Africa Game 2018: Gallinari trascina il Team World

Alla Sun Arena di Pretoia, Sudafrica, va in scena la 3^ edizione dell’NBA Africa Game che ha visto il Team World allenato da Ettore Messina battere i padroni di casa con un superbo Danilo Gallinari+

Team Africa – Team World 92-96
(20-27; 50-54; 68-78)

AFRICA: Deng 14, Ibaka 7, Embiid 24, Aminu 2, Fournier 10, Luwawu-Cabarrot 16, Biyombo 9, Siakam 4, Mahinmi 6, Diallo.
All.Bikerstaff

WORLD: Gay 3, Gallinari 23, McGee 11, Barnes 14 (11 rimb), Middleton 10, Williams 11, Temple 11, Whiteside 11, Collins 2, Cash.
All.Messina

RECAP

Solito inizio di partita blando con Harrison Barnes abbastanza caldo (3 triple) e Joel Elmbiid che fa un po’ di spettacolo, il primo canestro della serata lo firma Danilo Gallinari, molto bene anche Luol Deng che realizza 6 punti nel 1° quarto che ha visto il Team World avanti 20-27.
Ad inizio 2° quarto al sorpresa di questo NAB Africa Game, entrano in campo due ex leggende WNBA, la 3 volte campione Swin Cash (team World) e Clarisse Machanguana con quest’ultima che (forse involontariamente) serve l’assist per l’alley-oop di Biyombo.
Gallinari è il Top-Scorer dei suoi al riposo lungo con 12 punti ma il vantaggio del Team World è solo di 4 lunghezze (50-54) causa anche la tripla a 10” dalla sirena di Embiid.
Nella ripresa il Team World si spingerà fino al massimo vantaggio sul +12 dopo una tripla di Hassan Whiteside per il 69-57 a 4’ dalla sirena della frazione, vantaggio che poi sarà di 10 punti (68-78).

Ultimo quarto e il Team Africa è tutto sulle spalle di Joel Embiid, 4 punti in un amen per lui e il layup di Deng a 4’40” dalla conclusione vale il -4 (79-83) per i padroni di casa, risposta immediata degli ospiti con la bomba di Middleton e poi McGee da sotto per ridare 9 lunghezze di vantaggio (79-88) a 3’15” ma il Team Africa non molla e a 2’ dalla fine Aminu sigla il -3 (87-90) ed ecco il DANILO STEP-BACK per il nuovo +5 ma EMbiid dalla lunetta riporta a 3 il divario (89-92) con 100” sul cronometro.
Comincia uno spettacolare Gallinari Vs Embiid, tripla in Step-Back per l’italiano e gioco da 3 punti del camerunese dei Sixers, a 1’13” Team World avanti 95-92!

Palla al #8 che stavolta subisce fallo da Iabka ma niente lunetta, rimessa Team World ma il Gallo si fa scippare da Aminu, possesso Africa ma Embiid perde la maniglia dal palleggio e perde a sua volta la palla a 33”.
Harrison Barnes manca il colpo del KO e il team in canotta nera ha la chance di pareggiare ma prima Fournier (cortissimo) e poi Aminu (sul tabellone) mancheranno la tripla del apreggio, Middleton dalla lunetta chiuderà i giochi con 1/2.

GALLINARI

Danilo, fisicamente molto asciutto, è nettamente il migliore in campo (premiato come MVP) mostrando a se e ai Clippers di esserci sia fisicamente che cestisticamente,
Parte nel quintetto base e realizza subito i primi 2 punti della partita in contropiede, giocherà 7’ nella prima frazione con 5 punti e 1 assist. Il Gallo torna in campo nella seconda metà del 2° quarto e spara la seconda tripla di serata, poi un assist per la tripla dall’angolo per JaVale McGee e poi una schiacciata assista da Swin Cash.
Al riposo lungo Danilo sarà il Top-Scorer dei suoi con 12 punti (3/4, 2/2 da 3), 4 rimbalzi e 2 assist in 15’.
L’ex Nuggets riparte in quintetto nella ripresa e al primo possesso mette di nuovo a sua firma con l’assist per il gancio di McGee aggiungendo poi un gioco da 3 punti in contropiede. Danilo rientrerà negli ultimi 120” e servirà Garrett Temple per la tripla del 78-66.
Danilo giocherà la prima metà dell’ultimo quarto andando in lunetta (1/2), qualche minuto di riposo e poi dentro per gli ultimi 2’40” dove è il vero mattatore del match; rispolvera il suo Step-Back nei momenti topici, prima da due e poi da dietro l’arco nell’ultimo minuto domando la furia di Embiid, negli ultimi 30” perde palla e si perde Aminu a rimbalzo ma, per sua fortuna, il giocatore dei Blzers sbaglierà la tripla del pareggio.
Il Gallo chiuderà con 23 punti (6/7, 3/3, 2/3), 8 rimbalzi e 3 assist in 27’ di utilizzo.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B