ESPYS 2018: Solo Mitchell salva l’NBA!

Come ogni anno a Los Angeles si sono tenuti gli ESPYS Awards ossia gli Oscar dello sport americano e l’NBA questa volta non ha portato a quasi casa nulla dei riconoscimenti più importanti finiti nelle mani dell’NHL e della MBL.

CLICCA QUI per leggere l’intera lista dei vincitori degli ESPYS 2017

La 26esima edizione degli ESPYS è stata condotta dall’ex pilota e fidanzata di Aaron Rodgers Danica Patrick la quale non ha mancato, come da prassi, di scherzare sugli eventi del 2018 tirando in mezzo l’ormai tragicomico siparietto tra LeBron James & J.R Smith delle NBA Finals, NBA che a parte quella citazione non ha portato a casa molto.

Le nominations non nono mancate per l’NBA ma questa volta sono stati gli altri a godere, il “Best Male Athlete” è stato assegnato a Alexander Ovechkin (NHL, Washington Capitals) battendo James Harden, Jose Altuve e Tom Brady, i Golden State Warriors sono stati beffati nel “Best Team” dagli Houston Astros e Kevin Durant battuto da Nick Foles per la “Best Championship Performance“.

Il duello tra Ben Simmons e Donovan Mitchell si è esteso anche agli ESPYS, entrambe le matricole erano nelle 4 nominations per il “Best Breakthrough Athlete” insieme ad Alvin Kamara (NFL, New Orleans Saints) e alla tennista Sloane Stephens, la stella dei Jazz stavolta ha avuto la meglio con tanto di abito da ragno.

Nell’Award di categoria (Best NBA Player) è stata la volta di LeBron James (7° in carriera, -4 da Kobe Bryant) qualificatosi rispettivamente poi 5° e 11° nella Top 16 delle più belle giocate con i suoi Buzzer-Beater contro gli Indiana Pacers e i Toronto Raptors.

Per il “Best Game” non c’è stata nessuna nomination per l’NBA, award vinto dalla Nazionale USA femminile d’hockey alle Olimpiadi invernali contro quella Canadese, il “Best Moment” invece è stato assegnato ai Minnesota Vikings col loro leggendario “Minnesota Miracle” ai Divisional contro i Saints

T-SHIRT #15 DI NBA-EVOLUTION DISPONIBILE ORA 👇 SULLO SHOP!

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B