Cousins alla Wilt batte i Bulls, bene Minnesota!

Mostruosa Tripla-Doppia di DeMarcus Cousins nella vittoria in 2OT contro Chicago, Tripla-Doppia anche per Blake Griffin ma vana contro i 40 di Wiggins, cade Phila a Memphis, bene Denver, Mavericks e Houston con la difesa.

REGULAR SEASON

Charlotte Hornets – Sacramento Kings 112-107
CHA: Williams 14, Howard 14 (16 rimb), Batum 14, Walker 26, Kaminksy 10, Lamb 18
SAC: Bogdanovic 10, Koufos 10, Cauley-Stein 11 (10 rimb), FOx 16, Labissiere 23, Hield 18

Dwight Howard di 14+16+6 stoppate e Charlotte batte Sacramento con 7 giocatori in Doppia-Cifra; Charlotte domina i primi 3 quarti entrando nell’ultimo sul +20 (95-75) dopo una bomba di Walker, Sacramento ci proverà arrivando fino al -3 (102-105) a 1’25” dalla fine ma Howard con 2 lberi e un Tap-In chiuderà la porta per il 109-102 a 40”.

Atlanta Hawks – Utah Jazz 104-90
ATL: Prince 17, Ilyasova 5 (11 rimb), Bazemore 11, Schroder 20, Belinelli 11
UTA: Favors 11, Gobert 6 (10 rimb), Mitchell 13, Neto 11, Burks 17, O’Neale 10

Italian Job; Belinelli 11 pt (4/6, 1/4 da 3), 1 rimb, 2 ass, 2 perse, 1 rec in 25’

Atlanta c’è su Utah grazie ad un ottimo secondo tempo; la compagine allenata da Budenholzer scappa via a cavallo tra il 3° e 4° periodo, sul 68-63 a 1’28” dalla sirena del 3° ecco il break di 18-0 per il +23 (86-63) dopo 3’ del 4° periodo! Atlanta toccherà anche il +26 prima di alzare il piede dall’acceleratore

Houston Rockets – Miami Heat 99-90
HOU: Capela 14, Harden 28, Paul 16, Gordon 16
MIA: Richardson 12, J.Johnson 10, Whiteside 22 (13 rimb), Ellington 13, Olynyk 10

Houston tiene Miami a 90 punti e li batte in rimonta col solito James Harden protagonista; Miami parte forte toccando subito il +14 ma nel lungo subisce la rimonta Houston, a 4’09” dalla conclusione siamo sull’88-88 e il “Barba” entra in scena!
Tripla e Fadeaway che danno vita ad un break finale di 11-2 Rockets con Miami che non segnerà negli ultimi 2’48” di partita.

Memphis Grizzlies – Philadelphia 76ers 105-101
MEM: Martin 12, Gasol 19, Evans 18, Chalmers 17, Henry 12
PHI: Covington 18, Saric 22m Embiid 15 (14 rimb), Luwawu-Cabarrot 20

Memphis sorprende Philadelphia con un super 4° periodo; le squadre entrano negli ultimi 12’ di gioco sul +9 Sixers (74-83) dopo esser stat anche sul +15, ma sul più bello (tanto per cambiare) Phila si scioglie. Nell’ultima frazione Memphis limita gli ospiti al 33% dal campo, realizza 31 punti di cui 1o firmati Evans e vince in rimonta, decisivo il parziale di 8-0 a 3’42” per il +5 (100-95). Per memphis 38 punti su 24 perse di Phila.

Milwaukee Bucks – Phoenix Suns 109-105
MIL: Middleton 35, Henson 10, Brogdon 32, Bledsoe 19
PHX: Warren 23, Monroe 19, Booker 14, Daniles 15

Alla seconda ed ultima partita senza Antetokounmpo ma soprattutto alla prima senza coach Jason Kidd (Licenziato!) i Bucks rispondono bene battendo i Suns con 67 punti del duo Middleton-Brogdon; momento chiave a 75” dalla fine quando, sul 101-100 Bucks, Daniels e Canaan sbagliano consecutivamente le triple del sorpasso Suns e Middleton li punirà con 4 punti consecutivi per il 105-100 a 24”, per Middleton 10 punti nel 4° mentre sono stati 13 per Brogdon, in due hanno combinato 23 punti su 33 di squadra.

New Orleans Pelicans – Chicago Bulls 132-128 2OT
NOP: Moore 15, Davis 34, Cousins 44 (24 rimb, 10 ass), Holiday 12, Miller 10
CHI: Holiday 15, Markkanen 14 (17 rimb), Lopez 22, LaVine 19, Grant 22 (13 ass), Mirotic 14

DeMarcus Cousins firma una pazzesca Tripla-Doppia da 44+24+10 (non succedeva dal 1968 con Wilt Chamberlain) e trascina i Pelicans al successo sui Bulls dopo ben 2 overtime; Bulls che si mangiano le mani sul finire del 4° periodo, sulla sirena Miller commette un ingenuo fallo su Justin Holiday mentre tirava da 3 sul 114-112 New Orleans, Holiday mette il primo, il secondo MA SBAGLIA il terzo mandando tutti all’overtime.
Nel primo Extra-Time sono ancora i Bulls che sprecano, a 31” Markkanen va in lunetta sul 122-121 Pelicans, fa 1/2 ma è fortunato che nell’ultima azione prima Millers e poi Clark sulla sirena non troveranno il bersaglio.
Nuovo supplementare e Cousins prende in mano la situazione, 5 punti consecutivi per cominciare, Chicago on demorde ma deve cedere a 2’11” sulla tripla di Moore per il 130-126

Dallas Mavericks – Washington Wizards 98-75
DAL: Barnes 20 (10 rimb), Matthews 14, Smith Jr. 17, Ferrell 14
WAS: Beal 18, Wall 11

Dallas limita Washington al 30% dal campo e vince in carrozza; match segnato dal 2° periodo dominato dai texani sul 31-15 con 10 punti di Harrison Barnes per il +16 (53-37) al riposo lungo, i Mavs toccheranno anche il +25.

Denver Nuggets – Portland Trail Blazers 104-101
DEN: Jokic 16 (12 rimb), Plumlee 11, Harris 13, Murray 38
POR: Turner 10, Nurkic 19 (12 rimb), McCollum 12, Lillard 25, Davis 9 (10 rimb)

Vittoria in rimonta e in volata per i Denver Nuggets trascinati da un grande Jamal Murray da 38 punti; a 41” dalla fine Lillard segna il layup del 97-99 Portland (sbagliando il libero supplementare) ma Murray gli risponde con un gioco da 3 punti completato a 33” per il 100-99!
Non segna più nessuno con decisiva stoppata di Plumlee a Lillard a 9” dalla fine, Barton farà 2/2 dalla lunetta per il +3 a 7” con Portland che deciderà di andare per 2 veloci ma Barton non tremerà a 1” per il 2/2 che varrà il 104-101 finale.

Los Angeles Clippers – Minnesota Timberwolves 118-126
LAC: Griffin 32 (12 rimb, 12 ass), Teodosic 15, Williams 20, Harrell 23
MIN: Bjelica 18, Gibson 14, Towns 11 (17 rimb), Wiggins 40, Teague 30

Blake Griffin firma la sua 7ima Tripla-Doppia i carriera (32+12+12) ma non basta ai Clippers per domare i 40 punti (16/28 dal campo) di Andrew Wiggins e i suoi T-Wolves; Wiggins realizza 15 dei suoi 40 nell’ultimo periodo ma l’uomo chiave è stato Jeff Teague, per lui 9 punti nella frazione compreso il tiro a 1’17” per il +7 Minnesota a chiusura di un break di 8-1!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B