Finals (G2): Curry On-Fire e 2-0 Warriors!

Steph Curry spara 33 punti con 9 triple a bersaglio e per i già demoralizzati Cavaliers non c’è stata storia in Gara2 delle NBA Finals, serie si trasferisce mercoledì a Cleveland.

Golden State Warriors (#2) – Cleveland Cavaliers (#4) 122-103 [GSW 2-0]
GSW: Durant 26, McGee 12, Thompson 20, CUrry 33, Livingston 10
CLE: James 29 (13 ass), Love 22 (10 rimb), Thompson 11, Hill 15

Primo Quarto

La difesa dei Cavs comincia a fare acqua già dai primi scambi della gara e Javale McGee, in una inusuale partenza in quintetto, si trova smarcato sotto canestro due volte in meno di un minuto per il 4-0 Warriors (11:18).
Mentre LeBron James e George Hill cercano di caricarsi l’attacco di Cleveland sulle spalle, la squadra di casa riesce a coinvolgere tutti i suoi giocatori, con Kevin Durant (7:10) a segnare dalla profondità i due punti che determinano il vantaggio più grande del quarto, 17-9, a favore di Golden State.
JR Smith tenta di chiudere le distanze con cinque punti, segnando la tripla del 17-21, vantaggio Golden State, a 5:32 dalla fine. Il buon momento Cavs continua fino a 2:22 dalla fine quando James riporta a -2 Cleveland segnando in layup (24-26 GS).
Nel finale di quarto si fa vedere Livingston con due canestri consecutivi a cui replica solo Green per il 32-28 Golden State con cui si chiude il periodo

Secondo Quarto

Kevin Durant è il primo a segnare nel quarto, un lungo tiro da due su assist di David West (11:17), a cui la risposta di Clarkson in layup segue dopo qualche azione a vuoto (1033).
Golden State ritenta l’allungo portandosi sul +9 con un tiro dai sei metri di Klay thompson per il 39-30 a 9:12 da giocare, e quando Kevin Love decide di battere un colpo riportando a -5 i suoi Cavs (35-40) ecco che, prima due canestri del solito Livingston, poi una tripla di Curry e un semi-gancio di McGee fissano il primo vantaggio in doppia cifra per i Warriors sul 49-37 con 4:30 da giocare.
Sul finale di quarto il tentativo di ravvicinarsi dei Cavs viene spento da cinque punti di Curry a cui replica solo LeBron James con un tiro dalla media per il 49-56 Warriors su cui le squadre si ritirano negli spogliatoi.

Terzo Quarto

Kevin Love si presenta alla ripresa decisamente più motivato, segna 11 punti nella prima metà del quarto e riavvicina i Cavaliers sul 71-76 con 5:20 da giocare.
I due attacchi prendono il sopravvento sulle difese, l’arbitraggio non sempre risulta lucido, e Golden State trova nuova linfa negli Splash Brothers a cui si unisce un Kevin Durant superlativo che dopo un tiro dalla media serve l’assist per la tripla di David West che nessuno si apettava (00:4)
Il quarto si chiude sul punteggio di 90-80 Warriors.

Quarto quarto

Il quarto periodo si apre con LeBron James che mette una tripla (11:04) che riporta i Cavs sul -7, 83-90, e sembra ridare speranza agli ospiti, ma a questo punto entra in scena Stephen Curry che segna tre triple in un amen e aiutato da Durant, con i soliti tiri in avvicinamento, e un tap-in di Draymond Green, spinge Golden State sul 105-89 con 7:12 da giocare.
Se qualcuno pensa che il successivo parziale 4-0 per Cleveland possa riaprire la partita ci pensa Curry che con un gioco da 4 punti ed un assist per una schiacciata di Durant crea l’allungo decisivo, 111-93 con 5:15 da giocare.
Il resto è garbage time, le panchine vengono svuotate e la partita si trascina fino al risultato finale di 122-103 Warriors.
Adesso la serie va in Ohio, ci rivediamo mercoledì notte dalla Quicken Loans Arena.

Adrien

Adrien

Il basket dei playground milanesi gli regala esclusivamente infortuni, relegandolo ad una vita di solo NBA League Pass e cibo del discount. Cuore giallo-viola con Bargnani sempre in cima ai suoi pensieri…ma non quelli nobili Nickname: Adrien