match chiuso nei primi 24’ dai padroni di casa, 69-46 il punteggio all’intervallo con Davis da 20 punti su 33 finali, Cousins 1, Holiday 13 e Rondo con 11 assist e il 55% dal campo.

Oklahoma City Thunder – Toronto Raptors 124-107
OKC: George 33, Anthony 18, Adams 18, Roberson 6 (10 rimb), Westbrook 30 (13 ass)
TOR: Valanciunas 16, DeRozan 15, Lowry 13 (10 rimb), Poeltl 13, Miles 20

Paul George e Russell Westbrook combinano per 63 punti e battono in scioltezza i Raptors; partita che gira in favore di OKC nel 3° quarto, tira col 59% dal campo per 36 punti con tutti i giocatori a referto contro il 31% dei canadesi, alla sirena del 3° Thunder 102-88.

Sacramento Kings – Cleveland Cavaliers 109-95
SAC: Randolph 14, Hill 10, Bogdanovic 16, Cauley-Stein 17, Carter 24
CLE: James 16 (10 rimb, 14 ass), Love 23, Smith 15

Vince Carter porta indietro le lancette dell’orologio (24 punti) e trascina i Kings al successo contro i Cavs, vana la Tripla-Doppia di LeBron James; Cleveland sul -5 ad inizio 4° periodo (85-80) e sarà proprio li che la partita vivrà la sua svolta, break di 9-0 nei primi 3’30” per il +14 Kings (94-80) e buio pesto in casa Cavs che finiranno pure sul -17.

Golden State Warriors – Utah Jazz 126-101
GSW: Durant 21, Green 14, Thompson 15, Bell 5 (13 rimb), McCaw 18, Young 15, Casspi 10
UTA: Sefolosha 11, Favors 17 (10 rimb), Mitchell 17, Rubio 10, Hood 26, Burks 10

Tutto facile per i Warriors di Kevin Durant sui Jazz; Utah tiene botta bene nei primi 24’ andando negli spogliatoi sul -1 (48-47) poi la solita valanga Golden State, nel 3° quarto i Warriors sparano 42 punti di cui 11 di KD, 73% dal campo, 12 assist contro i 22 punti degli ospiti, +21 e titoli di coda all’Oracle.

Los Angeles Lakers – Memphis Grizzlies 99-109
LAL: Ingram 23, Caldwell-Pope 16, Clarkson 22, Nance Jr. 12
MEM: Martin 20, Gasol 11, Harrison 15, Evans 32, Davis 14

Memphis passa ad Hollywood contro i Lakers che hanno avuto 4/24 dal campo da Kyle Kuzma; malgrado un Kuzma da spaccamento ferri i Lakers sono sul 76-76 sulla sirena del 3°, Memphis trova subito la fuga con un parziale di 13-3 per il +10 dopo 4’ di gioco, L.A non riuscirà più a ricucire il distacco.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B