Spurs e Wizards vittorie pesanti, ok Cavs e Warriors

LaMarcus Aldridge trascina gli Spurs ad un importante successo contro Minnesota, Washington supera in casa Indiana e le prende il 4° posto, LeBron James 70esima Tripla-Doppia e vittoria a Chicao, bene anche Golden State e Portland alla 12^ filata. Grizzlies ritorno al successo.

REGULAR SEASON

Milwaukee Bucks – Atlanta Hawks 122-1117
MIL: Middleton 23, Antetokounmpo 33 (12 rimb), Henson 11, Snell 11, Bledsoe 19, Parker 15
ATL: Prince 38, Collins 15 (12 rimb), Dedmon 10, Schroder 18, Muscala 12

Gianni Antetokounmpo dice 33+12 e Milwaukee batte Atlanta; finale in volata con Milwaukee avanti 118-115 ma palla agli Hawks, Prince va da 3 ma sbaglia la bomba del pareggio a 36”, rimbalzo di Middleton che poi dalla lunetta chiuderà i giochi.

Washington Wizards – Indiana Pacers 109-102
WAS: Morris 15, Gortat 18, Beal 19, Satoransky 12, Oubre Jr. 16
IND: Bogdanovic 11, Jefferson 10, Oladipo 18, Stephenson 25

Grande vittoria dei Wizards che battono in casa gli Indiana Pacers sorpassandoli nella lotta al 4° posto ad East; Washington domina arrivando anche sul +21 ed entrando nell’ultimo periodo avanti 86-71, Indiana però non molla e si porterà fino al -7 (105-98) a 1’17” con palla in mano ma Glen Robinson III mancherà la tripla del possibile -4.

New Orleans Pelicans – Houston Rockets 101-107
NOP: Moore 10, Davis 26 (13 rimb), Holiday 19, Clark 17, Miller 13
HOU: Ariza 17, Capela 13 (11 rimb), Hardn 32 (11 rimb), Paul 21

James Harden scrive a referto 32+11 e Houston passa a New Orleans mettendo i Pelicans in difficoltà, solo +1.5 sui Clippers; a 1’25” dalla conclusione Harden fa 1/2 dalla lunetta per il +8 Rockets (95-103), sembra finita ma New Orleans ci prova, arriva sul -4 (99-103) a 49”, Paul sbaglia ma ecco il decisivo rimbalzo offensivo di Mbah a Moute che poi realizzerà entrambi i liberi.

Brooklyn Nets – Dallas Mavericks 114-106
BKN: Carroll 19 (12 rimb), Hollis-Jefferson 23, Harris 11, Russell 22, Dinwiddie 12, LeVert 11
DAL: Nowitzki 13, Powell 18, Smith Jr. 21, Ferrell 12 (12 ass), Jones 16

Brooklyn batte Dallas con 22 punti di D’Angelo Russell; decisivo il break di 5-0 a 3’39” dalla fine che ha dato il +10 (109-99) ai Nets con gioco da 3 punti di Hollis-Jefferson e canestro di Russell.

New York Knicks – Charlotte Hornets 124-101
NYK: Hardaway Jr. 25, Hicks 12, Ntilikina 15, Burke 14, Williams 13
CHA: Williams 10, Howard 14 (13 rimb), Walker 10, Kaminksy 12, Monk 12, Bacon 15

Vittoria netta dei Knicks sugli Hornets grazie ad un super 3° quarto; dopo essere andate a riposo il 57-50 rientrerà solo New York, 3° periodo da 42-17 con 13 punti di Tim Hardaway Jr., 60% dal campo contro il 17% (4/23) di Charlotte per il +32 (99-67)

Chicago Bulls – Cleveland Cavaliers 109-114
CHI: Valentine 34, Zipser 11, Felicio 10 (10 rimb), Payne 13 (10 ass), Portis 15 (15 rimb), Blakeney 10
CLE: Green 21, James 33 (13 rimb, 12 ass), Zizic 14, Clarkson 19

LeBron James firma la 70esima Tripla-Doppia in carriera (33+13+12) e trascina i Cavs (senza 6 giocatori) ad un importante successo in quel di Chicago; nel 2° quarto James dice 12, Clarkson 13 e Cleveland domina la frazione 37-21 andando negli spogliatoi sul 52-69. Chicago però tornerà in partita e pareggerà a 1’41” sul 105-105. Ci penserà Jordan Clarkson con un gioco da 4 punti seguito poi da LeBron per un 6-0 Cavs a 39”.

Memphis Grizzlies – Denver Nuggets 101-94
MEM: Gasol 14, Martin 8 (13 rimb), Green 7 (11 rimb), Brooks 24, Evans 20, Selden 16
DEN: Chandler 10, Millsap 12, Jokic 17 (12 rimb), Murray 16, Harris 10, Lyles 12

I Memphis Grizzlies tornano a vincere e fermano a 19 la loro striscia di KO consecutivi infliggendo ai Nuggets un pesantissimo colpo per la lotta Playoffs; dopo un primo tempo tira-e-molla con Memphis anche avanti di 21 punti si entra negli ultimi 2’45” di partita sul 96-94 Memphis. Evans sbaglia da 3 ma il rimbalzo offensivo di Martin concederà a Tyreke un’altra chance che non mancherà per il +4 (98-94), Denver non segnerà più per il resto della partita e a Gasol basterà il 2/2 a 30” per chiudere i giochi.

San Antonio Spurs – Minnesota Timberwolves 117-101
SAS: Green 12, Aldridge 39 (10 rimb), Mills 12, Ginobili 10, Gay 14
MIN: Towns 23, Wiggins 21, Teague 16

San Antonio non sbaglia una delle partite più cruciali della sua stagione, asfalta i T-Wolves con LaMarcus Aldridge da 39+10 e aggancia sia Minnie che Utah a pari record per la lotta al 5° posto; Minnesota sta in partita fino a metà del 4° periodo, sul -6 gli Spurs decidono di scappare via e piazzano un parziale di 9-0 chiuso col layup di Gay a 5’56” per il 107-92!

Utah Jazz – Sacramento Kings 103-97
UTA: Ingles 14, Favors 10, Gobert 22 (13 rimb), Mitchell 28, Rubio 14, Crowder 11
SAC: Fox 11, Hield 23, Temple 11

Utah risponde a San Antonio battendo in volata i Kings con 6 giocatori in doppia-cifra; a 71” dalla sirena finale Fox schiaccia per il pareggio Kings (94-94) ma Utah non si scioglierà anzi, piazzerà un parziale finale di 9-3 con 7 punti dalla lunetta con unico canestro la schiacciata di Gobert a 6” dopo il libero sbagliato da Ingles.

Phoenix Suns – Golden State Warriors 109-124
PHX: Daniels 18, Payton 11, Jackson 36, Chriss 10
GSW: Iguodala 11, Green 25 (11 rimb), Young 20, Cook 28, Looney 14, Livingston 11, West 10

Quinn Cook sigla il suo Career-High con 28 punti e aiuta i Warriors a battere i Suns; Phoenix avanti al riposo lungo di 8 punti ma nel 3° quarto Golden State gira la partita, 42-17 il parziale della terza frazione con 16 punti di Quinn Cook e 10 di Green per il +9 (85-94), Golden State non si girerà più arrivando anche sul +13 ad inizio 4°.

Portland Trail Blazers – Detroit Pistons 100-87
POR: Harkless 10, Aminu 10 (12 rimb), Nurkic 13, McCollum 16, Lillard 24
DET: Griffin 15, Drummond 18 (22 rimb), Bullock 13, Johnson 11, Kennard 12

Portland manda tutto il quintetto base in doppia-cifra e archivia nei primi 24’ i Pistons per la 12esima vittoria consecutiva; all’intervallo Portland conduce 60-45 con un Lillard in pantofole (12 punti), nella ripresa i Trail Blazers arriveranno anche sul +19.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B