Seconda parte di stagione: riflettori su…

Il periodo di stronzeggiare è finito, all’incirca a quasi tutte le franchigia NBA mancano tra le 20/25 partite per concludere la stagione, c’è chi già sta pensando al Draft, chi deve difendere la posizione chi invece attaccare per ricucire il gap dei mesi precedenti, vediamo su chi porre l’attenzione in questa seconda parte di stagione da squadra, passando per Division fino al singolo individuo.

RIFLETTORI SU…

CLEVELAND CAVALIERS
I nuovi innesti hanno rivitalizzato ambiante ma soprattutto il leader, un netto 2-0 a Boston e Oklahoma City ha rimesso i Cavaliers sulla retta via, non avessero buttato totalmente nel cesso la prima parte di stagione sarebbero più a contatto con le prime non che a LeBron James freghi qualcosa del fattore campo nei Playoffs, tutti i riflettori dell’East sono su di loro. Inoltre a marzo rientrerà Kevin Love.

TORONTO-HOUSTON
Le regine di East e Ovest sono chiamate al rush finale, per entrambe è vitale il fattore campo specialmente per Toronto che ha dimostrato (come detto nel video di analisi di metà stagione, CLICCA QUI per vedere) ha mostrato una nuova solidità grazie all’ottima second unit. Houston non è più una novità o sorpresa, ha battuto 2 volte Golden State, a breve arriverà Joe Johnson a rinforzare la panchina. Per entrambe le franchigie vietato passi falsi

SAN ANTONIO
La bomba è arrivata stamattina, Kawhi Leonard non giocherà la seconda parte di stagione (CLICCA QUI per leggere), San Antonio ha in scia potenzialmente 6 squadre che possono prenderle il 3° posto, rientrerà Rudy Gay a dare una mano al duo Aldridge-Ginobili, stoico a resistere fino a questo punto; malgrado questa tegola di Kawhi Popovich non si fa problemi anzi, sfrutterà queste partite per sviluppare i giovani come Dejounte Murray e Kyle Anderson, ma riusciranno gli Spurs a resistere fino alla fine?

NORTWEST DIVISION
Nettamente la Division più tosta di tutta la Lega, 5 squadre tutte candidate ai Playoffs e tutte attaccate con Utah attualmente 5^ ma in striscia positiva da 10 gare consecutive; Denver è l’Average Team della Lega e ha ritrovato il vero Nikola Jokic, Minnesota comanda la Division, ha trovato stabilità anche se perde ancora partita da NON perdere e Thibodeau tanto per cambiare sta spremendo Jimmy Butler, Portland e Damian Lillard sono sempre li capaci di legnare i Warriors come di perdere contro le ultime…ah già, poi ci sarebbe la mina vagante Oklahoma City Thunder, squadra più indecifrabile della stagione. Sono in 5 a litigare, occhio alle outsiders come Clippers e Pelicans.

ROOKIES OF THE YEAR
Ben Simmons e Donovan Mitchell oggi sono i principali contendenti al trofeo di matricola dell’anno, erano tante stagioni che non si viveva un duello così serrato tra i novellini; il prodotto di LSU ha dalla sua ben 6 Triple-Doppie e dei Sixers in ottima posizione Playoffs, Mitchell è cresciuto esponenzialmente durante l’arco della stagione e nella striscia dei Jazz ci ha sempre mezzo lo zampino. Avremo un vincitore o finirà come nel con Jason Kidd & Grant Hill?

TANKING
Philadelphia ha (per fortuna) abbandonato la compagnia che però rimane piena: Dallas ha comunicato che ci darà dentro per perderle tutte, Phoenix è da inizio anno che lo fa e a volte anche in maniera allucinante (due sconfitte da 40+ punti), gli Atlanta Hawks, gli Orlando Magic e gli irriducibili Sacramento Kings…chi la spunterà per avere la #1 al Draft 2018?

T-SHIRT #9 DI NBA-EVOLUTION DISPONIBILE ORA 👇 SULLO SHOP!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B