Mills uccide i Lakers, colpi Magic e Wizards!

Patty Mills uccide sul finale iLakers grazie anche a James, Washington la spunta all’OT a Portland, colpi esterni per Orlando a Boston e Memphis ad Utah, vittorie facili per Warriors e Raptors.

REGULAR SEASON

Boston Celtics – Orlando Magic 90-93
BOS: Hayward 11, Tatum 7 (10 rimb), Horford 15, Irving 22
ORL: Isaac 18 (12 rimb), Gordon 13, Vucevic 24 (12 rimb), Fournier 14 (10 ass), Augustin 10 (10 ass)

Non bastano a Boston i 22 di Kyrie Irving contro le 4 Doppie-Doppie degli Orlando Magic che sbancano il TD Garden; i Celtics non comandano mai la partita, inseguono tutto il tempo e a 14” dalla conclusione Kyrie segna il canestro del -1 (90-91), va in lunetta Fournier che non trema per il +3 ma ci sono ancora 7” sul cronometro, palla a Kyrie che manca la tripla del pareggio, rimbalzo di Horford che apre per Hayward ma anche lui non troverà il bersaglio.

Toronto Raptors – Charlotte Hornets 127-106
TOR: Leonard 22, Ibaka 15, Green 16, Lowry 16 (14 ass), Valanciunas 17 (10 rimb)
CHA: Batum 13, Lamb 16, Walker 26, Monk 10, Hernangomez 11

Partita senza storia a Toronto, 22 di Leonard e Doppia-Doppia di Lowry (16+14) nel comodo successo sugli Hornets; al riposo lungo match già indirizzato sul 62-47 Raptos con 15 di Kawhi, 10 di Lowry e 50% dal campo.

Milwaukee Bucks – New York Knicks 124-113
MIL: Middleton 30, Antetokounmpo 31 (15 rimb), Lopez 13, Brogdon 11, Bledsoe 16 (13 ass), Ilyasova 10
NYK: Kanter 14 (13 rimb), Hardaway Jr. 24, Burke 19, Dotson 14, Vonleh 11, Hezonja 18

Milwaukee domina, si fa rimontare ma poi nel finale esce e batte i Knicks con 61 punti del duo Middleton-Antetokounmpo; primo tempo tutto Bucks, 71-52 con 19 di Middleton, sembra fatta ma NY reagisce con un super 3° quarto da 35-17 ed entra nell’ultima frazione sotto solo 87-88!
Entra in scena Giannis, realizza 16 dei suoi 31 nel 4° periodo ma a decidere l match è un break di 9-2 chiuso con bomba di Bledsoe a 1’44” dalla fine per il +7 (112-119), Milwaukee piazzerà un parziale di 14-3 negli ultimi 3’42” di partita.

Minnesota Timberwolves – Indiana Pacers 101-91
MIN: Gibson 13, Towns 17 (15 rimb), Butler 20, Teague 6 (10 ass), Rose 11, Okogie 12
IND: Bogdanovic 20, Turner 16, Oladipo 20

Bella vittoria casalinga dei T-Wolves che superano i pacers con Towns da 17+15 e 20 punti di Jimmy Butler; match equilibrato, dopo i primi 3 quarti situazione sul 72-72 Indiana ma Minnesota cambia subito marcia, break di 12-0 nei primi 3’ di gioco con bomba di Tolliver per il +11 (84-73) e da quel break Indiana non si riprenderà più.

Dallas Mavericks – Chicago Bulls 115-109
DAL:Finney-Smith 12, Doncic 19, Jordan 18 (16 rimb), Matthews 20, Kleber 12, Powell 12
CHI: Holiday 16, Portis 12, LaVine 34, Parker 20

Luka Doncic e DeAndre Jordan guidano i Mavs al successo sui Bulls; partita divertente cin 15 situazioni di parità e 17 cambi di leadership, uomo chiave del match Kleber che grazie ai suoi 10 punti nei primi 7’ del 4° periodo aiuta Dallas a raggiungere sul +12 (105-93), Chicago proverà la rimonta ma Doncic spegnerà i loro sogni col layup a 19” del +7.

Utah Jazz – Memphis Grizzlies 84-92
UTA: Gobert 11 (12 rimb), Mitchell 14, Crowder 15
MEM: Jackson Jr. 11, Gasol 18 (13 rimb), Conley 23, Mack 12

Altro colpo a sorpresa della notte da Salt Lake City dove i Grizzlies battono i Jazz a domicilio col duo Conley-Gasol; partita saldamente nelle mani dei Grizzlies che nel 4° periodo uccidono la partita grazie ad un parziale di 16-4 per il massimo vantaggio (70-86) a 3’49” dalla conclusione, nel break triple di Mack, Selden e 3 liberi di Conely.

Portland Trail Blazers – Washington Wizards 124-125 OT
POR: Aminu 16 (15 rimb), Nurkic 22 (18 rimb), McCollum 13, Lillard 29, Turner 10, Stauskas 15
WAS: Porter Jr. 16 (10 rimb), Morris 28, Beal 25, Wall 16, Oubre Jr. 22, Green 12

Washington espugna Portland dopo un tempo supplementare grazie ai 28 con 6/10 da 3 di Markeiff Morris; finale dei regolamentari al cardio-palma, 108-108, sbaglia Lillard, rimbalzo di Nurkic che sbaglia, riprende il rimbalzo e finisce in contesa con Oubre, la vince Nurkic e Stauskas spara la tripla del +3 a 13”.
Sembra fatta ma Bradley Beal ha un’altra idea e pareggia a 7”, ultimo tiro per Lillard ma stavolta niente “Lillard Time” perché Beal lo stoppa in penetrazione!
All’OT altro finale mozzafiatante, segna Wall il tiro del +4 (121-125) a 10”, tripla di McCollum per il -1 a 7” e fallo su Wall. John va in lunetta e si scioglie, 0/2 e possesso Portland, di nuovo da Lillard ma il suo layup non andrà a segno ben disturbato da Morris.

Golden State Warriors – Phoenix Suns 123-103
GSW: Durant 22, Jones 13, Thompson 16, Curry 29, McKinnie 10, Jarebko 13
PHX: Ayton 20 (14 rimb), Booker 28, Warren 27

Tutto facile per i Warriors di Steph Curry (29 punti); i campioni in carica prima vanno al riposo lungo sul 70-47 con 15 di KD, 13 di Thompson e 14 di Steph il quale, nel 3° quarto, ucciderà la partita realizzando ben 15 punti. Golden State arriverà fino al +30.

Los Angeles Lakers – San Antonio Spurs 142-143 OT
LAL: James 32 (14 ass); Kuzma 37, McGee 16, Ball 14, Hart 20 (10 rimb)
SAS: Gay 16, Cunningham 3 (12 rimb), Aldridge 37 (10 rimb), DeRozan 32 (14 ass), Forbes 16, Belinelli 15, Mills 12

Italian Job: Belinelli 15 pt (2/3, 3/6, 2/2), 1 rimb, 1 ass, 2 perse, 2 rec in 23’

LeBron James fa sognare ma poi uccide i tifosi dei Lakers in una partita bellissima persa dai giallo-viola solo allo scadere del supplementare colpa anche una gran giocata di Patty Mills; i Lakers rimontano dal -18 soprattutto, sotto 120-128 a 70” dalla fine piazzano un break di 8-0 con bomba di James a 3” per il 128-128! DeRozan manca la tripla sulla sirena e si va all’overtime!
I Lakers ci credono, gioco da 3 punti di LeBron a 55” pr il +6 (142-136) ma stavolta è San Antonio che rimonta, arriva sul -1 (142-141) a 15” con tripla di Gay, LeBron va in lunetta e commette un clamoroso 0/2! Palla agli Spurs e a 7” Patty Mills gela lo Staples con il tiro del sorpasso, James cerca la redenzione ma mancherà la tripla della vittoria.

T-SHIRT #18 DI NBA-EVOLUTION DISPONIBILE ORA 👇 SULLO SHOP! width=

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B