Toronto c’è su San Antonio, bene NY e Lakers

Toronto trema nel finale ma riesce a battere gli Spurs confermando il suo fattore campo, Lakers tragici dalla lunetta ma vincenti con un super Jordan Clarkson, NY torna a vincere, bene Washington a Detroit.

REGULAR SEASON

Toronto Raptors – San Antonio Spurs 86-83
TOR: Valanciunas 15 (11 rimb), DeRozan 21, Lowry 24
SAS: Aldridge 17 (14 rimb), Anderson 5 (11 rimb), Gasol 15, Murray 10, Milld 13, Forbes 10

L’Air Canada Centre di Toronto si conferma il fortino dei Raptors, battuti di misura gli Spurs con 45 punti combinati dal suo DeRozan-Lowry; grazie ad un break di 6-0 a 3’ dalla fine i canadesi si porano sul 80-71, a 31” dalla sirena finale Lowry sigla il +8 (84-76) per i suoi ma San Antonio non molla, si porta sul -3 (86-83) a 6” con DeRozan in lunetta a 4”. L’esterno fa 0/2 ma per fortuna dei Raptors Popovich non ha più Time-Out e i suoi non riusciranno neanche a tirare.

Brooklyn Nets – Miami Heat 101-95
BKN: Carroll 26, Dinwiddie 15, Harris 12, LeVert 12
MIA: Richardson 12, Whiteside 22 (13 rimb), Dragic 10, Olynyk 12

Torna D’Angelo Russell (1 punto in 14’) e i Nets battono in rimonta Miami con 26 punti di Demarre Carroll; Heat che comandano le operazioni nel primo tempo toccando anche il +16 ma nella ripresa Brooklyn arriva!
Entra nell’ultimo quarto sotto solo 67-69, a 2’ dalla fine siamo sul 91-91 e il duo LeVert-Dinwiddie prende in mano la situazione, confezionano gli ultimi 10 punti dei Nets con decisivo il canestro di LeVert a 34” per il 97-91.

Detroit Pistons – Washington Wizards 112-122
DET: Harris 17, Drummond 14 (21 rimb), Bradley 15, Smith 15, Kennard 16, Tolliver 11
WAS: Porter Jr. 16, Morris 13, Gortat 10, Beal 26, all 16 (11 ass), Oubre Jr. 26

Washington esce nel 3° quarto e vince a Detroit con tutto il quintetto base in doppia-cifra; pari al riposo lungo sul 46-46 dopo che Detroit era stata pure sul +15, rientrati in campo ci sono solo i Wizards. Terzo quarto da 45 punti per i capitolini con 13 punti di Beal, 10 di Wall conditi da 6 assist (su 11 di squadra), 80% dal campo contro il dignitoso 50% dei padroni di casa, da pari a +17 (74-91).

Memphis Grizzlies – Sacramento Kings 106-88
MEM: Brooks 22, Green 6 (10 rimb), Harrison 12, Evans 14, Mclemore 21
SAC: Bogdanovic 15, Cauley-Stein 7 (11 rimb), Fox 16, Carter 15, Temple 11, Hield 13

Zach Randolph torna per la prima volta da avversario a Memphis e i Grizzlies battono lui e i suoi Kings; match deciso nel 3° quarto, intervallo sul 40-40 poi i Grizzlies aprono a ripresa con un break di 13-2 e non si gireranno più fino a toccare il +18.

Denver Nuggets – Phoenix Suns 100-108
DEN: Lyles 15, Joki 14 (17 rimb), Harris 16, Murray 30
PHX: Warren 25, Booker 30, Canaan 16, Jackson 16

Devin Booker dice 30 punti e Phoenix batte i Nuggets al Pepsi Center; i Suns prendono il largo nel 2° quarto andando al riposo lungo sul 50-60 con Booker a quota 15 punti di cui 10 nel 2°, Denver inseguirà per tutta la partita arrivando massimo fino al -4 (97-101) a 3’57” dalla conclusione, ma i Suns risponderanno con un 4-0 che chiuderà i conti.

Utah Jazz – New York Knicks 115-117
UTA: Hood 18, Gobert 23 (14 rimb), Mitchell 17, RUbio 17, Johnson 15
NYK: Hardaway Jr. 31, Porzingis 18, Kanter 12, Lee 18, Beasley 10

Tornano a vincere i Knicks e lo fanno di misura a Salt Lake City con 31 punti di Tim Hardaway Jr. (11/17 dal campo, 6/7 da 3); NY che trema nel finale, a 1’18” Beasley segna il canestro che vale il +6 (109-115), Utah non molla e a 32” dalla fine è sotto 112-115 con possesso dopo un sanguinoso 0/2 dalla lunetta d Hardaway.
I Jazz però non capitalizzano sbagliando la bellezza di 3 triple consecutive con Mitchell, Johnson e Ingles a 14”, stavolta Hardaway va in lunetta e non trema, 2/2 a 9” per il +5.

Los Angeles Lakers – Indiana Pacers 99-86
LAL: Kuzma 13, Rnadle 14, Clarkson 33, Nance Jr. 10 (11 rimb)
IND: Bogdanovic 11, Young 10, Sabonis 15 (14 rimb), Oladipo 25

I Los Angeles Lakers battono i Pacers con un super Jordan Clarkson da 33 punti con 14/19 dal campo, inoltre i Lakers diventano la prima squadra (dal 1963/64) a vincere una partita tirando con meno del 20% dalla lunetta (2/14); a 5046” dalla fine Indiana è in scia sul -2 (82-80), Oladipo e Sabonis mancano il canestro del pareggio e Clarkson non li perdonerà! Realizzerà 12 punti nel break di 15-2 Lakers sparando 3 triple di cui una con fallo! Per Clarkson 4° periodo superlativo da 16 punti.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B