NFL 2018/19: TOP 5 storie da seguire

La scorsa notte la stagione NFL 2018/19 ha preso ufficialmente il via con la classica partita della Hall Of Fame tra i Baltimore Ravens e i Chicago Bears, come ogni stagione NFL parte con tanti proseliti, tante idee ma poi sappiamo che in quelle 16 partite tutto può succedere.

In questo post andrò ad analizzare le 5 storie più interessanti di questa stagione legate a 5 squadre che potranno riservare belle sorprese, che rischiano di cadere in fallo o chiamate all’ultima spiaggia.

TOP 5 NFL STORIES

5) Oakland Raiders
Molto semplicemente, hanno ingaggiato come allenatore quel Jon Gruden che non allena da 10 anni perché passati in TV a fare l’analista, dal momento del suo insediamento non ha avuto praticamente contatti con leader della difesa Kahlil Mack, l’attacco si è rinforzato con un cavallo matto come Martavis Bryant, Lynch è rimasto ma il vero dramma è la OL che non consente a Derek Carr di lanciare in tranquillità. Riuscirà Gruden, fermo da 10 anni, a regalare un’ultima gioia al Black Hole prima di trasferirsi a Las Vegas.

4) Cleveland Browns
Direi che SUKARE anche basta, i Cavaliers hanno perso LeBron James e quindi è arrivato il momento per i tragici Browns di rialzare la testa prima in città e poi nella Lega: due prime scelte assolute negli ultimi due Draft, Myles Garrett per la difesa e la grande scommessa Baker Mayfield come QB con Tyrod Taylor di riserva. La grande acquisto è stato il WR Jarvis Landry, dopo due stagioni da 1-31 è il momento di tornare. Non ci sono scusanti.

3) Minnesota Vikings
Mancava una sola pedina per essere una seria Contender e l’hanno presa, la firma di Kirk Cousins mette d’obbligo i Vikings tra le candidate al Super Bowl, la difesa è tra le migliori della Lega, il fattore campo c’è e Cousins potrà lanciare 9 volte su 16 al coperto, il rinnovo dell’eroe del “Mineapolis Miracle” Stefon Diggs (5 anni per $72 milioni di cui 40 garantiti) aumenta la potenza di fuoco dei Vikings. Non possono fallire, interessante vedere il cambio di mentalità da “mina vagante” a vera contender.

2) Los Angeles Rams
Los Angeles è tornata ed è affamata; LeBron James ai Lakers, Zlatan Ibrahimovic ai Galaxy, i Dodgers di Clayton Kershawn ma i riflettori sono tutti sui Rams di coach Sean McVay che si preparano ad essere il vero crack della stagione: dal mercato sono arrivati rinforzi pesanti come “O Animalo” Ndamukong Suh, il WR Brandin Cooks subito rinnovato (5 anni per $81 milioni), Todd Gurley nel backfield ancor più carico dopo il super rinnovo (4 anni per $60 milioni di cui 45 garantiti) e poi Jared Goff che alla prima stagione da titolare ha mostrato il suo talento. I Rams hanno tutte le carte in regola per essere protagonisti, l’anno scorso hanno pagato l’inesperienza ai Playoffs…l’unico problema è nella loro Division.

1) San Francisco 49ers
Jimmy Garoppolo.
Basterebbe solo questo, regalato a metà della scorsa stagione dai Patriots Jimmy aka “Baby G.O.A.T” ha vinto tutte e 5 le partite in cui è partito titolare, in carriera è 7-0, ha rianimato da solo una piazza morta, rinnovato subito il contratto da 5 anni per $137 milioni, coach Kyle Shanahan sa quello che fa e l’arrivo di Richard Sherman ha dato esperienza e carisma alla difesa. Dopo anni passati nell’ombra di Tom Brady per Jimmy G è arrivato il momento di splendere, quello che ha fatto vedere nelle 5 partite della passata stagione con quel roster ha lasciato tutti a bocca aperta, questa stagione DEVE essere il suo exploit definitivo.

MENZIONI D’ONORE
Jacksonville Jaguars: Dopo una stagione ad un passo dal Superbowl la franchigia della Florida dovrà stringere i denti soprattutto nella Division dove Houston e Indianapolis hanno recuperato i loro QB e Tennessee ha fatto un ottimo mercato, il rinnovo di Blake Bortles potrebbe esser stata una mossa sbagliata.
Pittsburgh Steelers: Fumata nera col rinnovo di Le’Veon Bell, Tomlin e Big Ben sempre alla guida di una squadra dall’infinito talento ma tanto difficile da gestire soprattutto dopo aver draftato un QB mettendo pressione a Roethlisberger.
Dallas Cowboys: via la prima donna (Dez Bryant) spazio ai giovani, dopo la deludente e problematica stagione 2017 i Cowboys DEVONO rispondere, dubbi su coach Garrett.
New England Patriots: Brady-Belichick, sempre loro anche dopo le tempeste della Off-Season, Brady si ritrova un attacco mediocre eccetto il solito Grokowski, arriverà la fine dell’era o ci sono ancora colpi in canna?

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B