La riflessione di Aaron Rodgers

E un’altra stagione è andata e un’altra niente Showdown per Aaron Rodgers e i suoi Green Bay Packers, se l’anno scorso grazie alle sue magie i giallo-versi arrivarono fino ao Championship quest’anno niente Post-Season che dovrà portare il mago #12 a sedersi e riflettere sul futuro.

Si, senza quella porcata di Anthony Barr alla Week #6 che causò la frattura della clavicola destra di Rodgers forse oggi non saremmo qui a parlarne MA, infortunio o meno, ormai non si può sfuggire dalla realtà dei fatti: Green Bay NON è una contender e il futuro NON è roseo malgrado la presenza del fenomeno nativo di Chico!
No no no, io non ci casco come tanti, Rodgers con le sue prodezze da fuoriclasse quale è ha mascherato le profonde lacune della sua squadra e il problema è che sono anni che i Pakcers NON sono più competitivi e c’è un preciso momento in cui si è rotto l’ingranaggio.

Ve li ricordate i Championship NFC del 2015?
Quelli dove Rodgers & Co. sono andati a Seattle dominando per 58′ per pi sciogliersi e perdere all’Overtime? Tutti di quel giorno tragico per le teste di formaggio si ricordano il devastante drop di Bostick sull’onside Kick dei Seahawks ma, ad essere analitici, Green Bay non uccise la partita sbagliando tanti e troppi drive specialmente quello scialbo a 4’45” che diede vita alla rimonta Seattle. Ecco, da quella sconfitta qualcosa si è rotto e i Packers non sono più stati gli stessi.

Playoffs 2016: ELIMINATI ai Divisional dai Cardinals all’OT dopo che Rodgers era riuscito a pareggiare allo scadere con un Hail Mary dei suoi.
Playoffs 2017: SCONFITTI nettamente ai Championship senza mai essere in partita contro i Falcons.

Certo, c’é chi non vede neanche i Playoffs da anni e qui parliamo di due viaggi ai Championship negli ultimi 3 ma sempre da Underdog, sempre a sperare che A-Rod si inventi una magia come a Dallas l’anno scorso all’ultimo drive, ma con il coniglio dal cilindro vinci le partite, non i Super Bowl.

Solo i tifosi di Bears, Vikings, Lions e Cowboys non lo possono vedere, il resto del mondo lo ama, pure la sua nemesi Tom Brady dice non si perde una sua partita, è FANTASTICO, il lancio che non si può fare lui lo fa, personalità alla Zlatan Ibrahimovic (chiedte a Brett Favre), sangue freddo nei momenti decisivi soprattutto quando sono drammatici però…però in 13 stagioni solo un’apparizione al grande evento (2011) vincendo tra l’altro contro gli Steelers.

Il più forte QB del mondo (Brady fa categoria a se, ndr) ha giocato un solo Super Bowl in 13 stagioni.

Facendo un paragone NBA, come se LeBron James avesse giocato e vinto una sola NBA Finals. Qualcosa non va e adesso la pazienza st arrivando al limite.

Green Bay, come città, FA SCHIFO 🤢! È una Buffalo 2.0, freddo, freddo, freddo, freddo, lo stadio e Stop.

Domanda perfida: stiamo sempre parlando dei Packers di Aaron Rodgers, quanti Top Free-Agents sono andati a giocare per lui? NESSUNO anzi, perdono pure i pezzi perché la vita a Green Bay è desolante.
Vogliamo analizzare a squadra attuale: difesa è vecchia e Clay Matthews non è infinito, l’attacco vive solo sulle invenzioni di Rodgers tant’è he il povero Brett Hundley (QB di riserva) si è trovato in una giungla perché, anche qui, Jordy Nelson non è infinito, il Running-Game è improvvisato perché non c’è un Top RB e la Linea si squaglia come burro. Aggiungiamoci un coach non fenomale come Mike McCarthy e abbiamo i Packers.

Rodgers - BradyGli Stati Uniti d’America stanno aspettando dal 1971 il nuovo “Ali-Frazier” e gli unici in tutto lo sport Business Stelle Strisce che possono avere tale impatto sono Tom Brady e Aaron Rodgers…solo che il tempo passa e il sogno sta andando svanendo, come Kobe Vs LeBron: Brady ha 40 anni, ok ne dimostra 30 ma la sensazione è che ci siamo, Rodgers ne ha 34 e gioca in una squadra che non gli può dare la certezza del Super Bowl, se poi tenete conto di realtà in ascesa come i Los Angeles Rams, i Dallas Cowboys e i Philadelphia Eagles, la faccenda si fa dura.

E quindi?
Deve cambiare aria.

E dove?
Rodgers contrattualmente ha ancora due anni per un totale di $38 milioni, i sognatori lo vedrebbero a New England 24 ore dopo il ritiro di Brady visto che con la cessione di Jimmy Garoppolo ai 49ers i Patriots NON hanno un erede di TB12, ma il mondo Pats è un mondo a parte.
Oggi, la realtà più competitiva e futuribile che farebbe davvero un super step tra i top team è solo una, si proprio loro, perculati per anni ed oggi mina vagante nei Playoffs della AFC: i Jacksonville Jaguars!
Squadra giovane con stelle promettenti, una su tutte il RB Leonard Fournette, un buon QB come Blake Bortles, una difesa solida, un vecchio volpone come Executive Vice President of Football Operations quale Tom Coughlin, una Conference non di ferro come la NFC, una piazza rianimata ma soprattutto sei al caldo della Florida che schifo agli atleti non fa.

Difficile perché Coughlin ha già in mente il QB per competere e non è difficile immaginare chi possa essere, ai Giants si ripartirà da 0 quindi…

Sarà una lunga Off-Season in casa Packers, 7 anni senza Super Bowl, un roster che si sgretola col tempo, una piazza orribile e la super stella sempre più sola, chissà che l’ex fidanzato di Olivia Munn non si svegli una mattina e faccia come Kyrie Irving.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B