Utah solita bestia nera di LeBron, favoloso Curry!

Anche quest’anno gli Utah Jazz a Salt Lake City si confermano l’incubo di James che perde nel giorno del suo compleanno, Curry dice 38 con 10 triple al ritorno, Detroit batte San Antonio mentre NY la scampa in volata a New Orleans.

REGULAR SEASON

Detroit Pistons – San Antonio Spurs 93-79
DET: Harris 12, Drummond 14 (21 rimb), Bullock 22, Smith 18, Kennard 20
SAS: Leonard 18, Aldridge 15 (11 rimb), Gasol 8 (10 rimb), Forbes 10

Superba vittoria casalinga per i Detroit Pistons di Andre Drummond (14+21) che limitano gli Spurs al 36% dal campo con un Kawhi Leonard che continua a faticare (4/11 dal campo); la partita è equilibrata, dopo 12” del 4° Spurs in scia sul -4 (63-59) quando Detroit cambia marcia, break di 17-4 con Kennard scatenato da 9 punti (12 nella frazione su 20 finali), +17 (80-63) a metà frazione e titoli di coda.

Orlando Magic – Miami Heat 111-117
ORL: Simmons 12, Gordon 39, Biyombo 10 (10 rimb), Fournier 23, Payton 8 (13 ass)
MIA: Richardson 11, Olynyk 17, Whiteside 9 (13 rimb), T.Johnson 31, Dragci 25, Ellington 12

Miami rialza la testa e lo fa in rimonta nel derby contro Orlando grazie al duo Tyler Johnson-Goran Dragic, vani i 39 punti di Aaron Gordon; Orlando va al riposo lungo in totale controllo sul +16 (66-50) con Gordon da 20 punti, gli Heat reagiscono, rimontano e a 59” dalla fine Johnson spara la bomba del +4 (108-112)! Fournier gli risponde con la stessa moneta, Dragic segna da 2 e a 24” dalla sirena Heat +3 ma possesso Magic, Gordon va per due veloci ma sbaglia e dalla lunetta Johnson chiuderà i giochi.

New Orleans Pelicans – New York Knicks 103-105
NOP: Moore 12, Davis 31, Cousins 29 (19 rimb), Holiday 13, Rondo 8 (12 ass)
NYK: Porzingis 30, Jack 15, Beasley 15

Kristaps Porzingis si infiamma negli ultimi 90” e da solo vince a New Orleans; a 2’03” dalla conclusione Davis fa 2/2 per il +5 Pelicans (101-96), da quel momento però il lettone inizierà la sua lezione, realizza 7 punti consecutivi compreso il tiro a 38” del sorpasso sul 101-103 Knicks! Cousins pareggia a 27” e a 9” NY risponde ma non con l’Unicorno ma con Jarret Jack, l’ex Nets va in lunetta e non trema per il nuovo vantaggio ospite (103-105), ultima chance per i padroni di casa ma Davis sbaglierà la bomba della vittoria.

Atlanta Hawks – Portland Trail Blazers 104-89
ATL: Prince 12 (10 rimb), Ilyasova 13, Bazemore 12, Schroder 22, Belinelli 14, Cavanaugh 13
POR: Aminu 10, Nurkic 8 (11 rimb), McCollum 18, Napier 21

Italian Job: Belinelli 14 pt (3/6, 2/4, 2/3), 1 rimb, 2 ass, 1 persa, 2 rec in 21’

Gli Atlanta Hawks escono nell’ultimo quarto e battono i Portland Trail Blazers con ancora un ottimo Marco Belinelli; si entra negli ultimi 12’ sul 72-69 Hawks, pronti via break di 7-0 per il +10 che di fatto metterà Portland con le spalle al muro, il successivo parziale di 6-0 invece chiuderà i giochi sul +15 (95-80) a 4’51”.

Utah Jazz – Cleveland Cavaliers 104-101
UTA: Sefolosha 10 (12 rimb), Favors 10, Mitchell 29, Rubio 16 (10 rimb), Hood 12
CLE: James 29, Love 20 (10 rimb), Green 22, Thompson 11

Anche per quest’anno Salt Lake City si conferma il cimitero di LeBron James, Utah batte Cleveland in volata con Donovan Mitchell protagonista; finale tirato con Kevin Love che a 1’35” spara la tripla che vale il -1 Cavs, Wade ha la chance di sferrare il colpo del sorpasso ma sbaglia la tripla a 52”, Utah non perdonerà e il suo rookie a 35” realizza il layup del +3 (100-97)! James sbaglia il layup e sul capovolgimento di fronte Sefolosha metterà la parola fine con 2/2 dalla lunetta.

Golden State Warriors – Memphis Grizzlies 141-128
GSW: Durant 20, Pachulia 17, Thompson 21, Curry 38, West 7 (11 rimb), Bell 11
MEM: Green 12, Gasol 27, Evans 22, Ennis III 11, Simmons 17, Davis 10

Dopo 11 gare d’assenza torna Steph Curry e lo fa con classe, 38 punti con 10/** da 3 nel successo dei Warriors sui Grizzlies; primo tempo da 21 punti per lo Chef con 7/9 dal campo di cui 5/7 da 3, 14 punti per l’altro Splash Brother con 4/6 da 3 e Warriors avanti “solo” di 11 (78-67), nella ripresa ci pensa sempre Curry con un 3° quarto da 14 punti con 4/5 da 3 e Golden State che vola via arrivando anche sul +21.

Denver Nuggets – Philadelphia 76ers 102-107
DEN: Jokic 19 (13 rimb), Harris 17, Murray 31m Barton 14, Lyles 16
PHI: Covington 15 (10 rimb), Saric 20, Redick 18, McConnell 10, Bayles 14, Holmes 14

Niente Embiid ma Philadelphia espugna il Pepsi Center con il duo Saric-Redick; finale in volata con Denver sul -3 (100-103) e possesso a 34” dopo la stoppata di Lyles ai danni di Bayless, palla a Barton che però manca la tripla del pareggio e Covington dalla lunetta spegnerà le speranze locali.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • Barone birra

    Gli warriors senza curry sono fortissimi lo stesso ma chi li rende irresistibili è proprio come lui come direbbe piccinini;quando gioca come stanotte è uno sballo chissà quel ragazzo fanboy di curry cosa direbbe oggi. Non lo sapremo mai perché come al solito gli intolleranti fanatici del blog lo fecero andare via schifato. Poi quando si fanno solo 4-5 commenti qualcuno si chiede perché

  • Alle 16 c’è una sorpresa per voi ma DOVETE andare sulla nostra pagina Facebook, poi potete rispondere anche a questo commento, però al trovate solo li! Ore 16

  • Mostruoso Steph.

  • In Your Wais

    Gli intolleranti del blog se la prendono sempre e solo con gli imbecilli, ma uno come te non può averlo notato, facendo parte di quella categoria. Con gli altri si possono avere pareri discordanti, con quelli come te o il fratello bianco di Curry, si passa al dileggio, come è giusto che sia

    E se ci sono 4-5 commenti al giorno non è certo per il tono del blog, mai stato così tranquillo da quando esiste. Però la cosa buona è che prima mi toccava vedere 30 commenti al giorno da parte tua, adesso massimo un paio

    Il tuo essere zimbello non dipende da noi, prima te ne fai una ragione, prima potrai inserirti nella società invece di stare qui a postare 50 volte al giorno perchè il resto del Mondo ti schifa. Ehehehehehe

  • Barone birra

    È inutile che scrivi pipponi di risposta tanto i tuoi interventi e quelli dei tuoi pari non li leggo. Foste vergognosi con quel ragazzo punto

  • Barone birra

    È incredibile come un normo tipo possa distruggerti come faceva jordan o il miglior shaq,sfido chiunque a dire il contrario che in queste partite ma solo in alcune partite sia chiaro è il più forte della lega;certo non ha la continuità di lebron ma i picchi di steph sono impareggiabili

  • mad-mel

    Finale di onnipotenza pura di Porzi. Bellissimo duello tra lui e Davis.
    Knicks che vincono fuori casa e fa notizia.
    Speriamo che ad Ovest Utah e Clippers riescano a risalire per mettere un po di pepe alla conference.
    Qualcuno sa dirmo quando rientra Isiah Thomas?

  • In Your Wais

    Certo che li leggi, imbecille, sono gli unici highlights della tua giornata, gli unici momenti in cui qualcuno accenna ad una conversazione con te. Quindi non fare il fenomeno, che tutti qui sappiamo che vita triste ti porti appresso…ehehehehe

  • lilin

    Mitchell è veramente un gran giocatore e fa impressione anche la considerazione e il ruolo centrale che ha nella squadra lui è Rubio a tratti nel finale davvero molto bene.. LeBron distratto troppe palle perse alla fine ma va bene così saranno le feste..
    Finalmente ottimo Tristan.. Un buon segnale recuperarlo… È fondamentale per i cavs

  • Barone birra

    3 gennaio contro Boston. Non c’e di che

  • michele

    Auguri a tutti, buon 2018 e forza Boston!

  • Max

    buon anno a tutti ragazzi!!!!